Le nomine che arrivano dal passato

(Gaetano Pedullà – lanotiziagiornale.it) – La funivia del Mottarone come il ponte Morandi di Genova. Due grandi infrastrutture finanziate con soldi pubblici che uccidono per la sete di guadagno dei concessionari privati. Se saranno confermate le ipotesi emerse dalle prime indagini, con la consapevole responsabilità del gestore dell’impianto piemontese, avremo un nuovo esempio di quanto sia fatale la ritirata dello Stato imprenditore in assenza di uno Stato controllore.

Per questo non è accettabile che i colpevoli la facciano franca, com’è ancora adesso per il concessionario della autostrade, che fa capo al Gruppo Benetton, riuscito a restare in sella tra lungaggini giudiziarie e giochetti di ogni tipo. L’unica speranza di far pagare chi non ha provveduto alle manutenzioni sul viadotto Polcevera era togliergli la gallina dalle uova d’oro dei pedaggi.

Un risultato vicinissimo se non fosse che lo stesso dirigente che negli anni ’90 consegnò i caselli ai Benetton – Mario Draghi – oggi con molta probabilità riporterà tutto in alto mare, revocando l’Ad della Cassa Depositi e Prestiti, Fabrizio Palermo, sostenuto dai 5S anche per chiudere i conti con questa vergogna nazionale. Una revoca senza altra ragione visibile, perché i risultati ottenuti da Palermo sono indiscutibili.

Un discorso analogo a quello delle Ferrovie, dove ieri l’Ad Battisti ha ricevuto il benservito come ringraziamento dei forti investimenti persino nell’anno della pandemia. Senza nulla togliere alle capacità dei manager subentranti, Scannapieco in Cdp e Ferraris in FS, siamo nel punto più alto della restaurazione del vecchio sistema di potere.

16 replies

  1. La famosa “caducazione” ipotizzata da Conte era un “risultato vicinissimo”, sicuro??

    “senza nulla togliere alle capacità dei manager subentranti”: valuteremo dunque col tempo.
    Ergo l’affermazione: “siamo nel punto più alto della restaurazione del vecchio sistema di potere” non è consequenziale a quanto detto sopra.

    "Mi piace"

  2. Non capisco di cosa ci lamentiamo: l’hanno eletto apposta e i “nostri,” sono tutti ammucchiati lì…

    "Mi piace"

  3. Ma come, l’avvocato del popolo Giuseppi non aveva detto che avrebbe levato lui le concessioni, e senza aspettare la conclusione dei processi?

    Ma non è che l’avvocato del popolo Giuseppi vi ha guardati in faccia, ha capito (lui miliardario) che siete povery, e ha pensato di potervi prendere per il 🍑 alla grandissima?

    "Mi piace"

      • Perché gli utenti di questo sito sono in maggioranza grillini: cioè sfaticati, sconfitti dalla vita ecc. sedotti dagli algoritmi di Casaleggio senior (per la cui prematura dipartita mai saremo sufficientemente grati a Nostro Signore).

        Lui aveva lucidamente intuito: “io posso canalizzare la rabbia di questi poveracci agitandogli davanti parole d’ordine semplici e accattivanti, e posso fotterli alla stragrande, convincendoli a votare per dei cretini che poi io comanderò a bacchetta”.

        E ricordarvelo, e ricordarvi con quale facilità vi siate fatti fottere, è utile e opportuno.

        "Mi piace"

      • Certo che ne gira gente frustrata e povera… di cervello, che ha bisogno di venire qua a spararne di ogni, dopo essersi fatta i film.
        Pensano pure di essere fighi, ‘sti patetici.

        "Mi piace"

  4. “Perché gli utenti di questo sito sono in maggioranza grillini: cioè sfaticati, sconfitti dalla vita ecc. sedotti dagli algoritmi di Casaleggio senior (per la cui prematura dipartita mai saremo sufficientemente grati a Nostro Signore).”

    Uno che scrive ‘sta roba è chiaramente un mentecatto della peggior specie.
    Non so che lavoro tu faccia (e manco lo voglio sapere) ma, ripeto, uno che scrive queste idiozie ha sicuramente grosse turbe mentali.
    Diciamo che con te Madre Natura ha dato sfogo ai suoi istinti della peggior specie…

    "Mi piace"

  5. Psichiatria. 1
    19 Agosto 2018 alle 14:35

    Ho sentito di video rimossi che l’unico video è quello altri non ci sono se il monitoraggio della staticità di quel ponte è direttamente proporzionale al monitoraggio dei video sorveglianza le cause della tragedia sono lampanti.
    Il segreto di stato. Altra anomalia. P.s Video:Quelli manipolati e spariti di chi doveva indagare? Con camion che si sovrapponevano bellamente.no?

    "Mi piace"

  6. Nel pugilato dimenticare é un po’ morire
    maggio 20, 2019 di gualtierobecchetti

    “La vita può essere capita solo all’indietro, ma va vissuta in avanti”, scrisse il filosofo danese Søren Kierkegaard oltre centocinquant’anni fa.
    Ecco il ricordo.
    Una semplice parola che in latino (re-cor) significava “ritorno al cuore”, a quei tempi ritenuto la sede delle memoria. Il ricordo: la colonna portante di qualsiasi sapere umano.
    Più esso é pallido e più diventa difficile riflettere sul passato, valutare il presente e incamminarsi verso il futuro. In sua assenza, viene a mancare la pietra di paragone, la bussola che indirizza verso la meta, il faro rassicurante all’orizzonte.
    Molto spesso nello sport, specialmente nel pugilato, chi racconta ciò che fu viene accusato d’essere un inutile e noioso nostalgico, ma non é così. Chi rinverdisce l’ieri compie un’opera culturale preziosa e indispensabile alla quale, coloro che amano la Nobile Arte, dovrebbero attingere a piene mani. Se ciò che é stato svanisse inesorabilmente nell’oblio, l’umanità sarebbe ancora nelle caverne e sulle palafitte.
    Non potrò mai dimenticare lo sguardo perso di un importante personaggio del pugilato, quando casualmente anni fa gli nominai Carmelo Bossi e Sandro Lopopolo, dei quali ignorava l’esistenza. Allora a cosa sono servite le loro imprese? Se qualcuno non sa, significa che é privo di cultura specifica dell’argomento o non ha “studiato” nulla perché non ama la “materia”. E allora a cosa serviva lui?
    I protagonisti modesti e famosi, le arene immense e improvvisate, le foto ingiallite e quelle ancora nitide, l’elenco di nomi vicini e lontani di un mondo guantato che non c’é più, danno senso a tutto il resto. Anche a rendersi conto della realtà presente, di termini quali “campione”, “leggenda”, “mito”, “fuoriclasse” distribuiti oggi con estreme facilità quasi si acquistassero sulle bancarelle del mercatino rionale. Si gratificano con definizioni ridondanti serate di boxe a cui assistono sparuti drappelli di spettatori commoventi nella loro passione. Si alzano squilli di trombe per serate televisive con un numero di spettatori, in tutta Italia, inferiore a quello che in una sola sera affollava il PalaEur di Roma o il Vigorelli di Milano. Perché? Proprio perché sempre in meno raccontano il passato riportando alla luce cosa significhi davvero essere campioni e quale sia la “grande boxe”.
    Senza conoscenza, senza un briciolo di cultura pugilistica storica, si perde la percezione del presente e non si sa dove andare.
    Nostalgia? Altra parola di uso comune che in greco antico (nostos alyos) indicava il dolore di non potere ritornare alla propria casa lontana. E il mondo del pugilato vorrebbe tornare alla propria cara e degna casa. Che c’é di male? E’ un impulso che spinge a non cedere mai!
    Tutto qui. E ciò vale sempre e dovunque nell’esistenza umana.
    Se fossimo privati del ricordo e della nostalgia, un giorno non ci si dovrebbe stupire se il Colosseo fosse trasformato in garage e se acquistando una statuetta in plastica del David di Michelangelo, a qualcuno sembrasse più bella dell’originale…

    "Mi piace"

  7. I danni che avete fatto!Tra covid e quell’osceno spettacolo che state dando attualmente…non si riesce a capire quale sia peggio.Il covid o voi.Il covid non si può “bastonare” ma voi?Aspetto con “ansia” quando riammetteranno in mano la matita agli italiani.Senza offesa ma fanno veramente schifo…Tutti.Vitalizzati o meno.Spettacoli cosi indegni credo non si siano mai visti…da vomito.Poi magari si meraviglieranno se salterà fuori qualcuno, di veramente “incazzato”, che farà rinverdire gli anni 70.Ho pensate che non succederà niente?A giugno licenziamento libero a settembre uccelli senza zucchero.E vai.Conclusione finale chi se ne fotte, non meritate più neanche la considerazione.Non valete un c..o e – delle sardine, altro che tonno.Ma annate…e grazie https://www.youtube.com/watch?v=vyVHJOQKDJo

    "Mi piace"