Vitalizi, Luigi Vitali: “Quei soldi ci spettano per status, non siamo dei cittadini comuni”


LA SAI L’ULTIMA – “TUTTI IPOCRITI”: PARLA IL N. 1 DELL’ORGANO INTERNO CHE HA SALVATO I CONDANNATI


(di Ilaria Proietti – Il Fatto Quotidiano) – “Ipocriti, ipocriti”, grida in aula Luigi Vitali, presidente del collegio del Senato che ha appena restituito il vitalizio ai condannati. Ora però gli amici della Lega e persino quelli di Forza Italia, il suo partito, si sfilano: si battono in petto e giurano che adesso Palazzo Madama rimedierà alla sentenza che ha vergato insieme a due senatori salviniani e che ha fatto felice Roberto Formigoni e tutti gli altri condannati. Lasciando a lui, “zio vitali-zio”, a giocare con gli anagrammi e gli sputi.
Oggi sono tutti contro i vitalizi ai condannati e paiono addirittura scandalizzati dalla decisione che lei ha preso insieme a Grassi e Pepe della Lega.
Questo è un Parlamento di ipocriti, non aggiungo altro.
No, anzi parli. Vuol dire mica che adesso che ha fatto il lavoro sporco la scaricano.
Sia chiaro: ho agito in base alle mie convinzioni, mica sono come altri che maneggiano i principi costituzionali come fossero palle da biliardo. Eppure non mi rassegno a questi livelli di populismo degenerato.
Non dica così, lei ha due dita di pelo sullo stomaco.
Nella pugna mi esalto ma somatizzo. Sa quanti insulti e minacce mi sono beccato in questi giorni sui social? Mi dicono che dovrei vergognarmi, mi chiedono come faccia a guardarmi ancora allo specchio. Temo pure che qualche testa calda faccia di peggio. Ma io ho applicato la legge e la Costituzione e non si poteva fare altrimenti.
Ma alla Camera hanno deciso l’esatto contrario.
Leggerò la sentenza dei colleghi come cultura generale. Ma io sono sicuro del fatto mio.
Eppure per 13 volte in passato i ricorsi dei condannati che rivolevano il malloppo sono stati respinti. Ora che si tratta di Formigoni improvvisamente si cambia orientamento.
Nessuno ma proprio nessuno può essere privato di quanto necessario ad una vita dignitosa. Abbiamo applicato la legge sul reddito di cittadinanza, che io neppure avevo votato. Ricordo che quel sussidio non viene negato a chi sia condannato per certi reati. Perché a Formigoni dovevamo applicare un altro principio?
E allora invece di ridargli un vitalizio da migliaia di euro non si poteva dire all’indigente Formigoni di chiedere il reddito di cittadinanza?
Vabbè ma allora dove andremo a finire? Gli ex parlamentari dovrebbero vivere del reddito di cittadinanza? A questo punto i parlamentari prendiamoli dall’ufficio di collocamento o estraiamoli a sorte. E dopo che hanno fatto questo 13 al totocalcio, una volta finito il mandato, diamo loro un bel calcio in culo e li facciamo tornare nell’anonimato da dove sono venuti.
Quindi il vitalizio serve a conservare uno status, al di là del bene e del male e delle condanne.
Alt: il vitalizio non è una elemosina che si fa o si nega. Serve a indennizzare chi abbia svolto una alta funzione. Io stesso ho accettato di ricandidarmi perché il vitalizio mi ricompenserà delle perdite subite durante il mandato elettorale nella mia professione di avvocato. Se avessi saputo di non poterne godere, fatti due conti, non mi sarei ricandidato: tengo famiglia anche se la politica resta la mia passione.
Qualcuno dice che con la decisione sui condannati e quella che state per fare che potrebbe annullare il taglio dei vitalizi, lei abbia staccato un biglietto per la rielezione.
Macché, sono all’ultimo giro…
Non le piace più questo Parlamento?
Vedo molta ipocrisia. Chiedo: se è vero che sono tutti d’accordo da LeU a Forza Italia, passando per Pd, Lega e M5S, a revocare i vitalizi ai condannati e a abolire ogni altro vero o presunto privilegio compreso il sistema di giustizia interna per cui oggi io mi piglio gli sputi, facessero una bella legge. Ci vogliono tre mesi. Scommetto quel che vuole che non la faranno.

11 replies

  1. Non occorre nessuna legge. I regolamenti interni li fanno i parlamentari stessi. Avevano deciso di tagliare e di togliere ai condannati. Adesso hanno cambiato idea. Prendiamone atto e annotiamolo sull’agenda.

    Piace a 2 people

    • Esattamente. Prendiamone atto e rassegnamoci. Questi sono i politici italiani, dobbiamo farcene una ragione.

      "Mi piace"

  2. “se è vero che sono tutti d’accordo da LeU a Forza Italia, passando per Pd, Lega e M5S, a revocare i vitalizi ai condannati e a abolire ogni altro vero o presunto privilegio compreso il sistema di giustizia interna per cui oggi io mi piglio gli sputi, facessero una bella legge. Ci vogliono tre mesi. Scommetto quel che vuole che non la faranno.”

    Segnatevelo, povery ❤️

    "Mi piace"

  3. Non è che bisogna togliere il vitalizio SOLO ai condannati, ma bisogna proprio eliminarlo per tutti coloro che lo ricevono!

    Molte persone pensano che il vitalizio sia la pensione dei politici, e che quindi in fin dei conti non ci si dovrebbe accanire contro chi lo percepisce.
    In realtà è una pensione extra, che si sono autoassegnati loro stessi, che non solo viene ereditata dal coniuge dopo il decesso dell’onorevole, ma va pure in eredità ai figli fino a che non siano tutti deceduti.
    In nessun paese del mondo, in regime democratico, esiste una porcata simile. E gli stupidi dicono: ma tanto non risolleviamo il paese con quegli “spiccioli”.
    Sarebbe come dire che è inutile arrestare un rapinatore, perchè tanto mica scompare la delinquenza. Geniale!

    Piace a 4 people

  4. Perchè il vitalizio?Non potrebbero pagare i normali contributi sui 20000 euro mensili percepiti, come fanno tutti gli Italiani seri, all’ INPS e ricevere poi la pensione contributiva o mista, dipende dall’età, dopo 42 anni 10 mesi di lavoro. Finito il mandato parlamentare torneranno a fare quello che facevano prima in attesa della normale pensione. Loro forse non sono Italiani come il resto dei cittadini? No vero, troppo difficile fare una cosa del genere?

    "Mi piace"

  5. La vita di una persona non ha prezzo.

    Nessun problema, dice il Vendicatore premendo il grilletto, sono qui solo per guardare.

    "Mi piace"

  6. Lo so che non siete dei cittadini “comuni” , purtroppo noi comuni cittadini vi abbiamo eletto.Però quelli che diventano “criminali” a mio avviso perdono quei diritti perché sono delinquenti e chi non la pensa così è complice.

    "Mi piace"

  7. Vero…non siete cittadini comuni…
    Siete dei parassiti, ingordi, ladri, e, mafiosi, ad eccezioni di alcuni che rispettano veramente il popolo Italiano che si fa il culo lavorando per arrivare a prendere la pensione che gli tocca -in base a quello che ha versato di contributi- Vitale…sei un pidocchio.

    "Mi piace"

  8. Io credo che il motivo per cui abbiamo tanti politici delinquenti va cercato non solo nei vitalizi ma anche negli stipendi altissimi fere politica è diventato l’unico modo per guadagnare tanto è deprorevole e sbagliato

    "Mi piace"