Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

(Gaetano Pedullà – lanotiziagiornale.it) – A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo viene licenziato anzitempo dal premier Mario Draghi.

Vecchione è noto che fu voluto in quel ruolo da Giuseppe Conte, mentre Mancini è altrettanto risaputo che proprio nei giorni di quello strano incontro in autostrada, a dicembre dell’anno scorso, ambiva all’incarico di vice direttore dell’Aise (Servizi di sicurezza esterna).

Sempre in quegli stessi giorni Renzi minacciava di sfiduciare il Governo anche perché Conte – non vedendo chiaro in quei giochetti di potere in corso – si teneva stretta la delega ai Servizi. Si è trattata, dunque, di una stagione che fa poco onore a un apparato fondamentale dello Stato, e di fronte alla quale Draghi sembra che provi pure a cancellare le tracce sostituendo Vecchione con la neo direttrice Elisabetta Belloni.

Naturale che ieri l’ufficio di presidenza del Copasir abbia chiesto all’unanimità al premier di aprire un’inchiesta interna per sapere cosa si sono detti Renzi e Mancini, premesso che la storiella di consegnare dei dolci non se la beve nessuno. Se però, invece di fare chiarezza, Palazzo Chigi fa asse con lo statista di Rignano, allora scordiamoci di far luce su questo episodio, e quel che è peggio non meravigliamoci di tornare con la mente all’epoca di quei Servizi deviati che hanno accompagnato gli anni più bui della storia repubblicana.

9 replies

  1. “Palazzo Chigi fa asse con lo statista di Rignano”: chi film ha visto, Pedullà?
    Draghi sta smantellando alcuni apparati del governo precedente (vedi Arcuri) in conformità ai “suoi” progetti, non certo a quelli del Bomba che mai come ora è ridotto all’inerzia e alla subordinazione. In parole povere: in questo governo -da lui voluto- non conta una mazza.

    Quanto alla supposta efficacia del suddetto Vecchioni, ci voleva una trasmissione televisiva per mostrare urbi et orbi che il Bomba ha tramato per far cadere Conte?

    "Mi piace"

  2. peccato che “Draghi sta smantellando alcuni apparati del governo precedente (vedi Arcuri) in conformità ai “suoi” progetti”
    questi progettti siano coincidenti con quelli del Bomba.

    "Mi piace"

  3. @ Calciolari
    io credo che Draghi debba occuparsi di vaccini, economia e magari di immigrazione .. il resto verrà dopo e valuteremo
    @Adriano58
    Sei sicuro?

    "Mi piace"

  4. Il fatto che draghi converga con renzi mi fa pensare molto semplicemente che appartengano e prendano ordini dalla stessa organizzazione, naturalmente occulta.

    Piace a 1 persona

  5. Renzi non fa altro che seguire l’esempio del “Maestro”

    Arrivato a Bankitalia, vendette le azioni della Goldman Sachs e costituì un fondo, che poi fu sciolto nel 2020. IL
    il 4 novembre del 2006 ha girato la proprietà di una casa londinese a una società con base in Georgia, Stato
    americano che vanta una bassa fiscalità e una bassa trasparenza.
    Non solo della casa londinese dal valore di 495 mila euro dichiarata al fisco nella dichiarazione 2020 per i redditi 2019 pubblicata sul sito di Palazzo Chigi. A Londra Draghi aveva una seconda casa, dal valore di 2 milioni di sterline.
    LA CASA è stata girata il 2 novembre del 2006 a una società americana, la SFG International
    LLC, le iniziali dei nomi di battesimo dei due figli F e G, oltre alla S della moglie, che ha sede in uno Stato che per alcuni aspetti è definito ‘un paradiso fiscale’: la Georgia.
    Draghi ha 73 anni ed ha acceso presso la Banca Passadore un mutuo dal valore di un milione e mezzo di euro per l’acquisto di una villa sulla riviera del Brenta da restituire in 20 anni. Insomma finirà di pagare quando avrà 93 anni?
    Provateci voi ad accendere un mutuo di 20 anni anche a 60 anni.
    Mi viene in mente quello che è stato detto da un’altro simil-personaggio
    CHE NOIA IL POSTO FISSO

    "Mi piace"

  6. Restare sorpresi,inorriditi,perplessi…No,non si può cadere dal pero ! Era stato così perfettamente pianificato,che solo un orbo totale non se ne sarebbe Draghi sta eseguendo il progetto che gli a stato affidato dalle consorterie dei poteri forti. Certo confida nella stupidità generale di chi ,prendendone atto,dovrebbe opporsi o e o nell’interesse privato dei ministrrialisti così distratti dal proprio tornacondo da non rendersi conto di tagliare il ramo su cui sono seduti.
    .

    "Mi piace"

    • converrai con me che da DENTRO se fai casino ottieni più risultati oppure NO?

      Questi sono COMPLICI dei mafiosi da DENTRO. E lo sarebbero QUINDI ANCHE da fuori.

      "Mi piace"