Testa o frocio

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – A gentile richiesta di molti lettori, e solo per quella, provo a dire la mia sul gran frastuono attorno a Fedez, alla legge Zan, al caso Rai e al monologo scorretto di Pio e Amedeo. Premessa: a me gli artisti che non si fanno gli affari propri ma dicono la loro anche su temi politici divisivi piacciono sempre a prescindere, perché vanno contro i loro interessi commerciali (dividono il pubblico). Se poi lo fanno anche con passione e intelligenza, tanto meglio: suscitano dibattito molto più dei politici, segno che hanno molto più da dire di loro.

Legge Zan. In un Paese decente, non c’è bisogno di una legge contro l’omofobia: bastano quelle contro chi minaccia o diffama. Idem per la legge Mancino contro chi incita all’odio e alla discriminazione razziale e religiosa. Ma in Italia (e non solo) da qualche anno è montata un’incultura, che la Lega e i suoi trombettieri amplificano e legittimano, contro i “diversi” per sesso o etnia. Quindi purtroppo una legge ci vuole. La pena però non dev’essere la galera, ma una versione 2.0 dei lavori forzati: studiare a memoria e declamare in piazza, secondo i casi, le poesie di Sandro Penna e Se questo è un uomo di Primo Levi.

Fedez. Ha fatto benissimo a dire ciò che pensa (fra l’altro documentato carte alla mano) e i gerarchetti di Rai3 malissimo a tentare di impedirglielo (a proposito: dov’era il direttore Pampers Di Mare?). Ma i politici di sinistra indignati per la tentata censura cosa avrebbero detto se un artista fosse andato in Rai ad attaccare loro? Quando i politici, tutti, impareranno a non occuparsi dei palinsesti televisivi e a tacere sarà sempre troppo tardi.

Pio&Amedeo. Sotto quel travestimento da buzzurri, si nascondono due comici raffinati (come Checco Zalone). Infatti han detto col linguaggio più basso la cosa più alta di tutte: il razzismo e l’omofobia non risiedono tanto nelle parole, quanto nella testa di chi le usa. Omofobo non è chi dice “frocio” né chi ci scherza: è chi odia i gay e ne parla con cattiveria. Le migliori battute sui gay le fanno i gay, anche definendosi “froci”. Il nostro compianto Paolino Isotta lo era, ma pretendeva di essere chiamato “recchia” o “recchione”. Omofobo pure lui? Lo stesso vale per l’antisemitismo: le più belle battute sugli ebrei sono quelle che gli ebrei si fanno da soli (la grande tradizione yiddish). Perché non dovrebbero poterle fare anche i non ebrei? Dipende sempre dallo spirito, dai toni, cioè dalla testa. Si può, anzi si deve scherzare su tutto. Altrimenti diventa omofobo pure Totò. E i fratelli Grimm, con i sette nani, erano body-shamer.

Rai. Cambiare i vertici senza levarla al governo di turno serve solo a sostituire gli attuali camerieri con altri camerieri. Che magari non sono nati camerieri. Ma lo diventano appena ci entrano.

77 replies

  1. Parla per esperienza personale TRavaglio? Anche lui era entrato in RAI con Santoro e spiace non abbia riservato un solo cenno verso quello che pure gli ha dato tanto spazio e recentemente ha dichiarato che la TV grillina si sarebbe rivelata veramente rivoluzionaria se avesse nominato direttore del TG1 proprio Travaglio. Ma, si sa, la riconoscenza non è di questo mondo né, tantomeno alberga in ambienti come quelli frequentati da Travaglio…Evidentemente la permanenza in RAI non ha fatto bene manco a lui se dopo esserci stato, è vero, s’è fatto servo del governo Conte e di tutti i suoi accoliti….

    "Mi piace"

  2. Che poi… Se lo considera un fido coniglio e poi si augurerebbe da lui RICONOSCENZA (per che cosa, poi?) cioè atteggiamenti deferenti in cambio di favori precedenti(arrrghhh tipico atteggiamento simil mafioso), auspica lo stesso atteggiamento scodinzolante che gli rimprovera.
    Non so se Birillo sia Bruna (non credo, lei si faceva vanto di non essere anonima, era più confusa, renziana più che becera e ‘classica’ destra), ma i valori che esprime sottotraccia emergono in ogni suo post.
    Non ce la fanno, proprio non ce la fanno.
    È un’impronta ‘genetica’.

    Piace a 4 people

      • Attendiamo la nequizia rivelatrice, prima di trarre conclusioni. Comunque, anche se così fosse, l’importante è che abbia abbandonato la funzione di megafono dagostiniano.

        Piace a 1 persona

      • Sì, hai ragione… mi ricordavo altri suoi commenti precedenti, in cui mi sembrava un Birillo orientato diversamente… ma qui si lascia andare e riaffiora lo stile primigenio, anche se epurato degli errori di battitura…
        Mamma mia, ma quanto deve essere impellente il suo astio verso Travaglio?
        Ha proprio BISOGNO di esprimere il suo livore, poveretta.
        Ci risparmia Dagospia solo per non farsi riconoscere troppo, mi sa…

        Piace a 2 people

      • Non prese in considerazione la sua lettera di protesta in cui raccontava il suo licenziamento da Enel per ragioni di salute e gliel’ha giurata! Ma questo è odio dovuto all’amore deluso…!

        Piace a 2 people

      • x Jonny

        già scritto nequizie – trarre conclusioni

        Birillo
        29 aprile 2021 alle 11:34
        Ma il “piccolo” problema non è se Draghi proroga esattamente come faceva il mai troppo rimpianto da Travaglio Conte dalla cui Presidenza del Consiglio la sua compagna di merende signora Calvosa ha tratto molto beneficio per la suanomina ai vertici ENI, pare molto dispendiosa se persigno il consiglio di Amministrazione ne ha dovuto deprecare le eccsessive spese, ma COSA si fa in quel periodo considerando che la mole di morti enorme unica in Europa è ancora il frutto tossico di tutto quello non fatto da quel governo e/o da tutti gli errori fatti da quel governo. E spero che a emergenza finita si farà quel famoso tribunale nel quale dovranno rispondere di tutte le loro nequizie.

        Piace a 3 people

      • Caro Jonny,
        Ti accontenti di ‘nequizie’ o vuoi proprio il suo marchio di fabbrica?
        Il primo l’ha già usato, per neQQuizie dobbiamo avere un po’ di pazienza.

        Piace a 2 people

  3. cmq Sandro Penna NO.

    Quello non era semplicemente finocchio. Era un cantore della PEDOFILIA. Altro che ‘odio’. Poesie disgustose incentrate sui bambini. Travaglio le ha mai lette?

    "Mi piace"

    • Disgustose no, perché sono scritte molto bene (“È l’ora in cui si baciano i marmocchi” è bellissima e discreta). Il tema sì, è la pedofilia. Meglio allora Pasolini, ma la versione in friulano, per aggravare la pena!

      Piace a 1 persona

  4. E’ esattamente il contrario, caro Travaglio: adesso dire la propria su “temi divisivi” porta fieno in saccoccia, e che fieno!
    Un miliardario che colleziona scarpe di Satana come Fedez, fa una vita da nababbo fondata sul nulla ( in un Paese dove la scuola serve a “socializzare” e la si chiude per aprire i pub, è il minimo che ci si possa aspettare…) fino ad ora non è che fosse proprio “di sinistra”.
    Ma i suoi consiglieri hanno fiutato l’ aria e si sono accorti che i soldi, il potere, la visibilità erano lì. E ora l’ uomo cavalca l’ onda.
    Tutta visibilità = potere =soldi ed oltretutto gratis. E i followers aumentano. Oltre a collezionare scarpe con sangue umano ed acqua santa (cose non proprio di sinistra, ma per esserlo oggi basta poco: fare qualche assist “divisivo” – divisivo dalla parte giusta, però… – ) cosa si permetterà ora?
    Una collana di occhi umani? Un profumo al sudore femminile? Chissà, la fantasia degli life coach è infinita.
    Basta poco: un pistolotto giusto nel luogo giusto. E se attacchi la RAI (come sparare sulla Croce Rossa) Madiaset, Cairo, Sky, Agnelli… e C. ringraziano sentitamente; saranno riconoscenti, altri milioni in arrivo.

    I lavoratori dell’ Embraco esultano: che farebbero senza Fedez e Lo Stato Sociale?

    Piace a 3 people

  5. Anche il Fatto, del resto, sta seguendo il M5stelle e si sta spostando “a sinistra”. Ne fanno fede l’ arrivo di Gad Lerner e altri … ormai insopportabili ai più. Linea Cairo? Raccolta degli ex a prezzo stracciato?
    Peccato. Per il M5s e per il Fatto (Travaglio compreso).

    Piace a 1 persona

  6. quando ho cominciato ad intuire che Crozza rendeva simpatici e digeribili
    personaggi oltremodo irritanti e deleteri
    ho deciso di chiudere tutto

    Fedez e quel duo, che fortunatamente non conosco, e pure l’altro eroe
    degli schermi, tal Zalone che conosco perché spesso citato, e per l’assonanza
    con altro brand pubblicitario di scarpe, continuerò a non vederli, ad ignorarne
    i comizi e le chiamate all’insurrezione (armata di carta di credito suppongo)

    in fondo Travaglio fa parte di quello che è chiamato Infotainment
    che ha una duplice funzione, vendere qualunque cosa paghi per essere prima o dopo di esso
    e per cercare di ottenebrare ciò che dovrebbe essere invece reso palese
    utilizzando le gag pseudo comiche, gli scontri verbali, l’esposizione di bizzarrie nel vestire e negli atteggiamenti.

    unica cosa che Travaglio fa è il ricordare cosa è stato detto e da chi, visto che
    pare esserci una condizione simil Alzheimer diffusa.

    sull’introduzione di nuove leggi a protezione delle minoranze(?)
    farei presenti che la legislazione italiana è una delle più contorte al mondo
    una con il maggior numero di leggi esistenti
    una che, mediamente, funziona male
    aggiungere leggi, a leggi che già esistono per stessi reati, aiuta solo chi non vuole
    che questi reati contro le persone siano perseguiti, non il contrario.

    Piace a 1 persona

    • “quando ho cominciato ad intuire che Crozza rendeva simpatici e digeribili
      personaggi oltremodo irritanti e deleteri”

      In pratica tu sei uno di quelli che dopo aver visto l’imitazione di Spirlì lo voterebbe alle prossime amministrative.
      Ecco, hai fatto decisamente bene a smettere.

      Piace a 1 persona

    • Per fortuna “quelli dell’altra sponda”(!!!???) non sono tutti così. Molti si fanno i fatti propri e gradirebbero meno strumentalizzazioni. Normalità, quindi.

      "Mi piace"

    • Chi ? A te? E tu chi cazzo sei ? Prendi o dai ? Oppure prendi e dai ? Ma daiii andate a rompere il cazzo al cazzaro verde alias SUPERCIUK o alla votante FORNERO mentre non sapeva di essere ministro ahaha ah ah 🤣😂😂🤣🤣🤣😂🤣 su fate i coglioni li … li vi capite. Siete in famiglia ah ah ah

      "Mi piace"

  7. Ma siamo sicuri che i “cosiddetti diversi” vogliano essere catalogati nel ghetto?Non è meglio propagandare l’essere normale,cioè una persona può essere quello che si sente di essere e questo deve essere a Cristo in quanto normale.Io posso essere cicciona,magrissima,,etero lesbica o altro e in tutti i casi NORMALE.Senza mandare in galera chi non la pensa come tutti.Io ho 70 anni,a 13 anni ero amica dei “frosci” della mia età, ragazzini dolcissimi che preferivano aiutare la mamma nelle faccende domestiche invece di andare a cercare lucertole.Ebbene io sono stata nebulizzata per questo e tenuta all’angolo.Ma ho continuato a stare con i miei amici frosci. Oggi tanto è cambiato e tanto cambierà,però si fa troppo rumore,troppa propaganda,si cerca lo share.Ma lasciamo che il mondo vada come deve andare,a siamo fatto tanti passi avanti e ne faremo.Solo queste polemiche bloccano la civiltà e l’accettazione!

    "Mi piace"

    • Ah ah ah ah ah 😂🤣🤣🤣 che cazzo bi succede oggi ah ah ah be se TRAVAGLIO fa un pepito morire tutti ? Ah ah ah
      “Senza mandare in galera chi non la pensa come tutti. Io ho 70 anni,a 13 anni ero amica dei “frosci” della mia età, ragazzini dolcissimi che preferivano aiutare la mamma nelle faccende domestiche invece di andare a cercare lucertole. Ebbene io sono stata nebulizzata per questo e tenuta all’angolo. Ma ho continuato a stare con i miei amici frosci. “🤣😂😂🤣Robberti’ … Tu non sai cosa cazzo scrivi e non sei amico dei frosci tu sei tutto scemo molto ma molto amico dei deficienti ah ah ah ah sì capisce che è stato impartito l’ordine da SUPERCIUK il VERDE e dalla zucchiniana ministro a sua insaputa con il governo perlusconi ah ah ah🤣

      "Mi piace"

    • La caccia alle lucerte!
      Mi hai ricordato la mia infanzia campestre, grazie!
      Stavamo sempre “GIÙ”, salivano solo per cena dopo aver fatto sgolare le nostre mamme. Non avevamo giornaletti porno, bisognava farsi bastare le riviste femminili della mamma.

      Aggiungo che a quell’età si è anche un po’ froci nel senso che non si ha una idea chiara del sesso.
      E qualcuno di noi era attratto da qualche suo amichetto ma in genere ci si limitava ad atteggiamenti.

      Allora non avevamo chiara nemmeno l’anatomia femminile.

      Ve lo ricordate Troisi al primo appuntamento? “Gli amici “esperti” mi avevano detto tutto ma poi ag trovato tutte i cose fuori posto”!

      🙂

      Non ho alcun dubbio che anche tra chi è contrario alla legge Zan ci siano persone che mai torcerebbero un capello ad un gay.

      Tu sei sicuramente una di queste Lia.
      Ma c’è ne sono tante altre che non sono come te e che rendono necessaria questa legge.

      Piace a 3 people

  8. La Rai in mano ai politici è come mettere i lupi a fare da guardia alle pecore. Però,quando si tratta di pensare a una governance alternativa, sorgono non pochi dubbi.Come vanno le cose nel resto dell’informazione nel nostro paese ? Allora come si fa a organizzare un gruppo che sia veramente indipendente non solo dalla politica (intesa come partiti), ma ancor di più dalle lobby,dai poteri finanziari,dai muratori con le cazzuole nascoste etc…etc ?

    "Mi piace"

  9. Impeccabile Travaglio, articolo molto bello.

    Anche i miei amici “froci” scherzano sulla loro frociaggine, anche se a volte eccedono un po’.
    È una reazione comprensibile di molti gay alle vessazioni subite: tu non accetti il mio essere gay? Ed io la mia omosessualità te la sbatto in faccia!
    Io e la mia compagna ci siamo abituati e non ci facciamo più caso.

    Le frasi vanno assolutamente contestualizzate altrimenti si rischia una caccia alle streghe che non è affatto utile al mondo Lgtb.

    Non servirebbe una legge… ma stiamo in Italia!

    "Mi piace"

      • Pirgopolinice

        Non sapevo nulla delle discriminazioni dei gay tra gay.
        Ma non mi sorprende.
        Se uno è un pezzo di merda, lo sarà indipendentemente dalla sua sessualità.
        Le appartenenze contano poco.
        Quanti ladroni “equi e solidali” abbiamo conosciuto?
        I gay sono come tutti gli altri.
        Ma questo non vuol dire che non vadano tutelati da aggressioni.
        Che poi le aggressioni ci siano anche tra loro è triste, soprattutto se avvengono nel quadro di una comunità precisa come quella LGTB.

        Piace a 1 persona

      • L’ho letto Pirgo.
        Non so perché ma dall’inizio alla fine ho avuto la sensazione che non fosse genuino.

        "Mi piace"

  10. La sinistra , Travaglio ed il Movimento, Conte in primis, scendono sempre più giu’ negli inferi della rappresentanza politica…Il grande divagatore Travaglio evita accuratamente di esprimersi su temi per perora i quali si era battuto fino al ridicolo, l’alleanza PD 5 stelle sulla quale i suoi sostenitori non si esprimono mai non sapendo cosa scrivere visto che il loro fondamentale motivo di interesse non è la realtà e la politica ma Travaglio benché ce ne sarebbe stato da commentare, lo streaming, il “caso Grillo” gli ultimi successi di Draghi in alternativa con quel raggiungimento delle 500 inoculazioni al giorno che lui tanto derideva inseguendo le primule costosissime di Arcuri – se stavamo a quelle stavamo ancora a caro amico – ma va a rimorchio di Fedez in chiave antisalviniana! Uno dei personaggi con la moglie ppiù diseducativi che esista. E pensare che questo, dopo i Piapia, i Grasso, Bersani e Zingaretti, Letta dovrebbero essere la guida della sinistra del domani con un Movimento in totale disfacimento non fa neanche più ridere, fa pena! Far credere che Fedez abbia avuto coraggio quando da decenni si ottengono i posizionamenti migliori in un sistema marcio solo sostenendo certe posizioni senza mai essere capaci di realizzare nulla di quelle proposte, è cosa davvero incredibile…Come far credere al “coraggio” di un Travaglio che per far sopravvivere il suo giornaletto da 30000 copie richiede un prestito garantito dallo stato ad un governo amico! I Falcone e Borsellino saltano per aria per aver avuto coraggio e lui fa credere di avere le stesse virtu chiedendo un prestito ad un governo amico per sopravvivere! Ma com’è tanta autorevolezza non gli consente di far vivere il suo giornale autonomamente?

    "Mi piace"

    • Uno dei personaggi con la moglie ppiù diseducativi che esista 😂🤣😂🤣😂.
      Sto coijone pagato da cojioni purtroppo pagati dal POPOLO ITALIANO…… COGLIONEEEEEE

      "Mi piace"

      • “La sinistra (virgola), Travaglio ed il Movimento (virgola), Conte in primis (virgola), scendono sempre più giu’ negli inferi della rappresentanza politica…”: ahahah… Alla faccia de “L’apnea per mancanza di virgole”… ahahah… Siete fenomenali… ahahah…

        "Mi piace"

      • Quelle erano DOVUTE, perché era un “elenco”.
        Prendi il respiro e continua. Non è solo la questione grammaticale, il problema, ma è l’incalzare dei concetti di cui, ad un certo punto, si perde il filo logico. I periodi continuano uno dentro l’altro, come in una serie di stanze, senza corridoio.
        In un certo modo, per quanto su piani completamente diversi, mi ricorda la Lombroso: un labirinto, non a cielo aperto, in questo caso, ma sotterraneo, buio, soffocante. Si avverte la sua angoscia di esprimere, a parole, concetti confusi e rancore inestinguibile, a prescindere.

        Piace a 2 people

      • Il punto è che la Gazzella non metteva nemmeno quelle DOVUTE: siete fuori strada!

        PS: sulla Lombroso mi tocca fare il “lumacone” e essere d’accordo.

        "Mi piace"

      • Ma si è tradita parlando di una “certa Gazzelloni”, mentre nessuno, qui, l’ha chiamata così, solo Gazzella o Bruna. Se non sa di CHI parla, perché la definisce “una certa”, ma poi sa il cognome esatto, che NON è stato specificato da nessuno… non può che essere lei.
        Fingeva di NON conoscersi. 😆

        "Mi piace"

      • …Questo è più plausibile, ma solo riguardo al fatto che, almeno in questo articolo, nessuno ha scritto il suo nome per intero prima del commento di Birillo delle 10:49 (il che non vuol dire che non lo conoscesse già, per averlo letto in altri articoli nei quali si accostava a “Gazzella”, “Bruna” ecc., ecc…), ma sul “una certa”, non vedo come possa essere a favore della vostra tesi.

        “una certa” sta per “tal”, esempio: “mi dicono che assomiglio a tal (a una certa) Tizia che nemmeno conosco.”: dov’è il problema?

        "Mi piace"

      • Perché se l’avesse “conosciuta” prima, secondo me non avrebbe scritto “a certa Gazzelloni che deve avervi…. etc”. Le due cose non stanno insieme: o sai chi è, quindi sai che si chiama Gazzelloni, o non lo sai e scrivi “a certa Gazzella o Bruna”…

        "Mi piace"

      • Potrebbe essere come non essere, ma ci frega veramente di saperlo? Voglio dire, una volta eliminata la parte più fastidiosa, ovvero (a mio avviso) il pedissequo copincollamento dagostiniano (se voglio leggere Dagospia vado su Dagospia, mica su Infosannio), il problema non si pone più.
        Anzi, se l’eventuale tentativo di camuffamento avesse prodotto un timido miglioramento della forma e l’eliminazione di un certo riferimento leporide (fastidioso perchè privo di senso, sempre a titolo personale), ciò dimostrerebbe, incredibilmente, che il sistema funziona.

        Piace a 1 persona

      • Jonny, diciamo che non mi piacciono le menzogne, né chi si nasconde dietro mentite spoglie… specialmente se lo fa solo per poter continuare a sparare odio verso una persona, in modo irrazionale e compulsivo.

        "Mi piace"

      • Carissima, se fosse veramente lei che si autoimpone di raccontare la stessa storia, ma interpretando un diverso personaggio (addirittura fingendo di non conoscersi e provando quindi a far passare tutti per fessi), a me personalmente questo fatto potrebbe solo suscitare una tenerezza infinita, per cui a conti fatti preferisco non sapere e fingere di stare al gioco.

        E’ un concetto che ho già avuto modo di esprimere, tra il serio e il faceto: ci sono personaggi (che ritroviamo in tutte le realtà), che sono talmente pesanti nelle loro fissazioni e nella continua ricerca di briciole di attenzione, da andare oltre il limite della sopportazione di molti, specie se individualmente; ma se esiste una comunità (anche piccola) in grado di farsene carico, magari un pezzettino alla volta e un po’ per uno, questo piccolo sforzo collettivo è sufficiente a rendere sopportabile qualche emarginato che altrimenti non lo sarebbe, svolgendo al contempo una funzione sociale benefica e improntata all’altruismo. E’ come l’alcolizzato da bar che te la vuole raccontare a tutti i costi: se sei da solo te ne liberi, se siete in tanti lo fate contento dandogli retta un po’ per uno, guadagnandoci anche qualche sorriso.

        Piace a 1 persona

      • Jonny caro, mi sa che in questo “bar” gli alcolizzati si sono passati la voce… temo che ormai, come numero, siano diventati preponderanti…e i miei salti sono sempre più atletici! 😄🤸‍♀️😘

        "Mi piace"

  11. Poi davvero un successone questi suoi editoriali! Su 36 repliche oltre una decina dedicatie a certa Gazzelloni che deve avervi interessato parecchio se le dedicate tanto impegno trascurando persino il vostro Vate…

    "Mi piace"

    • Ma lo facciamo per te, certa Gazzello’.
      Chissà com’è umiliante uscire col nome del tuo gatto, tu che eri così fiera del tuo nome completo e di tutta la storia del licenziamento.
      E dimm: non poter allegare dagopippa ti ha fatto raddoppiare il tavor?

      Piace a 3 people

    • Bruna, ti sei TRADITA.
      Parli di una “certa Gazzelloni”, ma qui NESSUNO ha mai scritto il cognome COMPLETO, non sotto questo articolo.
      Sei stata chiamata solo Gazzella o Bruna.
      Tu scrivi “CERTA”, come se l’avessi sentita nominare solo ora… ma sai esattamente come si chiama.
      Quindi, se lo sai, sei TU.

      Piace a 1 persona

    • Di’ la verità, ti senti lusingata di tanta attenzione, eh? 😄Se non fossi lei avresti minimizzato o commentato con 30 punti interrogativi!
      Ti prego, ce lo scrivi ancora quel nomignolo che avevi inventato per Travaglio? Dài, inizio io: Travaglio fido… ☺️

      "Mi piace"

    • La tecnica è conosciuta: quando compaiono i “disturbatori” si smette di commentare per non entrare nel pollaio.
      Sono fatti apposta.

      "Mi piace"

  12. Ah ah ah ah ah 😂🤣🤣🤣 che cazzo bi succede oggi ah ah ah be se TRAVAGLIO fa un pepito morire tutti ? Ah ah ah
    “Senza mandare in galera chi non la pensa come tutti. Io ho 70 anni,a 13 anni ero amica dei “frosci” della mia età, ragazzini dolcissimi che preferivano aiutare la mamma nelle faccende domestiche invece di andare a cercare lucertole. Ebbene io sono stata nebulizzata per questo e tenuta all’angolo. Ma ho continuato a stare con i miei amici frosci. “🤣😂😂🤣Robberti’ … Tu non sai cosa cazzo scrivi e non sei amico dei frosci tu sei tutto scemo molto ma molto amico dei deficienti ah ah ah ah sì capisce che è stato impartito l’ordine da SUPERCIUK il VERDE e dalla zucchiniana ministro a sua insaputa con il governo perlusconi ah ah ah🤣

    "Mi piace"

  13. Secondo me Fedez se avesse accettato di stare zitto e glissato, ci avrebbe guadagnato economicamente, quindi la sua posizione è stata presa contro il suo interesse (sarebbe stato chiamato in tv dieci volte di più, e anche sua moglie, mentre ora lo avranno inserito nella lista nera immagino).
    Evidentemente la sua coscienza ha prevalso sui suoi conti della serva.
    Quindi per me bravo Fedez.
    Poi ovvio che potrebbe fare molto di più, ma in un mondo mediatico in cui nessuno fa niente è già qualcosa.
    L’articolo della Lucarelli l’ho trovato ingiustamente rancoroso e forse anche un po’ invidioso.
    Non è che se uno che mi è antipatico fa una cosa giusta devo per forza criticarlo lo stesso.
    Comunque fra due giorni Fedez sparirà dai dibattiti, e la questione sarà insabbiata a dovere.

    Resta il fatto che la propaganda è l’arma principale del regime, e non ci rinunceranno fino all’ultimo respiro.

    Piace a 3 people

  14. A’ Trava’ e non te ce mette’ pure te co’ sto Fedez.

    Che i politici c’hanno le mani loro su ‘sta RAI è un segreto de Purcinella, lo sa pure el nipotino mio.
    Fedez può e deve di’ er cazzo che gle’ pare, er probblema è n’artro.
    Sta povera Italia è diventata na pettegola che fa’ cagnara, se polemizza su tutto.
    Se domani uno fa’ ‘na scorreggia che puzza, Salvini dirà che è corpa dei prodotti importati dall’estero, la Meloni dirà che ci sono troppi kebab e troppi immigrati, la sinistra non sente non vede non parla, Renzi dirà che con lui la merda profumava de rosa, la stampa darà la colpa ai M5S e a Conte.

    Con tutto ‘sto bordello la gente non ce sta a capi’ più niente, vagle a spiega’ che in questo momento forse e meglio evitare assembramenti anche per la squadra der core.

    Quanto me mancato er cappuccino cor maritozzo. Mortacci loro se me richiudono tutto.

    Piace a 3 people