Grillo difende il figlio: “Stupro? Non è vero niente”

(adnkronos.com) – “Ormai sono due anni, sono stufo. Se dovete arrestare mio figlio, perché non ha fatto niente, allora arrestate anche me perché ci vado io in galera”. In un video postato sul suo Blog, l’ira del garante M5S Beppe Grillo, che prende le difese del figlio Ciro, accusato di stupro insieme ad altri suoi tre amici.

“Mio figlio è su tutti i giornali come uno stupratore seriale insieme ad altri tre ragazzi. Voglio chiedervi, voglio una spiegazione sul perché un gruppo di stupratori seriali, compreso mio figlio, non sono stati arrestati. Perché non li avete arrestati?” dice Grillo. “La legge dice che gli stupratori vengono presi e messi in galera, interrogati in galera o ai domiciliari. Sono lasciati liberi per due anni… Perché non li avete arrestati subito?”, incalza Grillo prendendo le difese di suo figlio Ciro.

“Perché non li avete arrestati subito? Ce li avrei portati io in galera, a calci nel culo. Perché vi siete resi conto che non è vero niente, non c’è stato alcuno stupro – scandisce – Una persona che viene stuprata la mattina, al pomeriggio va in kitesurf e dopo otto giorni fa la denuncia… Vi è sembrato strano. Bene, è strano”.

“C’è un video, passaggio per passaggio, e si vede che c’è la consensualità – afferma Grillo – un gruppo che ride, ragazzi di 19 anni che si stanno divertendo, che sono in mutande e saltellano col pisello così perché sono quattro coglioni, non quattro stupratori”.

A difesa del figlio, Grillo cita poi un filmato girato dai ragazzi durante la serata. “C’è tutto il video, passaggio per passaggio, si vede che è consenziente, si vede che c’è il gruppo che ride, che sono ragazzi di 19 anni che si stanno divertendo, che sono in mutande e saltellano col pisello di fuori così perché sono 4 coglioni, non 4 stupratori”.

Tra i primi a commentare l’intervento di Grillo, c’è l’ex deputato del Movimento 5 stelle, Alessandro di Battista, che su Facebook scrive: “Sei un papà e ti capisco. Spero che tutto si possa chiarire e alla svelta. Immagino siano stati due anni difficilissimi. Coraggio Beppe”.

(ilfattoquotidiano.it) – Ciro Grillo è stato interrogato giovedì sera dal procuratore capo di Tempio Pausania, Gregorio Capasso. In quella sede ha negato la violenza sessuale, parlando invece di “rapporti sessuali consenzienti”. Entro fine mese i pm dovranno decidere se chiedere il rinvio a giudizio per Grillo e i suoi tre amici. I fatti contestati risalgono al luglio 2019, in particolare alla serata tra il 15 e il 16 luglio, quando i giovani si trovavano in vacanza in Costa Smeralda. La vittima, una studentessa italo-svedese, ha raccontato di aver seguito i ragazzi nella villa di Grillo dopo una serata al Billionaire, e lì di esser stata costretta ad avere rapporti sessuali di gruppo. Nei giorni scorsi sono stati ascoltati i quattro indagati. Insieme al figlio del fondatore del M5s, ci sono i tre amici che si trovavano con lui quella notte: Edoardo Capitta, Francesco Corsiglia e Vittorio Lauria. Tutti e quattro si dichiarano innocenti, parlando di “rapporti consenzienti”

Enrico Mentana su Facebook: Come padre, solidarizzo con Grillo; come direttore di giornale non ho mai dato spazio all’inchiesta preliminare sulla vicenda; come giornalista non posso non notare che il giustizialismo colpevolista praticato sistematicamente dal Movimento creato da Grillo contro i familiari degli avversari politici si trasforma in garantismo in questa occasione.

Boschi attacca Grillo: «Parole scandalose. Così fa un torto a tutte le donne vittime di violenza»

(open.online) – Quello di Beppe Grillo è «un video scandaloso, non sta a me dire chi ha torto e chi ha ragione, per quello ci sono i magistrati ma che Grillo usi il suo potere mediatico e politico per assolvere il figlio è vergognoso». E’ questo il commento della capogruppo alla Camera di Italia Viva, Maria Elena Boschi, alle parole del fondatore del M5S. In un video pubblicato su Twitter, Boschi ha criticato duramente la difesa di Grillo nei confronti del figlio coinvolto in un’inchiesta per stupro. «Le sue parole – dice la deputata – sono piene di maschilismo. Quando dice che la ragazza che ha denunciato il figlio per stupro è sostanzialmente una bugiarda fa un torto a tutte le donne vittime di violenza».

Per Grillo, se il figlio fosse colpevole si troverebbe in carcere o agli arresti domiciliari. «Sono falsità da un punto di vista giuridico», aggiunge Boschi. «E anche quando ci spiega che sono solo “dei coglioni” deresponsabilizza degli adulti maggiorenni e lo fa semplicemente perché lui è famoso e può fare l’avvocato del proprio figlio». «Mi piacerebbe che qualcuno, magari donna, nel M5s prendesse le distanze da Grillo e non perché io debba condannare il figlio di Grillo, non sta a me farlo e io sono garantista. Ma di che si lamenta Grillo? Vi ricordate cosa ha fatto a me, a mio padre alla mia famiglia, mio padre è stato accusato di ben altri reati, non di stupro, poi archiviati», ha commentato Boschi. «Oggi – conclude Boschi – Grillo ci spiega che ci sono due pesi e due misure, le regole che valgono per la sua famiglia e quelle che valgono per gli altri. Caro Grillo ti devi semplicemente vergognare».

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

43 replies

  1. Premesso che il figlio di Grillo è sicuramente un coglione, strafottente ed ignorante… qualcuno crede “veramente” che abbia qualche difficoltà a trovare ragazze strafottenti ed ignoranti come lui ma… “consenzienti”, anzi… “molto consenzienti”?

    Piace a 2 people

    • Mark Twain

      E che vuol dire?
      Che chi ha commesso uno stupro lo deve necessariamente aver fatto con tutte le donne con cui è stato?
      E se le consenzienti fossero state mille e la stuprata una soltanto?
      Non è uno stupratore?

      Questo modo di pensare è un retaggio del berlusconismo.

      "Mi piace"

  2. Come volevasi dimostrare nel precedente post.
    Grillo è un uomo “piccolo” che pensa principalmente ai cazzi suoi.
    Per accertare la colpevolezza, il nostro sistema garantista prevede un processo con tre gradi di giudizio. Punto.
    Questo prevede il sistema per tutti i cittadini, e Grillo può permettersi ottimi avvocati rispetto ai comuni mortali.

    Grillo cosa fa? Utilizza il suo potere mediatico e politico per fare pressioni sulla magistratura.
    “Mediatico” perché è un personaggio noto e leader di un partito con tanti eletti.
    “Politico” perché questo partito sorregge l’attuale maggioranza.
    Invita i magistrati a portarlo in carcere al suo posto legando così le sorti del governo alle sorti del figlio.
    Il problema personale di Grillo è diventato un problema di governo.
    E se le cose per il figlio si metteranno male, partirà subito la campagna contro l’uso politico della magistratura, in perfetto stile berlusconiano. È accettabile come padre ma non come leader. Un vero leader non mette sul piatto della bilancia anche le sue questioni familiari.

    Scandaloso che un leader di partito assolva il figlio ed invita i magistrati ad archiviare la faccenda raccontando la sua interpretazione di un video in cui i ragazzi saltellano col pisello di fuori perché cazzoni e non stupratori. Come se all’occorrenza un cazzone non possa diventare, soprattutto in gruppo, uno stupratore.

    Per carità, il figlio può essere innocente, esistono apposta i processi per accettarlo.

    GRILLO HA BERLUSCONIZZATO IL MOVIMENTO.

    Del resto non è un vecchio miliardario leader di un partito che gestisce in modo padronale?
    Ha una idea dei meccanismi democratici che pure la Boschi a confronto sembra Zagrebelsky.

    Le osservazioni del tutto strumentali della Boschi (sappiano bene quale garantismo piace ai ladri di polli di IV) sono condivisibili (a parte la difesa del padre).
    Grillo ti costringe a dar ragione pure alla Boschi.

    Grillo ha messo in imbarazzo il movimento in più di una occasione.
    L’ultimo vaffa dovrebbe essere per lui.

    "Mi piace"

    • Tu non dovresti monopolizzare lo spazio di un giornale, con un post così lungo e insensato, solo perchè ti concede di scrivere le tue lucubrazioni mentali…

      Nei tuoi vaneggi rivolgi un pensiero alla nipote di MUBARAK BUFALA DIFESA IN PARLARLAMENTO DELLA REPUBBLICA DA CHI HA PRESTATO GIURAMENTO DI SERVIRE I CITTADINI E LA PATRIA

      GRILLO NON È UN POLITICO PUR AVENDO FONDATO UN MOVIMENTO, NON È IN PARLAMENTO, NON PRENDE SOLDI PUBBLICI MA È UN LIBERO CITTADINO CHE TI PIACCIA O MENO!

      "Mi piace"

  3. Openonline (Mentana) si è subito precipitato a raccogliere le dichiarazioni dell’imputata aMEBa: esticazzi ce lo mette o non ce lo mette?

    "Mi piace"

    • @Paolapci

      Che la stampa sia serva lo sappiamo ma qui l’argomento è un altro e non riguarda né la Boschi né Mentana ma la statura di Grillo come leader politico.

      La notizia è che alcune affermazioni della detestata e detestabile Boschi sull’argomento, sono condivisibili.
      Ma non per merito della Boschi che ha detto ovvietà. Per merito di Grillo che fornisce questi assist inaspettati a Italia Viva e ai garantisti ladri alla Sansonetti.

      Io me la prenderei con gli assist di Grillo.

      "Mi piace"

      • Prima di tutto una che nel ruolo di ministro alza il telefono per aiutare la banca ‘del su babbo’ non dovrebbe più avere diritto di parola in un paese civile. Detto questo lei che si fa paladina di tutte le donne a insaputa delle donne può risultare credibile giusto alla Bellanova che le invidia la linea, ai miei occhi zero. E non credo solo ai miei.
        Grillo dopo due anni non ha il diritto di dire una parola sul figlio? Per me ha sbagliato, ora andranno ancora più a rilento, ma non vedo lo scandalo.

        Piace a 1 persona

      • @andreaex
        Mi complimento con lei.
        Che un uomo debba dare lezioni di comportamento a una donna su un argomento come lo stupro, la dice lunga…

        "Mi piace"

      • Federico c,
        Complimenti a te. Quando c’è sentore di orgasmo renziano non manchi mai di arrivare primo. Fai pure con calma, non ti batte nessuno.

        P.s. Per tua info del processo del figlio di Grillo me ne frego totalmente e lo avrei arrestato solo per il fatto di essere andato al Billionaire.

        Piace a 1 persona

  4. Coppi o Bartali?
    chi ha dato la boraccia a chi?
    chi ha cercato (da ministro) appoggi per il paparino?
    chi ha cercato di inquinare l’inchiesta Consip?
    Grillo è Grillo e non ha nessuna autorità per decidere per il figlio e tantomeno è proprietario di mezzi di informazione.
    C’è un’inchiesta che va avanti dal 2019, molto paricolareggiata immagino, per cui decideranno se rinviarli a giudizio e conosceranno il loro destino giudiziario, amen.
    L’informatore Unico e la politica e i social ci inzuppano il biscotto, ci sta, l’hanno sempre fatto, strano che non abbiano braccato l’accusatrice e gli accusati, con appostamenti ed inseguimenti..
    Grillo ha reagito toccato sul personale e sugli affetti, doveva aspettarselo che l’avrebbero assalito.
    Compresi quelli che sproloquiano di 5stelle, statura politica, fatti di governo e bibitari e…. esticazzi (paolapci)

    "Mi piace"

    • “Compresi quelli che sproloquiano di 5stelle, statura politica, fatti di governo e bibitari e…. esticazzi (paolapci)”

      E STI CAZZI te lo tieni per te. Se non ti dispiace. Perchè quello che voglio dire lo dico.

      "Mi piace"

    • Adriano58

      Che cosa centri Renzi e Consip in questo?
      Qui si parla del comportamento di Grillo come leader (sti cazzi di come fa il padre).
      Non è importante che il figlio sia innocente o colpevole, non spetta né a noi né a Grillo stabilirlo.

      “Grillo è Grillo e non ha nessuna autorità per decidere per il figlio e tantomeno è proprietario di mezzi di informazione”

      Quindi non è un uomo potente con molti soldi e molti mezzi?
      E non ha il potere di condizionare una decisione più di quanto potremmo fare io e te?

      "Mi piace"

      • quindi deducendo il senso dei tuoi scritti
        poichè è Grillo
        se assolvono il figlio è perchè ha fatto pressione
        se lo rinviano a giudizio e lo condannano è perchè ha fatto troppa pressione e il gip odia i 5 stelle?

        Grillo su questo tema doveva stare zitto
        ma il suo è un peccato veniale, che pagherà a caro prezzo,
        ha prestato il fianco alle polemiche pretestuose di chi invece ha un ossario negli armadi.
        Cmq, se tutto andrà come prevedo, lascerà la sua creatura ad altri/o ed avranno/avrai un altro bersaglio a cui indirizzare ogni gretola o cavicchio.

        "Mi piace"

  5. La fidanzata di Giulio Berruti e’ solo una ventriloqua, è il suo talent-scout pieno di nei che per carattere letteralmente “non si tiene”, e probabilmente le ha fatto fare una dichiarazione che si poteva adattare anche ai suoi , di genitori , atteso che parla male del M5S anche se gli si chiede che ore sono.
    Detto ciò,per quello che può valere il mio personale parere, sono stufa di questi Politici che-a scopo di propaganda – parlano a “nome degli italiani “ (Salvini e dintorni) ,oppure “a nome di tutte le donne vittime di violenza”, per le quali non credo sia in cima ai loro pensieri organizzare un referendum istantaneo al fine di delegare la Boschi a rappresentarle.
    Parlare di questo argomento in modo“ politically correct ” porta voti, ascolti televisivi, clic su internet , copie vendute di giornali.
    Ci sarà un processo per gli accusati ( spero un giusto processo), e solo alla fine del medesimo si saprà se le vittime sono vittime e se la violenza è stata tale .Non prima.Non per “non far torto alle donne vittime di violenza”.
    Ma una denuncia non è una condanna, ne’giova alle donne stuprate questa retorica sulle povere donne ingenue sempre vittime degli orchi maschi.
    Vero che ci sono stupratori malati di testa, sia sobri che alticci, cosi come altrettanto ci sono donne “leggere“ che non si fanno molti scrupoli , all’occorrenza, e per le quali intavolare una causa per maltrattamenti /stupro/violenza equivale a un investimento , come i bitcoin.
    Non condivido il credito pregiudiziale di partenza di cui godono le donne in quanto tali.
    Non mi frega nulla di Grillo padre , ancor meno di Grillo figlio .Che mi risulta abbia anche una madre(donna) , la quale avrebbe dovuto insegnargli il rispetto delle donne.
    O almeno , la convenienza a non farsi filmare mentre si scopazza .

    Piace a 1 persona

    • @Mariastella

      E sorprendente riscontrare la misoginia anche nelle donne.

      Non c’è una sentenza.

      Chi è colpevole non si sa.

      Ma Grillo quando assolve il figlio dando della bugiarda alla ragazza, intacca il diritto della ragazza di DIMOSTRARE nel PROCESSO se è bugiarda o meno e se il figlio è colpevole o no.

      È già un fiorire di commenti grillini in favore del papà e del figliuolo, quello con la f minuscola.

      "Mi piace"

      • *andreaex,
        Per non essere “misogina”dovrei essere sempre sul pezzo come lei e tanti altri come lei, vero?
        È così trendy adeguarsi al pensiero unico che la donna sia sempre vittima e l’uomo sempre aguzzino, che nel genere maschile siano tutti malati, deviati, pericolosi , da non ascoltare , mentre le donne sono tutte buone, brave, in buona fede e sane di mente !
        Piuttosto sono IO che non mi capacito di come tanti uomini , anche intelligenti, si autocalunnino adeguandosi alla rappresentazione dominante che vuole che le donne nelle diatribe giudiziarie DEBBANO avere sempre la meglio, perché sono attendibili di default .Io che nel lavoro mi occupo di numeri e statistiche ,tendo sempre a cercare riscontri oggettivi ,e le cronache di violenza che tanto suggestionano i giudici riguardano il 2-3% degli uomini, a tenersi larghi.Il restante 97% sono persone perbene!( Anche lei lo è , immagino…).
        “Grillo da’ della bugiarda alla ragazza”prima del processo .E perché la ragazza non ha pari probabilità di essere bugiarda quanta ne ha Ciro Grillo di essere davvero uno stupratore, atteso che dalla “ragazza “è stato denunciato come tale ?
        Perché le donne devono essere deresponsabilizzate sempre , come esseri inferiori?
        Propendo per l’ipotesi che il ragazzetto viziato abbia esagerato , così come un altro tarlo mi dice che negli 8 giorni qualcuno/a abbia riferito alla svedesina chi fosse il giovanotto , e sulla elevata possibilità di alzare qualche euro ….ma sono solo ipotesi .

        Gli stupratori /maltrattanti vanno puniti . Severamente, se colti in flagranza o qualora non vi siano “ragionevoli dubbi” sulla colpevolezza.
        Ma nei casi non -VIP dietro ogni falsa accusa ci può essere una vita devastata , che può condurre anche a gesti disperati .Ognuno degli uomini accusati ingiustamente ha una famiglia , composta anche da donne :compagne, sorelle, madri .Come crede che passino l’odissea giudiziaria di un loro congiunto accusato di calunnie orrende?
        Ah, non sono anche queste ultime , donne?
        O non sono vere donne , lo sono a metà , e quindi possono soffrire ?

        "Mi piace"

      • Non so chi sia il colpevole e non mi sbilancio. Il problema è che Grillo è un leader politico, non un comune cittadino.
        Chi riveste incarichi così importanti dovrebbe avere delle istituzioni una idea più alta. Grillo si è comportato come avrebbe fatto chiunque, un italiano medio nei modi.
        Se Grillo figlio è innocente, dovrà essere un tribunale a stabilirlo non Grillo padre.
        Che poi ci siano delle donne che ci marciano e inventano stupri per estorcere denaro ai ricchi è vero ma quante sono quelle che non mentono e lo stupro lo hanno subito sul serio?

        19 anni, straniera con tre estranei conosciuti poco prima e per lo più amici tra loro. È più una situazione da stupro che da orgia consenziente.
        Alzare qualche euro? Possibile ma se lo dai per scontato vuol dire che i ricchi non possono stuprare in quanto ricchi?

        "Mi piace"

  6. Grillo con quel video si è dato la zappa sui piedi,
    Tacere, tacere e tacere, lasciar lavorare la magistratura. Nel rispetto di tutti e soprattutto nel rispetto della ragazza.

    "Mi piace"

    • Quando taceva non ti stava bene, nella fattispecie avevi rinvenuto nel suo appoggio a Draghi il prezzo che doveva pagare per salvare il figlio.

      "Mi piace"

      • Se ti riferisci a me hai sbagliato argomento, se parla di politica posso condividerlo o meno, criticarlo o no, se parla male della magistratura in difesa del figlio si mette al livello del bomba,
        È risaputo da tutti che le galere sono piene d’innocenti, e gli stupratori sono tali perche provocati, dicono a loro difesa, io li castrerei a prescindere e non chimicamente ma con taglio netto.
        Non per questo ho stima della magistratura italiana.

        "Mi piace"

      • Ripeto: Grillo per due anni non ha mai parlato del figlio e tu quando ha detto sì a Draghi 2 mesi fa hai sostenuto che lo facesse per via della questione del figlio, quindi che avesse bisogno di questo governo per le sue questioni personali. Lo hai detto tu più volte.

        "Mi piace"

      • E rimango convinto che qualcuno gli tiene le @@ in un cassetto,
        Altrimenti un uomo che fattosi promotore di istanze come quelle fondanti il mv5 * non puo, nel giro di 2 anni tradirle sistematicamente,

        "Mi piace"

  7. “Vi ricordate cosa ha fatto a me, a mio padre alla mia famiglia, mio padre è stato accusato di ben altri reati, non di stupro, poi archiviati»”

    Ma questa sfigata non è avvocato? Voglio sapere di quali cause. Perché secondo lei per la comunità, per i correntisti delle banche sarebbero più gravi i reati di stupro o di violenza che quelli in cui attraverso il conflitto di interessi di un ministro ci fregano tutti. Chiamasi sQuola Barbara D’Urso.

    "Mi piace"

  8. @Maristella
    Completamente d’accordo. E forse, rispondendo alle accuse di “misoginia” rivolte immediatamente a donne che non si buttano immediatamente a tappetino a credere ad altre donne “senza se e senza ma” è forse perchè sanno meglio di tanti maschietti di cosa anche le donne siano capaci. Il fatto che tanti uomini reiteratamente “ci caschino” (cioè si mettano in situazioni “pericolose”), la dice lunga riguardo a questo. Ed alle ragazze, attenzione: se un branco di ubriachi vi invita dopo una notte di bagordi in villa, non è per guardare la TV.

    Tutto questo me lo aspettavo da quando uscì la notizia (estate 2019). Immediatamente pensai che i giornali ci si sarebbero buttati per mesi ed anni: un ottimo assist nel procersso di demolizione in corso da tempo dell’ “anomalia” M5stelle. Ed invece… silenzio. Ma qualche settimana dopo, inopinatamente per me, il M5S si alleò col “partito di Rignano”.
    Poi sono seguiti due anni di silenzio (il PD per “riprendersi” aveva bisogno di fagocitare il M5stelle) e la cosa torna fuori, questa volta con immenso clamore,… non appena Conte (sempre molto avanti nei sondaggi) sta per “rifondare” il Movimento.
    Questi sono i fatti diciamo così “politici”.

    Riguardo gli altri fatti, quelli con risvolti penali del vero o presunto stupro (vero per molti, presunto per alcuni, a seconda della bandierina politica, nella realtà nulla è stato ancora accertato, nè in un senso nè nell’ altro), ribadisco la posizione – alquanto scomoda – che mi ha sempre caratterizzato. Mi sono sempre sentita molto, ma molto umiliata , come donna, dal ME TOO.
    Sentire persone “denunciare” dopo 20 anni e più, ovviamente ormai senza prove, individui grazie ai quali hanno fatto i soldi e si sono fatte una carriera, l’ ho sempre considerato vergognoso nei confronti delle vittime “vere”: quelle stuprate mentre facevano jogging, mentre tornavano a casa la sera, le minorenni che, con la promessa di un book fotografico, venivano convinte ( con la forza o meno) a sottostare a lenoni schifosi e non ci facevano una carriera sopora ma correvano a denunciare. Le povere immigrate stuprate per costringerle a prostituirsi, le tossicodipendenti stuprate ( e magari poi uccise) dal pusher, ecc… ecc… Quelle di cui, quando va bene, si parla per un giorno e via, magari facendo notare che indossavano la minigonna.
    Vedere le super ricche attrici , italiane e non, cercare nuovi soldi e visibilità girando come trottole in TV ricordando fatti veri o per lo più presunti accaduti decenni prima che nessuno potrà provare, rovinando famiglie e avvelenando carriere e sentirle credute di default “perchè donne” (altrimenti sei misogena), mi fa inorridire.
    Forse i maschietti (dato che ancora tante volte ci cascano) non hanno ben capito di cosa tante donne – esattamente come tanti uomnini, in questo c’è una assoluta parità – siano capaci. Tante donne, come tanti uomini, amano il sesso di gruppo, anche violento. Tante donne sono capaci di qualsivoglia cosa per un attimo di visibilità, qualche dollaro in più, entrare nel “giro” che conta. Ragazzotti come i “figli di” sono come favi di miele, attirano tante api. Se poi c’è di mezzo la politica…

    Stiamo parlando di maggiorenni quindi ciascuno si prenderà le proprie responsabilità. Malissimo ha fatto Grillo a postare il suo video: veramente un assist ottimo per i denigratori, che infatti ci si sono buttati a pesce. Quando si tratta di maggiorenni le colpe dei figli non ricadano sui padri, e viceversa, e questo vale per Grillo come per Renzi e Boschi. Ciascuno deve prendersi le proprie responsabilità.
    Solo un suggerimento a Grillo padre: segua l’ esempio di tutti, ma proprio tutti, i politici ed i VIP che appena si reggono sulle gambe mandanoo i loro figli all’ estero. Lontano. In una bella scuola o Università privata, come fanno tutti. Le api che gireranno attorno al miele saranno molte meno, i giornalisti lontani, eventuali “gesta” non si conosceranno, e se ne torneranno a casa ( se torneranno) con tanti bei titoli altisonanti. A volte basta pagare bene.
    E per quanto riguarda la “fiducia nella Magistratura”… beh, con quello che accade lì dentro non ci metterei la mano sul fuoco, purtroppo… Nè per quanto riguarda Grillo nè per quanto riguarda il comune cittadino.

    Piace a 1 persona

    • *Carolina,
      Grazie a te mi sento meno sola.
      Grillo Beppe l’ha chiaramente fatta fuori dal vaso, e se ne sarà pentito due minuti dopo; anche lui è un incontinente verbale .
      La ragazza in questione di cui nulla sappiamo, evidentemente pensava di andare in quella villa e di fare solo conversazione.
      Certamente sara’ andata così .
      D’accordo con te su tutta la linea: trovo sciocco sia il cameratismo maschile che la “sorellanza”femminile:io sono per usare il cervello , e basta.Per una assoluta parità , formale e sostanziale ,e basta.
      E’controproducente questa contrapposizione uomo-donna , così come è un ingiusto potenziamento cercare di dare sempre ragione alla donna in quanto panda da proteggere.
      A proposito della Giustizia italiana e delle accuse di violenze, sessuali e non.Ho letto sentenze COPINCOLLATE pari pari dalle denunce della donna, anche quando i fatti oggetto della causa avrebbero meritato supplementi di attenzione e di distribuzione delle responsabilità .Non sia mai che un giudice faccia una sentenza “controvento”, con rischio di finire sui giornali e dopo trasferito/a
      Mille km da casa.
      Ribadisco che i colpevoli vanno puniti più duramente di quanto non lo siano con le leggi attuali.Ma parallelamente anche i/le false/i accusanti devono essere puniti.E anche chi agisce violenza psicologica, nella quale le donne sono maestre .
      Da ultimo , concordo con te sul fatto che anche le donne possono accettare e gradire sesso consenziente di tipo “hard”(e perché non dovrebbero?).Pensa che una eroina dell’”anche io” -definirla attrice è un’iperbole-non trovava ripugnante leccare la lingua di un cane di grossa taglia .E non penso una volta sola, perché le
      Scene vanno provate e riprovate prima che vadano bene! ( resta da vedere se andava bene al cane😆)Altro che sesso di gruppo…

      Piace a 1 persona

  9. Tu non dovresti monopolizzare lo spazio di un giornale, con un post così lungo e insensato, solo perchè ti concede di scrivere le tue lucubrazioni mentali…

    Nei tuoi vaneggi rivolgi un pensiero alla nipote di MUBARAK BUFALA DIFESA IN PARLARLAMENTO DELLA REPUBBLICA DA CHI HA PRESTATO GIURAMENTO DI SERVIRE I CITTADINI E LA PATRIA

    GRILLO NON È UN POLITICO PUR AVENDO FONDATO UN MOVIMENTO, NON È IN PARLAMENTO, NON PRENDE SOLDI PUBBLICI MA È UN LIBERO CITTADINO CHE TI PIACCIA O MENO!

    "Mi piace"

  10. *andreaex,
    Io non so davvero dove ha letto lei per attribuirmi concetti che non ho proferito .
    “Se il figlio di Grillo è uno stupratore deve essere il Tribunale a stabilirlo”.Io avrei detto che invece deve stabilirlo il Club dei Preti Scapoli?
    Io avrei scritto la solenne minkiata che “i ricchi non possono stuprare in quanto ricchi”?
    Ho detto che (tutti) gli stupratori devono essere severamente puniti .
    E meno male che scripta manent!!

    "Mi piace"

    • @
      1603ina
      Magari smetterla di urlare…
      Ci sono concetti che non si possono esprimere in un Tweet (quasi tutti, del resto, a meno che non ci si limiti ad attaccare bandierine).
      Non so che significa “monopolizzare spazio ( lei lo paga?), e temo anche che non abbia capito il significato del mio post, nonostante fosse lungo: io non ho affatto attaccato Grillo, anzi…
      La Nipote di Mubarak con questa storia ci entra come i banchi a rotelle: qualunque cosa se ne pensi, tirarli fuori sempre e a sproposito non serve.

      Piace a 1 persona

    • No Mariastella, non hai detto quello che ho scritto.
      Ma è normale che se diffidi di una donna stuprata nel caso in cui fosse un ricco a stuprarla (perché potrebbe essere tutta una scena per estorceregli denaro), metti lo stupratore ricco nella condizione di salvarsi più facilmente di uno stupratore povero.
      E quindi le donne stupratore dai ricchi rischiano di non vedersi riconosciute come vittime di un disgustoso reato più delle donne stupratore dai poveri.
      È logico, no?

      "Mi piace"

      • Può tirare un sospiro di sollievo, non faccio il magistrato, quindi non redigerò mai sentenze di assoluzione di giovani figli di ricchi che vogliono stuprare ragazze maggiorenni coetanee , mettendosi nei guai da soli a vita.
        Io avevo detto che era una mia personalissima “ipotesi “che qualcuno possa aver imbeccato la fanciulla .Ma visto anche che lei continua a chiamarmi Mariastella con la a di troppo , come la famosa bis ministra , la invito a leggere meglio, se dovrà commentarmi di nuovo.
        Faccio un ultimo tentativo di rendere il concetto, poi basta: tutto il mio rispetto e sostegno alle donne veramente stuprate e maltrattate , così come agli uomini rispettosi ed educati .
        Tutto il mio disprezzo per i violenti e stupratori che non si accertino del consenso (da sobrie) delle donne con le quali si rapportano ; così come per le impostore e/o bugiarde o che raccontano mezze verità .
        Il tutto a prescindere dalla situazione reddituale di tutti .C’e’ anche chi denuncia i non ricchi , che poi per pagare “danni esistenziali” alla controparte devono prestarseli oppure vendere i loro beni .
        La stronxaggine, come osservava anche Carolina, non ha sesso .
        Passo e
        Chiudo .

        "Mi piace"

  11. Grillo ha perso l’occasione di stare zitto. Le conseguenze Covid sono anche queste. Si perde anche la lucidità di valutare
    le conseguenze che tali dichiarazioni possano provocare ,soprattutto se ti chiami Grillo e rappresenti M5S.
    Ho sentito giornalisti indignarsi per aver insultato una ragazzina! Una donna di 19 anni maggiorenne ,chiamata ragazzina.
    Il danno è fatto. Consenziente o no , in base alle prove decideranno i giudici.

    "Mi piace"

    • @Tracia

      Per me una persona di 19 anni è giovanissima.
      Che sia donna o uomo poco conta.
      Io a quella età (e forse anche ora, così vi risparmio la battuta) non capivo un cazzo.

      Una donna fragile e manipolabile può esserlo pure a 40 anni, perché non dovrebbe esserlo a 19?

      Come fate ad escluderlo?
      Se mentre se la facevano lei era totalmente sbronza, per me è stupro perché manca il suo consapevole consenso.

      Ci si può dedicare anche al sesso spinto ma ad una condizione: che ci sia CONSENSO CONSAPEVOLE senza alcuna coercizione né di tipo fisico né di tipo psicologico.

      Se rispetto questa regola il sesso è PULITO anche se estremo.
      Se non la rispetto il sesso è solo un disgustoso atto di pprevaricazione.

      "Mi piace"

      • “Una donna fragile e manipolabile può esserlo pure a 40 anni, perché non dovrebbe esserlo a 19?
        Come fate ad escluderlo?”

        Ma io non escludo niente, ho solo sottolineato che parlano di ragazzina quando ne aveva 19 anni – una giovane donna maggiorenne.

        "Mi piace"

  12. @ Tracia.
    Non si è accorta che di questi tempi anche i quarantenni sono… ragazzi? La maturità è sparita: da ragazzi a vecchi in un colpo solo…

    "Mi piace"