Draghi vuole silurare Speranza?

(Marco Conti – il Messaggero) – Il tentativo è in atto e, malgrado il diretto interessato abbia raddoppiato l’ esposizione mediatica, il suo destino pare segnato. Il presidente del Consiglio – non potendo dimissionare ministri – sta infatti cercando il modo per convincere il titolare della Salute Roberto Speranza ad accettare un nuovo incarico prima di tramutarsi in un problema per la stessa tenuta della maggioranza.

L’insofferenza della Lega e di FI nei confronti dell’unico esponente che ha gestito la pandemia con il governo Conte ed è rimasto al suo posto, Draghi pensava di poterla contenere spingendo al massimo la campagna vaccinale. Ma ora che i vaccini scarseggiano emergono ancor più alcune scelte sbagliate e per Draghi è venuto il momento che Speranza si faccia da parte anche se l’esponente di Leu resiste.

Il «mese di ritardo», come lo definisce l’ infettivologo Matteo Bassetti, con il quale il ministero della Salute ha deciso solo ora di allungare i tempi della seconda dose, l’ eccessiva prudenza del ministro, del Cts e di tutta la cabina di regia nel mettere nero su bianco i protocolli necessari per le riaperture.

Ciò che è avvenuto all’ inizio della diffusione della pandemia e che è oggetto di un’ inchiesta a Bergamo. O la sottovalutazione estiva sulla ripresa della pandemia certificata dal libro, ritirato, Perché guariremo. Come la confusione sulle priorità vaccinali e la difficoltà che ha il ministero della Salute ad interloquire con i presidenti di regione nel frattempo divenuti quasi tutti di centrodestra.

Tutti motivi che in poche settimane l’ inquilino di Palazzo Chigi ha messo insieme e ai quali si aggiunge che il ministro anche ieri pomeriggio – insieme al premier – è stato sulla bocca, non benevola, dei manifestanti che hanno invaso il centro della Capitale.

Le proteste di ristoratori e barman si infittiscono e l’ assedio ai palazzi della politica – anche ieri Montecitorio e Palazzo Chigi sono stati accerchiati – rimbalzano sui media internazionali irritando vieppiù Draghi.

Un dettaglio, forse, rispetto ad alcuni passaggi della gestione della pandemia dove il dicastero di Speranza non ha brillato e che sono oggetto di inchieste giudiziarie. Si va dal mancato aggiornamento del piano pandemico con l’ indagine in corso su Ranieri Guerra, alle inchieste sulle mascherine e sui ventilatori polmonari che hanno tirato in ballo anche autorevoli esponenti della sinistra. Un insieme di complicati nodi che solo una prorompente campagna vaccinale o un coraggioso e ponderato piano di riaperture avrebbe potuto, forse, mettere in secondo piano.

Resta il fatto che il requisito della continuità, motivo della conferma di Speranza al ministero della Salute anche con il governo-Draghi, è rapidamente venuto meno. Nel giro di poche settimane dall’ insediamento del governo è avvenuta la rimozione di tutta la squadra che nel precedente esecutivo aveva gestito aperture-chiusure, distribuito incarichi e commesse miliardarie.

Con estrema rapidità Draghi ha allontanato Domenico Arcuri, cambiato il capo della Protezione Civile e ridotto il Comitato tecnico scientifico nella composizione e nel potere mediatico. L’ unico rimasto al suo posto è il sottosegretario Sileri ed ora potrebbe toccare a Speranza per il quale è partita la caccia ad un ruolo, in Europa o nell’ Organizzazione mondiale della Sanità, in modo da rendere più facile il cambio di passo.

Per ora non si hanno certezze sulle volontà del ministro tanto meno sul possibile successore al quale spetterà non solo gestire la fase finale delle vaccinazioni-2021, ma preparare il sistema sanitario alle pandemie future per affrontare le quali non sarà possibile spendere la marea di miliardi impiegati sinora, ma occorrerà riformare la sanità italiana anche in discontinuità con ciò che si difende al ministero.

«A Salvini ho detto che l’ ho voluto nel mio governo e che lo stimo molto», ha raccontato qualche giorno fa il presidente del Consiglio dopo aver incontrato il leader della Lega e dopo la prima manifestazione dei ristoratori davanti Palazzo Chigi. Una «stima» che motiva la ricerca di un incarico diverso che permetta al ministro un’ uscita onorevole e permetta al governo di non subire scossoni.

Il piano vaccinale di Speranza e Conte, raddrizzato da Draghi e dal generale Figliuolo, non prevedeva come unica priorità la vaccinazione agli ottantenni così come sollecitato dalla Commissione Ue a gennaio, ma ha dato priorità a insegnanti, operatori sanitari e forze dell’ ordine permettendo poi ad una cospicua serie di furbetti (circa 2 milioni) di infilarsi. Il numero dei decessi e la scarsissima utilità riscontrata nel contenere il virus complicano ora l’ obiettivo del governo sulle riaperture e i ristoratori promettono di tornare in piazza.

Davanti Montecitorio e Palazzo Chigi, ovviamente.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

25 replies

  1. Con Draghi l’Italia è senza speranza. Ma purtroppo non è solo una battuta, Mattarella ci ha fregato( come era prevedibile).

    "Mi piace"

  2. Non so proprio come si faccia e difendere Speranza e Arcuri.
    Davvero.
    Figliuolo è una pippa? Probabile.
    È peggio di Speranza? Possibile.

    Ma che cazzo c’entra?
    Dobbiamo usare “figliuolo” come metro di misura per valutare Speranza?
    E perché mai?

    Speranza ha commesso molti errori, anche gravi. È la classica mezza pippa miracolato dalla politica.
    E non ci sono percentuali da snocciolare in suo favore che possano minimizzare le responsabilità di questo Di Maio di sinistra.

    E perché mai terminata l’esperienza al ministero della sanità devono assegnargli un incarico prestigioso e ben remunerato?
    Secondo quale logica?
    Per far contento Speranza?
    Per far contento Bersani?
    Per far contento qualche militante di LEU?
    Per far contento il famoso “proletariato” che, pur vivendo di stenti, si sentirà molto gratificato dal fatto che Speranza avrà un nuovo e prestigioso incarico?

    Che idea di politica è sottesa in queste prassi che annichiliscono il merito per agevolare un commercio mezzo mafioso di poltrone?
    La faccetta perbene di Speranza vi rassicura?
    I modi garbati e simpatici di Bersani vi rassicurano?

    A me nemmeno un po’

    "Mi piace"

    • Dobbiamo usare i figli de puta più figli de puta di altri figli de puta per giudicare i figli de puta? SI, se sei in un paese de figli de puta.

      ma ti ci metti pure te? Speranza che è un cialtroncello che ha il solo merito di ascoltare quelli più bravi di lui, cioè quasi tutti, passa per FENOMENO con uno come figliolo. E’ da nobel di latta per la scienza, speranza.

      draghi è INDIFENDIBILE per come sta facendo, cioè quello che faceva conte peggiorato di almeno 10 volte. E lo dico dopo averlo sostenuto perchè il voto era impossible. Ma MAI avrei immaginato si riducesse a essere così, un pupazzo senza pile in balia della creme della merda dei brunetta e delle gelmini, passando per i cazzoni verdi marcio. Teleguidato dai cazzari di basso livello, sotto pure ai garzoni metalmeccanici come arguzia e senso strategico.

      Questo governo fa schifo al CAZZO, usando una espressione delicata.

      E criticare arcuri, alla luce di questo schifo ti si ritorce solo contro. Stai difendendo l’indifendibile, cioè i figliuoli de puta. INDIFENDIBILI

      "Mi piace"

      • Caro Andrea, io mi sono rotto le palle di far finta che Tizio sia bravo perché altrimenti arriva Caio.
        Andassero affanculo sia Tizio che Caio.

        I limiti di TIZIO è doveroso evidenziarli anche se possono giovare all’ancor più detestabile Caio.

        Bisogna smetterla di fare gli strateghi.

        Siamo ELETTORI interessati al bene del Paese, non strateghi di partito interessati al bene del Partito (che può non coincidere col bene del Paese).

        È l’eccessiva TOLLERANZA che ha determinato abusi e prevaricazioni della POLITICA, o meglio, dei PARTITI sulla società.

        Hanno creato un sistema mafioso in cui se vuoi sopravvivere devi avere amicizie politiche.
        La libera impresa, soprattutto piccola, è bastonata.
        Perdi il lavoro, trovarlo è una impresa.

        Allora questo inferno di società diventa una mare di merda solo per chi sta fuori dal giro.

        Gli altri li imbucato nella PA oppure gli fanno fare affari con la PA, sottraendoli a quel mercato confuso e selvaggio, pieno zeppo di norme di difficile interpretazione (tanto loro eventualmente sanno come aggirarle) che loro stessi hanno determinato coi loro uomini nella PA.

        Ovvio che questa banda larghissima di LADRI (politici che spolpano il grosso e militanti che si accontentano di piccoli morsi) che gestisce il SISTEMA, non ha alcun interesse a migliorarlo per la collettività visto che così com’è va benissimo per agevolare politiche clientelelari

        Ma tutti gli indignati di sinistra se la prendono con l’ultraliberismo, il liberismo ULTRA (che non esiste in Italia: tasse alte e burocrazia opprimente), ma non con il liberismo LADRO (che esiste in Italia), quello delle clientele.

        In cabina elettorale vota pure Tizio se è meglio di Caio ma non occultare i limiti di Tizio per far un dispetto a Caio.
        Io la vedo così.

        SE PRIVASSIMO LA POLITICA DEL CLIENTELISMO, IL NUMERO DI MILITANTI DI PARTITO SI ABBATTEREBBE DI OLTRE IL 50%… ad essere buoni!

        Il problema di questo Paese si chiama CLIENTELISMO.

        È UNA MAFIA

        È IL PERNO INTORNO CUI RUOTA LA POLITICA LADRA DI QUESTO PAESE.

        "Mi piace"

  3. “Il piano vaccinale di Speranza e Conte, raddrizzato da Draghi e dal generale Figliuolo, non prevedeva come unica priorità la vaccinazione agli ottantenni ”

    Che miserabili! O che somari!
    Invece il piano di Speranza e Conte prevedeva un unico criterio, l’età. Unica deroga dopo gli 80enni e prima o insieme ai 70enni erano previsti non insegnanti e forze armate ma fragili.
    Figliuolo ha raddrizzato esattamente nella direzione precedente!

    Piace a 3 people

  4. Eccolo il futuro ministro della Salute.
    Io mi ricordo che costui negava, in estate, l’arrivo della seconda ondata pandemica.
    E uno che lo tirava in mezzo a supporto delle proprie tesi da decerebrato era il SOMARO CRIMINALE E NEGAZIONISTA GUARDONE, autodefinitosi gatto.

    "Mi piace"

  5. Trovate un lavoro a Matteo Bassetti!
    Per quanto riguarda Speranza, ora stanno piano piano bombardando, con un occhio a come va.
    Presto arriverà il caldo e ci saranno in ballo centinaia di migliaia di euro da distribuire alle nostre più o meno “big’ Pharma per il vaccino autarvhivo.
    Ergo, Speranza verrà silurato.

    "Mi piace"

    • Interessante Carolina, vedi Speranza come una sorta di Cavaliere bianco in difesa del popolo contro Big Parma?
      Non ho mai fumato erba con un thc superiore al 20%, un giorno la voglio provare perché la realtà è triste, ti fa vedere gli Speranza per quello che sono, persone modeste che avrebbero faticato a fare carriera in qualsiasi altro settore che non fosse la “politica italiana”, dove non contano le competenze ma solo il fiuto per la giusta cordata, ovvero il fiuto per il giusto culo da leccare o da calciare.

      Ma i Salvini hanno anche il potere di farti persino piacere gli Speranza, purtroppo.

      "Mi piace"

  6. Nel mio commento non ho, nemmeno velatamente, dichiarato di apprezzare Speranza, né di non apprezzarlo. Come persona non lo conosco, quindi non posso sapere se avrebbe faticato a fare carriera altrove.
    Come Ministro mi chiedo come mai Draghi non si sia affrettato a cambiarlo, dato che ha cambiato moltissimo. Avrebbe potuto agevolmente farlo, tra l’altro rappresenta un piccolo partito, ed è da sempre assai criticato.
    A questa domanda mi do la risposta che ho esposto sopra; ha da passa’ a’ nuttata, per ora ancora troppo casino, meglio non metterci la faccia. Continuiamo a delegittimarlo aspettando momenti migliori.

    "Mi piace"

  7. Che malafede, alla fine dell’articolo, dare la colpa al Governo Conte, che ha deciso ad esempio la vaccinazione degli insegnanti, del fatto che tale scelta avrebbe aperto la strada a furbetti vari.
    Al tempo di quella decisione, l’uso di AZ era previsto per chi aveva meno di 55 anni, quindi le dosi di AZ non potevano proprio essere usate per gli ultra ottantenne.
    A chi avrebbero dovuto darle?

    Piace a 1 persona

  8. L’epurazione continua..
    “Chi di speranza vive disperato muore”.
    Sanità lombarda.
    Intanto i PD si sfrega le mani e consuma
    il sapone, ha piantato un’altra bandiera!

    "Mi piace"

  9. Questo era il piano vaccinale , con il ritardo dei vaccini ,le regioni hanno stravolto tutto e adesso danno la colpa a Speranza e Conte

    Durante la sua conferenza stampa di fine anno, in diretta da villa Madama, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha parlato di alcuni dettagli sul piano vaccinale anti Covid-19, appena avviato in Italia in occasione del V-Day europeo del 27 dicembre.

    Interrogato sulle priorità e sulle soglie minime da raggiungere gradualmente nel corso del 2021 per immunizzare la popolazione, Conte ha illustrato alcuni dettagli tecnici “già anticipati dal commissario straordinario Domenico Arcuri e dal ministro della Salute Roberto Speranza”.

    Rispetto alle categorie a cui il vaccino verrà somministrato in modo prioritario, il presidente del Consiglio ha ribadito la precedenza immediata di operatori socio-sanitari e residenti e personale delle Rsa. Quasi 2,8 milioni di loro saranno vaccinati entro febbraio del 2021. A seguire, tra febbraio e marzo, le dosi saranno somministrate a 4,4 milioni di cittadini ultra 80enni, poi ad aprile a 13,4 milioni di persone fra i 60 e i 79 anni d’età, a 7,4 milioni di malati affetti da patologie croniche; infine, il vaccino diventerà somministrabile a tutti.

    https://www.wired.it/attualita/politica/2020/12/30/conte-conferenza-stampa-piano-vaccinale-italia-covid-19/

    Piace a 2 people

  10. Mi pare di averlo già detto,speranza lo hanno tenuto per dargli alle fine colpe anche non sue( vedi il numero di vaccini giornalieri che vengono sparati a caso).Purtroppo lui non l’ha capito, e soprattutto LEU,con la sua modesta percentuale ,sarebbe dovuta rimanere fuori dal governo,anche a testimonianza di una opposizione da “sinistra”

    Piace a 1 persona

    • Pietro, metà Leu è fuori (Fratoianni con Sinistra Italiana), l’altra metà, quella di Bersani e Speranza, è Articolo 1.
      Hanno lottato sino all’ultimo per portare avanti “O Conte o voto”, quando già Crimi aveva rinunciato.
      Nessun partito di csx ha mai ignorato l’appello di un presidente a costituire un governo d’emergenza.
      Purtroppo era una grande fregatura già in partenza, già nel mancato incarico al buio a Conte, che con lo stesso discorso fatto dal PDR per Draghi, avrebbe sicuramente costituito il Conte 3 (non ter, perché Conte non gradisce😉).
      Non capisco perché mai la percentuale di LEU o anche di Articolo 1, debba essere considerata troppo bassa per meritare un ministero, tenuto anche conto di quale immensa responsabilità sia stato investito Speranza durante la pandemia, e proporzionalmente, invece, debbano essere sovrarappresentati FI o IV, che neanche ESISTEVA alle politiche.
      Mi dispiace solo che il bombardamento, da te e da me previsto, sia iniziato anche sui giornaloni, col solito stile usato anche per Conte: darlo continuamente per pericolante per “creare” un caso e imbonire l’opinione pubblica.
      Non ho creduto ad una singola parola, ma che schifo.

      Piace a 1 persona

      • Anail, si sta sviando ancora l’opinione pubblica su Speranza, vaccini, pandemia, importanti , ma lo erano anche in dicembre
        quando tutta la informazione era per il Recovery Plan , i ritardi di Conte, Mes ,e sappiamo come e’ finita. Alla fine di aprile
        governo Draghi deve consegnare alla commissione europea il nostro RP. Oggi 13/04 tutto tace. Non si sa niente, in nessuna
        trasmissione TV si parla, su nessun giornale leggi qualcosa in merito, si deve discutere in parlamento, quando il 29/04?
        Ecco io sostenevo questo governo proprio per non
        perdere tempo e poterlo presentare in tempo ,almeno quello che ha fatto Conte e il suo governo 209 miliardi non andassero persi
        e controllare come e dove dovrebbero andare .Le riforme? Tutto tace. A tutto questo mettici anche di aver perso la speranza che
        si potesse fare un fronte comune per affrontare Meloni ,Salvini, Berlusconi, altro che aver l’animo avvelenato.
        Vedere Speranza bastonato come Conte, è un brutto segnale ,per l’ennesima volta: distrazione di massa.

        Piace a 2 people

      • Tracia, addirittura, da poco ho sentito dire in TV che TUTTI i paesi sono in ritardo per la presentazione del RP… figurati se l’avrebbero mai detto, ai tempi di Conte, che già da novembre veniva tacciato di essere in notevole ritardo!
        Che disgusto.
        Secondo me, Conte l’avrebbe già presentato, se ci fosse ancora e non si fosse perso tutto quel tempo per la “crisi” di governo.
        Non si può combattere contro TUTTI i media contro.
        Tra l’altro, tra m5s da rifondare, Grillo che li ha messi in silenzio stampa, Letta appena arrivato e circondato dai nemici interni, Speranza sotto assedio, l’unico che appare è Salvini, a fare 2 parti in commedia.
        Non ho ancora capito se il drago de noantri interpella qualcuno o ha mollato tutta la situazione in mano ai suoi tecnici. Non si muove foglia. Finora io ho visto solo un condono, i ristori… pardon I “sostegni” di Natale dati a Pasqua, un generale sborone, negato in aritmetica, al posto di Arcuri.. e varie gaffes.
        Si stava sicuramente meglio quando si stava, SECONDO LORO, peggio.

        "Mi piace"

      • Mancano le ratifiche
        Recovery fund, mancato l’obiettivo Ue delle ratifiche entro marzo. Ed è scontro sulle nuove tasse per ripagare i 750 miliardi di debito

        “Le ratifiche in bilico dalla Germania alla Polonia – Le ratifiche nazionali stanno procedendo, ma a rilento. A febbraio la von der Leyen, il presidente dell’Europarlamento David Sassoli e Charles Michel che guida il Consiglio Ue avevano auspicato che fossero tutte completate entro fine marzo, in modo da poter distribuire gli anticipi ai Paesi a giugno. Quell’obiettivo è stato clamorosamente mancato: finora hanno ratificato 17 Paesi su 27”

        Piace a 1 persona

  11. Chi visse sperando mori cagando,
    Serviva un parafulmine e chi se non uno che si chiama speranza, fulminato era fulminato sia.

    "Mi piace"

  12. Anail, non intendevo “offendere” LEU facendo riferimento a percentuale modesta,tutt’altro ( soprattutto se rapportato ad altri “soggetti ‘), ed è vero che sarebbe stato difficile ignorare il presidente, ma forse ( purtroppo col senno di poi) sarebbe stato meglio mantenere una posizione “esterna”,ovviamente non alla Meloni , riservandosi di valutare con serietà e senza pregiudizi i provvedimenti via via in discussione…e mi viene pure da pensare che forse Speranza certo non si diverta a far parte di una compagine ministeriale con gente che lui ha sempre combattuto…

    "Mi piace"

    • Puoi contarci…
      Tranquillo, non mi riferivo a te, era un discorso generale, avevo capito il tono del tuo post, venivo in pace 😉
      Il fatto è che tu vedi qualche provvedimento in discussione? Hai l’impressione che qualcuno venga interpellato?
      Questo governo mi sembra tutta una finta per non lasciare il malloppo nelle mani dell’incompetente Conte, che però, intanto, li ha ‘pensati’ e procurati.
      Questa storia dei soldi destinati alle armi “Green”, ad esempio, non ti sembra allucinante? Di che cosa stiamo parlando?
      Sarebbe questa la transizione ecologica?
      Non vedo l’ora che Conte parta col suo progetto di rifondazione m5s e si faccia finalmente sentire in questo governo.
      Almeno lui, in questo silenzio che ci sta sfondando i timpani.

      "Mi piace"