Vittorio Feltri: “Gli italiani sono ricchi soprattutto grazie alla disuguaglianza”

(Vittorio Feltri – Libero quotidiano) – Evviva, anche il Corriere della Sera si è accorto che il risparmio privato degli italiani è aumentato a dismisura. Un fenomeno non nuovissimo, ma sorprendente se si considera che da oltre un anno il Paese è in catalessi a causa del Covid : la chiusura generalizzata degli esercizi commerciali ha provocato enormi danni economici alla collettività.

Quindi, stando a una logica terra terra , la gente dovrebbe essere ora più in bolletta rispetto al passato. Invece accade il contrario. Perché?

Evidentemente il popolo, essendo costretto dalle note restrizioni a non frequentare assiduamente negozi, ristoranti, bar e luoghi di villeggiatura, spende meno del solito e di conseguenza accantona denaro e lo deposita in banca, almeno in parte cospicua. Dalle statistiche risulta che coloro che dispongono di molti contanti sono le persone mature e anziane, mentre i giovani, forse perché guadagnano meno e sono più inclini a spendere a capocchia, non hanno accumulato un gruzzolo significativo. Inoltre emerge dai dati: chi ha un titolo di studio più elevato, laureati o almeno diplomati, riesce a conservare più soldi di chi ha un lavoro più modesto.

Tutto ciò a me appare normale, rientra nell’ ordine naturale della umanità. Viceversa leggo qua e là che molti politici puntano alla riduzione delle disuguaglianze, operazione velleitaria, dal momento che non esiste al mondo la cosiddetta parità. E imporla a tavolino è un esercizio inutile. Basti valutare che pure dal punto di vista genetico è impossibile che voi e io troviamo un sosia.

Poiché non c’ è. Due persone simili magari è probabile incontrale, uguali no. Ciascuno di noi è un pianeta a se stante. Ovvio che un governo debba impegnarsi a combattere le ingiustizie sociali, però non si illuda di abolire le disuguaglianze che sono una caratteristica ineliminabile degli esseri viventi. Io ho un fratello e una sorella che non mi somigliano per niente, e ho quattro figli differenti completamente.

Se si tiene conto di queste verità incontestabili si capisce che la diversità è un fattore tipico della razza non soltanto umana, ma caratterizza anche gli animali: due gatti identici non li ho mai visti per una semplice ragione: non sono mai nati. Invece di puntare alla eliminazione delle disuguaglianze, la politica deve assicurare a chiunque il minimo vitale. La collettività non può essere appiattita, chi tenta di farlo non sa in che mondo campa. I ricchi e i poveri ci sono sempre stati, e ci sarà un perché. Molti individui nati in miseria muoiono lasciando una eredità da capogiro. Non è detto che fossero ladri.

7 replies

  1. “chi ha un titolo di studio più elevato […] riesce a conservare più soldi di chi ha un lavoro più modesto”. Questa frase semplicemente non ha senso.
    Inoltre quando si parla di “eliminare le diseguaglianze” si parla di opportunità, di accesso ai servizi, di un reddito di cittadinanza, di pari DIGNITA’. Poi è ovvio che un ingegnere guadagnerà più di un muratore, che discorsi sono.

    Piace a 1 persona

    • la prima frase invece un senso ce l’ha
      ovviamente non è universale, ma in sostanza ha valore.
      per due motivi
      il primo, la differenza nella fonte di reddito probabilmente può essere maggiore
      di due o tre volte, se non di più.
      non parlo di laureati un lettere o in differenze di genere e neppure di avvocati,
      ce ne sono troppi anche per un popolo litigioso come l’italico.
      e non parlo neppure di neolaureati in discipline più appetibili per ovvi motivi.
      la seconda è che, se uno è nell’ottica di conservare, più di tanto non spende.
      ma se pure spendesse il doppio dell’altro nell’esempio, gli rimarrebbe sempre qualcosa
      che, nel tempo, aumenta, mentre all’altro generalmente rimane proprio poco,
      se non addirittura debiti sotto forma di finanziamenti, acquisti a rate o mutui ventennali.

      al netto per la poca stima in chi ha scritto l’articolo.

      "Mi piace"

  2. verrà un giorno in cui un cervello che produce i pensieri e i sentimenti descritti nell’articolo, grazie alle conoscenze acquisite dalle neuroscienze e dalla psicobiologia, con un trattamento mini invasivo alla scatola cranica sarà in grado di funzionare come quello di francesco d’assisi o del più feroce tiranno.

    "Mi piace"

  3. Paragrafo 3: certo, che gli anziani hanno un gruzzoletto in più, noi abbiamo la pensione e abbiamo lavorato ricevendo stipendi adeguati, avanzamenti ogni 2 anni e quant’altro. Cosa hanno i giovani oggi? quelli che non possono contare su spinte e spintarelle o conoscenze varie? Lavori a tempo determinato a vita? Con continuo abbassamento di livello con l’avanzare dell’età, perchè il bisogno, spinge ad accettare qualunque condizione. E nessuna invalidità, ovviamente: chi ti riassume se vai agli infortuni? E chi ti assume se sei parzialmente invalido. Ma ovviamente, da quando la sinistra a smesso di occuparsi degli ultimi, per occuparsi di quelli particolari, chi vuoi che se ne infischi? Feltri?

    Poi, leggo qua e là sciocchezze e banalità varie: non ci sono sosia, siamo tutti diversi e bla bla bla…
    come se parlare di dislivello sociale (mai stato così abissale nella storia umana!), riguardasse l’operaio e l’avvocato.
    Eh, no! Quando si parla di dislivello, dobbiamo parlare dei CEO delle multinazionali, dei dirigenti pubblici e privati …
    perchè lì, le differenze sono ingiustificabili. Per fare un esempio banale, se io prendo un pennello e mi metto a imbiancare, farò in 1 ora una parete e un professionista 1 stanza e mezza; ma MAI E POI MAI, potrà imbiancare l’intera città o l’intera regione.
    Invece, quello che noi quadagnamo in un anno, qualcuno lo guadagna in pochi minuti ed è folle.

    E ritorno lì, alla sinistra che si interessa di voto ai minori, di quote rosa ed altre amenità, mentre in Italia ci sono centinaia di migliaia di persone che il futuro, hanno persino smesso di sognarlo; se Feltri vede aumentata la ricchezza è perchè dalla povertà è troppo lontano. Ma non è con lui che ce l’ho, perchè non è lui che dovrebbe occuparsene

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...