Comunali, ancora “crisi”. Letta vede pure Di Maio

TUTTO APERTO PER LE CANDIDATURE

(di Wanda Marra – Il Fatto Quotidiano) – “Il nostro giudizio su Virginia Raggi è negativo”. L’ha detto più volte il segretario del Pd, Enrico Letta, anche negli ultimi giorni. La sindaca di Roma rischia di essere l’ostacolo sul quale si infrange la costruzione dell’alleanza con i Cinque Stelle. Ieri Letta ha incontrato Luigi Di Maio e, tra gli altri, ha affrontato anche il dossier amministrative. Il ragionamento che ha fatto al ministro degli Esteri è semplice e suona più o meno così: “Noi vogliamo fare un’alleanza organica in tutte le città, per vincere”. E questo dovrebbe portare al ritiro della sindaca. Fonti del Pd raccontano che il segretario sarebbe arrivato a spiegare a Di Maio che se la Raggi non molla, è lo stesso progetto dell’alleanza che si rompe. Ma dal Movimento smentiscono. E neanche il Nazareno conferma. Eppure, Enrico Letta sta cercando da giorni di costruire un profilo e un percorso per la Capitale che possa indurre sia Giuseppe Conte sia lo stesso Di Maio a costringere la Raggi a non presentarsi. Lei non ha alcuna intenzione di fare un passo indietro.

Intanto, pure gestire il Pd non è semplice. Ieri, Irene Tinagli, la vicesegretaria, dopo aver detto che “Calenda sarebbe un bravo sindaco” ha poi dovuto bacchettare il leader di Azione (“ci vuole rispetto per il Pd”). Per il Pd di Letta è vitale chiarire che Calenda non è il suo candidato. Il segretario continua a cercare il nome giusto. David Sassoli ha ribadito il suo no. Nicola Zingaretti non si lascia convincere. Di nuovo, raccontano che senza la sindaca di Roma potrebbe ripensarci. Roberto Gualtieri resta un candidato autorevole, ma al Nazareno aspettano di capire qual è il campo da gioco. Letta preferirebbe una donna. Circolano i nomi di Marianna Madia e Beatrice Lorenzin. Nessuna in grado di vincere. Per ora l’identikit giusto pare non esserci. Mentre resta l’indisponibilità della Raggi a rinunciare alla corsa, il Pd, a partire da Francesco Boccia, responsabile Enti locali, si sta spendendo con Vincenzo De Luca, presidente della Campania, per fargli appoggiare la candidatura di Roberto Fico a Napoli. L’alternativa esiste ed è Gaetano Manfredi, ex ministro dell’Università. Il dossier è ancora intricato nelle città più importanti, comprese Bologna e Torino.

Letta e Di Maio hanno affrontato tutti i temi sul campo. D’altra parte, il segretario ha voluto vederlo subito dopo la prima uscita ufficiale di Conte. Evidente il riconoscimento del peso di Di Maio nel Movimento. Inoltre, i due si conoscono da tempo: il rapporto di Letta con i Cinque stelle non inizia da oggi. Entrambi fanno sapere che l’incontro è andato bene. Si è parlato di Europa, Recovery Plan, digitale, sostenibilità, Sud. E del sostegno al governo Draghi, con il tema delle riforme istituzionali. Convergenze si sono registrate su vari punti, dalla transizione ecologica al commercio estero. Sullo sfondo, anche la riforma della legge elettorale: Letta ha già detto di guardare al Mattarellum. Nel partito si ragiona su un sistema che alzi la quota di collegi plurinominali rispetto a quelli uninominali, previsti da questa legge, magari inserendo le preferenze.

Letta ha quasi finito il suo giro di incontri per costruire la coalizione. Manca Matteo Renzi. Che arriverà per ultimo. Segnali che parlano.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

43 replies

  1. Spero che V. Raggi si presenti con una lista civica e lasci perdere chi tratta o collabora con l’avversario, in questo caso il PD.
    Le proposte originarie 5stelle non erano di sx o di dx: chi nutre ancora furori e invettive e passioni ideologici non riuscirà MAI a ostacolare la globalizzazione o il liberismo finanziario o la corruzione o la mafia. È come voler combattere il virus col cannone. Occorrono strategie e tattiche più complesse, articolate, pazienti.
    Occorre il fegato: V.Raggi ne ha da vendere.

    Piace a 1 persona

    • Quello che stupisce ( si fa x dire) è che gigino o bibitaro continui imperterrito nella sua opera di distruzione del mv5 *,
      Spero che Virginia Raggi continui imperterrita nel proseguo della sua ricandidatura e che la maggioranza dei romani la riconfermino

      Piace a 1 persona

  2. Oltre al compito di portavove della Nato dichiarante sanzioni alla Russia ,quale ruolo svolge in m5s Di Maio ? E’ la stessa persona che solo qualche anno fa diceva di aprirsi alla Russia e alla Cina per favorire la nostra economia ? Letta crede,con qualche motivazione valida, che questo signore è quello che all’interno del m5s può giocare contro la candidatura di Virginia Raggi a sindaco di Roma?

    Piace a 1 persona

  3. Virginia Raggi deve essere ricandidata…!!! Avendo “lavorato” benissimo e ben al di la’ delle piu’ rosee aspettattive e deve farlo con l’ assoluta condivisione di Conte e di tutto il M5S….!!! Se si vorra’ fare un’ alleanza politica e non strutturale, come vorrebbe la Signora Lombardi, la si faccia pure…ma “bypassando” Roma….!!

    Piace a 1 persona

  4. Se Letta vede Di Maio, dopo che Conte ha aperto la rifondazione dei cinque stelle, vuol dire che Letta cerca una sponda per spaccare i cinque stelle e Di Maio sta al gioco.
    Quel che ho capito, è che se il PD vuole avere un ruolo nella capitale DEVE far la guerra alla Raggi. altrimenti si riduce a poche percentuali.
    E’ vera la definizione di partito della ZTL e del sacco di Roma

    "Mi piace"

    • Io sono di Roma e sono una persona “per bene” e voglio la Raggi.
      Pensare, prima di scrivere e dare patenti di “perbenismo”.
      Se vuoi vincere le elezioni con il Movimento 5 Stelle devi votare la Raggi a prescindere, per tutto quello che ha rappresentato la sua figura per Roma (vedi Casamonica, etc, etc). Tutto io resto è migliorabile.

      Piace a 1 persona

  5. pure gigggino o bibitaro pensa, come i padroni degli altri partiti, che i voti degli italiani sono teleguidabili? poraccio, che finaccia, sta messo proprio male…!!!

    "Mi piace"

  6. La cosa che mette più tristezza nei commenti (tranne rare eccezioni) è il totale disinteresse per Roma e i romani. La Raggi è diventata una bandiera da sventolare a prescindere, per principio. Pensa come state messi se non vi resta che aggrapparvi a lei per far sì che il movimento “continui a sopravvivere”. Una pena.

    "Mi piace"

    • Egregio Federico C, da Romano sono preoccupatissimo per la mia Città. L’idea che torni in mano ai ” precedenti” mi fa ribrezzo e orrore. Per questo motivo e per aver visto che si può governare nella LEGALITÀ appoggio incondizionatamente V. Raggi.

      Piace a 2 people

      • Paolo diamante Roma, anche per lei allora oltre la Raggi c’è il nulla, il malaffare, l’illegalità. Oltre la Raggi non c’è una sola persona onesta, meritevole e capace di governare la città. Ma le sembra credibile?
        Lo ha sentito Conte ieri? Accanto alla parola onestà, ci ha messo la parola capacità.
        Ecco. Io prima di votare, oltre a giudicare il governo nella legalità, analizzerò il suo operato nella capacità.
        Poi tirerò le somme.

        "Mi piace"

      • @Roby
        E come no! Intanto, così, a una prima occhiata, su alcuni punti mi è venuto da ridere. A caso, ma proprio a caso: 700 nuovi autobus ATAC, 150 KM di nuove ciclovie, 425 milioni per metro A e B… Poi c’è la vita reale.
        Ma leggerò con attenzione e rispetto. Grazie mille

        "Mi piace"

      • 700 nuovi autobus ATAC rispetto ai 337 della giunta Alemanno dovrebbero sorprenderti e non farti ridere… Fai sempre una comparazione con il passato e apprezzerai meglio quanto di buono fatto dalla giunta Raggi.

        Piace a 1 persona

      • @Roby
        Sorprendermi? Ma con chi credi di avere a che fare?
        È cominciata la campagna elettorale, ho capito.

        "Mi piace"

      • Partendo dal presupposto che non mi sognerei mai di affermare che a Roma va tutto bene, perché è impossibile vista la vastità del territorio e la conseguente varietà di problemi che la interessano, nel mio piccolo cerco di informarmi, approfondendo quello che leggo sui vari mezzi d’informazione e rispondendo, quando ne ho voglia, alle tante superficialità che girano nel web. Fatta questa doverosa premessa, sicuramente si poteva fare meglio durante questa consigliatura, ma certamente si è fatto molto di più rispetto alle precedenti, sanando molti debiti e riqualificando aziende e territori, inimicandosi in molte scelte i centri di potere. E a proposito di centri di potere, rispetto al sito che mi posti, ti mando un link che lo riguarda (https://www.dinamopress.it/news/cosa-fa-davvero-schifo-a-roma/). Può aiutare ad avere una visione complessiva su come gira molto spesso l’informazione nel nostro paese e come vengono fatte le scelte editoriali, dal piccolo blog alla stampa mainstream.
        PS. Dal tuo nick intuisco che sei di “sinistra”. Se ti può essere di conforto sulla mia indipendenza di pensiero, prima della Raggi ho votato Marino, ma dopo la sua estromissione, gli scandali vari, mafia capitale e tutto il verminaio che ne è fuoriuscito, ho rivisto le mie scelte a priori (“facta non verba”).

        Piace a 1 persona

      • Roby, come te ho votato Marino e come te ho votato Raggi. I meriti che ascrivi alla Raggi non li ho mai messi in dubbio. La storia della metro c (che mi pare a presa diretta sia stata definita la grande opera più grande, nel senso lunga, d’Europa) la conosco purtroppo benissimo: sai dove vivo? Piazza Lodi, crocevia dei peggio mali di questa tormentata vicenda.
        Detto questo, dopo 5 anni, 4 dei quali vissuti con giudizio sospeso, non riesco a essere soddisfatta e non voglio arrendermi all’idea di dover scegliere tra onesto e capace, se non capace almeno in movimento, ma paralizzato non ce la faccio.
        Ultima cosa: come per tutti i 5s trovo che la comunicazione sia un grande problema. Allora se le tv ti trattano male, i giornaloni ti sbeffeggiano come sindaco hai molte più possibilità di far prevalere il vero, rispetto che ne so, a Di Maio, la cui attività è molto più effimera per i cittadini. Ecco, per dirne una, qualche lavoro di ordinaria amministrazione, tipo la copertura delle buche sulla strada di casa mia, eviterei di farlo passare come “rifacimento del manto stradale “. Poi se la gente si innervosisce non è che preferiva mafia capitale, è che ci devo vivere qui, non fare campagna elettorale.
        Comunque mi compiaccio che almeno tu viva a Roma. Di solito qui pontificano da tutt’altri lidi.

        "Mi piace"

    • Considerato il livello del punto di partenza e quello attuale a giudicare dai risultati si dirà in futuro che la Raggi non non ha avuto uguali dai tempi dei tempi. Per ciò è per come si é a conoscenza del modo in cui una “qualsiasi metropoli” debba essere governata, cioè accontentando soprattutto le opposizioni oscure dedite al prelievo smoderato costante, la nostra Virginia non sarà mai più sostenuta da nessun esterno alla metropoli stessa forse neanche da noi stessi 5s. Questo è il momento del mercimonio…. l’essere potente in sembianze di carne umana, scambiata con il potere di avere il potere a scopo di distribuzione del potere. Quindi il contrasto dell’essere contro l’avere. Il ritorno alla grande bellezza. L’eterno distruggere per creare necessità di ricostruzione. Si dice: ma così facendo l’economia si muove… e non ci si accorge che si gira forse in tondo… magari in tondo… se fosse così vorrebbe dire che esiste un preciso piano… non si gira in tondo… Il cerchio è la spirale concentrica a stringere che determina la continua necessità di mettere a “sindaco” lo bello guaglione di turno… amico di tutti ma… rappresentativo ed al tempo stesso… sacrificabile. Nessun detrattore della Raggi entra nel vivo della questione… nessuno racconta che per far si che non cambi nulla da come era… debba tornare al più presto possibile “er cercato” o chi per lui…. Un certo mondo non può più resistere a vivere nell’ombra in cui è stato relegato… e con che clamooore… in verità quasi assente ma pur sempre troooppo!!!
      Dovrebbero tornare i “Monaci della Casa”. .. altrimenti la coca chi c’è la da? E a chi facciamo pagare il pizzo?
      Dovrebbero tornare i capi bastone della distribuzione degli appalti…. dei posti di lavoro a spese dei cittadini… delle licenze….
      La soluzione più semplice potrebbe andare verso direzione lista personale tanto è abituata ad andare avanti contro le correnti e credo solleverebbe da un certo imbarazzo il movimento stesso.
      Vai Virginia vola da sola. Chi ti sosterrà lo farà in nome dell’essere, chi ti sostiene non ha necessità di avere.
      Chi ti sostiene ama una città finalmente tranquilla. Un comune in ordine con i conti!!!
      È necessario più tempo per scardinare piani precedenti.
      Servono altri 4 anni ad approfondire il solco.
      Va Virginia vola da sola e non sarai sola.

      Piace a 1 persona

      • Magari Virginia si facesse una lista sua, in modo di uscire da quel ginepraio di “Letta Maio” che si sta’ profilando, glielo auguro anche io, mah vedremo, saluti.

        Piace a 1 persona

  7. Che tristezza,
    Mai visto Un cialtrone bibitaro cosi tenacemente, forsennatamente attaccato alla poltrona,
    Ha rinnegato tutti i valori del mv5 * per appagare la sua sete di visibilità e di potere.

    Piace a 1 persona

  8. Se fosse per di maio anche quel CIALTRONE di letta potrebbe correre per roma.

    Questo figlio di troia ci ha venduti TUTTI.

    Ha venduto tutto non per 30 denari, per molto di più. Ma resta il fatto che ha messo in vendita pure noi. PErchè lo ha deciso lui e SOLO lui.

    E’ un figlio di troia.

    "Mi piace"

  9. Virginia Raggi persona perbene e di tempra forte non piace ai maneggioni della sinistra e neppure forse ai Giuda del M5S ma per me resta l’unico volto pulito da ricandidare

    Piace a 2 people

    • @carusopaolo
      E basta con questa litania della persona per bene e di tempra forte. Fa ridere i polli.
      E se alla fine, colpo di scena, quelli che lei chiama, con grande originalità, i maneggioni della sinistra decidessero di appoggiare la Raggi, lei che fa? Si spara?

      "Mi piace"

  10. Considerato il livello del punto di partenza e quello attuale a giudicare dai risultati si dirà in futuro che la Raggi non non ha avuto uguali dai tempi dei tempi. Per ciò è per come si é a conoscenza del modo in cui una “qualsiasi metropoli” debba essere governata, cioè accontentando soprattutto le opposizioni oscure dedite al prelievo smoderato costante, la nostra Virginia non sarà mai più sostenuta da nessun esterno alla metropoli stessa forse neanche da noi stessi 5s. Questo è il momento del mercimonio…. l’essere potente in sembianze di carne umana, scambiata con il potere di avere il potere a scopo di distribuzione del potere. Quindi il contrasto dell’essere contro l’avere. Il ritorno alla grande bellezza. L’eterno distruggere per creare necessità di ricostruzione. Si dice: ma così facendo l’economia si muove… e non ci si accorge che si gira forse in tondo… magari in tondo… se fosse così vorrebbe dire che esiste un preciso piano… non si gira in tondo… Il cerchio è la spirale concentrica a stringere che determina la continua necessità di mettere a “sindaco” lo bello guaglione di turno… amico di tutti ma… rappresentativo ed al tempo stesso… sacrificabile. Nessun detrattore della Raggi entra nel vivo della questione… nessuno racconta che per far si che non cambi nulla da come era… debba tornare al più presto possibile “er cercato” o chi per lui…. Un certo mondo non può più resistere a vivere nell’ombra in cui è stato relegato… e con che clamooore… in verità quasi assente ma pur sempre troooppo!!!
    Dovrebbero tornare i “Monaci della Casa”. .. altrimenti la coca chi c’è la trasa? E a chi facciamo riscuotere il pizzo?
    Dovrebbero tornare chi sta li a riparare le strade…e che le possano stare lì a riparare per TUTTA LA Vita perché infondo NON RIPARANDONE IL FONDO ne perpetuavano all’infinito l’atto ma rimanevano contenti loro e i “4” amici.
    Dovrebbero tornare i capi bastone della distribuzione degli appalti…. dei posti di lavoro a spese dei cittadini… delle licenze…. casini su casini.
    La soluzione più semplice potrebbe andare verso direzione della lista personale tanto è abituata ad andare avanti contro le correnti e credo solleverebbe da un certo imbarazzo il movimento stesso.
    Vai Virginia. Chi ti sosterrà lo farà in nome dell’essere, chi ti sostiene non ha necessità di avere.
    Chi ti sostiene ama una città finalmente tranquilla. Un comune in ordine con i conti!!!
    C’è ancora molto da fare.
    È necessario più tempo per scardinare precedenti piani… non per forza da considerare disonesti ma alla luce dei fatti… INDUBBIAMENTE FALLIMENTARI.
    Servono altri 4 anni ad approfondire il solco.
    Va Virginia valuta bene e soprattutto contaci bene… trova il modo di metterci alla prova e se riterrai…. vola da sola… sarai in buona compagnia.

    #aRomacivivo#

    Viva Roma

    Piace a 1 persona

  11. Tutto aperto un corno. A Roma si candida (e vincerà) Virginia Raggi. E punto. Se il Movimento pensa che sia un ostacolo all’accordo con il Partito Disonesti, qualche milione di elettori penserà, come me, che un movimento con responsabili del genere non è presentabile ne vota ile

    "Mi piace"

    • Bugsyn,
      Correranno separati, come hanno sempre detto e in bocca al lupo al vincitore.

      Da quel capisco tu non vuoi un accordo col pd per nessuna fase. Quindi al ballottaggio se arrivassero Raggi e Calenda preferiresti che il pd votasse Calenda??

      "Mi piace"

      • Purtroppo, temo che in un ballottaggio voterebbero proprio Calenda. Il Partito Disonesti non sopporta la Raggi perché ha introdotto la parola onesta ed efficacia nel vocabolario capitolino. Pur di levarla di torno , voterebbero anche la Meloni lol! Purtroppo, in virtù dei possibili accordi col Partito Disonesti – più che ammissibili , altrimenti con chi farli, anche se è come giocare con un serpente a sonagli – nel Movimento non sono pochi quelli che pugnalerebbero alle spalle Virginia per facilitare la spartizione delle poltrone. È mai avrei pensato di dover arrivare a queste squallide conclusioni, che vorrei si rivelassero infondate

        "Mi piace"

  12. ”Evidente il riconoscimento del peso di Di Maio nel Movimento. ”

    ECCO, il PESO di Di Maio. Un PESO e basta.

    Maledetti traditori, poltronari e venduti dal primo all’ultimo.

    Crimi, dove caxxo stai? Ovviamente è tornato cartone animato come è sempre stato prima dei 5 stelle.

    Grillo, sei contento che il bibitaro è diventato il nuovo RENZI dei 5 stelle?

    Conte, ti farai fare le scarpe da questo bibitaro rifatto?

    Piace a 1 persona

  13. Dire di una persona “il mio giudizio è negativo” senza specificare il perché significa non avere argomenti veri da sostenere, quindi si tratta di una frase inutile che delude. Come Letta sta deludendo su tutti i fronti. Male Di Maio che sul punto secondo mandato di Virginia Raggi a Roma, non è coerente con se stesso e le sue uscite sull’argomento. Per il Prof. Conte l’argomento è prematuro, ma deve pronunciarsi se vuole continuare il suo cammino. Virginia è il miglior Sindaco di Roma: i fatti lo testimoniano. Ci vuole coerenza. E chi non l’ha stia almeno zitto. G. Mazz.

    Piace a 1 persona

  14. Questi (PD e M5S) si stanno suicidando con le proprie mani, sono talmente presi dalle POLTRONE da non accorgersi che hanno fatto coming out politico. Quando si parlava elle elezioni Romane più di due mesi fa (già si vociferava contro la Raggi) io scrissi e rinnovo alla Sindaca Virginia Raggi di presentare la proprio candidatura con una propria lista civica e, che il popolo Romano, non stupido, l’avrebbe portata in trionfo al primo turno.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...