Come non detto

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – È una vera vergogna che Giuseppe Conte, schiavo di Trump e di Casalino, grillino e dunque servo dei No Vax alla Sara Cunial, sospenda per tre giorni il vaccino AstraZeneca fottendosene del Verbo della Scienza, fregandosene delle rassicurazioni di Ema, Aifa, Iss, Css, Cts, Ministro della Salute e generalissimo-commissarissimo Figliuolo con tutti quei nastrini sul fianco sinistr-sinistr! dell’uniforme (e non avete visto il retro), gettando così nel panico decine di migliaia di italiani in attesa della prima o della seconda dose, compromettendo il Piano Vaccinale presentato in pompa magna domenica e già da buttare lunedì per lo stop di almeno 72 ore e perché molta gente non si vaccinerà comunque più o pretenderà una dose di Pfizer o di Moderna o di Johnson&Johnson anziché una dell’antidoto britannico ormai sputtanato, o magari una di Sputnik o di Sinopharm, così favorendo pure i suoi amichetti russi e cinesi, e quel che è peggio non ci ha neppure messo la faccia – lui così prodigo di conferenze stampa, videomessaggi e dirette Facebook – lasciando un’intera Nazione nel terrore e allo sbando senza uno straccio di spiegazione, una parola di conforto, una frase di rassicurazione, una sillaba di informazione e facendo in un giorno, da solo, molti più danni di tutto l’esercito mondiale dei No Vax in tutta la loro vita, con una gigantesca iniezione di sfiducia impossibile da cancellare, ed esponendo le massime autorità sanitarie dello Stato a una figura barbina, avendole costrette a rimangiarsi tutte le garanzie sull’infondatezza dei sospetti su decessi, trombosi, eczemi, unghie incarnite e altre reazioni avverse post-Astrazeneca, confondendo – da premier per caso, incapace, incompetente, inesperto, inetto, dilettante allo sbaraglio qual è l’“avvocato del popolo”, scelto per disperazione dal movimento del comico genovese, dell’“uno vale uno” e della piattaforma tarocca Rousseau – la consecutio temporum col nesso causale, l’immunità da Covid con l’immortalità, e regalando un formidabile assist alla peggior destra negazionista antieuropeista sovranista nemica della scienza, della competenza e del progresso, con cui del resto il Fregoli di Volturara Appula governava prima di mettersi col Pd, e infatti il suo vecchio sodale Salvini ora ha buon gioco a manifestare in piazza Montecitorio con la Meloni e poi a occupare il Parlamento per protesta contro il disastro politico, scientifico e comunicativo denunciato da tutti i giornali, tg e talk show e aggravato dal fatto che il decreto Ristori, pronto da due mesi e più, continua a non arrivare, ergo si dimetta subito, sparisca per sempre e lasci il campo al Governo dei Migliori. Ah no, scusate, non era lui. Come non detto.

47 replies

  1. In effetti è una str…ta aver sospeso la somministrazione del vaccino, c’è solo da esser contenti che se ci fosse stato davvero Conte l’avrebbe sospeso almeno per un mese…

    "Mi piace"

    • Anche qui, vaiassona?

      L’Astrazeneca l’hanno sospeso in 10 paesi diversi.

      E il Sudafrica lo considera inutile.

      Solo i torsi possono far finta ancora di non capirlo.

      Quindi una categoria a te molto vicina.

      "Mi piace"

    • Egregia bruna:” in effetti è una…. aver sospeso il vaccino”.
      Si sente bene? Dobbiamo chiamare il 118?
      Quando ci si affida al disastro lombardo spacciandolo per migliori, questi sono i risultati. Brunetta che parla di assunzioni nel pubblico impiego (uno si aspetta i ristori, provvedimenti per aprire una partita iva) e addirittura di aumento di 107 euro lordi mensili per gli stipendi pubblici( uno si aspetta un drastico taglio di detti stipendi, non essendoci soldi in cassa)
      Si intervista e si da spazio sui giornali a barbara berlusconi( il movimento 5 stelle è stato la rovina dell’Italia, mio padre ha sempre operato per il bene dell’Italia!!) e nessuno a spiegarle che gallera era di Forza Italia,
      Stesso operato: uno sta due anni a chiedere di cacciare Conte, e poi nulla su fontana e gallera, anzi la stampa si schiera al suo fianco nonostante il record mondiale dei morti
      A roma idem invece di metterci la faccia, come fece dimettendosi Basentini, per coprire errori dei colleghi suoi subalterni del dap, han pensato bene di cambiare il CTS!!!
      Oggi siamo in tema: la lezione dell’avvocato agnelli socializzazione delle perdite e privatizzazione degli utili
      La colpa è sempre degli altri, ma come avete scritto per diversi anni, quelli attaccati alla poltrona erano i 5s!!!!!
      Giusto egregia Bruna?
      Siccome non leggo più di viviana v. Lo scrivo io:
      Grillo come hai potuto scendere a questi compromessi?
      Che infinita tristezza

      Piace a 1 persona

    • Ma signora Gazzelloni….ma signora Gazzelloni…..ma signora Gazzelloni…..una “pernacchia” alla De Filippo ritengo sia doverosa, anche questa mattina, inviargliela…..!!! Non me ne voglia….la prego…!!! “prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr”…..!!!

      "Mi piace"

    • ovvero lei, oltre che sgrammaticata, è pure anatomopatologa
      ed esperta di correlazioni causa/effetto in campo medico?

      della formazione della squadra di calcio per i prossimi mondiali
      ha consigli in merito?

      "Mi piace"

    • Non sapevamo che oltre alle innumerevoli e fantastiche “qualità” che ci dimostri quotidianamente possedesse anche quella di chiaroveggente con la palla di vetro…opps …sfera di cristallo per affermare che Conte avrebbe fatto..peggio! Ma tant’è. ..siamo abituati oramai…è sempre colpa di quegli incompetenti scappati di casa che c’erano prima. …o tuttalpiù della solita…Raggi!!! Gazzella sei sempre nei ns…cuori!!!

      "Mi piace"

    • Se ci fosse stato Conte avrebbe cercato di spiegare ai cittadini quello che sta accadendo, in trasparenza come ha sempre fatto. Non si sarebbe nascosto nei palazzi come il burocrate che vi fa bagnare le mutande.

      "Mi piace"

    • Gazzellona fascistona,
      spiego anche a lei, che tanto svegli non è, perchè sto astrazeneca fa cagare:

      1. Non protegge dalle varianti. Se uno becca la sudafricana, astrazeneca protegge 0.

      2. E’ ingegnerizzato in maniera tradizionale, per cui il punto 1, come i vaccini contro l’influenza stagionale.

      3. Ha effetti collaterali pesanti, almeno in italia (impurità provette? lotti rovinati?), dunque, proprio alle persone che potrebbero crepare per l’influenza e che viene vaccinata (over 65) sarebbe il caso di non darglielo. D’altronde il governo, inizialmente, aveva vietato l’uso per gli over 65, l’autorizzazione è avvenuta SOLO perchè mancano le dosi degli altri.

      4. Non capire che i vaccini NON sono tutti uguali vuol dire essere dei veri coglioni. E’ come se uno mettesse la benzina nell’auto diesel, tanto fa lo stesso.

      Quindi, cara fascistona, puoi sparare minchiate finchè respiri, rimani una cretina come i pari tuoi.

      Detto questo, vaccinati pure con l’astrazeneca, alla peggio finirai nella statistica che tanto piace a chi non distingue le pere dalle mele.

      Auguri.

      "Mi piace"

  2. Ahahah Che grande Travaglio!!! L’unico giornalista a dire le cose come stanno, facendo quotidiamente rode er culo alle fide gazzelle (dei servi tipo dago) dei poteri forti.

    Piace a 1 persona

  3. Tutti a dire che il vaccino è sicurissimo e non andava sospeso. Perchè dunque è stato sospeso? Che ci sta a fare l’ AIFA? Neppure la piccola Austria lo ha sospeso, Draghi (“il Premier più influente d’ Europa ora che la Merkel lascia”, l’ho sentito definire ieri in TV) è dunque “schiavo della Germania”? E anche Macron(che almeno ci ha messo la faccia) lo è?
    E se ci sono state solo 33 morti su milioni di vaccinazioni e neppure riconducibili al vaccino, perchè i medici si rifiutano di vaccinare senza uno scudo penale? Dovrebbero chiederlo anche quando prescrivono la Tachipirina, allora!
    Rassicurare i cittadini è un conto, prenderli per i fondelli è un altro, e si rischia l’ effetto opposto.
    Tra l’ altro, oggi il numero dei decessi è magicamente… raddoppiato, tutto di un colpo, dopo mesi. Proprio oggi. Un “aiutino” ad Astrazeneca? Per come siamo ridotti tutto è possibile, ormai.
    Comunque tranquilli: il Sudafrica ne sta rendendo milioni ed altrettanto farànno gli US, pare. Presto faremo il pieno. E Figliuolo potrà vaccinare “tutti quelli che passano”, bambini compresi. Già Moderna sta sperimentando.

    "Mi piace"

    • l’Austria lo aveva già sospeso 7gg fa
      non che lo deve risospendere
      lo si doveva sospendere perché quando non si sanno le cose,
      e qui nessuno è in grado di sostenere nulla se non a livello di statistiche
      e nel qual caso colpiscano lei non è un gran che consolatorio (per lei intendo),
      le si studiano cercando di comprenderle.

      "Mi piace"

  4. Nemmeno 12 ore dopo una nota in cui definiva “ingiustificato” l’allarme sulla sicurezza del vaccino AstraZeneca, l’agenzia italiana del farmaco Aifa ha vietato di usarlo, pur continuando a definirlo “sicuro”. Una scelta fatta “in via del tutto precauzionale e temporanea”, assunta in linea con quello che sta avvenendo in una lista crescente di Paesi europei.

    Dove finiscono sotto esame sempre nuovi casi di trombosi e decessi sospetti di persone che avevano ricevuto l’iniezione con il farmaco della società anglo-svedese. Gli ultimi a sospendere l’uso di AstraZeneca sono stati i quattro grandi dell’Ue: oltre all’Italia, anche Francia, Germania e Spagna – quest’ultima per 15 giorni – hanno bloccato nelle stesse ore la somministrazione per i timori dei possibili effetti collaterali.

    Nonostante la società produttrice, l’Oms, l’università di Oxford, autorità sanitarie britanniche e il premier Boris Johnson insistano che non ci sono controindicazioni. E nonostante l’Agenzia europea del farmaco Ema sostenga che anche eventuali rischi siano superati dai benefici.

    I primi a lanciare l’allarme, dopo avere verificato problemi nella coagulazione del sangue in numerosi cittadini vaccinati di recente, erano stati i Paesi del nord Europa. La Danimarca l’11 marzo aveva annunciato la sospensione di AstraZeneca. A seguire Islanda, Norvegia, Bulgaria, Irlanda, Olanda e – fuori dall’Europa – Thailandia, Repubblica Democratica del Congo e Indonesia. In precedenza, un primo lotto di AstraZeneca era stato bloccato dall’Austria l’8 marzo, dopo la morte di un’infermiera di 49 anni. Estonia, Lituania, Lettonia e Lussemburgo avevano sospeso lo stesso lotto, vietato l’11 marzo anche dall’Aifa e dalla Romania.

    “Conosciamo la portata di questa decisione che non è stata presa a cuor leggero. Ma è una decisione fattuale e non politica”. Lo ha detto il ministro della Salute tedesco Jens Spahn, annunciando che la Germania ha sospeso l’uso di AstraZeneca temporaneamente. “È una decisione presa per pura cautela”. “Per mantenere la fiducia nel vaccino dobbiamo dare ai nostri esperti il tempo di verificare i nuovi casi e “sgomberare il campo da eventuali rischi”, ha continuato. “Deve essere chiaro – ha aggiunto – che anche non vaccinare comporta dei rischi”.

    Se le verifiche sgombreranno il campo dai dubbi rilevando che non vi sia nesso di causalità con i casi di trombosi, “si potrà riprendere a vaccinare con AstraZeneca”, ha aggiunto Spahn. “L’Ema dovrà stabilire se e come le nuove conoscenze abbiano effetto sull’autorizzazione del vaccino”, ha detto.

    “Al momento sono stati riportati 7 casi di trombosi venose cerebrali su 1,6 milioni di vaccini somministrati in Germania”, ha detto il ministro. “Si tratta di un rischio molto basso. Ma se dovesse rilevarsi un collegamento con il vaccino, sarebbe superiore alla media”, ha aggiunto.

    Anche la Francia sospende la somministrazione del vaccino AstraZeneca in attesa del parere dell’Ema. Lo ha annunciato il presidente Emmanuel Macron a Montauban, nel sud del Paese, al termine del vertice franco-spagnolo, al fianco del premier Pedro Sanchez. E anche la Spagna ha deciso di sospendere per 15 giorni a scopo precauzionale le vaccinazioni con AstraZeneca.

    La Norvegia intanto ha annunciato oggi la morte per emorragia cerebrale di una badante di età inferiore ai 50 anni che era stata ricoverata in ospedale dopo aver ricevuto un’iniezione del vaccino, senza che sia stato possibile stabilire un legame certo. Si tratta del secondo decesso simile segnalato in pochi giorni nel Paese nordico. Sabato le autorità sanitarie norvegesi hanno segnalato il ricovero di tre operatori sanitari affetti da trombocitopenia (quantità anormalmente bassa di piastrine), sanguinamento e coaguli di sangue. Presentati come relativamente giovani, tutti avevano precedentemente ricevuto una prima iniezione del vaccino.

    Il Regno Unito, invece, tira dritto e prosegue a ritmo accelerato nelle vaccinazioni anti Covid, in barba agli stop imposti all’antidoto AstraZeneca/Oxford da vari Paesi dell’Ue, e supera i 26 milioni di dosi somministrate: quasi metà delle quali AstraZeneca. Lo indica l’aggiornamento quotidiano dei dati britannici, che segnala pure un calo ai minimi da mesi del numero di nuovi contagi (5.000 circa su quasi un milione di test giornalieri) e di morti (64). Con un totale di ricoverati per Covid negli ospedali sceso a 8.000 complessivi grazie all’effetto combinato – secondo gli esperti d’Oltremanica – del terzo lockdown nazionale e dei vaccini.

    https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2021/03/15/anche-la-germania-sospende-vaccinazioni-con-astrazeneca_a2d086c9-b290-474f-8257-aa0f6523d336.html

    Piace a 1 persona

  5. Travaglio ha inaugurato il facile tiro al piccione su Draghi (e il suo governo dei migliorissimi) che avrebbe dovuto fare il movimento 5 stelle ( se fosse stato all’opposizione,invece che reggere il sacco e tenendosi il bavaglio stando dentro a questo minestrone indigesto). Prossimo colpo: che fine ha fatto la legge sul conflitto d’interessi?

    Piace a 3 people

    • Invece il facile tiro al piccione sul Movimento non è una novità ma continua da molto prima, con la non trascurabile differenza che, con particolare riguardo a questo tema, si tratta quasi sempre di fuoco amico; personalmente, ritengo che sarebbe ora di lasciarsi finalmente alle spalle questa vexata quaestio e accettare da adulti, oltre alla decisione degli iscritti, anche e soprattutto il fatto che non ci sia nulla che i 5stelle avrebbero potuto fare dall’opposizione che non potrebbero fare anche adesso pur stando al governo, mentre non vale l’opposto (come ampiamente dimostrato da uno dei più noti cazzari d’Occidente, l’opposizione si può fare sia dal governo che dall’opposizione, mentre governare si può fare solo stando al governo, per quanto mi riguarda la questione non dovrebbe nemmeno porsi); in ogni caso, se il problema fosse solo quello, ricordo che possono uscirne in qualunque momento.

      Piace a 2 people

      • Jonny dio, io sono con davide: tu da dentro non puoi fare un bel niente, oneri e onori delle scelte, sei dentro e ci metti la faccia, che fai : salvini: se fai bene ci metti la faccia e se va male la colpa è degli altri? Hai una bella idea di squadra! I 5s al governo giocano a briscola, hanno in mano il due di coppe e le briscole sono denari.
        Se fossi stato all’opposizione coerente coi tuoi credo, avresti osservato le innumerevoli figure barbine di questa superaccozzaglia che da qui alle prossime elezioni faranno e saresti passato all’incasso nel 2023.
        Scusa un dubbio: jonny dio sarai mica un dipendente pubblico?
        Saluti

        Piace a 1 persona

      • Gentile, rispetto e non giudico il suo pensiero, pur non condividendolo. Per ciò che mi riguarda so di non aver votato il movimento per vederlo dentro al governo zoo di Mattarella Draghi, insieme a ladri, delinquenti e pregiudicati. Non ho votato il movimento per assistere al tradimento di valori e ideali su cui era stato fondato (per me le parole date, i valori e gli ideali sono ancora importanti). Vero che può sempre uscirne dal governo, però sino ad oggi ci sta dentro in silenzio su cosucce (ad esempio, che fine hanno fatto i ritardi sui 32 miliardi di discostanento già approvati da Conte per i ristori?). Dentro l’urna elettorale, direi che sarebbe il caso di presentare il conto ai cialtroni e voltagabbana e mandare a casa chi tradisce la nostra fiducia. Cordialità

        Piace a 1 persona

      • @ Jonny etc.
        Egregio, NON è materialmente possibile salvare la faccia e stare in un governo con Gelmini, Garfagna, Brunetta, Giorgetti. Le loro idee, i loro modi, i loro FATTI sono diametralmente opposti agli interessi degli elettori del m5s. La frittata è fatta, Grillo, Di Maio, Bonafede, Toninelli possono raccontare qualunque cosa, non li voterò più. Io, e come me tanti altri, siamo delusi e dispiaciuti, nel vedere trionfare certa gente e i loro accoliti, anche in questo blog. I peggiori, però, rimangono quegli schifosi ignavi che vengono qui solo per scherzare e sbeffeggiare e provocare ( è il loro passatempo, per propria ammissione) e NON votano. Assistono e si atteggiano agli ” scettici blu” di Petrolini.
        MVFFNCL

        Piace a 1 persona

      • Fabio c.
        Con la tua ultima frase denunci gli effetti deleteri di cui parlavo qualche giorno fa.
        A parte il pensiero fisso del risultato elettorale, che ormai è diventato fine a sé stesso, senza alcun legame col suo utilizzo per attuare le politiche, sembri una fotocopia del “liberista di sinistra”.
        Ci sarebbe da fare una denuncia per plagio…e una dialisi per eliminare le sostanze tossiche…

        Piace a 2 people

      • Io, come ho detto in passato, condivido l’idea di Jonny. Il movimento ha deciso di sporcarsi le mani per evitare che le sue vittorie fossero cancellate e pensando di vigilare sul Recovery che poteva venire riscritto da capo per quanto ne sapevano. Non credo ci sia da colpevolizzare nessuno, né quelli che sostengono il governo ne quelli che non lo hanno fatto. Hanno fatto una scelta facendo pure votare su Rousseau e ora tutti dovrebbero sostenere la strada scelta facendo fronte comune, pur mantenendo ognuno le porprie idee e dicendo anche di essere contrari ma comprendendo le scelte di ognuno.

        Piace a 2 people

      • @Jonny Dio
        Ho sempre apprezzato i tuoi commenti, notando anche che si sono un po’ diradati, ma quest’ultimo mi lascia perplesso: quand’è che “governano” i 5stelle? A me pare che, politicamente, stiano sì nel governo ma che siano diafani, impalpabili, assolutamente ininfluenti. O bisogna attendere che parta il “circo equestre” (cit. Montalb.) del Recovery per assistere a qualche presa di posizione, cosa che, viste le premesse che il governo sta già mettendo in atto, prevedo oltremodo dura?

        Piace a 1 persona

      • @ Fabio: non ho detto che da dentro si possa fare chissà che cosa, ho detto semplicemente che tutto quello che puoi fare da fuori lo puoi fare benissimo anche da dentro. Avere in mano il due di coppe forse non serve a niente, ma buttare le carte serve solo a togliere il forse. E’ troppo comodo smettere di giocare quando non si hanno belle carte in mano, per poi aggirarsi intorno al tavolo criticando e basta.
        La teoria secondo cui abbaiando alla luna dall’opposizione si assisterebbe ad un magico lievitamento del consenso può avere un fondo di verità, ma necessiterebbe innanzitutto di media compiacenti che rilancino istanze sacrosante invece che silenziarle (e qua siamo molto lontani), e comunque difficilmente porterebbe al 51% di cui necessiterebbero i 5stelle per portare avanti esclusivamente il loro programma, che è il solo modo per non venire accusati di incoerenza dai malpancisti interni (e non ci metterei la mani sul fuoco nemmeno in quel caso).
        Scusa, ma dovrebbero uscire dal Governo per passare all’opposizione, in modo da aumentare il consenso per poter così tornare al Governo, dove sono già? Più che un ragionamento, mi sembra il cane che insegue la sua stessa coda. Avrebbe senso solo se questa manovra fosse accompagnata dalla certezza di aumentare la percentuale di rappresentanti alle Camere, ma questa certezza manca, anzi, è molto più probabile che, in un caso o nell’altro, questa percentuale sia comunque destinata a scendere.
        Soddisfo la tua curiosità precisando che non lavoro nel pubblico e non sono nemmeno un dipendente (e neanche un pensionato, unica categoria degna di essere invidiata, oggi come oggi), ma in uno spazio di confronto pubblico come questo ritengo sia inutile precisare ulteriormente di cosa mi occupo, in quanto ininfluente ai fini di qualunque discorso. Diciamo che siamo simili, ma in rami diversi.
        Ricambio il saluto.

        @Davide: la madre di tutti i pilastri su cui Grillo ha fondato i 5stelle è il fatto che sia ancora possibile far politica onestamente e nell’interesse dei cittadini. Pare banale, ma è dai tempi delle goffe giustificazioni del Cinghialone di fronte al Parlamento che politica e malaffare vengono spacciati come intrinsecamente inscindibili, e da questo punto di vista non c’è stato nessun tradimento, tutt’altro.
        Sui ristori (o sostegni, che dir si voglia) hai perfettamente ragione; non conosco le cause dell’afonia pentastellata sul tema, ma certamente non è il far parte del Governo ad essere ostativo per chi volesse esprimersi sul tema, anzi: una critica feroce da parte di un alleato finirebbe con l’avere maggior peso rispetto alla medesima da parte di un oppositore (banalmente, in quest’ultimo caso apparirebbe quasi scontata).
        Se non vorrai più votarli è tuo pieno diritto, io mi permetto solo di ricordare che le raccapriccianti alternative, la cui semplice esistenza è bastata a permettere il clamoroso risultato elettorale del 2018 (e financo propiziato la nascita stessa del Movimento nel 2009) sono ancora tutte lugubramente presenti, e si fregano le mani rapaci al pensiero di levarsi finalmente dalle palle gli unici in grado di rappresentare fattivamente determinate istanze popolari, dai vecchi partiti sempre vissute come un fastidio necessario (sul quale speculare i voti dei creduloni riempiendoli di cazzate), per ricacciare le medesime nel recinto dell’astensione, dove da lungo tempo erano per buona parte state confinate.

        @ paolo diamante Roma: capisco e rispetto il tuo scoramento, ma forse chi la pensa allo stesso modo si era illuso un po’ troppo sul fatto che basti un voto per cambiare radicalmente le cose. Non è così, e non lo sarebbe nemmeno se raggiungessero il famoso 51%. Se vuoi qualcosa, a questo mondo, devi lottare per prenderla (e ancor di più per mantenerla), non puoi sempre aspettare la manna dal cielo; va detto che esistono tante forme di lotta sociale, ma hanno tutte in comune il fatto di costare fatica, mentre una croce su un pezzo di carta non costa nulla, specialmente se non ci si reca nemmeno al seggio. Lo spazio di manovra è per forza di cose limitato (io, più che lamentarmi dei precedenti governi Conte, ringrazio piuttosto per gli obiettivi conseguiti: era da trent’anni che non si vedeva nulla di paragonabile, e probabilmente non si vedrà più anche per i prossimi trenta); se e quando mai esisterà qualcuno che abbia sia la volontà che la possiilità di andare a toccare interessi tanto forti quanto stratificati, ebbene, non ci sarebbe alcuna garanzia di riuscita nemmeno in quel caso, in quanto i suddetti interessi dispongono anche dell’artiglieria pesante (le campagna denigratoria perenne vista sui media mainstream nei quasi tre anni di governi a maggioranza pentastellata sono solo la prima linea, ma il catalogo è ampio e variegato, si arriva fino alla bomba di piazza).
        Sono d’accordo col tuo giudizio sugli ignavi, in effetti quando non si è d’accordo con nessuno degli schieramenti la cosa giusta da fare è recarsi comunque al seggio e annullare la scheda, fregarsene per poi lamentarsi è troppo comodo.

        @ Anail: non so se Fabio ne fa parte, ma non posso che concordare con quanto dici sul voto fine a sè stesso, che è più evidente nei sostenitori di altre parti politiche ma rimane la base del concetto di elettore-tifoso, che ritengo quanto di più deleterio per una democrazia che voglia dirsi sana.

        @ Asdrubale: ben detto, la cooperazione è alla base del risultato, se ognuno vuole sempre dire la sua va bene, ma questo deve essere sempre e solo funzionale al confronto, dopodichè le scelte si rispettano, avendo ben presente che sono soprattutto quelle indigeste a rappresentare quella che, in una coppia, potresti definire “la prova d’amore” (solo quelle che la superano sono destinate a durare), è assurdo e rivelatore il volersi impuntare ulteriormente.

        @ Fos: La mia opinione è che se i 5stelle sono “diafani, impalpabili” eccetera ora che sono al governo, lo sarebbero parimenti (se non di più) qualora decidessero di passare all’opposizione: come ho spiegato, al momento non vedo nulla che potrebbero fare rimandendo al Governo che non potrebbero fare anche se ne uscissero. Se hai un esempio che soddisfa questo requisito, favoriscilo: a me non ne viene in mente neanche uno. E’ pur vero che, finora e checchè se ne dica, la linea governativa è stata di sostanziale continuità col tanto esecrato predecessore, per cui se, proprio devono fare un gesto plateale, almeno che abbiano l’orgoglio di farlo in nome di qualcosa: ora come ora, uscire così, sulla base di nulla che non sia il pregiudizio (per quanto giustificato ) sulla figura di Draghi, non avrebbe alcun senso (allora non sarebbero dovuti entrare, ma, come ho spiegato sopra, il dibattito c’è stato e una decisione è stata presa).
        Come ho già avuto modo di esprimere, sono in un periodo di salutare decompressione, per questo sono meno assiduo da queste parti e spesso in modalità di sola lettura, ma col cuore ci sono sempre.

        Saluti a tutti.

        Piace a 1 persona

  6. Con il senno di poi, proprio così sicuri che la Brexit, tanto criticata, nel caso delle vaccinazioni per tempi e modalità non sia un vero e proprio colpo di fortuna?
    Io un po’ di invidia verso i perfidi inglesi la provo …

    "Mi piace"

  7. Nel caso specifico penso sia stato giusto sospendere : che altro fare infatti se la maggior parte dei paesi europei blocca il vaccino? Andare avanti ? Molti si rifiuterebbero di farlo,caos e polemiche.Piuttosto ci sarebbe da valutare la strategia del silenzio di Draghi,questo sì è scandaloso…poi tutta la colpa sarà di Speranza, e a proposito di restare o uscire non capisco proprio cosa ci faccia LEU li in mezzo…

    Piace a 1 persona

  8. L’errore di fondo è considerare la medicina una scienza esatta, deterministica.

    I dottori invitati in Tv o che scrivono sui giornali lo dovrebbero dire per onestà intellettuale.

    Siccome non la medicina non è una scienza esatta, perché ogni organismo raggiunge un suo equilibrio diverso dagli altri, scoprire la causa certa della morte di un vaccinato è impossibile e tutte le autopsie diranno che non c’è nessun legame tra la causa della morte e vaccino.

    Il legame morte-vaccinato potrebbe venir fuori solo in modo statistico, se nei tanti modi di morire i vaccinati muoiono o per trombosi o per embolia.
    E questo purtroppo è accaduto.
    L’AIFA, Oxford tengono conto dell’autopsie, i media dovrebbero tener conto della statistica:

    1 morto innocente su un milione non è accettabile, ma nemmeno su un miliardo.

    "Mi piace"

  9. M.T ha tutte le ragioni per essere sarcastico nei confronti di questo governo e io come tanti contivido pienamente la sua posizione.Ma ,c’è un piccolo ma: Conte non ha preso le distanze dall’assembramento governativo,anzi,con Grillo e i “big” del movimento ha deciso di sostenere Draghi ed è quello che sta ancora facendo,pur assistendo a tante nefaste iniziative senza parlare,senza criticare, senza esistere. Perchè tutto ciò ? La faccenda si copre sempre più di mistero.

    Piace a 2 people

  10. L’Italia si è dimostrata ancora una volta (con questi governi, meno con i Governi Conte dove davvero ha fatto da avvocato difensore) il vagone a rimorchio.
    Appena la Germania ha deciso di sospendere la somministrazione del vaccino Astrazeneca si è adeguata e con il governo delle giravolte anche l’INFORMATORE UNICO.
    Alla faccia della fiducia nel DICTATOR (il meglio del meglio), da toccarsi appena appare anche solo in foto.

    "Mi piace"

  11. Non ricordo, almeno a memoria personale, un editoriale di Travaglio fatto di sole virgole e di un unico punto. Tolti quelli delle ultime frasette di “ravvedimento” ed un punto esclamativo per un comando militare, il fondo risulta composto da un unico lunghissimo periodo. È come se l’avesse scritto in apnea, tutto d’un fiato. Sintomo di una incazzatura senza pari. E ne ha ben donde!

    Piace a 3 people

    • Sai che, incredibilmente, non ci avevo badato?
      Voleva probabilmente rendere l’idea del continuo vociare, della tiritera senza soste contro Conte, durata per tutti questi mesi… ed è stato tanto efficace e realistico che il pezzo suonava del tutto normale.
      Un’unica infinita “sinfonia”, che siamo così abituati a sentire da non coglierne nemmeno il monotono susseguirsi di ‘note’ … il sottofondo musicale che ha accompagnato lo scorso governo, purtroppo.
      Senza alcun senso, senza alcuno scrupolo, solo accuse e virgole, senza punti, ché se ci si sofferma, si rischia di pensare.

      Piace a 2 people

  12. Questa CULONA sarebbe il meglio dei 5 stelle in Lazio? O forse dovremmo dire 5PD.

    Roberta Lombardi
    12 marzo alle ore 11:44 ·
    ⏩AL GOVERNO PER IL LAZIO DEL 2050
    Oggi è stato ufficializzato l’ingresso del MoVimento 5 Stelle al Governo della Regione Lazio con due Assessorati, di cui uno del tutto nuovo, guidato da me, alla Transizione Ecologica e alla Trasformazione Digitale, sulla scorta di quanto già realizzato a livello nazionale su proposta del nostro garante Beppe Grillo con il Ministero della Transizione Ecologica, per avviare in Italia la cosiddetta “Rivoluzione MiTE” con un orizzonte al 2050.
    Ho voluto fortemente che questa rivoluzione avesse una sua struttura di riferimento anche nel Lazio per poterla declinare in maniera più capillare sui territori in base alle loro specificità e agli input che finora mi hanno trasferito e continueranno a trasferirmi nel lavoro di ascolto.
    La pandemia covid, oltre a fare il ‘tagliando’ al nostro Sistema Paese facendo emergere – dalla sanità ai trasporti fino alle pari opportunità – ciò che non funziona, ci ha insegnato che il passaggio evolutivo di cui l’essere umano ha più bisogno è imparare a stabilire un’osmosi con il proprio ambiente e che il gesto di un singolo può avere effetto solo se è parte di una totalità di gesti.
    Il mio impegno parte dal voler dare risposte concrete, tramite un nuovo modello di sviluppo sostenibile, alla sofferenza di tutte quelle comunità locali che negli anni più di altre hanno pagato, in termini di costo ambientale e di salute pubblica, le scelte di una politica che non ha avuto la capacità o il coraggio di una visione di lungo termine, soprattutto rispetto alle tragiche ricadute delle proprie scelte presenti.
    Per questo anche nel Lazio la Transizione Ecologica deve guardare al 2050: ogni decisione presente è giusta ora solo se lo sarà anche per le generazioni future. “Non abbiamo un Pianeta B!”: è lo slogan che rende bene l’idea del rischio a cui andiamo incontro, quando parliamo di crisi climatica e ambientale.
    Anche nel Lazio, quindi, l’obiettivo dev’essere la totale decarbonizzazione al 2050: questo, nel concreto, vuol dire in primis riconversione in chiave ecologica delle filiere produttive esistenti, salvaguardando e valorizzando le eccellenze dei nostri comparti industriali; investimenti e incentivi per l’efficientamento energetico e le energie rinnovabili, quali ad esempio l’idrogeno verde a cui è dedicato l’intergruppo costituitosi proprio su nostra proposta in Consiglio regionale; reddito energetico, a cui è dedicata una proposta di legge a mia prima firma attualmente in discussione alla Pisana; comunità energetiche, istituite e finanziate su mia proposta.
    Questi sono solo alcuni dei risultati che come MoVimento 5 Stelle, già dai banchi dell’opposizione, siamo riusciti ad inserire nell’agenda politica di Governo all’insegna di quel dialogo sui temi che ho promosso apertamente sin dal mio primo intervento in Consiglio regionale, nell’11 aprile 2018, nella seduta d’insediamento di questa legislatura.
    Non solo: il Lazio al 2050 deve puntare su mobilità sostenibile, economia circolare, piani di mitigazione per il dissesto idrogeologico, semplificazione e digitalizzazione dei processi e della burocrazia a beneficio dei cittadini e delle imprese, già esistenti o di quelle nuove che nasceranno grazie al nuovo indotto.
    La Trasformazione Digitale fornirà quindi una parte importante degli strumenti e delle infrastrutture che dovranno affrontare questo processo di rinnovamento, a cominciare dallo sviluppo della banda ultra larga sui nostri territori fino a quello dell’Agenda Digitale Regionale.
    Ringrazio di cuore sin da ora tutti coloro che vorranno far parte del #Lazio2050 e mi aiuteranno a portare sui nostri territori, a beneficio delle comunità e delle economie locali, le nuove possibilità della Transizione Ecologica e della Trasformazione Digitale.
    #Lazio2050

    Roberta Lombardi
    20 h ·
    ➡️ Siamo e saremo sempre il motore del Cambiamento nel Paese: tra le tante sfide che ci attendono, ne abbiamo una che non possiamo più rimandare, ovvero quella di accompagnare la nostra regione e l’Italia verso un futuro sostenibile per le persone e per il Pianeta, avviando la Transizione ecologica dei territori, della nostra economia e dei sistemi produttivi, in sinergia con il Ministero della Transizione Ecologica.

    "Mi piace"

  13. Capisco che tranne che per qualche cerebroleso alla gazza, questo sia un blog abbastanza serio, ma a nessuno viene in mente che Astrazeneca sia Inglese e fitse dua fastidio a qualcuno?

    "Mi piace"

  14. Già, esseri totalmente amorali…17 MAR 2021 18:30
    “IL MESE GIUSTO PER CHIUDERE ERA SETTEMBRE. MA C’ERANO LE ELEZIONI” – LUCA RICOLFI: “LA VANITÀ DI CONTE E SPERANZA, CERTIFICATA NEL LIBRO CHE HA DOVUTO RITIRARE DAL COMMERCIO PER LA VERGOGNA, È COSTATA MIGLIAIA DI MORTI” – “UNA VOLTA CONCESSA AL VIRUS UNA PRATERIA IN CUI SCORRAZZARE, IL CORTESE LASCITO DEL GOVERNO DI GIUSEPPE CONTE, NON SI POTEVA FAR ALTRO CHE CHIUDERE. ANZI, SI DOVREBBE CHIUDERE ANCORA DI PIÙ E MEGLIO…”

    https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/quot-mese-giusto-chiudere-era-settembre-ma-39-erano-264216.htm

    "Mi piace"

    • Bruna, va bene leggere Dagospia, ma un minimo di senso critico dovresti sempre averlo. Di quali praterie parla se si è avuta una costante, anche se lenta, riduzione dei contagi fino a fine Gennaio?

      "Mi piace"

  15. Lombardi che si preoccupa delle pari opportunità dopo aver massacrato per anni Virginia Raggi sia politicamente che come amministratrice, sia apertamente, e glielo riconosco, che sotto traccia, con truppe cammellate nelle sempre più diradate occasioni di incontri sui territori

    "Mi piace"

  16. E per fortuna che Travaglio Fido continua a sostenere che questo governo sia in perfetta continuità con quello Conte, quello che aveva dato le chiavi del governo in mano dei galoppini dalemiani! Ci ha messo due minuti a fregarsene anche di un mammasantissima com d’Alema e dei suoi oscuri ricatti interdizionali!

    17 MAR 2021 19:06
    L’EPURAZIONE DEI “D’ALEMA BOYS” – COME DAGO-ANTICIPATO, DOPO AVER FATTO FUORI ARCURI E GUALTIERI, MARIO DRAGHI HA MESSO NEL MIRINO GLI ALTRI FEDELISSIMI DI “BAFFINO” – TRABALLANO IL PRESIDENTE DI “WEBUILD” DONATO IACOVONE E QUELLO DI SACE, RODOLFO ERRORE – LA RETE DI “ERNST & YOUNG”, NOTO COME “CLUB DEI COMMERCIALISTI ROSSI”, DOVE “DALEMIX” È PRESIDENTE DELL’ADVISORY BOARD

    https://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/rsquo-epurazione-quot-rsquo-alema-boys-quot-ndash-come-264193.htm

    "Mi piace"

  17. E’ una cosa invereconda che di tutti questi commentatori che “pascolano” su questo blog nessuno che abbia rimarcato la scorrettezza di Travaglio che cerca di adombrare l’ipotesi che in questo frangente il suo beniamino, Conte, si sarebbe comportato diversamente non sospendendo i vaccini . Eh già, ci siamo gia dimenticate le volte che adduceva la ragionevolezza delle scelte di Conte sulla base del fatto che analoghe iniziative erano prese fa altri Paesi Europei. Adesso che ben 16 stati europei sospendono il vaccino fa lo “splendido” con il sarcasmo della vedova allegra, privata del suo beniamino. E questo sarebbe il miglio giornalista del pianeta.? Aridateci Emilio Fido!!!

    "Mi piace"