Di Battista saluta tutti: “Mi faccio da parte”. Ma non guida i ribelli

(di Paola Zanca – Il Fatto Quotidiano) – Lo dice in cucina, alle spalle ha una presina natalizia, lascito dei giorni in cui la crisi era iniziata, ma Giuseppe Conte era ancora al governo e lui, se tutto fosse finito con un semplice rimpasto, era pronto a entrare al governo: “Stavolta non ce la faccio”. Alessandro Di Battista “d’ora in poi” non parlerà più “a nome del M5S”. Rispetta l’esito della votazione, ma non sarà tra quelli che si siedono al governo con Berlusconi: “Non riesco proprio a superarla”, dice, evidentemente provato dalla fine “di una storia d’amore”. “Mi faccio da parte”, annuncia e lascia aperta solo una porticina: “Se mai la mia strada dovesse di nuovo incrociarsi con quella del Movimento, vedremo…”. Però già li chiama “ex colleghi” e già ringrazia Beppe Grillo che gli ha “insegnato a prendere scelte controcorrente”. Se ne va con “grande dolore”, lo stesso che esprime un altro veterano come Max Bugani, ancor prima che il voto dica che i 30 mila contrari al governo Draghi sono stati battuti dai 44 mila che hanno seguito la linea dei leader: Beppe Grillo, Luigi Di Maio, Giuseppe Conte. Davide Casaleggio, laconico come sempre, è “contento” che la sua “democrazia digitale” abbia funzionato anche stavolta. Ma anche lui, come noto, era contrario all’abbraccio con Mr. Bce.

È una cesura irreversibile, probabilmente il vero giro di boa dei 5 Stelle, che pure in questi anni al governo hanno cambiato idee, rivisto dogmi, digerito bocconi amarissimi. E adesso sono arrivati a scegliere di entrare nel governissimo con i nemici di sempre. Ha provato, anche Di Battista, a istituire la terza via, quella “astensione” che avrebbe salvato l’anima ed evitato scossoni. Ma il quesito è rimasto secco: sì o no. È a lui che Luigi Di Maio si rivolge quando parla di “egoismi e personalismi” e della “propaganda” che è stata sconfitta. Sconfitta sì, ma certo difficilmente liquidabile, visto che ha toccato “quota 40”, mentre nella maggioranza delle votazioni tenute fin qui, la “minoranza” è sempre rimasta confinata tra il 20 e il 30 per cento.

Il nodo quindi è tutt’altro che superato. E tutti si aspettano smottamenti all’interno dei gruppi parlamentari. Perché adesso che il via libera degli iscritti è arrivato, Vito Crimi ricorda a tutti che è “vincolante”: tradotto, bisogna votare la fiducia, altrimenti – recita lo Statuto – sarà espulsione.

Quanti se ne andranno? I più cinici dicono che alla fine saranno “al massimo due o tre”. E in effetti, le prime dichiarazioni dei dissidenti più noti non sembrano andare nella direzione dell’addio. Molti, va detto, avevano già ammorbidito le loro posizioni prima che arrivasse la certificazione del notaio. Anche perché non hanno saputo resistere al richiamo di “Beppe”. Il presidente dell’Antimafia Nicola Morra, per dire, ha fatto appello per un voto “libero”, ma pure apprezzato il riferimento di Grillo a Platone (“Non conosco una via infallibile per il successo, ma una per l’insuccesso sicuro: voler accontentare tutti”). Barbara Lezzi resta “convintamente” all’opposizione della “accozzaglia”. Elio Lannutti non cede a “Goldman Sachs” ma accetterà “il risultato”. Poi ci sono i 13 parlamentari che hanno firmato l’appello contro il voto e ora evocano la scissione: “Non ho partecipato e non mi ritengo vincolato”, dice il senatore Mattia Crucioli. Idem Pino Cabras: “Per me è vincolante il voto di 11 milioni di persone che non volevano quei governi in cui ora ci impelaghiamo”. “Non hanno un leader”, li liquidano. Almeno per ora.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

39 replies

  1. Riprovo in questo topic. Vediamo se passa.

    La fine prevedibile di un’organizzazione “disorganizzata”.
    Senza un precedente interno che abbia potuto fungere da esempio, senza un regolamento che prevedesse una carriera interna di crescita, partendo OBBLIGATORIAMENTE dal basso, si è lasciato spazio a personaggetti ambiziosi o dall’ego smisurato, proporzionali alla loro ignoranza.

    Si sono arrampicati al vertice quelli più capaci di gestire l’emozione davanti ad una telecamera o al microfono in una piazza piena. Insomma dei BURATTINI funzionali al burattinaio dietro le quinte che li manovra. Ma erano e sono veramente i migliori tra tutto il mazzo a disposizione?
    Oggi quelli più anarchici ed esibizionisti, caratterialmente indisciplinati, disobbedienti a qualsiasi rispetto delle regole condivise, si riprendono COME SEMPRE la scena per imporre il proprio punto di vista.
    E comincia a crollare L’IPOCRISIA del volemose bene di facciata. Ognuno pensa al proprio tornaconto.
    E si procederà verso una spaccatura e prevedibile SCISSIONE, come successo al gruppo nel parlamento europeo, che annienterà un movimento già in crisi di consenso e credibilità da unito.

    Ripropongo le critiche di questo Matt, che pare tanto un’eletto infastidito dai continui attacchi del Dibba.
    E condivido perchè il falegname fallito si è prodotto esclusivamente in distingui pro domo sua.

    Matt Penikas
    GLI ULTIMI 3 ANNI DI AlessandroDi Battista
    1) Dopo le elezioni del 2018 Dibba se ne va in giro per cose sue
    2) Torna a Dicembre 2018 e lo ritroviamo in ritiro con Si Maio perché, dopo soli 6 mesi di governo, il M5S era già in calo
    3) Prova a dare una mano per le Regionali 2019. Si fa solo qualche incontro in Abruzzo (Se ricordate in uno di questi rimproverò anche il pubblico). Il M5S perde in Abruzzo. Dibba scompare.
    4) Riappare la sera della sconfitta alle Europee 2019, chiedendo scusa a Di Maio per averlo lasciato solo
    5) Pubblica un libro che fa incazzare Di Maio e gli altri eletti
    6) Lo ritroviamo ad Agosto 2019. Dopo il tradimento di Salvini lui è contrario alla decisione presa DEMOCRATICAMENTE dal M5S di fare un accordo col PD. Come già fatto in passato, invece di dare una mano, scompare.
    7) Lo ritroviamo a Gennaio 2020. Il M6S ha appena espulso Paragone. Ebbene, Dibba prende le difese di Paragone. Dopo due settimane Di Maio si dimetterà (Da Capo politico) a causa dei veleni interni.
    8) Senza mai dare una mano a diffondere quel che il M5S stava realizzando, Dibba trama con alcuni eletti e comincia a picconare il M5S a suon di attacchi, prima generici, poi addirittura personali.
    9) Parlamentari della sua corrente cominciano a tradire il M5S, ma solo dopo aver gettato fango e veleno sul M5S usando le critiche assurde propalate dal Dibba.
    10) La situazione non migliora, Dibba non dà mai una mano a diffondere le cose buone fatte dal movimento 5 stelle e riesce persino a rovinare il giorno della conferma dei 209 Miliardi del Recovery Fund.
    11) Dopo il tradimento di Renzi, riappare dal nulla e, dopo aver picconato e sgretolato il M5S ci fa sapere, bontà sua, che il M5S adesso è compatto. Ovviamente è una balla, visto che lui non ha fatto altro che spaccare il M5S. Infatti, tempo alcuni giorni, ripartono le divisioni interne.
    12) Conte si dimette. Mattarella nomina Draghi. E coì come sempre, riappare il Dibba che, senza mai nominare tutti i grandi successi del M5S al governo, riprende a picconare sulla scelta di entrare nel governo Draghi.
    13) Così come aveva già fatto in passato, adesso che il M5S ha scelto democraticamente, lui scomparirà, anche se la butta sul Melodrammatico con “Mi faccio da parte”. Ma che significa “Da parte” se lui, in tre anni, non solo non ha dato una mano ma ha fatto danni?
    ————–
    Scrivo questo breve sunto storico con tanta tristezza nel cuore per ciò che Dibba è stato, e con tanta amarezza per quello che Dibba poteva fare in questi 3 anni AIUTANDO il M5S. Ma lo scrivo anche con la determinazione di chi sa che il M5S non potrà mai migliorare se non si eliminano questi veleni interni, questa propaganda nociva-
    Quindi auguro ad Alessandro Di Battista una vita serena e felice, ma gli chiedo, visto che ormai non è capace ne di dare una mano ne di accettare decisioni democratiche di LASCIARCI IN PACE.
    IN ALTO I CUORI
    💓⭐⭐⭐⭐⭐💓

    Piace a 1 persona

    • @Jerome B.
      la scrittura della storia é appena iniziata…!!!
      vedremo chi avrà avuto ragione alla fine dell’ennesima giostra inciuciara… con cui si spartiranno le spoglie del paese, prima che arrivino le banche e i banchieri a predare la nazione come hanno fatto con la grecia…!!!
      tanto i salviniani, i berlusconiani, i renzusconiani, i zingarettiani, dimaiani e altri “(i)ani” traditori, che han rubato e portato il gruzzolo all’estero, non avranno nulla da temere e, certamente, non finiranno nelle fauci del naziliberismo che hanno coltivato premurosamente…!!!
      ma forse stò dialogando con uno che tifa affinché tornino le “classi sociali” di settecentesca memoria…!
      auguri…

      "Mi piace"

      • Io voglio capire solo una cosa.
        Molti fra voi duri e puri sono rimasti delusi e parlano di fine del M5s.
        Io sarei D’ACCORDO. A patto che vi sia coerenza fra parole e azioni.
        SI DIMETTERANNO I PERDENTI?
        Fonderà no un loro nuovo partito?
        Resteranno in questo che ha permesso loro di svoltare nella vita per distruggerlo dall’interno??
        Soprattutto vorrei capire verso quale piatto della bilancia si posizione ranno e vi posizione rete in futuro.
        La propaganda che non esistano destra e sinistra È UNA BUFALA.
        Se volessi prendere come riferimento dei valori morali, etici, di esempi passati, emergerebbero notevoli e palesi differenze.
        Cos’è stata la Destra italiana nell’ultimo quarto di secolo sotto la guida del nano mafioso e piduista?
        Leggi criminogene per salvarlo dai processi e che hanno pesantemente impattato sulle conseguenze penali e civili per chi facesse ricorso alla giustizia.
        Condoni di ogni tipo per chi si comportasse in spregio di comuni regole di convivenza civile.
        Missioni di guerra costose e sanguinose.
        Finanze pubbliche fuori controllo con continuo riemergere di rischi default (aka bancarotta).
        Lega ladrona, Forza mafia e fratellini di Taglia, sono infarciti di pregiudicati a cui danno ospitalità.
        Eppure, per uno squallido messaggio di prepotenza nazionalistica e razzismo, continuano ad attrarre consenso.
        È inutile restare a spiegare i crimini commessi nella regione Lombardia da una scellerata gestione della giunta regionale di DESTRA, in prosieguo dei crimini di Formigoni e Marconi.
        Parlamentari nazionali, europarlamentari, consiglieri regionali e comunali ogni volta che hanno abbandonato il M5s sono atterrati in quell’area. Seguendo e trascinando gli elettori.

        Parlate parlate, ma il Dibba duro e puro è sintonizzato sulla stessa linea di Paragone che vuole seguire l’esempio inglese, abbandonando la UE e l”Euro.
        Ma c’ è stato qualcuno che abbia fatto notare che A GENNAIO 2021 L’EXPORT BRITANNICO VERSO L’EUROPA È CROLLATO DI OLTRE IL 60%?
        LUI, il Dibba, ama parlare di massimi sistemi, tanto per sbarcare il lunario nella vita reale conta sul posto da parlamentare parassita che strepitato senza alcun contatto e proposte pragmaticamente attuabili.
        Abbandonerete il M5S per tornare a casa, a Destra, nelle fogne della storia, in cerca di opportunismo come fa il capitone sciacallo.

        Piace a 1 persona

  2. Si dice che il voto è democrazia, ma fino a che punto si puo accettare tale domacrazia?
    Perche una cosa è un compromesso politico, altra cosa è tradire tutto cio x cui si è vissuto e combattuto,
    Bene ha fatto il Dibba, preso atto che il mv non è piu il mv del cambiamento ma è diventato esattamente come tutti quelli che doveva combattere, se ne dissocia,

    "Mi piace"

  3. ma caro dibba… non cosi’… dovresti dire: “siamo la piu grande frode mai perpetuata verso il popolo italiano”, quello sarebbe un discorso rispettabile… ormai hai perso credibilita anche tu tesoro. e quel 60 per cento che appoggia un governo draghi, e a cui e’ piaciuto il conte 2, evidentemente o avevano votato 5 stelle cosi’ a caso, o avevano intuito la vera natura dell’elevato e dei suoi e allora hanno votato per questo cavallo di troia in consapevolezza

    "Mi piace"

  4. “È a lui che Luigi Di Maio si rivolge quando parla di “egoismi e personalismi” e della “propaganda” che è stata sconfitta.”

    Ma anche non ce l’avesse con lui e non ce l’avesse con nessun parlamentare, ma si può parlare di propaganda sconfitta in un momento del genere? Ma certi non farebbero meglio a chiudersi dentro casa e a non parlare più come facevano all’inizio?

    "Mi piace"

  5. Cito una frase che ripete spesso Scanzi (non sua) la politica è “sangue e merda”-
    Sangue perchè a volte ti fa ribollire il sangue e merda perchè ti puoi trovare spalla a spalla con la merda e sentirne da vicino l’odore…
    Secondo me è sbagliato tirarsi da parte, il Dibba da me molto apprezzato durante la campagna elettorale, ha fatto una serie di errori di strategia dopo la vittoria del M5S:Prima di tutto tirandosi da parte dopo aver combattuto su tutte le piazze, e andandosene a fare un giro per il mondo, reclamando forse in seguito un posto nel Movimento, visto che aveva fatto solo un anno di legislatura…Facendo così dimostra solo di saper stare bene sulle barricate, ma bisogna anche governare per portare a casa le promesse che la gente che ti ha votato si aspetta. Caro Dibba te lo dico con rincrescimento per la simpatia che provo per te, ma rischi di fare il Turigliatto della situazione. Peccato!
    L’idea delle due legislature è un vulnus per il Movimento. Degli iscritti che sono entrati in parlamento, alla fine del primo anno molti se ne sono andati nel gruppo misto a prendersi lo stipendio intero e fanno i battitori liberi-
    Chi segue il movimento si affeziona ai propri parlamentari e questi da parte loro perchè dopo aver acquisito esperienza dovrebbero lasciare il posto ad altri senza esperienza e magari meno onesti e capaci?
    Se il movimento non evolverà in un partito scomparirà, come succede in natura una volta cresciuti si deve fare gli adulti…

    Piace a 1 persona

    • Lassa perde.
      Due mandati sono pure troppi per certi emeriti straccioni assurti a statisti.
      Ad esempio con la pandemia si è inabissata la Taverna. Una delle più ferventi NO Vax che invitava a seguire, come terapia alle malattie dell’infanzia, morbillo, parotite, rosolia, varicella etc. Le ammucchiati fra bambini.
      Ora ha miracolosamente scoperto l’utilità dei vaccini.
      Ma vogliamo parlare del sottosegretario Carlo Sibilia e dei suoi complottismo? Un Ciampolillo che è riuscito ad arrivare alla fine.
      E della Castelli che si permette di contestare un economista del Fondo Monetario Internazionale come Padoan uscendosene con un “Questo lo dice lei”, perché incapace di contrastare i freddi numeri esposti?
      Lasciandolo stupefatto e interdetto per tale esibizione di plateale e rivendicata ignoranza. 😂😂😂😂😂 Quello si guardava attorno smarrito chiedendosi dove fosse capitato o se fosse uno scherzo organizzato 🤣🤣🤣🤣🤣
      Ok le buone intenzioni, ma tra 60 milioni di persone non possiamo scegliere chi guidarci tra una massa di inconcludenti falliti.
      Il curriculum personale ha perso peso e ci si orienta scegliendo chi sa vendere meglio se stesso e le supercazzole che offre.
      Questo discorso andrebbe esteso innanzitutto al nano mafioso, poi al capitone sciacallo e alla fascio coatta perecottara a rotelle.

      "Mi piace"

      • Jerome, la regola dei due mandati NON OBBLIGA a mantenere al loro posto i parlamentari incompetenti (ci saranno le elezioni, prima o poi, no?), ma COSTRINGE a mandare a casa anche quelli che hanno fatto bene, con competenza e onestà, ed induce a giochini strani…

        "Mi piace"

  6. Certo che i cerebrolesi avranno da criticare le scelte di coerenza del Dibba,
    Ma altrimenti che cerebrolesi sarebbero, personaggetti nati e cresciuti nella melma, nell’inganno, nella disonesta, che essa sia intellettuale morale e penale fatta di giravolte ruberie mistificazioni appropriazioni indebite, tradimenti verso la loro patria, svendita di sovranita, personaggi il cui unico scopo e capacita è l’interesse personale, partendo da mortadella, draghi, mottarella, gargamella bersani, bertinotti, baffino, napolitano, berlusca, bossi, meloni, gigino o bibitaro, grillo, e tutto il bestiario che da oltre 50 anni pascola a spese del contribuente nelle stanze del potere romano senza arte ne parte se non quella di fottere,
    E se la devo dire tutta, è stato quasi un bene che abbiano vinto i si del mv, che equivale a togliersi la sete con il prosciutto,
    Ciò ha dissipato anche gli ultimi dubbi e l’attaccamento alla mia terra d’origine, x gli italioti itagliani non servono ideali ed onestà, servono capi mafia cattivi e spietati, un popolo di voltagabbana ladri, truffatori e traditori, sempre schierati con la famiglia mafiosa piu potente,
    Piu sono infidi, incapaci, truffatori ladri piu sono amati,
    Buona grecia a tutti,

    "Mi piace"

    • Il FASCIOLEGHISTA che accusa tutta l’Italia di essere merda, perché non è alla sua…BASSEZZA.
      Resta FUORI e non parlare con nessuno, ché potrebbero prenderti per l’italiano tipo.
      Che brutta figura ci faresti fare!

      "Mi piace"

    • @ Ale cagliostro
      Tra ” tutto il bestiario che da oltre 50 anni pascola a spese del contribuente” perché non citi anche la coatta pesciaiola ? Cos’è una dimenticanza o una resipiscenza studiata ! Così tanto per sapere, e a conferma, di quale credibilità attestarti !

      "Mi piace"

  7. Adesso sta a vedere che è colpa di Di Battista se sta banda di pippe con il 33% dei consensi si sono fatti mettere sotto schiaffo, prima da uno col 17% e poi da uno col 3%
    Ammettere che i 5 stelle hanno dimostrato limiti di capacità politica enormi nooo?
    Matt Pennikellas?
    Non sono stati in grado nemmeno di realizzare come si deve la loro misura bandiera come il reddito di cittadinanza e le politiche sul lavoro.
    La Castelli disse in TV che i centri per l’impiego li avrebbero riformati in 6 mesi 😀
    Ma non è meravigliosa? Non si sa se fosse ingenua o paracula…
    I navigator (non si possono chiamare navigatori perchè sennò non fa smart loro che volevano riportare la lingua italiana centrale) non sona mai decollati perchè a capo dell’ANPAL hanno messo l’unico cervello in fuga che non sarebbe dovuto rientrare in Italia.
    Quello che si faceva i viaggi in prima classe per il mal di schiena.
    La riforma della giustizia al palo, nessuno sa il perchè.
    Perchè anche se gli altri partiti glielo abbiano impedito, si ritorna al discorso di prima, perchè non lo hanno denunciato?
    A riprova che si sono invigliacchiti per il quieto vivere, non sapendo fare politica e non avendo saputo coinvolgere ne la base ne gli elettori nei processi, cosa che invece sapevano fare prima quando erano all’opposizione proprio con i Di Battista di turno.

    Fraccaro è diventato un Richelieu quello che doveva tra le altre cose tagliare gli sprechi è il padre del bonus 110%
    Bonus che non sta utilizzando nessuno perchè è un delirio burocratico, loro che con Grillo in testa, prendevano in giro come erano scritte le leggi e promettevano semplificazione.
    Tutte le leggi che hanno fatto sono complicate come e più di prima.
    Il motivo è semplice non le scrivono loro perchè non sono capaci, le fanno scrivere da quei tecnici che appunto hanno contribuito alla eccessiva complessa burocratizzazione della nazione.
    Bizantinismi come sempre.
    Non avendo cultura politica amministrativa non sapendo da dove cominciare si sono affidati agli stessi tecnici di sempre.
    Ma cosa vuoi rivoluzionare con gente cosi?
    Nomine RAI fallimento su tutta la linea nemmeno una azzeccata per sbaglio.
    Nomine o per meglio dire riconferme nelle società partecipate dello stato, che fanno gridare allo scandalo.
    Comunicazione politica ai livelli di LEU e ho detto tutto.
    Supercazzolari come Crippa in ruoli di rilievo invece di mettere gente sveglia con la battuta pronta in grado di contrastare le boiate di Renzi e Salvini.
    La Ruocco nel Conte2 è passata da avere la presidenza alla commissione bilancio a quella sulle banche… un affarone !! Hahaaha
    Ma vi rendete conto che sono veramente degli scappati, non so da dove, magari dalla realtà…

    Però aho! È colpa di Di Battista per 3-4 uscite in 3 anni e perchè non ha dato una mano ha diffondere le grandi gesta dei penta rincoglioniti.
    Roba da matti

    "Mi piace"

    • “Comunicazione politica ai livelli di LEU e ho detto tutto.”: ahahahah… Ciliegina LUCI-FERA (a proposito di demòni…) ciàpa e porta a casa! AHAHAH…

      "Mi piace"

      • Ma VAI A CAGARE COGLIONE SCN
        Dovrei sentirmi toccata dalle cose che scrive uno mai visto e mai condiviso?
        Dice un sacco di fesserie, quella non è che una delle tante.
        Ovviamente tu cogli SOLO ciò che puoi usare per colpire chi ti contrasta.
        VIGLIACCO AMANTE DEL FANGO, DEL BUIO E DEL MALE.
        VAMPIRO. VADE RETRO.
        Devi essere proprio UN CESSO per essere così avvelenato contro tutto ciò che ti SVELEREBBE al mondo.

        "Mi piace"

      • …Inoltre, “Dovrei sentirmi toccata dalle cose che scrive uno mai visto e mai condiviso?”: come fai a non aver MAI condiviso uno MAI visto? È con queste perle di LOGICA che saresti arrivata “uno” al mitico concorso degli 11mila, per cui ti avrebbero pregato di entrare a far parte del MENSA?

        "Mi piace"

    • Stefano dire i 5s hanno dimostrato limiti di capacità politica enorme noo….
      Io sono molto tardo :è tutto casuale che Di maio diversi mesi fa è stato beccato a casa di Draghi?
      È tutto casuale che conte cade in un golpe e qualche ora dopo, tutti d’accordo a sostenere Draghi ( scusi sig. STEFANO è lo stesso di cui sopra)
      Io sono all’oscuro, e molto molto deluso per la scelta di grillo, ma come si chiama questa
      Incompetenza, casualità o lungimiranza,
      E siccome ne sa molto più di me ( non credo assolutamente alla casualità)
      Può dirmi il motivo della visita e di cosa hanno parlato?
      Saluti

      "Mi piace"

      • Stefano ho continuato a leggere il tuo post, perché scrivi un sacco di cazzate: il 110% non lo prende nessuno perché è un rebus di burocrazia?
        Cosa sei andreaex sotto false spoglie?
        Il decreto bersani ( febbraio 2007) ha visto il suo splendore primavera 2009, ed avendo girato per due anni ti posso dire quanta freddezza iniziale da parte degli imprenditori,
        Da ottobre 2020 a casa mia succede che non sono io a vendere il prodotto, ma sono gli studi tecnici subissati di telefonate, in questo momento, molti amici geometri, architetti e ingegneri stanno sorridendo a 56 denti
        Non si era mai visto un successo immediato creato subito dopo l’approvazione!!!! Certo per fare i lavori c’è necessita di avere le carte in regola, sei invidioso perché stanno lavorando gli studi tecnici? E no tu che fai i lavori?
        Adesso a casa mia il problema non è più la burocrazia, ma le banche che invece di 1 mese per ok, sono a tre mesi, dalle troppo richieste.
        È vero come dice tal Andrea, io vivo nel mio mondo che non è il tuo.
        Saluti

        "Mi piace"

    • Stefano ancora.. Scappati di casa….
      Un po di decenza, sono il gruppo parlamentare con il più alto tasso di laureati!!!
      Però concordo con te nel non dare colpe a di battista, che io ritengo invece coerente, posso accettare dei compromessi ma a tutto c’è un limite ed io nei suoi panni avrei fatto le stesse scelte( con la mia esperienza di vita)
      Saluti

      "Mi piace"

  8. posto anche qui una mia considerazione su un articolo di ieri poiché si tratta dello stesso argomento

    una considerazione su Di Battista
    Faccio fatica a capire questo accanimento nei suoi confronti con accuse pretestuose ed infamanti,
    ha sempre esternato le sue idee senza andare a rimorchio con nessuno
    le ha espresse spiegando in modo chiaro il suo pensiero
    si può dissentire ma non oltraggiare, la sua storia politica all’interno del movimento non lo merita
    ha partecipato agli stati generali, ma hanno continuato a rimandare per non confrontarsi con lui.
    Non mi sembra che lui abbia mai bombardato il quartier generale, per prenderlo d’assalto, od abiurare come certuni che cercavano l’anima o che si beano per aver sconquassato un governo legittimo.
    Lui non è parlamentare, non ha obblighi, se non la sua coscienza,
    per cui può esprimere liberamente il suo pensiero senza che qualcuno lo accusi di ignominia o di collusione col nemico
    Le critiche ci stanno, le accuse invece, mancano di onestà intellettuale.

    Piace a 1 persona

    • @Adriano58
      Onestà intellettuale?
      Ma lei come si sentirebbe se si facesse il culo h24 tra ministeri, leggi, scartoffie, inevitabili compromessi non avendo il 51%, e arrivasse da un giorno all’altro uno dal Sudamerica che le punta il dito, si mette a fare il duro e puro, “non avendo obblighi se non la sua coscienza”, e subito dopo riparte per l’Iran?

      "Mi piace"

    • Io la penso come te.
      Trovo tutto sopra le righe, veramente guardare il dito e bla bla bla. Ma sai cosa poi mi stupisce(dico così per rimanere vaga) la gente che poi si indigna per i rapidi voltafaccia del Kapitone o per l’inaffidabilità del bomba. Ma scusate e coerente e idealista no, e voltagabbana e mercenario no. Aho, e decideteve.

      "Mi piace"

      • Totalmente d’accordo con Adriano58

        @paolapci
        no secondo me se fosse stato dentro tanti errori non si sarebbero fatti e tante trattative sarebbero andate meglio.
        Questione di carattere, Di battista è uno aggressivo Di Maio è l’opposto e con Salvini soccombè ad ogni suo atteggiamento.
        Già si vide anche se in modo lieve, nella campagna elettorale per l’Abruzzo, Di Battista aveva messo nelle condizioni Salvini di inseguirlo sui temi.
        E questione di capacità retorica che il Dibba ha, mentre Di Maio o Crimi o altri semplicemente non hanno.
        Poi pure Dibba ha fatto degli errori enormi tipo accusare Mattarella per Savona.
        Oppure la gitarella dai gillet gialli.

        "Mi piace"

      • Eh Stefano, ma io sono d’accordo conte. Invece non ho capito tu con cosa non sei d’accordo.
        Proprio ieri non so con chi parlavo del fatto che andava coinvolto: cioè se lui sta fuori dall’arco parlamentare (per sua scelta) non vuol dire che non debba far politica.
        Poi un partito che abbia più elettori che senatori, praticamente tutti tranne italia morta, e soprattutto il partito di maggioranza del governo non può stare senza segreteria. Il Dibba anziché andarsene a zonzo doveva restare, ma non necessariamente sua sponte, dovevano costruire un coordinamento anche col suo apporto. Perché questa è un’altra scemenza, un’altra di quelle gabbie che il movimento si è creato: ti vuoi distinguere? Bene falla agile, falla snella, ma non esiste che vi dite le cose pubblicamente senza una direzione. Non tutto è superfluo, a volte la serva serve (cit.).

        "Mi piace"

    • Non sono qui per difendere a priori qualsiasi cosa dica o faccia Di Battista
      ma sottolineo
      Lui non è parlamentare, non ha obblighi, se non la sua coscienza

      per cui trovo squallido e immorale, politicamente retrogado e miope creare della fazioni pro o contro Di Battista.

      Lui ha il diritto di vivere secondo quello che lui desidera, il suo stle di vita non c’entra una mazza.
      Ha espresso delle opinioni, non sappiamo un caxxo di quello che tra di loro (M5S) si sono detti e fare illazioni è essere intellettualmente disonesti
      .
      Ribadisco si criticano le opinioni, che lui faccia il giro del mondo è un’opinione?
      Nel piccolo mi sembra che qui si stia replicando il solito dualismo pro o contro qualsiasi cosa (Juve-inter-Coppi-Bartali) a prescindere.
      Quando mette l’accento che si andrà ad appoggiare un governo insieme ad UNA FORMAZIONE POLITICA CHE E’ STATA FONDATA DA UN MAFIOSO, CHE HA FINANZIATO LA MAFIA, CHE E’ GUIDATA DA UN PREGIUDICATO. LA DOMANDA E’: E’ VERO O NON E’ VERO?
      Per non parlare poi degli altri due MEGA-CAZZARI,
      Lui pone un problema di identità, dico ai sostenitori o simpatizzanti grillini: tutto passa in CAVALLERIA? IN NOME DELLA GOVERNABILITA’?
      I favorevoli al governo tutto dimenticato? c’è stata una discussione interna?
      o tutto è finito attraverso il video di Grillo?
      Così non è risolvere i problemi ma farli incancrenire.

      Piace a 1 persona

  9. @Stefano
    Tutto, o quasi tutto, vero.
    Alcune cose positive sono state fatte.
    A differenza sua penso che con Di Battista, checché ne dica @paolapci che lo ritiene un “patrimonio di idee, intelligenza, cultura” (si, domani), sarebbe andata molto peggio.

    "Mi piace"

    • Sarebbe come dire, siccome il marito se ne è andato perché la tr0ia lo cornificava, se fosse stato più presente poteva andare molto peggio: poteva pure ammazzarla; meglio così, in fondo, che sia stato ai margini. PS: spero mi farai l’onore di credere che a me del Dibba, frega na’ cippa, ERGO (cit.), il discorso NON verte punto sul suo “patrimonio di idee, intelligenza, cultura” o meno, ché sono faccende del tutto irrilevanti ai fini di quello che qui interessa discernere.

      "Mi piace"

  10. Entrare nella stessa stanza con Berlusconi (ma anche draghi, ma anche il pd, ma anche la lega, ma anche renzi …) è demoralizzante, ma l’alternativa era peggiore credo, lasciarlo cioè nella stanza dei bottoni senza nemmeno entrare a controllare.
    Poi se le cose vanno male e sono indigeribili si può comunque uscire in qualsiasi momento.
    La cosa che più mi fa pensare che abbia fatto comunque bene il M5S ad entrare per ora nel governo, è che le tv tifavano contro la sua entrata: le tv sono utilissime per orientarsi, basta ribaltare quello che suggeriscono.

    Credo che Di Battista abbia agito d’impulso e che ragionandoci se in futuro il movimento dimostrerà di aver fatto la scelta meno peggiore e non sbaglierà le mosse successive, potrà tornare al movimento

    A me andrebbe anche bene se fondasse un nuovo movimento, più intransigente e capace di raccogliere i voti dei più intransigenti (che comunque per ora il M5S si è giocato), che potrebbe rappresentare per il M5S un’alternativa migliore alle alleanze con partiti della casta.
    Più movimenti sani ci saranno e meno spazio politico resterà per la casta dei venduti al potere, che comunque già adesso è scesa dal 99% al 67%, il che è comunque un grande passo avanti.

    "Mi piace"