Appendino, logica aberrante

(Pietrangelo Buttafuoco) – La condanna di Chiara Appendino per la calca di piazza San Carlo del 2017 a Torino – un evento che un sindaco non poteva né prevedere, né prevenire, né impedire – è, nel suo esito, un’oscenità politica, un assurdo politico e, infine, una malattia della politica se ancora si deve assecondare il giustizialismo. Con quest’aberrante logica si sarebbe ritrovato condannato il sindaco di Roma per gli scontri tra tifosi, all’Olimpico, il 3 maggio 2014, prima della finale di Coppa Italia. Con Ciro Esposito, un ultras, che morirà cinquanta giorni dopo per le gravi ferite.

17 replies

    • A parte il riferimento al giustizialismo che non c’entra proprio nulla. Non ha perso l’occasione di fare subdola campagna contro il giusto desiderio di giustizia. Un Senaldi avrebbe detto “adesso anche i 5S sanno cos’è il giustizialismo e le toghe politicizzate, ma Buttafuoco è intelligente e sa dosare il veleno col contagocce.

      Piace a 2 people

      • gent.mo MASCARO, anch’io credo che il giustizialismo c’entri ben poco : ho cercato di spiefarlo brevemente in un altro comento qui sotto. . Spesso , ed in questo i mass media non fanno il loro dovere di spiegare, si confonde “giustizialismo” cioè legittimo desiderio di giustizia contro la pratica dell’insabbiamento(stragi) della mancata collaborazione o deviazione (servizi segreti) o non sufficiente approfondimento indagini, ecc. , con “manettarsmo” o “condannismo” cioè ,la volontà , al di fuori di ogni regola processuale e delle prove, di condannare chi si vuole già in carcere , magari sulla spinta di una certa montatura dei massmedia. Spesso inoltre si fa di tutti i singoli casi, un fascio comune ed allora si parla di toghe pliticizzate, rosse, di magistratura ad orolgeria, ecc. Purtroppo , e lo dico con dispiacere , i mass media , in generale, non si impegnano molto nel mettere al loro posto tutti gli elementi del ragionamento: viene preferito il frullatore. Buttafuoco è troppo intelligente per appartnere a quella schiera di mescolatori.

        Piace a 1 persona

  1. Effettivamente quello che condarebbe Chiara Appendino è giustizialismo.
    Perché sarebbe una colpevolizzazione eccessiva di eventuali torti della sindaca. Il giustizialismo è questo.

    Il giustizialismo mira a colpire a prescindere dai meriti, dai dubbi, dalle circostanze, dalla volontà di conoscere la verità . Pena esemplare, è quello che conta.

    Non a caso molti giustizialisti vorrebbero un solo grado di giudizio.

    Il giustizialismo, che è l’opposto del garantismo e non dell’impunità (come viene inteso in Italia), nel caso di Chiara Appendino fa veramente schifo, perché?

    Perché nel Paese dell’impunità a Chiara Appendino non hanno concesso nemmeno una giustizia garantista, e neanche un vero giustizialismo che dovrebbe essere giustizialista con tutti.

    A lei le hanno riservato una versione ladra di giustizialismo. Una versione particolarmente dura nei suoi confronti in un Paese dove un colluso con la mafia ambisce a diventare PdR.

    Per una volta che Buttafuoco ne azzecca una…..

    "Mi piace"

    • gent.mo Andreaex, credo che giustizialismo, piu’ che una volontà di giustizia , sia un forte desiderio di condanna. Esso , in ogni caso , non puo’ essere un atteggiamento della magistratura che deve solo applicare la legge. Purtroppo anche questo non sempre è facile, specie quando essa fa a pugni col buon senso comune. Probabilmente i giudici di Torino sono stati costretti ad applicare la legge nel senso piu’ “condannatista”. Allora bisogna agire a monte e togliere dalle responsabilità dei pubblici ufficiali come i sindaci questioni che sono fuori dalle loro competenze : doveva andare in persona l’ Appendino a verificare se le transenne erano poste regolarmente ? e regolarmente secondo ce cosa? una tecnica disicurezza che non puo’ essere nel bagaglio culturale di un sindaco? Insoma non la finiremmo piu’. Per una vita ho lavorato come direttore di lavori edili ed urbanista , da professionsta esterno, ma a fianco di Amministrazioni comunali e da sempre affermo che i sindaci (che inoltre sono anche malpagati rispetto a parlamentari o consiglieri regionali) sono troppo in prima linea. BISOGNA CAMBIARE !!!! Se fossi un Sindaco organizzarei un’iniziativa(ad es. sciopero) di protesta. Per ora mi limito ad invitare tutti coloro che hanno voce ( i giornalisti in particolare) a trattare l’argomento : grazie, Buttafuoco , aspettiamo che altri si aggiungano !!!!

      Piace a 1 persona

  2. La condanna della Appendino mi lascia perplesso quanto voi.
    Ciò non toglie che per esprimere un giudizio appropriato bisogna attendere la pubblicazione delle motivazioni.
    A meno che non ci sia dietro la solita motivazione politica tendente a screditare i 5S.

    "Mi piace"

    • NON CREDO A COMPLOTTI PLITICI . LA VERITA’ E’ CHE SPECIALMENTE I SINDACI SONO INDICATI, ANCHE DALLA LEGGE, RESPONSABLI DI TUTTO CIO’ CHE AVVIENE SU PROPRIO TERRITORIO, E CIO’ NON E’ GIUSTO . CAMBIAMO LE LGGI !!!

      "Mi piace"

  3. Scusi Giuseppe del zotto può spiegare cosa intende con l’affermazione del Suo precedente post:
    Probabilmente i giudici di Torino sono stati costretti ad applicare la legge nel senso piu’ “condannatista”, con particolare riferimento a “costretti”?
    Glie lo chiedo perche poi nel successivo post dice di non credere a complotti politici, e qui mi spiazza.
    Poi chiedo anche perchè ha scritto in lettere maiuscole che per quanto mi risulti dalle regole dei blogger equivale a urlare?
    Lungi da me qualsiasi vena polemica.
    Cordiali saluti

    "Mi piace"

    • Adriano Gregorio, perdona l’intromissione, io credo che intenda che le leggi sono sfavorevoli nei confronti dei sindaci e i giudici, quindi, sono COSTRETTI ad applicarle.
      Scusa se anche io uso il maiuscolo, ogni tanto: lo faccio per sottolineare alcuni concetti, in mancanza della funzione “grassetto”.
      Poi sì, se scrivessi TUTTO maiuscolo sarebbe per gridare.
      Saluti

      "Mi piace"

      • caro amico, grazie per avermi fatto un po’ da avvocato. Pensavo di essermi spiegato , forse farmi capire non è il mio forte. Ad ogni modo tutti sanno che ci sono leggi un po’ assurde perchè in contrasto col buon senso comune od un senso di umanità o responsabilità. I giudici sono COSTRETTI ad applicare anche quelle leggi; diversamente farebbero se dipendesse da un loro personale sentire piu’ umano e di esperienza della vita . La legge assegna ai Sindaci troppe responsabilità (senza nemmeno adeguando i richi che corrono con adeguata ricompensa…….ma cio’ c’entra meno). Nessuno mi ha mai insegnato che scrivere maiuscolo significhi gridare nè questo assunto è stato sancito democraticamente dagli utilizzatori del web, ed inoltre il gridare,per iscritto . in un messaggio, che scorrettezza sarebbe, quale mancanza di bon ton ? Quante anime fragili e dal galateo raffinitatissimo trovo sul web !!!!! nella nostra società il gridare a voce , è una pratica usualissima, non solo permessa ma addirittura invogliata un po’ in tutti gli ambiti ; infatti vedo che il mio scritto tutto maiuscolo è stato letto da piu’ persone . Nessuno ha mai pensato che mi si sia bloccato il tasto delle maiuscole ? Cordialmente

        "Mi piace"

  4. La mia partecipazione ad un forum è recentissima, mai fatto prima.
    Mi sono fidato dei consigli di “più esperti” circa il maiuscolo/minuscolo.
    In chet mozilla ad esempio se scrivi maiuscolo ti sbattono fuori.
    Mi è sembrato che la tua fosse in risposta al mio dichiarato pertanto ho supposto ciò che probabilmente non ti sfiorava minimamente, succede.
    Nessuna anima fragile dal galateo raffinatissimo, ti ho solo chiesto una spiegazione e un chiarimento in modo civile mi pare, malgrado ciò noto animosità da parte tua.
    Comunque se ritieni la chiudiamo qui da persone civili, questo si, quali siamo.
    Alla prossima.

    "Mi piace"