Non fate martire Salvini

(BIAGIO RICCIO – glistatigenerali.com) – Indro Montanelli ci ricordava che il politico sciocco è quello che rende l’avversario martire.

Infatti il martire-se per altro sa apparire tale e trova facile consenso elettorale ed appoggio popolare- difficilmente sarà poi disarcionato.

La parabola Berlusconi cosa ha insegnato?

Più la giustizia lo perseguitava, più Lui chiedeva aiuto al popolo e contrapponeva il giudizio di quest’ultimo a quello dei Magistrati.

Risultato: ha governato per venti anni,sfruttando la dinamica di questo scontro.

Le forze politiche anti berlusconiane appoggiarono i Magistrati e sono state venti anni all’opposizione: hanno pensato che per via giudiziaria potessero far fuori il Cavaliere.

Lo stesso errore  si sta commettendo con Salvini, che è un furbo di tre cotte, un esperto animale politico, magnifico nel far incetta di voti. Fa questo tutti i giorni.E solo questo.

Appoggiare la magistratura e ritenere che faccia bene ad incolparlo, è un gravissimo misfatto politico.

Subito Salvini si è attivato e sta sfruttando abilmente l’assist fornito sia dai Grillini, incapaci, ma anche dal Partito Democratico che,più avvezzo al potere,avrebbe dovuto evitare di soffiare sul fuoco. Già stamane sono accorsi in Sicilia tutti i suoi sostenitori che all’unisono gridano allo “scandalo giudiziario”.

Risultato:  la Procura,per ora,ha chiesto il non luogo a procedere;se sarà assolto conseguirà nuovi consensi elettorali, perché martire della  battaglia per la sicurezza degli italiani.

Ed il martire gongola:per colpa degli sciocchi, avrà il popolo dalla sua parte.

10 replies

    • Salvini non è furbo per nulla, altrimenti non si sarebbe fidato di Renzi regalando il governo (e il prossimo PdR) al PD.
      Sono i 5fessi ad avere l’encefalogramma piatto. Il PD è accecato dalla brama di potere, ma il risultato non cambia.
      I nani vedono solo giganti.

      "Mi piace"

  1. Il martirologio è già finito, prima di cominciare.
    Anche senza la fine del processo sappiamo tutti che il tutto sarà archiviato e bona lì. senza vinti né vincitori. Del resto la procura di Catania, trasmettendo al tribunale dei ministri gli atti dell’inchiesta, aveva chiesto l’archiviazione già nel settembre del 2019
    Le lagne di Salvini faranno la fine di quelle di Berlusconi a cui somigliano come una fotocopia.
    E anche Salvini sbiadirà come Berlusconi.
    Ne è già prova che gli aficionados al processo erano pochissimi.
    Le ripetizioni giovano ma fino a un certo punto. Poi stuccano.
    C’è poi la sfiga di cui pure si deve tener conto. L’eroe di Salvini, Trump, si è preso il Covid. L’avvocato di Salvini, la Bongiorno, si becca un lastra di marmo su un piede. Dieci punti sono andati perduti. Gli altri persi arriveranno.Al momento la Lega conta 1527 sotto processo e 66 condannati. I processi a Salvini vanno avanti. Prima o poi il lercio viene a galla.
    I leghisti sono così idioti da scrivere nei social con vivo gaudio che devono andare ‘alla sbarra’ anche Conte, Di Maio e la Lamorgese. Confondono imputati con testimoni, il che dà l’idea del loro stato mentale, ormai non è più politico ma psichiatrico.
    Intanto, mentre tutto il mondo elogia l’Italia per la precauzioni contro il contagio, Salvini insiste a portare avanti il suo negazionismo idiota. Se fossero stati al governo Salvini o Meloni oggi saremmo ridotti come il Brasile o gli Stati Uniti, con centinaia di migliaia di morti e in Italia non ci verrebbe più nessuno.

    Piace a 6 people

  2. Dunque, lo ONG tedesche e olandesi dragano i mari in cerca di clandestini da scaricare in Italia. Non sono naufraghi, altrimenti le ONG non stazionerebbero nei luoghi di raccolta, perchè il naufragio è raro casuale e non certo cercato di proposito. Se fossero naufraghi, per la legge del mare, dovrebbero essere sbarcati nel porto sicuro più vicino. Ma per sicuro, si intende dai marosi, NON DALLA GARANZIA DI NON ESSERE RISPEDITI INDIETRO; altrimenti non si tratta di naufraghi ma di rifugiati, e il suolo su cui posano i piedini, è quello che dovrebbe accoglionarli (alias Krukkia e Stato Canaglia). Ora, decenni di governo rosso, pasciuto da cooperative, hanno confermato nei coloni germanofoni la certezza di poter procedere alla deportazone senza intoppi. Tanto che figliocce viziate di pezzi grossi dei servizi krukki, si sentono autorizzate a speronare navi delle nostre forze armate, che osano non sottomettersi al suo volere. Il tutto, amorevolmente perdonato dall’italica Palamara. Un ministro, facendo il suo dovere (per altro ampiamente appoggiato dal popolo tutto), interrompe questo delirio e ripristina una sorta di legalità: non si sbarca senza permesso, rovesciando per le strade perfetti sconosciuti. Inizia così la prova di forza, tra chi è abituato a prendere l’Italia a calci (benedetto dalle sinistre) e chi ha la singolare pretesa di far rispettare i confini. Le navi degli invasori vengono bloccate, per scelta del ministro e APPOGGIO DEL GOVERNO, ivi compresi Conte, Di Maio e Toninelli. Durante i “bracci di ferro” i boveri negretti si innervosiscono (non hanno pagato per aspettare!), altre nazioni (tipo la Spagna) offrono la possibilità di far sbarcare il prezioso carico umano. Ma no! Le ONG krukke la vogliono vinta: è in Italia e SOLO IN ITALIA che devono scaricare il pattume. Ecco, se ci fosse una magistratura e non una Palamara, sono i capitani delle navi pirata, che andrebbero arrestati per sequestro di persona, perchè in questo caso, il reato si prefigura alla perfezione.La Palamara interviene: che i krukki riprendano la loro opera di sostituzione etnica ai danni degli odiosi colonizzati! Si processi il ministro! È la Palamara, che deve avere l’ultima parola sulle scelte politiche, a garanzia dei coloni! Riprendano pure gli sbarchi!1° processo: al governo si chiede se sia giusto mandare il ministro a processo. Il governo dice no. OVVIAMENTE.Il governo cade, si arrampica al potere il PD.2° processo: si chiede al governo se sia giusto mandare il ministro a processo. Il governo dice sì. Il PD ha ordinato e i 5servi obbediscono.Elezioni, le 5sardine subiscono un tracollo. Si meravigliano, persino. non, SI VERGOGNANO della figura di zolla, No!Salvini (anzi, il “cazzaro”, come lo definiscono i buoni, quelli che lottano per il buonismo e il politicamente corretto) è una volpe! Non lo fate diventare un martire (lo avete già fatto, cari voltafaccia senza cervello)! Beh, come ho detto prima a ediesse5: i nani vedono tutti giganti.

    "Mi piace"

  3. Come ha detto viviana.v la vicenda è già conclusa ed è un bene lasciarla lì.
    Non ne è uscito bene nessuno.
    Non il Governo, che ha aperto la strada ad un’ingerenza della Magistratura nelle scelte politiche.
    Non la Magistratura, che ha dimostrato di volersi intromettere in faccende che non gli competono, salvo poi fare marcia indietro in base alla convenienza e alle opportunità.
    Non Di maio e Toninelli, che hanno di fatto rinnegato una posizione giusta del loro ex Governo riguardo all’immigrazione incontrollata, gestita da stranieri.
    Non Salvini, che nel il suo piagnucoloso e petulante twittare, ha usato persino la figlioletta per “commuovere”, denigrando in modo vergognoso la figura del Ministro e la dignità che la carica (che evidentemente non gli si confà) dovrebbe avere.
    Vicenda chiusa quindi. Meglio per tutti, immagine dell’Italia compresa.

    Piace a 1 persona

  4. Il silenzio sulle cacate di Meister Kaas mi indica che per fortuna le contestazioni alle ben note coprografie sul genere sono state interiorizzate.

    Sotto con commenti piú seri altrove, adesso. Quest’articolo fa loffia.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.