Alessandro, buona la seconda

(Roberta Labonia) – Alessandro stasera ti ho ascoltato ad “Accordi e Disaccordi” e spero tu ti sia reso conto di quanto sia importante scegliersi i luoghi dove aprirsi ed esporre le proprie idee. Mentre Formigli ieri , tramite il suo galoppino, TI HA USATO come un grimaldello contro il Movimento (complici anche tue uscite infelici ed ingenue come quella sull’Udeur), stasera nel salotto de La Nove, pur se hai dovuto sostenere il contraddittorio col solito avvelenato Scanzi, hai potuto completare e chiarire a tutti noi il tuo pensiero. Quello che ne è uscito, e te lo dico con la stessa onestà di quando ieri ti ho aspramente criticato, è il ritratto di un ragazzo appassionato e vero anche se, perdonami, per certi versi scollato dalla realtà delle cose.

Ti faccio 2 osservazioni:

1)Hai detto che è oltre 1 anno che chiedi un luogo di discussione comune perchè il Movimento ne ha un disperato bisogno. Vero, lo pensiamo in tanti. Ora, finalmente stiamo andando verso quell’obiettivo e si è deciso di chiamarlo Stati Generali. Dunque su questo punto, sei stato accontentato. Avrai il tuo spazio per spiegare le tue ragioni.

2)Stasera hai ribadito che per te un’alleanza organica con il PD per il Movimento sarebbe la “morte nera”, parole tue.
Ma dove sta scritto che si stia andando verso un’alleanza organica col Pd? (e comunque mi ha fatto piacere tu abbia detto che purché su punti cardine del nostro programma sui territori si può fare). No perché vedi, a me non risulta che i nostri al Governo vogliano legarsi mani e piedi al Pd. Anzi mi sembra che continuino a mantenere fermi certi paletti, vedi il no al Mes, così come, quando stavamo con la Lega, siamo finiti in minoranza in aula pur di ribadire il nostro no al Tav. Lo stesso tuo compagno di tante battaglie, Luigi Di Maio, continua a sostenere ancora oggi che noi siamo e restiamo “la terza via”, equidistanti sia dal pd che dalla Lega. Non sono io a doverti ricordare che i provvedimenti più importanti di questi 2 anni di Governo sono stati del Movimento! Mi sembra tu stia facendo il processo alle intenzioni. E se proprio vedi questo pericolo all’orizzonte per te dovrebbe essere uno stimolo a rimanere parte attiva del Movimento, non chiamartene fuori. Il tuo Aventino, francamente, comincia a sapere di stantio e offre il fianco anche a spiacevoli interpretazioni.

Tu Alessandro, resti una formidabile risorsa del Movimento. Il Movimento si sta avviando verso un modello di leadership collegiale, tu ne saresti una risorsa preziosa. Da te mi aspetto e come me la gran parte di noi iscritti, che rimetti sul tavolo di discussione quelle battaglie che nei primi 2 anni di Governo, gioco forza, abbiamo lasciato nel cassetto. Parlo, ed è la centesima volta che lo faccio, di conflitto di interessi, Riforma Rai , Acqua Pubblica (la nostra prima ⭐)…

Dai, risali a bordo che ci servi.

59 replies

  1. SANDOKAN-Viviana Vivarelli.
    Finché Di Battista dirà cose contro il M5S sarà l’ospite d’onore di tutti i media. Lui nemmeno lo capisce e crede che la celebrità corrisponda a un riconoscimento di valore.
    Di Battista arriva di colpo, fa la sua sparata, spacca tutto, offende anche il Movimento e poi se ne va per i cazzi suoi. Bellissimo! Spettacolare! Sembra Sandokan. Ma non siamo in un film di avventura. Siamo in una realtà confusa, complicata, difficile e insidiosa dove i tipi come lui fanno molta scena ma non cambiano la realtà.
    Ma ce lo vedete Di Battista in un governo che deve lavorare in squadra giorno e notte? Che deve stare attento a quello che dice? Che deve superare gli ostacoli con furbizia e circospezione? Che non deve inimicarsi nessuno altrimenti cade il Governo? Sarebbe come vedere Sandokan in un lavoro di ufficio. Sandokan attacca le tigri, per lui fare il politico è tempo perso.
    Ci sono i tempi in cui i Sandokan hanno successo e sono i tempi della fanciullezza che ha bisogno di eroi. Ci sono tempi in cui camminiamo nelle tenebre e abbiamo bisogno di persone abili e pazienti che tengano acceso il fuoco contro vento.

    Piace a 3 people

    • È esattamente quello che chiede Alessandro,ritornare alle origini,ai temi fondamentali del moVimento che sono rimasti nel dimenticatoio.Quando parla di “morte nera” si riferisce al pericolo che i marpioni del PD tentano di farlo passare per una loro costola e tanto vale per gli Elettori votare per uno dei due schieramenti,sarebbe la stessa cosa,con un danno di immagine tutta a favore del PD.Condivisione di alcuni Temi attraverso un contratto (tipo Lega) che ha prodotto nel passato recente,una serie di Leggi di grande impatto Sociale,Economico,sulla lotta alla Corruzione,sull’Ambiente,che hanno sconvolto il modo di far Politica rispetto ai decenni precedenti.Il Popolo ha aperto gli occhi,vuole coerenza,ha ritrovato la speranza che qualcuno voglia gestire la “res pubblica”secondo i canoni dei bisogni della gente.In questo,e solo per questo,Alessandro,per Amore verso il M5S,ha gridato tutto il suo dolore.Io lo comprendo e molti come me,comprendono il suo dolore.

      Piace a 4 people

    • infatti, è come dici tu. DIBBA DIBBA DIBBA è nostalgico di quando girava l’italietta sullo scooter elettrico e la folla lo acclamava. Gli manca la gente che lo accoglie come una star, del m5s NON gliene frega un emerito CAZZO.

      E’ un narciso che ci marcia per la propria visibilità e vanità, per riprendersi uno spazio monetizzabile (pecunia non olet), CASH FLOW. Così non fa altro che aumentare le fibrillazioni dentro il m5s e lo sa benissimo. Altra cosa invece sono le critiche costruttive, anche forti ma sempre giuste, che però iniziano e finisconi lì, senza la necessità di doversi riappropriare FORZOSAMENTE di uno spazio televisivo come si fa per partecipare al grande fratello e come sta dimostrando di fare in ogni maniera, cioè alla sua maniera populista e sciatta, con invasioni a bordo del suo scooter elettrico. E con i fans (SCEMI) al seguito che gridano DIBBA DIBBA DIBBA.

      Purtroppo l’ho detto in tutte le salse, non in maniera elegante come lo hai fatto tu, ma la SOSTANZA è esattamente la stessa.

      Questo è un popolo di PECORONI che hanno necessità di una e una sola figura che urla e dice cosa fare. Il problema è uno solo: SEI AL GOVERNO, QUINDI NON PUOI PIU’ URLARE MA FARE COSE. E MOLTE COSE SONO STATE FATTE.

      Ma di cosa stiamo parlando??? Della prossima cosa da fare o NO?

      Piace a 1 persona

    • Applausi, Viviana, dopo aver visto l'”intervista” (diciamo comizio) ad Accordi & Disaccordi di una persona che apprezzavo e che invece ho visto come un ragazzino esaltato.
      Parole in libertà, assolutamente prive di consistenza, ma soprattutto logica. Velleità.

      Piace a 1 persona

    • Come dire,ce lo vedi diba in un governo da compromesso isterico, a leccare una volta il cerchio e un altra la botte,facendo il contrario di quello proposto,in cambio solamente di diventare il psi del 2029?

      "Mi piace"

  2. SINTETIZZANDO QUEL CHE HA DETTO DI BATTISTA AD ACCORDI E DISACCORDI:
    1) Ha chiarito molto bene che governiamo con altri perché ci hanno fottuto col Rosatellum per cui che la soluzione non era opposizione ma governo con chi ci stava, perché la forza propulsiva del movimento non si doveva disperdere (Da due anni lottiamo sul blog per affermarlo contro i “duri e puri”, senza se e senza ma).
    2) Ha ribadito, giustamente, che il bipolarismo è quel teatro delle parti che è sempre stato la malattia di questo paese ed è il modo perfetto di convergere sulla strada del pensiero unico (mentre l’identità M5S è né dx, né sx, che rompe il bipolarismo, da non equivocare con “al governo con chi ci sta”)
    3) Ha chiarito che entrambi i governi 5 stelle hanno fatto cose buone, PERCHÉ CI STIAMO NOI e votare il meno peggio è la morte della politica).
    4) ha ricordato che avremmo dovuto essere più aggressivi e se questo fosse stato motivo di possibile ritorsione, questo non ci avrebbe riguardato perché anzi ci avrebbe rafforzato.
    5) Ha precisato che gli stati generali hanno uno scopo ed è l’ultima occasione per non fare cazzate (Travaglio onestamente, come è suo stile, lo ha sottolineato) e riprenderci il paese.
    6) Le alleanze strutturali nel campo progressista per confluire nel suddetto bipolarismo SONO I SAMPIETRINI SULLA STRADA DELLA RESTAURAZIONE e io sottoscrivo senza se e senza ma (dare alla Gruber la risposta alla sua classica domanda “siete di destra o di sinistra?” sarebbe la nostra fine).
    (Giammarco: Mi chiedo: Che cosa intende per “confluire nel suddetto bipolarismo”? Chi lo ha detto? Come? Quando? Si riferisce al risultato del voto su Rousseau? Se è questo allora non ha capito niente, e quello che sembra abbia capito con l’approvazione dei due governi, confligge con le reali possibilità del M5S alle amministrative e regionali… qui, oltre al controllo dell’elettorato sul territorio, ci sono leggi elettorali diverse!Vediamo se ci si mette tutti a ragionare sul serio).

    Piace a 3 people

    • Il bipolarismo sarebbe la radice di ogni male?
      Questa affermazione si basa su un assioma che ancora oggi, come un riflesso pavloviano, continua ad essere spacciato
      come vero, ma che invece s’è dimostrato del tutto arbitrario… anzi, decisamente falso.
      Mi riferisco al fatto che si continuino ad individuare le destre e il PD come poli contrapposti: Dx Vs Sx.
      Che cosa dovrebbe fare il PD più di quello che ha combinato in questi anni per essere riconosciuto per quello che è:
      un partito che finge di essere progressista per portare a compimento le più feroci politiche di Dx?
      E allora dove stanno i due poli “contrapposti” quando in realtà ce n’è sempre stato uno solo?
      E’ il Mov che costituisce il secondo polo e ciò è stato chiaramente percepito sia dalla destra “dichiarata” che da quella
      “travestita” ed è per questo che è stato ferocemente combattuto sia dagli uni che dagli altri.
      Ma non è sufficiente il costante bombardamento a cui è sottoposto il Mov da parte di TUTTI i giornali e le TV che fanno
      riferimento ai sedicenti due poli, uniti nella missione di distruggerlo, per aprire gli occhi a chi si crogiola ancora nella
      convinzione che il Mov debba essere equidistante?
      Equidistante da che?
      Lega, PD, FI, Iv, Fdi, +Europa, Calenda… e chi più ne ha più ne metta, sono un coro in cui ognuno canta con voce diversa,
      ma cantano tutti la stessa canzone.
      Fino a che non avremo preso coscienza che fanno tutti parte della stessa accozzaglia di servi del Capitale, non riusciremo
      ad elaborare una nostra ben definita identità politica e continueranno lo smarrimento e la confusione che dominano nel
      nostro campo.
      Non voglio con ciò dire che si debba rifuggire da ogni accordo con le altre forze politiche: è stato necessario farle e ancora
      lo sarà in futuro (la DC non fece accordi con quella che, allora, poteva ancora essere chiamata Sinistra?), ma che tali
      accordi dovranno essere SEMPRE guidati dalla consapevolezza che è il Mov il secondo polo, quello popolare e progressista,
      contrapposto alle camaleontiche forze della restaurazione e della conservazione.

      Piace a 2 people

      • Perfetto, Piero!
        Ma hai sentito che, invece, per Dibba il bipolarismo è il peggiore di tutti i mali? E ciò capita a chi continua a vedersi come terzo polo, né di dx né di sx. Continua a rifiutare un’alleanza STRUTTURALE con il PD, intendendo proprio la creazione di un polo progressista (e finalmente l’ha spiegato… perché giuro che non capivo se, vista la foga, per caso paventasse il CONFLUIRE nel PD!)
        Ma non capisco… chiedo a te che sei un suo estimatore, augurandomi, per la stima che ti porto, che tu possa essere obiettivo… non capisco, dicevo, DOVE SI POSIZIONA il M5S, secondo Alessandro Di Battista, se non nell’area progressista?

        "Mi piace"

      • @Anail
        Io mi sono dichiarato estimatore di Alessandro perché ritengo, e non ho cambiato opinione, che sia persona intellettualmente
        onesta e che la passione disinteressata (checchè ne dicano i suoi detrattori) che ha sempre profuso nel sostenere la causa
        comune sia stata motore importante, se non il principale, nella storica vittoria del 4 Marzo.
        Detto questo rimango un osservatore esterno che aguzza gli occhi e la mente per tentare di capire le dinamiche che
        stanno facendo cambiare pelle al Mov, ma che non dispone né delle informazioni né delle sensazioni (a volte più importanti delle informazioni) che Di Battista, muovendosi all’interno del Mov, può aver interpretato come un progressivo cedimento alla logica del compromesso “ad ogni costo”.
        Magari avrà esagerato nell’amplificare questa sensazione (alzi la mano sinceramente chi non l’ha mai avuta) ma mi pare che
        ci siano stati troppi che hanno estremizzato le sue parole mettendogli in bocca frasi e concetti che lui non ha espresso.
        Intanto è stato accusato di parlare soprattutto per ambizione personale, perchè vuole essere lui il prossimo Capo del partito,
        dimenticando che è sempre lo stesso Di Battista che, se avesse voluto, sarebbe stato lui eletto al posto di Di Maio dalla base
        grillina con un autentico plebiscito.
        Non ha detto che vorrebbe distruggere l’attuale accordo tra Mov e 5S su cui si regge il governo Conte, sa benissimo lui come
        lo sappiamo noi che è un matrimonio di convenienza e che i due sposi divideranno lo stesso tetto il più a lungo possibile anche
        se si detestano a vicenda, ma ha messo in guardia i suoi compagni, forse un po’ troppo fiduciosi, dal non cadere nelle trappole
        che il PD non smette mai di seminare sulla strada del Mov.
        C’è bisogno forse di ricordare quante e quali siano queste trappole?
        Insomma dice a Cappuccetto Rosso di stare molto attenta agli occhi troppo grandi della nonna, alle sue orecchie troppo lunghe,
        alla bocca così grande e, soprattutto, al troppo pelo che le cresce sullo stomaco.
        Già, perchè il lupo piddino ha forse perso Renzi, ma non ha affatto perso né il pelo né il vizio.
        Allora chi già s’era inerpicato con la mente sulle ripide pareti della fantapolitica portandosi appresso la bandierina con l’emblema
        di un’alleanza organica tra Mov e PD per piantarla trionfante sulla cima, ha dovuto rallentare la sua scalata perchè quando
        parla Di Battista non è la stessa cosa di quando parla, che so, la Lombardi.
        Alessandro si porta nello zaino un bel pezzo dell’anima dei 5S.
        Non è detto che sia maggioritaria, anzi, probabilmente non lo è, ma è comunque quella che fornisce il carburante ideale anche
        al resto del Mov e nessuno può permettersi di ignorarla facendo spallucce.
        Se il timore è che si faccia artefice di una scissione (timore per alcuni, speranza per moltissimi altri!) potete stare tranquilli:
        se non dovesse riuscire a smorzare gli ardori consociativi che serpeggiano soprattutto nei piani alti del Mov, si farebbe da parte,
        come ha già fatto in altra occasione, ma non saranno mai sue le mani che soffocheranno la creatura di cui è stato uno dei padri.

        Piace a 1 persona

  3. riguardo a Viviana a volte si lascia prendere dalla sua passione, guai a toccargli il Mov5S, ogni scarafone è bello a mamma sua.
    Di Battista è come quel bambino cui non hanno spiegato come funziona, e lui dichiara che il RE E’ NUDO, cioè dice quello che vede.
    Lui non essendo al governo o parlamento coglie perfettamente quelle che sono le contraddizioni del Mov in questo momento, altro che risorsa, è fondamentale.
    DEVE esistere il MOV5S nel panorama politico italiano, per tenere alta la tensione ETICA e MORALE.
    Vogliamo tornare al PDL e PD-L??? alla PALUDE? all’alternaza senza differenza?

    Piace a 5 people

    • ma quale il re è nudo!!!

      Avresti ragione se avesse criticato sulla questione dei due mandati e sull’alleanza STRUTTURALE con la feccia piddina. Poi però l’abbozzi e la fai finire lì.

      Non fai la star che finisce solo per indebolire e creare altri TITOLONI inutili su questa stampa monnezza che NON ASPETTAVA ALTRO per titolare CAOS 5 stelle.

      Comunque vedremo se continuerà a dare spazio SOLO alla propria visibilità e al proprio ombelico. Ma lo sai anche tu, con ogni probabilità domani sarà dall’annunziata (già ce lo vedo) a fare linguettine e sorrisini alla “Dottoressa Annunziata”, cioè a se stesso.

      Ma non le vedi le cose per quello che sono??? Fa benissimo a criticare, ma NON può pretendere di prendersi TUTTA la scena per sè come fosse il solo attore protagonista, perchè fa sempre e solo questa parte.

      E poi come fa a non ammettere che ANCHE SENZA DI LUI molti punti sono stati portati a casa? E’ come dire che non è stato fatto quasi niente. SUVVIA, SUVVIA. Smettila di essere un fan anche tu e vedi le cose per quello che sono.

      Ogni intervento è utile, ma NESSUNO è necessario con l’esclusiva.

      Piace a 1 persona

      • “Avresti ragione se avesse criticato l’alleanza strutturale. ”
        È esattamente quello che ha fatto: non ha detto il governo deve andare a casa perché è alleato col pd, ha criticato la prospettiva di alleanza organica.

        “E poi come fa a non ammettere che ANCHE SENZA DI LUI molti punti sono stati portati a casa? ”
        E quando non lo avrebbe ammesso? Anzi, quando avrebbe detto qualcosa di simile?

        Io non leggo mai articoli sul dibattito interno perché poco mi interessa, me se tra i 5s si mette in dubbio il valore e la passione (a mio avviso pure cieca e iperideologizzata, checché ne dica) di sto ragazzo avete finito.

        Ve lo meritate non solo giggino, ma pure giggino che incontra Letta!

        "Mi piace"

      • @paolapci

        “Avresti ragione se avesse criticato l’alleanza strutturale. ”

        HAI RAGIONE. BRAVO DIBBA DIBBA DIBBA.

        PERO’ ORA BASTA. STOP. FINIAMOLA QUI. THE END. SMETTILA DI DIRE ALTRE CAZZATE. SMETTILA.
        —————————————————————————————————————————————————-
        Ma tu non capisci, altrimenti voteresti m5s.

        O sei troll o sei scema. Scegli tu…

        "Mi piace"

      • A ‘mbeclle!
        Impara a parlare, a scrivere e a esprimerti. Idiota patentato, educato in mezzo alle bbestie da altre bestie.
        E io che mi perito di rispondere a un tale coglione!

        "Mi piace"

  4. “spero tu ti sia reso conto di quanto sia importante scegliersi i luoghi dove aprirsi ed esporre le proprie idee”
    1 Mica era andato da Formigli a farsi intervistare.
    2 Scanzi è troppo aggressivo, non lo so, si vuole candidare? Un conto è tenerci, consigliare, ecc. Un conto è sentirsi un po’ padroni di qualcosa, poii col ghigno. Brutta scena.

    Piace a 1 persona

    • Paola, veramente a me sembrava un COMIZIO di Dibba!
      E Scanzi ha giustamente tentato di fare un’intervista, accalorandosi, da amico, per porgli domande precise a cui ho sentito risposte APPARENTEMENTE pertinenti, ma sostanzialmente contraddittorie e illogiche.

      Nessun tentativo di riportarlo coi piedi per terra è andato a buon fine. Pura nebbia, labirinto, un parlarsi addosso con gli occhi persi ad immaginare un lontano mondo alieno o a ricordare le parole di un passato che voleva ridipingere, senza tela. Mi sarei innervosita molto a condurre un’intervista così.
      Mi aspettavo foga, idealismo, spontaneità. Invece era troppo e forse non era neanche esattamente quello. Gli ho persino sgamato trucchetti comunicativi, svicolamenti alla Salvini(!!!!!!), incongruenze tra espressioni facciali e ciò che esprimeva a parole. Che terribile delusione.

      Vorrei sapere quanti di coloro che hanno scritto qui, oggi, hanno visto davvero l’intervista.. e quanti si sono basati solo sull’articolo della Labonia.

      "Mi piace"

      • Anail
        Non so, sarà che Scanzi non mi è mai piaciuto, quindi mi è sembrato eccessivo.
        A mio avviso, visto da fuori, Di Battista è sincero e insofferente. Ti dico, a me fa comodo l’alleanza strutturale, ma trovo sano che un grillino della prima ora non la voglia. Non si è sporcato le mani? Può essere, ma forse va preservato.
        Ti assicuro che ho visto l’intervista.

        Piace a 1 persona

    • è proprio come dici tu. Quando ci sono i fans allora ci saranno gli ATTORONI.

      Ma a noi servono SOLAMENTE idee giuste. E concretezza nel realizzarle, il mezzo (lo scooter elettrico) non ci interessa, perchè siamo volti al solo fine ultimo.

      Non ci serve altro. Tutto il resto è inutile e ci distrae dal cammino verso il raggiungimento di altri punti di programma.

      Piace a 1 persona

  5. Per le stupidità di adriano58
    Veramente io non sono fanatica di nessuno e il M5S l’ho criticato più volte così come molte volte ho detto chiaramente che secondo me Grillo diceva delle cazzate, come il suo veto a comparire in televisione o il suo appello a una ‘alleanza’ col Pd quando solo la parola alleanza mi fa stridere i denti. Il fatto è che chi non ha nessuna passione ideologica chiama fanatico chi invece ama il proprio paese e ha degli ideali perché sono due concetti che nemmeno capisce.
    Ma quelli che fanno i duri e puri assieme a Di Battista e che sputano sui 5 stelle perché, se pure a denti stretti e ubbidendo al responso degli elettori su Rousseau, hanno fatto un governo con la Lega e poi col Pd, cosa vogliono esattamente?
    Sparire, immagino, perché a quel punto il centrodestra si sarebbe unito al centrosinistra e avremmo avuto un governo verde-rosa e il M5S non avrebbe mai fatto tutte le buone leggi che è riuscito a fare “malgrado la Lega e malgrado il Pd”. E non mi dite che questo è impossibile perché Zingaretti e Renzi hanno già ‘aperto’ a Berlusconi così come lo hanno protetto per 30 anni e hanno già votato in Parlamento assieme alla Lega.

    Piace a 3 people

    • DOVE AVREI SCRITTO CHE SEI UNA FANATICA?
      Dove avrei scritto che DI BATTISTA è uguale ai duri e puri che sputano sul Mov?

      adesso si che scrivi come una fanatica, la stai buttando in caciara….
      calmati un pochino…raffreddati e poi se sei dello stesso avviso…mi puoi mandare a ……ma non scrivere cose che non ho MAI affermato..

      Piace a 1 persona

  6. Pur tra tanti errori ed ingenuità, il Movimento 5 stelle è l’evento politico migliore degli ultimi 30 anni ed il governo retto da queste persone definite incapaci e fuori di testa è il più onesto e il più vicino alla gente che io ricordi. Bisogna avere memoria di ciò che accadeva in passato e avere un poco di lungimiranza nel pensare cosa accadrebbe in futuro senza di loro.

    Piace a 5 people

  7. Non ho ho capito. Ma Di Battista l’alleanza la voleva con la Lega, visto che prima non ha detto nulla? Se lo ricorda che entrambe le alleanze sono state accettate dagli elettori a 5 stelle e col 79% degli iscritti? Rifiuta anche questa decisione presa dalla base? Oppure von voleva nessuna alleanza di governo e preferiva vederci sparire? Si spieghi! Perché criticare così a vanvera è facile, Ma, secondo lui, le alternative quali dovevano essere? Non consultare nessuno, non fare nessun governo e sparire?

    Piace a 1 persona

    • Di Battista ha paura che il M5S venga ingoiato dal PD semplice, e dalle ultime parole di Di Maio non ha neanche tutti i torti. Io ho sempre difeso Di Maio e gli sono grato per quanto ha fatto finora, ma deve capire che il PD è altra cosa rispetto al M5S e deve rimanere tale.

      Piace a 3 people

    • OVVIAMENTE non lo dice e non l’ha detto. Ecco perchè dico che ci marcia solo per propria visibilità personale.

      Il DIBBA NON voleva assolutamente ogni forma di “alleanza” con la feccia piddina, l’ha sempre detto in tutte le salse, ha tuttavia accettato e accettava l’ “alleanza” col la feccia leghista. SILENZIO ASSENSO.

      Secondo il DIBBA pensiero dopo la caduta del Conte 1 si doveva tornare alle urne. Ma così avrebbe vinto il peggior centro destra della storia. Questo è il DIBBA pensiero e sfido chiunque a contraddirmi, perchè è così.

      Al DIBBA la base sta stretta, evidentemente, avendo scelto la base ENTRAMBE le alleanze, cioè sia il Conte 1 che il Conte 2 (io votai NO all’alleanza con la lega che mi fa schifo, SI a quella col piddi, che mi fa schifo, ma è meno peggio e si vede).

      E’ ovvio anche a un albero centenario che se il movimento non si fosse alleato nè con l’uno nè con l’altro ora NON esisterebbe più. Ma al DIBBA evidentemente questa cosa piace, visto che vuol così bene al m5s (SOLO quando è senza di lui al comando però).

      E’ altrettando evidente che se non fosse stata fatta la trattativa di alleanza per il Conte 2 (col piddi) le cose si sarebbero messe ancora peggio, prima per il paese in mano al pezzo di merda verde, poi per il m5s che sarebbe nei fatti sparito anche in questo caso. Quindi se avessimo ascoltato la voce del DIBBA DIBBA oggi il m5s sarebbe messo molto peggio di come sta messo, cioè male in termini di voti reali e non potenziali.

      Quello che ho scritto è tutto vero, le cose sarebbero andate esattamente così. Il DIBBA spara minchiate a vanvera, non a idee strategiche, non è propositivo, non fa analisi di prospettiva ma la butta solo in caciara per farsi vedere e farsi figo in tv come uno scanzie dalla gruber.

      Può essere utile al m5s? Certamente sì, se si mette a sedere, ascolta in silenzio e vale uno. Perchè il DIBBA vale 1, non 100 come pensa lui.

      Piace a 1 persona

      • Con la Lega ( che per me fa schifo ma un po’ meno del PD) il M5s ha fatto, tramite contratto, il meglio del suo programma. Dopo il tradimento di Salvini ha fatto bene a trovare un accordo col PD, poi è arrivata la Pandemia e quindi ha condizionato il percorso politico. Resta il fatto che centrosinistra e centrodestra pari sono nelle loro mancanze e nelle loro corruzioni. Bisogna restare terzi e nel caso condizionarli al meglio a secondo del ruolo/consenso che gli elettori ti danno. Quindi “contratti” con chi ci sta.

        Piace a 3 people

      • la penso esattamente come te, però oramai con la lega è chiusa quasi per sempre. Con la lega le cose sono nei fatti chiuse. Per ovvi motivi.

        Tante cose fatte con la lega perchè era il giorno dopo il 33%, ma col piddi il m5s avrebbe fatto di più o nel peggiore dei casi le stesse identiche cose!!!!!!!

        Ora fanno meno cose perchè scontano le TRANVATE elettorali. Oppure pensi che questo non conti?

        E’ ovvio che i mesi subito dopo il 33% hai portato a casa quasi tutto, ma dopo le cose sono subito peggiorate (elettoralmente e quindi politicamente), perchè gli italiani il m5s NON SE LO MERITANO!!!

        Piace a 2 people

  8. Abbiamo sempre detto che ci servono persone nostre di fiducia per andare dal punto A al punto B.
    Dopo il secondo mandato scendono tutti, tutti, si svuota il tram.
    Da punto B al punto C, lo faranno altri, se non iniziamo a pensare a quelli nuovi adesso è un casino.

    Piace a 1 persona

    • BRAVO, questo è il punto. NESSUNO di quelli in parlamento pensa a chi dovrà sostituirli, perchè sperano evidentemente di continuare proprio loro. E’ impossibile dopo quasi 10 anni che non abbiano selezionato gente valida nei territori (c’è per forzadi cose) da presentare già da oggi come persone serie e credibili, cioè spendibili nella prossima campagna elettorale!

      Il punto centrale è proprio quello che dici tu!

      "Mi piace"

  9. La POLITICA ,si avvale di due cose :IDEE e PRAGMATISMO (cosa e come). Siccome la politica dovra’ per necessita’ imprescindibili delle cose, avere una visione ,per lo meno continentale, sovranismi,localismi conteranno zero( 0 ), ditemi come si possa essere pragmatici,non avendo la maggioranza dei numeri,se non usando il solo mezzo democratico disponibile ossia la trattativa,compromesso,chiamatelo come vi pare.L’importante che tale passaggi sia TRASPARENTE e SPIEGATO ai votanti.L’alternativa e’ stare all’opposizione. Scelta legittima.( Non ho menzionato l’onesta’ perche’ e’ a prescindere).

    "Mi piace"

  10. A tutti voi, posso rilanciare una mia idea? Come è possibile che governo con la lega, molte cose buone fatte, ci sono due entità una formica e una cicala, una (m5s) silenzio e cercare di realizzare quanto prima i punti del contratto, l’altra entità a cazzeggiare quasi tutto il suo tempo sui social, interveniva con interviste su tutto ciò che il convento passava, ma di lavorare…. Nisba.
    Si va alle europee, uno si aspetta 5s all’ 80% e la lega di salvini al 3% per la serietà dei comportamenti
    Invece succede il contrario: gli italiani amano i selfie, le trasmissioni più in voga amici, x factor, GF, e stravotano lega, senza nessun motivo logico.
    Di battista è un forestiero” ha la fortuna di osservare dall’esterno, e capisce: agli italiani piace salvini e il suo modo di fare? Bene giochiamo con le sue stesse armi: visibilità a 360 gradi, nei mass media, l’elettorato deve in qualsiasi modo essere risvegliato e così sta agendo. I 5s hanno per statuto il vincolo dei 2 mandati
    Possiamo arrivare al 2023 così con tutti i mass media che ti sparano da ogni angolazione? Nessuno vuole reagire dei 5s? Possibile che nessuno usi i mass media per urlare forte e chiaro che noi ci siamo e stiamo avendo stima dal mondo intero!!!!!!!!
    Ecco secondo me di battista sta usando questa strategia, dopo le ultime regionali, se ci fate caso, si sta parlando solo di lui e dei 5s
    Se l’attenzione dei mass media è e rimane sui 5s, sicuramente i sondaggi( prima) e gli elettori( poi) torneranno
    Io credo che di battista ami svisceratamente il movimento e il suo fare ( visibilità su ogni trasmissione) sia proprio il ruggito del leone che avvisa i giovani maschi di stare lontano dalle leonesse, adesso giochiamo anche noi con le vostre regole. E vediamo cari pd-l e cari pdl e fratellini chi la vince
    Intanto di maio ( che è il fare) cerca di realizzare altri punti…. Saluti

    "Mi piace"

    • Ma in che mondo vivi, non hai capito che vanno a votare gli italiani e non gli svedesi o finlandesi o tedeschi?

      Da un popolo IGNORANTE, paraculo e opportunista come questo cosa mai ti puoi aspettare?

      Il m5s è passato dal 33% al 17% dopo solo un anno per AVER FATTO TUTTE LE COSE DEL SUO PROGRAMMA!

      Cioè ha dimezzato i voti per aver MANTENUTO LA PAROLA DATA.

      Ti sembra che gli italiani siano gente seria? SUVVIA!

      Si meritano la feccia. Perchè sono feccia.

      Piace a 2 people

      • Andrea puoi avere ragione, ma che fare? Accetti supinamente o reagisci? In che modo reagisci? In guerra si va con le stesse armi, altrimenti è sconfitta certa. E prima di perdere una persona di passione, le gioca tutte e se sei una persona intelligenti studi i tuoi avversari e poi giochi con le sue armi, non credi. Saluti

        "Mi piace"

  11. LA MANCANZA DI REALISMO- Viviana Vivarelli.
    Le idee di Di Battista sono quelle di Paragone. Il loro problema è che i tempi sono cambiati ma loro non se ne sono accorti. Ha ragione Grillo quando dice che ci sono alcuni che sanno solo ripetere quel che erano un tempo, come se ripetessero sempre lo stesso giorno, come nel film ‘Il giorno della marmotta”.
    Le persone sono ognuna un mix di virtù e difetti. Una delle virtù è saper vivere il proprio tempo ma questo significa evolvere.
    L’Utopia può essere bella ma se la vuoi realizzare devi avere il senso della realtà, delle cose che cambiano, delle persone che si succedono.
    Paragone aveva ragione un tempo, al tempo di Juncker e di Napolitano, quando criticava aspramente l’Unione europea e voleva uscirne.
    Uscire ora che l’Ue ci deve dare 209 miliardi di cui 81 a titolo gratuito e il nostro premier Conte è rispettato e ascoltato in tutte le istituzioni europeee e continuare a chiedere l’uscita oggi in continuità con le idee del passato è da folli.
    I troll (e ormai i media sembrano tutti troll) sanno solo darci di proltronari e di traditori. Ci accusano di perdità di identità.
    Una poltrona è un’occasione di fare buone leggi e di curare il bene del popolo italiano. Accusare i 5 stelle di essere diventati poltronari è la solo la frase stupida di chi non sa cos’altro dire. In quale altro modo si dovrebbe cercare di governare se non occupando dei posti di responsabilità? Poltronaro sarà chi vuole solo il potere ma non lo sa gestire per il bene pubblico.
    E dare di traditori ai 5 stelle è proprio da deficienti.
    I 5 stelle non hanno fatto che restare ‘fedeli’ al proprio programma senza cambiarlo mai. Dove sarebbero il tradimento o la perdita di identità? Forse solo nelle calunnie di chi ha fatto di peggio.
    I deficienti della Lega dovrebbero guardare piuttosto al proprio partito che ha rinnegato tutte le idee iniziali della Padania.
    E i deficienti del Pd o dell’estrema sx dovrebbero guardare al neoliberismo che da Bersani a Renzi ha trasformato il Pd in un partito padronale di destra.
    Salvini esige un maggioritario e ha rovesciato un Governo per fare man bassa del potere e dà di poltronari a noi??? Sembra la favola delle volpe e l’uva.
    I piddini hanno fatto man bassa delle poltrone quando avevano solo un terzo dei nostri voti e i poltronari saremmo noi???
    Fare insulti a caso è proprio da deficienti.
    Ragionare è qualcosa di più ed è proprio delle persone intelligenti.
    I tempi cambiano. La persona intelligente ne tiene conto, conserva i propri ideali ma migliora i propri strumenti. Ed è quello che anche noi dobbiamo fare.

    "Mi piace"

  12. INVEROSIMILE- Viviana Vivarelli.
    C’è stata una contrattazione tra M5S e Pd per stabilire chi dovesse prendersi i Ministeri. È abbastanza evidente che il Pd, che aveva un terzo di voti del M5S e ha preso metà dei posti da Ministro, ha agito con furbizia e destrezza e i nostri potevano e dovevano fare meglio. Ma la storia che Di Battista contasse quanto la Boschi e si sia ritirato per non farla diventare Ministro, è una balla, tant’è che in questo Governo la Boschi è solo una sottosegretaria e la crisi di Renzi era ormai un fatto per cui poteva contrattare fino a un certo punto.
    Intelligenza è anche non dire cose che sono un danno per il gruppo a cui appartieni e che mostrano solo il tuo enorme narcisismo. Ci sono situazioni e momenti in cui devi scegliere: o vuoi essere di aiuto al tuo partito o ci tieni solo a esibire te stesso.

    PATRIZIA CONCA.
    Un aggiornamento su una situazione divisiva.
    Iniziamo da marzo 2019. “Farò campagna elettorale per le europee, ho già prenotato il camper, come feci per le politiche 2018”. Infatti, poi si è eclissato e non si è visto nemmeno con il binocolo. Ha preso lezioni da Paragone e Salvini?
    Esce all’improvviso nella prima decade di maggio, dichiarando che ha seguito un corso da falegname e ci informa di aver imparato a fare gli intagli a coda di rondine. Mecojoni…
    Ha anche scritto un libro, in cui critica la guida politica di Di Maio : dall’alto della sua esperienza come guida politica in un baretto in provincia di Rieti, probabilmente.
    Il libro lo pubblica pochi giorni prima delle elezioni europee : scelta azzeccatissima per danneggiare Luigi ed il M5S.
    Viene invitato da Floris ed ovviamente, corre, ormai in crisi di astinenza da consensi. Dopo poche domande con risposte ‘IO – IO – IO’, si rivolge al pubblico e chiede “Perchè non mi applaudite?”. Floris ride, gli chiede se sente la mancanza degli applausi, e gli fa notare che adesso non è più un deputato. Il super-ego si è finalmente evidenziato.
    Fa anche sapere che quando c’è stato il giuramento del governo il 1 giugno 2018, lui era negli Usa, ma ha rosicato. Parole sue : Ho rosicato, sì, pensavo che ci sarei potuto essere anche io.
    Ad agosto cade il governo, dichiara che con il PD non accetta di governare, più altre esternazioni variamente inopportune, e sostiene di dover andare a votare. Non importa che Mattarella avesse già detto che il termine utile era scaduto, che ci fosse da fare la legge di bilancio e che andando al voto l’Italia sarebbe entrata in esercizio provvisorio. Chi se ne frega : andando a votare lui si ricandiderebbe (lo aveva già dichiarato a maggio).
    Varie critiche ed offese al M5S per il governo con il PD, ed interviene Beppe, facendogli notare che lui sembra vivere nei giorni della marmotta.
    Ma il vero successo lo ottiene a settembre 2019 con l’espulsione di Paragone. “E’ un enorme errore perchè Paragone è più grillino dei grillini”. Complimenti, ma sarebbe utile informarsi su cosa significhi essere grillino. Studia, superman, studia.
    2020 : Appoggia la campagna di una talebana come lui e con un’altra talebana, rancorosa perchè esclusa dal governo, ed ottengono lo splendido risultato di far diminuire notevolmente i voti ai 5stelle ed aumentare quelli ad Emiliano. Chapeau!, fenomeno.
    Non pago delle numerose dichiarazioni inopportune, anacronistiche e tendenti al danneggiamento del Movimento, si assurge a critico politico, dicendo che il M5S è diventato come l’Udeur di Mastella.
    Sarebbe utile al soggetto in questione, informarsi meglio sia sulla politica passata, sia sulle altre situazioni politiche del passato, sia sull’attuale politica e, soprattutto, sul Movimento, ma forse è troppo pretenderlo.
    Il super-ego che blatera da giorni e giorni Io – Io – Io – Io… non vede altro che se stesso.
    ….
    Viviana
    Se vuoi far parte di una squadra devi scegliere la strada giusta.
    Criticare è più facile che partecipare.
    Dividere è più facile che unire.
    Insultare è più facile che incoraggiare.
    Ma scegliere la strada peggiore e più divisiva non farà del male solo a tutto il gruppo, farà del male anche a te stesso…
    ..
    Carmen Diaconu
    Io voglio bene a Dibba, ma se non si sente di essere paziente, diplomatico, di essere un vero politico, meglio che lasci il M5stelle e che vada con Paragone ed altri malpancisti. Se non c’è la diplomazia, la pazienza, la furbizia costruttiva, la cautela, il M5stelle va a schiantarsi. Meglio che sia ragionevole: non è questa la strategia, così come la vuole lui! Dibba, ascoltami, fatti da parte perché non saresti mai un buon politico: ti manca nel tuo DNA!
    .

    MARCO SKIP.
    Caro Alessandro Di Battista… ho sempre pensato che Di Maio fosse molto più adatto di te a ricoprire certi ruoli istituzionali
    Ma non avrei mai immaginato da parte tua una così completa e totale MANCANZA di DIPLOMAZIA e di SENSO PRATICO!
    Non ci sono ma e non ci sono se
    NON si INTERVIENE COSÌ a GAMBA TESA dando l’opportunità alla stampa di regime di MASSACRARE il MoVimento 5 Stelle per il quale tu stesso hai dato 5 anni di sudore e di sangue, combattendo battaglie incredibili!
    Io me ne frego di tutte le giustificazioni e di tutti i discorsi stralunghi che tu vai a fare.
    PUNTO !
    Come disse Beppe, serve SOSTENERE Di Maio… NON sostituirlo!

    Piace a 1 persona

    • “tant’è che in questo Governo la Boschi è solo una sottosegretaria”????
      quello attuale??????

      è capogruppo di Italia Viva alla Camera dei deputati

      la faziosità oscura le menti

      “Le idee di Di Battista sono quelle di Paragone”

      volareeeee oooohhhhh

      "Mi piace"

  13. ELIO MODICA.
    A parte il paragone con l’Udeur (il solo pensiero che assomiglio ad un elettore di Mastella o della di lui moglie signora Senatrice Lonardo, mi mette brividi glaciali nella schiena), io davvero ancora non ho capito cosa avremmo dovuto fare nell’Agosto dell’anno scorso, quando il ducetto capriccioso ha stracciato gli accordi solenni, costati circa 80 giorni di trattative, accordi che avevano acceso i cuori pentastellati che immaginavano finalmente un governo per la gente e con la gente. Salvini aveva scelto tra noi e il coccodrillo. Ma era tutta una finta, un cavallo di Troia, (ecco gia’ allora con le trattative eravamo in piena prima repubblica, no?). Comunque, siamo stati messi davanti ad un aut aut. E li’ il Movimento si e’ gia’ spaccato. La domanda rivolta a chi non sopporta l’attuale Governo e’ sempre la stessa: Cosa avremmo dovuto fare quando Salvini in preda ai fumi dell’alcool ha chiesto i pieni poteri? Per carita’ ditelo. Proviamo a rispondere noi. “Mai col PD nemmeno sotto tortura” avrebbe significato rimettere tutto nelle mani del Capo dello Stato e attendere all’angolo lo scioglimento delle Camere. Sempre assecondando la schiera dei “duri e puri” avremmo in ogni caso trasformato il Movimento in un giocattolo, buono per trastullarsi a vita senza prendere mai una responsabilita’. Infatti la domanda successiva qual e’?: cosa diavolo ci fa un 33% se non puo’ governare? Te lo dico io: se ne sta all’opposizione urlando notte e giorno “Vaffanculo”. E dopo? Orgazza raduni, piazze e Circhi Massimi, e quindi che fa? Prende il 33%. E dopo? Va ovviamente all’opposizione gridando vaffanculo. La condanna del Movimento sarebbe stata l’opposizione strutturale a vita, gazebi, Italie Conquestelle (bellissime e sempre appaganti, sicuro!). E per i nostri figli? Ci pensa Berlusconi con Salvini! E per i nipoti? Ci pensa Renzi con Verdini e Calenda. Da soli pero’. A fare e disfare tutto quello che vogliono, come sempre! E no cari miei amici! Cosi’ non va bene! Io, per esempio non ci sto proprio. Io dioco: ma porca di quella ….. abbiamo trovato un Premier che nemmeno ad assumere Diogene con la sua lampadina avremmo mai potuto scovare, e che facciamo? Ci martelliamo le palle e buttiamo giu’ tutto? Ma per piacere! E’ ovvio che se Governi con un’altra forza politica devi concedere qualcosa. L’importante e che quello che si fa sia nelka totale legalita’, per la gente che da trent’anni vede solo tasse, e senza rubare i soldi pubblici. Ora io dico: cerchiamo di fare quanto piu’ e’ possibile fino a fine legislatura. Facciamo in modo di accendere le nostre Stelle. Poi si vedra’.

    Piace a 1 persona

  14. ..e dunque quale era tutta la gran proposta di Di Battista? Offrire alla Lega una alleanza senza Salvini? E crede che la Lega avrebbe accettato? E per questo prende i suoi cocci e se ne va? E per di più insulta i 5 stelle? Ma una cosa simile la fanno solo i bambini che si sono montati la testa! Nemmeno al campo giochi dell’asilo infantile!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.