Vittorio Feltri: “Conte a casa, va condannato per aver fatto una legge assurda”

(Vittorio Feltri – liberoquotidiano.it) – Quest’ultima assurda e scandalosa vicenda che riguarda i bonus distribuiti perfino a cinque parlamentari, gente che guadagna 15 mila euro al mese, è l’ennesima dimostrazione dell’incosciente pressappochismo del governo, incline a buttare soldi a destra e a manca, senza discernimento. Personalmente non me la sento di accanirmi contro coloro che hanno incassato furbescamente gli oboli, perché in fondo essi, e anche in cima, erano concessi in ossequio a una legge firmata dagli amministratori dello Stato. Il quale è avvezzo da sempre a sprecare pubblico denaro, tanto è vero che ha accumulato un debito mostruoso.

Quindi non voglio accusare nessuno di aver violato le regole, ma non posso fare a meno di deplorare un esecutivo talmente inetto da permettere a cani e porci di incamerare quattrini a titolo di mancia elettorale. Certamente, c’è un problema di onestà dubbia di chi ha richiesto e percepito somme a titolo di sostegno, però spicca evidentemente una incapacità raccapricciante di Conte e compagnia di elargire assennatamente le risorse del Paese. L’assistenzialismo è legittimo entro determinati limiti, estenderlo a qualunque furbetto è una sorta di crimine. Davanti a fatti turpi quale quello descritto è fatale chiedere al premier e alla sua servitù di liberare Palazzo Chigi dalla loro mefitica presenza. Sono consapevole che tale invito resterà lettera morta, tuttavia è mio dovere segnalare agli italiani che i veri colpevoli della storia vergognosa non sono coloro che hanno intascato le palanche, bensì i politici tonti che gliele hanno regalate per catturarne la simpatia.

Che il governo sia da sciogliere nell’acido suppongo lo sappiano tutti, tuttavia è strano che la politica non sia in grado di mobilitare chimici capaci di liquidarlo. Immagino che pure il presidente della Repubblica sia chiamato nella circostanza a prendere provvedimenti acconci per stroncare lo sfacelo. Se alcune leggi emanate sono strampalate e permettono una distribuzione di denaro a persone che percepiscono già compensi lauti, è necessario non promulgarle. E chi ha facoltà di bloccarle se non il Quirinale? Qualora sbagli, correggetemi ma non prendetemi in giro. Mi dicono che i nomi dei cinque onorevoli accattoni che hanno riscosso la carità dovuta agli sfigati sono protetti dalla privacy e difficilmente saranno resi noti. Mi sembra folle che i fondi creati dai contribuenti siano destinati a cittadini anonimi. Chiunque ha ricevuto liquidi statali non ha motivo di essere tenuto segreto. Vogliamo sapere nome e cognome dei fortunelli, tutti, che hanno beneficiato di euro prelevati dalle nostre tasche.

29 replies

  1. Fa bene Infosannio a pubblicare gli editoriali di V. Feltri. In tal modo si eliminano dubbi, sospetti, malintesi: costui e le persone cui si rivolge sono proprio così. Sono impermeabili, sono tetragoni ( anzi, pentagoni), inscalfibili.

    Piace a 2 people

  2. Oltraggiose provocazioni di un ubriacone molesto.
    Fosse stato più giovane una bella ripassata non gliela avrebbero negata.
    Oggi fa solo pena la sua ricerca di visibilità, la totale mancanza di morale tipica di chi, sopraffatto dalle nebbie alcoliche, abbandona ogni freno inibitore per assumere comportamenti indecenti, grotteschi e svergognati dinanzi alle persone civili e perbene.

    Piace a 2 people

  3. Quindi…..quando è se si sapranno i nomi, il signor. Feltri si congratulera con ognuno di loro per la ĺoro perspicacia e prontezza. Si…perché….Per il sig. Feltri tutti quelli che non hanno richiesto il bonus ( e sono pochi ) sono dei coglioni e c’è da vergognarsi per non averlo fatto è per non appartenere alla stessa categoria poteva farlo anche lei sig Feltri . Però Conte va condannato e sciolto nell acido per aver elargito le risorse del paese anche a dei coglioni. Siccome…sig.Feltri…. Conte non sarà ne condannato ne sciolto nell acido la sua resterà lettera morta o perlomeno solo per i deplorevoli accattoni coglioni.

    Piace a 1 persona

  4. Grande Vittorio. Continua così. Fino a quando sarai un riferimento culturale ( sigh!) di questo “centrodestra” o “destra” che dir si voglia, con i vari Sgarbi, Porro, Sallusti, Capezzone et co., io che per 30 anni ho votato a destra ( fino a circa 10 anni fa) mi terrò alla larga da quella politica che ti rappresenta. Voterò pure incapaci e dementi ma la tua ( la vostra) compagnia è un virus ( altro che Covid…) che voglio risparmiarmi.

    Piace a 1 persona

  5. Ho appena finito di fare un post all’articolo di travaglio e mi tocca leggere feltri. Qui siamo in un altro mondo, gli asini volano e concordando in pieno con tal paolo, mi astengo dal commentare non sono proprio all’altezza. Rimango nella vigna, non riesco minimamente a vederli, gli asini

    "Mi piace"

  6. Vittorio Feltri purtroppo le cose che dice le pensa.Ha la,pancia piena,la moglie ubriaca,il conto in banca pingue e la lingua ormai viscida dal forte leccaggio di deretano di potenti.Costuo è un ominicchio,che non vuol tacere ma che dovrebbe ricordare quello che si disse e decise quando il governo decise di dare l’OBOLO al popolo.Mio figlio,fisioterapista,non ha lavorato da febbraio a giugno,e gli ha fatto molto comodo L’OBOLO.Il governo ha deciso di dare gli aiuti senza controlli subito ma,ricordo bene,dopo con calma co sarebbero stato e chi non ne aveva diritto,lo avrebbe restituito.Ebbene,molti OBOLI sono andati a cittadini bisognosi,un po’ a notai e commercialisti ricchi e qualcuno a bastardi politici.Ecco ora si dicano i nomi,li si costringa a dimettersi perché non segni di rappresentare il popolo e la Meloni taccia per sempre perché ha rotto i timpani.E noi,popolo bue,svegliamoci e alle prossime elezioni,sperando in una legge elettorale equa,votiamo bene e difendiamo i nostri diritti che gente come Feltri calpesta ogni giorno con articoli fuori di testa.

    Piace a 2 people

      • Caro Gatto fino a che si scherza va bene ma ora si dovrebbe fare sul serio.Essere omosessuali euro status,cioè ci nasci,è la tua natura,non lo scegli,sei omosessuale come sei eterosessuale o altro.Feltri ha FATTO UNA SCELTA PER SOLDI che è quella di leccare al culo al miglior offerente.Una volta lo faceva con stile oggi lo fa senza remore né vergogna.Ergo io ripeto Feltri è un ricco peccatore che una volta faceva il giornalista oggi fa il portavoce di fake.Lei si cambi nome perché i gatto sono molto seri e ragionano.Lei no!

        "Mi piace"

      • Ah, “Feltri ha FATTO UNA SCELTA PER SOLDI” (un po’ presuntuosetta come valutazione, ma vabbè…). Allora facciamo sul serio: Feltri è un avido, giusto? Nessuno diventa ciò che non è già in potenza: è la natura! Ho come l’impressione invece che a lei stiano simpatici i culattoni e un po’ meno Feltri, e questo non è quel che si dice ragionare, ma “sentimentare”, ovvero la frase simil-tollerante “…Insomma ognuno è come è, accettiamo per come siamo. Senza clamori!”, sarebbe meglio se la rimangiasse, che avrebbe tutto di guadagnato! PS: non accetto si mischino i gatti con faccenduole di basso bordo…

        "Mi piace"

      • Gatto,Gatto… ma lei legge quello che scrive?Io mi ritengo una persona molto tollerante e non ho remore di nessun tipo verso la natura degli uomini.Se a le Feltri piace,si accomodi ma non cerchi di imporre le sue “sbagliate”convinzioni agli altri.A me non piacciono i culattoni che peraltro non so cosa vuol dire.A me piacciono le persone di buon senso,qualsiasi sia la loro natura,il loro colore,la loro indole.Odio visceralmente gli avidi che mentono spudoratamente per fare contento il padrone del momento e Feltri ne ha avuto due :Berlusconi e ora Salvini. Feltri straparla pur di dire fesserie.Lei,Gatto,riflette poco e credo lo faccia non per indole ma per disturbare gli altri.Se così non fosse,ci sarebbe da ragionare ma lei vedo che non lo vuol fare e attacca.A sto punto le dico:si attacchi al tram e faccia ciò che vuole.Io sarò presuntuosa ma sono me stessa.Lei,invece?

        Piace a 2 people

      • “Ah, i culattoni sì, Feltri nisba!” Io leggo nel pensiero di chi odia Casalino, e trova la scusa peggiore per odiarlo.

        O mi sbaglio?

        Ad ogni modo, come tutte le malattie, l’omofobia si puo’ curare, non e’ poi tanto un problema.

        "Mi piace"

      • E perché mai dovrei leggere quello che scrivo, visto che l’ho scritto: a quanto pare è lei che non sa leggere… Lei, cara lei, si riempie la boccuccia di frasi altisonanti tipo “Non sono d’accordo con quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo” e bla, bla, bla e al primo che rompe i coglioni, perché lei presume che sia questo o quello (quindi, ribadisco, è pure presuntuosetta…) diventa, nei giorni dispari, la tiranna che nemmeno si rende conto di essere, e nei pari ritorna la democratica pret-à-porter de noantri senza accorgersene. Si rimangi le sue frasette politicamente corrette e insignificanti, ovvero si rassegni a cadere in contraddizione, ché qui non è aria: ognuno ha i suoi padroni, Feltri li conosce benissimo, lei non sa nemmeno che esistono e tira fendenti all’aria! Che lei sia se stessa a me frega nulla, il problema è vedere “stessa” a cosa, e qui ci sarebbe da ridere se si approfondisse. PS: ma sarà mai possibile far capire a certi tomi che se prendiamo certe posizioni non è perché ci siano simpatici Salvini o Feltri o Minnie Minoprio, di cui ci frega ZERO – RIBADIAMO: ZEROOOOO – ma esclusivamente per una questione dialettica?

        "Mi piace"

      • Facciamo una cosa Ennio: siccome la vita è già abbastanza difficile, per il futuro mi riservo l’opportunità di non più considerare (absit iniuria verbis) le tue sibilline invettive… Faccio uno strappo solo stavolta: dedurre (che poi, in realtà, sarebbe “essere indotti a pensare…”) che Feltri si un avido dalla frase cha hai riportato, è alquanto scorretto.
        Un detto sufi recita: “prendere i contanti e dimenticare i crediti!”, ossia esattamente il contrario dell’avidità. Buona vita a te caro…

        "Mi piace"

  7. “Personalmente non me la sento di accanirmi contro coloro che hanno incassato furbescamente gli oboli,”
    Questo omuncolo è la feccia dei pennivendoli italioti. Son d’accordo con Paolo Diamante. Bisogna pubblicare, diffondere questi articoli; la maggior parte degli italiani devono sapere chi va sciolto nell’acido.

    Piace a 1 persona

    • Per Gatto:questa o quella per me parli son…lo dice lei.Se lei,Gatto,con la dialettica(?)è riuscito a capire ,perché gli altri col ragionamento non possono aver capito tutto e tanto?Difendere Feltri è come mettersi un fucile in bocca col colpo in canna.Feltri faparte della categoria :magno bevo e fotto e degli altri me ne frego.
      Lei non ha capito come e’ messa l’Italia,Feltri lo ha capito benissimo e ci sguazza. Non è che questo governo strano PD-5 stelle sia buono,ma non è male.Finalmente qualche povero sta mangiando,certo c’è ancora qualcuno(amico di Feltri)che mangia senza averne diritto.Ma li scoveremo,l’Italia dovrà diventare un paese serio vivibile.
      Non le risponderò piu’ perché deduco il mio tempo solo a chi ne ha diritto e lei non è tra questi!

      "Mi piace"

  8. Fra le altre castonerie scritte;
    “… i nomi dei cinque onorevoli accattoni… difficilmente saranno resi noti.”
    Infatti ieri è stato dato il via libera alla pubblicazione dei nominativi.
    Ma non nè azzecca una questo!

    Piace a 1 persona

  9. In una democrazia i nomi di questi saprofiti sarebbero stati comunicati immediatamente. Viviamo in un regime monarchico; il re, i principi, i baroni e complici possono fare e depredare. Nessuno può contrastarli perché tutto è “lesa maestà”.

    "Mi piace"

  10. Che diavolo di Paese di merda è quello in cui un lercione simile può dirigere un giornale e, dopo aver sbrodolato per anni cazzate varie su meritocrazia e nepotismi, piazza un pupazzo come suo figlio alla Busiarda? Il Paese di Pulcinella

    "Mi piace"

  11. Praticamente, secondo il ragionamento di questo signore, se un falso invalido usufruisce della pensione di invalidità non va sanzionato lui ma chi ha fatto la legge per gli invalidi. Non solo, ricordo al demente che la Meloni voleva dare 1000 euro a tutti. A prescindere.

    "Mi piace"

  12. Dalla culla del garantismo (all’italiana), ecco partorito uno degli articoli più giustizialisti (a voler essere gentili ed educati, altrimenti qua saremmo tra il forcaiolo e l’eversivo) mai pubblicati in Italia da quando esiste la libertà di stampa, ad imperitura dimostrazione del fatto che certi individui non siano intimamente nè garantisti nè giustizialisti, ma unicamente dei grandi opportunisti.
    Quando si parla degli amici, specie se facoltosi datori di stipendio, non esiste mai nessun colpevole, nemmeno in presenza di prove schiaccianti, fino alla eventuale sentenza di Cassazione (10-15 anni), e anche dopo è tutto un mettere i puntini sulle “i” per provare ad imbastire improbabili riabilitazioni postume.
    I nemici, viceversa, sono da sciogliere nell’acido. Immediatamente. Nessun processo, nessuna prova, niente garanzie (in effetti, non si ravvisano nemmeno reati). Non vale più nemmeno il sostegno popolare, da sempre invocato (a sproposito) dai fake-garantisti Affrancati Dal Bisogno come ultimo baluardo per difendere i peggiori delinquenti, perfino quando conclamati e passati in giudicato, di fronte al nemico da abbattere.

    F E L T R I semplicemente P I E T O S O.

    Pietoso non per quello che scrive: è da un bel pezzo che la ragione sembra aver abbandonato quei lidi, ma è tutta apparenza, frutto di una chiara strategia, quella di cercare di farsi passare per il classico vecchio ubriacone da osteria a cui si concede tutto, tanto can che abbaia non morde. Ma, ancorchè afflitto dalla senilità incipiente, il vecchio volpone non si è ancora tanto rincoglionito quanto vorrebbe farci credere, e sa benissimo di aver scritto una tale fila di cazzate che nemmeno vale la pena di ribattere, tanto sono macroscopiche.
    Pietoso per essersi ridotto alla macchietta da stadio di sè stesso, una volta sapeva vendersi molto meglio. Non mi stupirebbe affatto, un domani, scoprire che anche lui ha richiesto il famoso bonus (tanto è sempre colpa del commercialista). A quel punto, sarebbe inutile chiedergli di sciogliersi nell’acido da solo, tanto il processo è evidentemente già in atto, le batterie del cervello denotano già i sintomi delle prime perdite.

    Stay human, pietà per Littorio.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.