Le nuove regole per la scuola rischiano di provocare enormi disagi alle famiglie…

BANCHI A ROTELLE

(Massimo Gramellini – il Corriere della Sera) – Rimangono ostinatamente affezionati agli statici banchi di legno, che rispetto a quelli semoventi, tanto cari alla Azzolina, sono più spaziosi e hanno anche il torto di costare un sesto: 50 euro contro 300.

Questi dirigenti retrogradi preferirebbero dirottare il surplus di un miliardo e mezzo su spese voluttuarie come l’ acquisto di computer e la messa in sicurezza degli edifici. A noi, azzoliniani della primissima ora, l’ entusiasmo della ministra appare invece pienamente giustificato. Non c’ è chi non colga le straordinarie opportunità che i banchi a rotelle sono in grado di offrire a chi li sappia pilotare con sagacia: nei corridoi, al momento della ricreazione, ma anche in aula durante i compiti in classe, quando potrebbero dare vita a stimolanti ingorghi intorno ai secchioni.

Suggerisco alla ministra di spingere la riforma fino alle estreme conseguenze e di fornire agli studenti del liceo un banco monoposto non soltanto a rotelle, ma motorizzato. Un Ferrarino, naturalmente elettrico per non irritare Grillo e Greta Thunberg, con cui solcare le nostre scuole fatiscenti, accelerando e rombando alla faccia, anzi in faccia a tutti i Rutte del mondo.

8 replies

  1. Gramellini non va a scuola da anni: i banchi sono fatiscenti come i locali. Il suo sarcasmo è quello degli sciocchi: il virus è vivo e lotta insieme a noi, potrebbero dirgli alcuni.
    I 5s hanno ereditato un disastro sotto tutti gli aspetti e questo coso fa dello spirito.
    Ripeto: sciocchino.

    Piace a 1 persona

  2. il modello didattico centrato sull’insegnante che spiega in cattedra a studenti seduti in banchi perfettamente allineati e ad essa rivolti è superato dall’idea di una pedagogia “attivista”.via le cattedre.formazione di piccoli gruppi modificabili di volta in volta nelle loro composizioni.gli insegnanti si muovono tra di loro,suggeriscono,guidano quando necessario;gli studenti si spostano, aggregandosi in combinazioni mutevoli.la conoscenza nn si trasmette dall’alto verso il basso ma si acquisisce in maniera orizzontale,attraverso il confronto,il lavoro condiviso,lo scambio di informazioni,idee,pensieri,intuizioni,la soluzione dei problemi. la struttura dell’aula 3.0 è diversa da quella tradizionale,i banchi sono diversi,facilmente spostabili a seconda delle esigenze.con rotelle appunto.
    ma questo gramellini nn lo sa. beota ignoranza.

    Piace a 1 persona

  3. Io Gramellini l’ho conosciuto di persona a una cena celebrativa per commemorare la tragedia di Superga. Un uomo di una pochezza disarmante, purtroppo tifoso del Toro…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.