Come si prepara la seconda ondata

(Enea Conti – il Corriere della Sera) – Una ragazza di 17 anni di Modena è stata trovata positiva al coronavirus mentre era in vacanza a Riccione quasi due settimane dopo il suo arriva nella località della Riviera romagnola. Settanta persone sono finite sotto osservazione e sottoposte al tampone in seguito all’indagine epidemiologica avviata da Ausl Modena e Ausl Romagna per rintracciare i contatti avuti dalla ragazza nelle ultime settimane. Quattro di loro – amici della giovane- sono risultati positivi al test senza presentare sintomi.

La diciassettenne era arrivata in Riviera l’1 luglio con un gruppo di amici ed era ospite assieme alla madre di una loro conoscente. Il 13 luglio dopo aver accusato per alcuni giorni un fastidioso mal di orecchie aveva allertato la guardia medica. Gli operatori avevano giudicato sospetto il quadro generale fornito dalla ragazza, tanto che nell’abitazione in cui era ospite si sono presentati gli operatori dell’Unità speciale di continuità assistenziale che hanno subito sottoposto la giovane al test, rivelatosi poi positivo.

La ragazza non presentava comunque sintomi preoccupanti ed è stata trasportata in ambulanza nella sua casa di Modena. Nel corso dell’indagine epidemiologica la diciassettenne ha raccontato di aver trascorso una serata a ballare in una nota discoteca della Riviera, la Villa delle rose di Misano Adriatico. Qui, nel weekend dell’11 luglio, i carabinieri avevano elevato ai gestori una multa da 400 euro per i ripetuti assembramenti segnalati e accertati in pista.

Per il resto dei giorni la comitiva della ragazza ha trascorso gran parte del tempo libero in spiaggia, in uno stabilimento balneare di Riccione. Quaranta persone, contatti stretti della diciassettenne nelle settimane precedenti al test sono state messe in isolamento da Ausl Romagna e sottoposte a tampone, mentre 30 persone sono finite in quarantena a Modena dove si attende ancora l’esito di alcuni tamponi effettuati negli scorsi giorni.

Alcuni turisti in vacanza a Riccione entrati in contatto con la ragazza erano infatti rientrati nel capoluogo emiliano prima di lei e, come detto, due di loro hanno contratto il virus. In una nota la sindaca di Riccione Renata Tosi ha ringraziato i sanitari. «Abbiamo dimostrato – ha detto – di garantire la salute di cittadini, turisti e operatori economici».

4 replies

  1. Con tutti questi contagi, manco un malato in ospedale! Emergenza! Emergenza! La gente riprende a vivere e ad avere rapporti sociali e nessuno finisce in terapia intensiva! Emergenza! Emergenza! Il popolo rischia di sfegliarsi! Si intensifichino le multe! Presto! La mascherina a tutti! Emergenza! Emergenza! Riprendano le campane a morto dei TG! Di più! Di più! Che l’emergenza un’ c’è più!

    Eddai, su, finiamola. Volete abituare il popolino alla dittatura. Gettate la maschera e finiamola qui.

    "Mi piace"

  2. Seconda ondata? sì, di raffreddore visto che non si ammala gravemente più nessuno… però bisogna tirare la volata al salvifico vaccino per cui rassegnamoci, coi primi freddi i peggiori mass media del mondo uniti alla cacasottaggine del popolino bue ricreerà in parte il caos di marzo aprile con l’inutile corsa agli ospedali ( o ai ricoveri forzati di gente con 37,5 di febbre ) e conseguente mini lockdown ( quello vero non ce lo possiamo più permettere pena il ritorno al medio Evo ) …

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.