Il M5s continua a erodere il Pd, ma non basta: serve recuperare i sei milioni di voti inespressi

(di Maurizio Contigiani – ilfattoquotidiano.it) – Giuseppe Conte sta prendendo il posto di un Pd morto e sepolto, un Pd che non sarà più votato nemmeno nelle Ztl, dove il consenso prenderà la strada del vero borghese Giuseppi, con un’anima, mi auguro, “sapientemente, onestamente e moderatamente” spostata a sinistra.

Il M5S di Conte ha preso 4.300.000 preferenze. Perseverando con l’erosione del Pd, potrebbe arrivare molto vicino se non addirittura a superare Fratelli D’Italia. Ma non basta. Ci sono ancora sei milioni di elettori che non sono tornati alle urne e che nel 2018 avevano sicuramente votato 5 Stelle. Un bacino elettorale enorme, una marea di gente che non si è riconosciuta nel nuovo partito di Conte ma non ha nemmeno traslocato verso altri lidi.

All’interno di quei sei milioni c’è il volto più critico, più esigente, più incazzato, più radicale su questioni che riguardano l’onestà, la correttezza, l’intransigenza nei confronti dei corrotti, dei ladri di stato, della falsa sinistra, della destra più indegna, dell’incoerenza. Quei sei milioni sono diversi dagli altri che non hanno mai votato, sono un partito dal 25% che cerca qualcos’altro che non c’è più: allora perché non provare a dar loro qualcosa in grado di riportarne al voto almeno la metà?

Urge la nascita di un Partito/Movimento con dentro tutti gli ex 5S che il tempo e gli eventi hanno dimostrato essere i più puliti. Urge che qualcuno rivendichi e provi a ripristinare quelle regole che mettevano le regole davanti agli uomini e che gli uomini hanno visto bene di eliminare. Di Battista, il pesce fuor d’acqua Raggi, Morra, Lezzi, Toninelli e, perché no, Casaleggio e la piattaforma Rousseau potrebbero essere in grado di realizzare qualcosa in quella direzione? Il milione e settecentomila followers di Di Battista contano ancora qualcosa o sto immaginando l’impossibile? Forse.

Ma alla luce di ciò cui stiamo assistendo, non vedo altre strade per costruire un’alternativa, una via d’uscita dallo scempio attuale. Un’equilibrata coalizione all’interno della quale possano coesistere una buona sinistra contiana con almeno una parte di quei sei milioni a cui non frega niente di destra e sinistra ma che guardano esclusivamente a valori dettati da un buonsenso talmente evidente da poter essere definito addirittura scontato.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

32 replies

  1. il m5s di Conte è destinato a perdere qualsiasi elezione perchè la scelta scellerata di far parte del campo progressista non piace alla maggioranza degli italiani,l’alleanza con quel che resta della sinistra è un errore madornale,serve un movimento nuovo che decida sul serio di combattere questo sistema vecchio chiamato unione europea,nato,sudditanza agli stati uniti,se non scardini lo status quo non vai da nessuna parte,il nuovo ulivo2.0 votatevelo voi

    Piace a 1 persona

  2. Ahahahah ahahah ahahahah ahahah
    Mr tentenna sancho panza il bradipo leader dei penultimatum pensa di recuperare i 6 milioni di voti perso alleandosi con la peste nera,
    Un vero venditore di pentole non saprebbe far meglio

    "Mi piace"

  3. Ma al fatto cosa fumano?Casaleggio?Rousseau? Rousseau è stata la presa in giro della parte più a destra e lorda del m5s.Secondo il “giornalista” Casaleggio e banda perché è andato a “casa”?Era tutto meno che una persona adatta al ruolo.Se voi siete giornalisti io sono Ernest Hemingway.

    "Mi piace"

  4. Incredibile come ci siano persone convinte che il mv5s non sia un appendice del PD,
    Beata ingenuità,

    "Mi piace"

  5. Non è difficile erodere il PD … basta pensare che i “vecchi” hanno scritto un “nuovo valore del PD” behh.. diciamo che era meglio fare un nuovo valore con i nuovi… questo mi puzza di vecchio e stantio!

    Piace a 1 persona

    • Meglio, n&t…hanno scritto “la carta dei valori”, presa tal quale da Conte (il titolo, dico). 😆

      “Un’equilibrata coalizione all’interno della quale possano coesistere una buona sinistra contiana con almeno una parte di quei sei milioni a cui non frega niente di destra e sinistra”
      Quelli a cui “non frega niente di destra e sinistra” sono DI DESTRA e sono passati in massa a Salvini e ora alla Meloni.
      E qualcuno si è affidato agli zerovirgola, per motivi… vogliamo dire “contingenti”?

      Piace a 2 people

      • Infatti alcune coalizioni si sono già verificate sui programmi( Lombardia,Friuli ecc,) evidentemente all’interno del PD non si sono ancora accorti che sono le persona responsabili che hanno fallito..il principale è il nipote di gianni ancora impantanato con B.(che vergogna) e poi quelli che si definiscono terzo polo che credo che siano solo il terzo pollo economico(che fanno e disbrigano per i propri interessi) o campo largo dove tutti possono coltivale i propri interessi(zero virgola)
        Ciaooo!

        Piace a 1 persona

      • Certamente a quelli che non frega niente di destra e sinistra non sono polli senza testa,
        Anche perché quei polli che si credono aver la testa non si sono ancora accorti che la sinistra itaGGliana è un agglomerato di interessi personali e a cui niente importa di giustizia sociale, e pertanto più che sinistra, visto che sinistro è qualcosa di losco e pericoloso, li definirei Mezzani e prostitute.

        "Mi piace"

      • Caglio’, sei ancora a “sinistra=sinistro”?
        Vecchia caxxata fasciolegaiola… e da bancone, pure.
        Daaai, puoi fare di meglio.
        E risparmiaci la filastrocca su Conte il bradipo etc, ti preeeego… non ti stanchi di scriverlo? Secondo me, almeno quanto noi di leggerlo.
        Abbiamo capito che non ti sta troppo simpatico😆, però il tuo non è un giudizio oggettivo… sembra più mutuato da un Ballusti (cit😉) qualunque, se solo lo lasciassero abbaiare ulteriormente.

        Piace a 1 persona

      • Assolutamente no!!!
        Cercare le differenze tra destra e sinistra è
        come voler trovare differenze tra matteo messina denaro e giovanni motisi o altro boss mafioso.

        "Mi piace"

      • Ma tu, per “sinistra” intendi il progressismo o ancora identifichi la sinistra col Pd?
        Perché un conto è l’applicazione delle idee, un altro le idee stesse.

        "Mi piace"

      • Anail hai visto mezzorainpiù ?
        Bonaccini che vuole il ritorno di Poletti
        “Poche sere fa a un evento a Bubano, frazione di Mordano, nell’imolese, a far servizio ai tavoli c’era Giuliano Poletti, un ex ministro: lui è d’esempio. Qual è il problema da chiedere adesso ad alcuni dirigenti di sedersi in panchina?”
        Poletti esempio? , Incredibile Bonaccini porta Poletti il ​​ministro del jobact come esempio positivo. roba da mat.

        De Micheli PNNR è merito di PD
        “nostro il merito di avere ottenuto il PNRR . Senza il PD non lo avremmo mai avuto. (concetto ribadito 2 volte con aggressivita)
        Bonacini “i 200 miliardi del Recovery Fund li ha portati il PD!”. Poi si chiedono perché la gente non li vota più.

        Oggi, in sostanza uno spazio di propaganda a favore del PD

        Piace a 1 persona

      • Ma non conoscono un briciolo di vergogna ,se pensano di rimontare nei consensi dicano meno falsità..sono finiti devono rassegnarsi !!

        "Mi piace"

      • @ bond,
        infatti il migliore ha finito il compito assieme alla lince di rignano e al bricconcello dei Parioli di rovinare il PD… ora se ne va applaudito dai soliti fans… ora bisogna raccogliere quello che rimane con un programma… e Conte aspetta il Programma non il manifesto,
        Infatti rientrato Speranza e Bersani…speriamo che un pò di sale in zucca arrivino ai rimanenti piddini.

        "Mi piace"

      • Anail
        Troppo divertente chiamare per nome mr tentenna sancho panza il bradipo leader dei penultimatum, in effetti un attore qual’é ha bisogno di un nome d’arte, sinistra? E da quando la giustizia sociale è appannaggio di uno schieramento sinistro, io ho vissuto e vivo in stati dove la giustizia sociale non è prerogativa di partiti che si definiscono sinistri, il fu mv5s aveva nel DNA la giustizia sociale ma come tutte le cose belle ha avuto vita breve, quello di oggi è un surrogato che come i fondi del caffè è al massimo capace di tenere lontane le formiche o concimare i gerani. Insomma un offesa all’intelligenza

        "Mi piace"

  6. ” Non frega niente di destra e sinistra ma che guardano esclusivamente a valori dettati da un buonsenso ”
    Questo mi rappresenta e dovrebbe spiegare bene a chi non lo ha afferrato, alla maggior parte delle persone non frega una mazza di destra e sinistra, cerca persone oneste ,capisco che dopo certi personaggi che si sono succeduti è difficile credere ci siano ma su coraggio usciamo fuori da questo inquadramento dx e sx

    "Mi piace"

  7. L’onestà richiesta non è solamente NON rubare, l’onestà richiesta è adempiere con onore agli impegni assunti e non, una volta sulla poltrona, disattenderli bellamente,

    "Mi piace"

  8. Tracia, da quello che capisco, l’esempio di Poletti consisterebbe nel fatto che si è tolto dai c…almeno, secondo me, Bonaccini sembrerebbe dire questo (spero).
    Li ho sentiti con mezzo orecchio… Inaudito che continuino ad attribuirsi il merito del Pnrr.
    Che schifo…
    Per non parlare delle caxxate sulla guerra. Aiuto, tutti allineati a 90° e con grande entusiasmo…

    Comunque sì, concordo: “Piccolo (anzi, grande e inginocchiato) spazio pubblicità” diceva Vasco!

    "Mi piace"