La Russa col fiato sul Colle!

(Marco Antonellis – ilgiornaleditalia.it) – La notizia della telefonata tra Macron e Sergio Mattarella, anticipata stamattina presto da questo giornale è la notizia del giorno. Il braccio di ferro sugli sbarchi ha fatto pensare a uno strappo irrimediabile. E invece il presidente della Repubblica, con una nota congiunta, ha assicurato “piena collaborazione in ogni settore”.

L’iniziativa del capo dello Stato è stata apprezzata da molti, ma a quanto pare non da tutti. Ignazio La Russa, (Presidente del Senato e quindi seconda carica dello Stato nonché “facente funzioni” in caso di impedimento del Capo dello Stato) non ha nascosto una certa contrarietà. “Io credo – si è pronunciato il presidente del Senato – che l’opera del presidente Mattarella sia sempre utile, ma credo anche che la fermezza del nostro governo debba essere condivisa”. Il presidente del Senato ribadisce che sui migranti “dall’Italia la barra rimane dritta”.

Per La Russa “l’interesse nazionale va mantenuto a ogni costo. I modi e i toni giusti, ma senza dimenticare che l’Italia sta rispettando a pieno tutte le regole europee e non può essere lasciata sola nella gestione dei flussi migratori. Troppo comodo immaginare che tocchi solo all’Italia essere Paese di prima accoglienza”. Una chiarissima frecciata al colloquio tra Mattarella e il presidente francese Macron. Peccato però che Ignazio La Russa non sappia che la telefonata tra Mattarella e Macron era stata preventivamente concordata anche con la sua leader di partito e capo del governo Giorgia Meloni. Già, perché a quanto siamo in grado di rivelare, la Presidenza del Consiglio era stata messa al corrente di tutto. Anche della telefonata di Mattarella. E non aveva fatto una piega.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

3 replies

  1. Ma può, lo sbarco di immigrati africani a NOVEMBRE, diventare il principale problema nazionale?
    In TV non si parla d’altro, accompagnandolo da tabelle dei sondaggi sul gradimento del campione statistico.
    E le bollette?
    E l’inflazione?
    E la manovra finanziaria, i miliardi del PNRR, la povertà dilagante, il taglio di politiche espansive come il Superbonus etc etc?
    Stanno sfogando tutta la loro rabbia repressa di fasciorazzisti contro i neri.
    Poi contro i comunisti riscrivendo la storia.
    Contro il M5S perché è dalla parte del popolo che tira a campare con fatica.
    Quali saranno i prossimi capri espiatorii su cui lanceranno calunnie ed infamie per distrarre l’opinione pubblica dalla loro incapacità di governare?
    Sentito stasera in TV, con la crisi demografica in atto tutti i miliardi richiesti dalle prossime manovre finanziarie verranno assorbiti dall’aumento della spesa previdenziale.
    Cosa intendono fare?
    Ok le politiche per aumentare la natalità (Quali?😗🤭🤭🤭) ma necessiteremmo di interventi strutturali di più veloce applicazione.
    Tipo integrare velocemente gli immigrati per rispondere alla richiesta di braccia nel mondo del lavoro, aumentando con i redditi generati i consumi e i contributi versati per tenere in piedi l’INPS.
    Invece i nostalgici vivono al contrario, correndo all’indietro e dormendo appesi per i piedi.
    Che soggetti mexdavigliosamente comici hanno preso il volante con grande giubilo dei passeggeri, un gregge di pecore nere.

    "Mi piace"

  2. Forse occorrerebbe riflettere.
    Chi fa diventare ogni notizia una emergenza nazionale parlandone costantemente h24? I media.
    Da chi apprendiamo ogni notizia che riguarda il Governo? Dai media.
    Sono i media ad enfatizzare ogni respiro ed ogni Tweet di chiunque (cosa che certamente non facevano col passato Governo dei Migliori).

    Ad esempio quasi nulla sul prossimo aumento delle pensioni e la conclusione di contratti in attesa da anni. Migranti, migranti, migranti h24 . La7 poi è specialista.
    A proposito di pensioni, mai si parla di quanto viene speso – ed è stato speso, in questi decenni – per l’ “accoglienza”. Se facessimo una botta di conti, tutto compreso (polizia, guardia costiera, navi, alberghi,mediatori culturali, medici, hot spots, Coop e case famiglia, ordine pubblico, carceri, Reddito di cittadinanza e aiuti vari, sacuoila, sanità…) altro che pensioni… Certo moltissimi ci guadagnano, ma come andiamo, nei fatti, ad “accoglienza”? Guardandoci in giro…
    Ovviamente tutto si fa e si chiede meno che dividere la Previdenza (ormai da 30 anni le pensioni sono calcolate col contributivo) dall’ assistenza, come succede altrove. Quindi si pesca per lo più di lì.

    Sono scelte politiche, l’ “etica” non ci entra alcunchè: se si pensa che il nostro Paese abbia bisogno di mantenere alta la disoccupaziuone e florido il lavoro nero con conseguente impoverimento dei salari ed aumento continuo dei bisognosi di assistenza (immigrati ed autoctoni) la politica dell’ accoglienza “dove colgo colgo” è tutto grasso che cola; se invece ci accorgessimo che oltre alla pizza ed allo spritz potremmo essere un Paese con una imprenditoria ad alto valore aggiunto, faremmo di tutto per trattenere quei giovani diplomati e laureati per i quali tanto denaro pubblico è stato speso anzichè incitarli ( a parole e con i fatti ) ad andare ad arricchire ulteriormente e “gratis” Paesi già molto più ricchi ed attrezzati del nostro.

    La scelta purtroppo è stata fatta da tempo , del tutto legittimamente: i Parlamenti e i GFoverni hanno scelto, tutti. Quindi non lamentiamoci che “non ci sono soldi”: non abbiamo fatto alcunchè per crescere, solo per impoverirci. Culturalmente e tecnologicamente. E non vedo all’ orizzonte segni di cambiamento: ormai è tardi.

    "Mi piace"

  3. Sei andata in acido, seriamente.
    Le solite manfrine razziste accecano lo sguardo e oscurano le Vs teste già vuote.
    Ma se la fascio coatta è il capitone sciacallo e BACIASALAMI impongono come priorità la lotta agli sbarchi novembrini, scatenando una crisi diplomatica con la Francia ed isolandosi in Europa, le tv dovrebbero nascondere una notizia di tale portata?
    Il BACIASALAMI di questo ha sempre campato sui social, di propaganda perennemente sopra le righe, per nascondere la sua accertata insipienza e incompetenza. L’arrivo delle tv che ne parlano è cercato e voluto.
    Ti è così difficile comprenderlo?
    Soldi per le pensioni ce ne saranno sempre di meno a causa di una STRUTTURALE crisi demografica che ti porta a confrontarti con un aumento del numero di pensionati superiore a quello dei lavoratori contribuenti.
    Quanto ci è costata e quanto ci costeranno quota 40, 41 e 42? E chi se ne è avvantaggiato? Dirigenti pubblici che l’hanno sfruttata per licenziarsi e continuare a lavorare, essendo giovani, dopo aver aperto una partita Iva.
    A tal proposito mi verrebbe da scrivere che sono miopi, invece no. Sono sciacalli opportunisti che si rivolgono alla Platea elettorale di un crescente e maggioritario universo di pensionati per promettere loro la luna. Ma a debito. E questa sarebbe la vicinanza alle istanze popolari della destra.
    Vogliamo dividere l’assistenza dalla previdenza pura?
    Facciamolo a chiacchiere e nei fatti, ma cosa cambierebbe? NULLA.
    È una semplice partita di giro che dimostra una mancanza di fondi.
    Le spese di “accoglienza” cosa?
    Tu dai seguito alla definizione di “carico residuale” adottata per definire esseri umani.
    Nel mexdaviglioso mondo fascio legaiolo gli immigrati sono automi da usare a chiamata.
    Non parlano italiano? Echissene…
    Si ammalano? Perché curarli?
    Hanno dei figli? Perché istruirli e integrarli?
    L’ordine pubblico….vuoi vedere che le mafie che spadroneggiano violentemente taglieggiando, picchiando, uccidendo, organizzando il narcotraffico, corrompendo e RUBANDO decine di miliardi di fondi pubblici sono straniere? In particolare africane?
    Il vostro perbenismo con la puzza sotto il naso vi fa accettare l’ordine e la sicurezza della pax mafiosa, concentrando l’attenzione sugli spacciatori neri, piccola manovalanza criminale di affamati, di gente che si vuole cinicamente tenere ai margini per sfruttarla, come pure gli schiavi nei campi.
    Scommetto che il tuo modello sia la Svizzera, il regno dell’ipocrisia elevato a potere e sistema. Nazione ingrassata sul segreto bancario che gli ha fatto, e ancora fa, accettare fondi illimitati intrisi di sangue, sfruttamento, morte, provenienti da dittatori, boss mafiosi, trafficanti di armi, droghe ed esseri umani.
    Però hanno i treni in orario, le strade pulite e la coscienza lurida. È questo il mondo a cui ambisci?

    "Mi piace"