Meno male che Silvio c’è

(Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Il meglio delle ultime Berluscomiche è lo stupore dei commentatori e dei politici. Dopo aver appreso con gran sorpresa da Meloni che B. è un ricattatore, ora scoprono di punto in bianco che è pure amico di Putin. Ma vanno capiti, perché si erano appena riavuti da altre sorprendenti scoperte: B. non è né un […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

33 replies

  1. Meno male che Silvio c’è

    (Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Il meglio delle ultime Berluscomiche è lo stupore dei commentatori e dei politici. Dopo aver appreso con gran sorpresa da Meloni che B. è un ricattatore, ora scoprono di punto in bianco che è pure amico di Putin. Ma vanno capiti, perché si erano appena riavuti da altre sorprendenti scoperte: B. non è né un liberale moderato europeista, né il garante contro il populismo-sovranismo degli alleati, anzi è peggio di loro; i putiniani non sono quelli delle liste diRep&Corriere – Conte, i pacifisti, Orsini e il Fatto– ma B. e gli altri eletti di FI che applaudono il suo peana a Putin; più che ai valori euroatlantici, B. è interessato ai suoi processi e alle sue tv; la destra, a Palazzo Chigi e ai vertici delle Camere, non mette gente di sinistra, ma una donna e due uomini di destra; il M5S non è morto, anzi Conte sta per guidare l’opposizione; il “terzo polo” è sesto e Ollio&Ollio già litigano; Draghi non ha cavato un ragno dal buco in Europa neppure sul tettuccio rialzabile al prezzo del gas; la dipartita del suo governo e della sua Agenda non scatena rivolte di piazza né ondate di suicidi; a Palazzo Chigi e al Mise, fra le foto dei premier e dei ministri, c’è da 76 anni quella di Mussolini che ricoprì entrambi le cariche; e altri fenomeni inimmaginabili.

    Noi, lo confessiamo, non riusciamo a stupirci di nulla perché sapevamo tutto. Chissà che mestiere fanno, o dove hanno la testa, gli stupefatti. È dal 2001 che B. è il compare preferito di Putin. E da allora non ha fatto altro che lodarlo come uomo di pace, farci bisbocce nelle sue ville e nelle di lui dacie e asservirci vieppiù al gas russo: prima, durante e dopo l’assassinio Politkovskaja, l’invasione della Crimea, le mattanze in Cecenia, in Siria e in Ucraina. Il tutto fra gli applausi della stampa di destra e nell’indifferenza di quella “indipendente” (per non parlare di Rep che pubblicava le veline a pagamento del Cremlino nell’inserto Russia Today). Anche il Pd, che ora cade dal pero e si straccia le vesti (anche per le cose vere dette dal fuori di testa nel fuorionda sui rischi mortali che ci fa correre la Nato e sugli otto anni di massacri ucraini in Donbass), era molto distratto: infatti con B. governò tre volte (Monti 2011, Letta 2014, Draghi 2021). Ad agosto, mentre cacciava Conte dal campo largo per lesa draghità e filoputinismo, Letta disse che invece “con Forza Italia abbiamo lavorato bene”. Oggi è anche molto stupito perché Gasparri vuol cancellare la legge 194: ma la voleva cancellare anche quand’era alleato del Pd. Certo, dev’essere frustrante passare la vita a rimuovere la realtà, a costruirne una di fantasia a uso dei padroni italiani ed esteri, poi sbattere le corna contro i fatti veri, esclamare “ohibò, chi l’avrebbe mai detto” e sentirsi rispondere: “Guarda che lo dicevano tutti tranne te, pirla!”.

    Piace a 9 people

  2. Mi chiedo perché B. abbia aspettato così tanto per esprimere la sua opinione sulla guerra a favore dell’amico Putin (caso probabile) e della popolazione oppressa del Donbass (caso improbabile). Ho il sospetto che lo abbia fatto solo per mettere in difficoltà la Meloni onde riuscire a strapparle il ministero della giustizia. Meloni che sta passando per la solita – molto presunta – coerenza, che le è stata riconosciuta anche a Otto e Mezzo di stasera, non so se per piaggeria o per disfunzione neuronale dei partecipanti alla serata, peraltro in totale assenza di voci critiche. Infatti se la dicevano e se la cantavano indisturbati: uno spettacolo a dir poco disgustoso. Dimenticando che nel suo libro, Donna Giorgia aveva tessuto lodi sperticate al nazionalista Putin, per poi abbandonarlo in vista della sua arrampicata al potere.
    Conte invece deve imparare a essere un po’ machiavelliano (aggettivo positivo vs machiavellico) anche in tema di guerra. Mediti di più prima di fare certe dichiarazioni troppo distese sulla linea atlantica. Magari mandando a memoria quanto sopra segnalato in questo commento (in qulo alla modestia!).

    Spero che il Pd non abbandoni mai la linea fin qui seguita. Solo così potrà dissolversi e contribuire non poco, con nobile assenza, alla crescita della vera SINISTRA che ne sta ereditando l’antico fulgore.

    Piace a 6 people

    • Ma perché? Secondo lei il Partito Disonesti ha qualche linea da seguire, che non sia far riempire le tasche agli amichetti ed aggrapparsi alle poltrone sempre e comunque? Ed i suoi fulgidi giorni, per favore mi spieghi quando furono. Su tutto il resto, siamo d’accordo

      Piace a 1 persona

      • Giuste osservazioni. Avrei dovuto specificare il tempo antico – sono ormai passati più di 30anni – a cui mi riferivo, cioè quando il partito si chiamava Pci e di cui per fortuna hanno smesso di dichiararsi eredi, più che altro per autotutelarsi fisicamente. Moralmente non possono più farlo vista la deriva consapevole che hanno voluto intraprendere con la sciagurata scelta di scioglierlo e così iniziare la prevedibile discesa agli inferi a causa delle nefandezze tra le più varie che hanno voluto compiere assicurandosi la damnatio memoriae dei posteri.

        "Mi piace"

  3. È perlomeno dal 1994 che il Matrix a edicole e reti unificate non ci propone più nemmeno la scelta del colore della pillola rossa o blu, ma ci infila sempre una bella supposta. Ora i complici che reggevano il palo al noto pluridelinquente Silvio B., mentre sfasciava con comodo l’italietta per farsi solo i cazzi suoi, fanno i belli addormentati e si stupiscono di ciò che era evidente a tutti sin dall’inizio. E nemmeno ora che è una mummia in stato di decomposizione con il cervello in pappetta riescono a dargli ciò che si sarebbe meritato sin dall’inizio: un bel calcio nel culo per infilarlo in una bella stanzetta con il pigiamino a righe. Ovviamente tutto questo in un Paese serio, quindi non in Italia.

    "Mi piace"

  4. Finalmente in un bagliore di lucidità B ha dette quello che pensa su questa guerra e i rispettivi attori. Ora la sora M deve scegliere se fare la destra-destra o la destra-sinistra di governo.

    Piace a 1 persona

  5. Conte dovrebbe ricordare l’ aforisma di Oscar Wilde ” a volte è meglio tacere e sembrare stupidi, piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio” …….dovrebbe imparare ad evitare dichiarazioni a caldo, in genere sono getti fuori dal vaso….molto fastidiosi quando tira vento!

    Piace a 6 people

    • Conte zitto e buono!! L antica passione per il pd non lo deve nemmeno piu contagiarecol pensiero ! A furia di dire cazzate sul pd rischia voti! Oggi voterei Berlusconi: l unico italiano onesto sulla questione ucraina !( mi basterebbe anche 1 delle bottiglie di vodka di Putin !!!) Poi ..so perché l ha fatto e allora anche basta!!intanto riempiamo nuovamente il parlamento di ladri che hanno solo in mente barche e ville e vigneti ! Che gli frega della povertà dei piu !!

      "Mi piace"

  6. Mi pare strano che Travaglio abbia fatto questo errore clamoroso, ma B. con il pd ci ha governato ufficialmente nel 2011 con Monti, nel 2012 con Letta, nel periodo 2014-2016 con Renzi e nel periodo 2021-2022 con Draghi.
    Praticamente 7 anni su 11….ufficialmente, direttamente, alla luce del sole, con l’odiato pd
    …poi quasi 2 anni in modo indiretto con la Lega dal 2018 al 2020.

    Totale 9 anni su 11 che B. ci comanda, dato mai detto in tv o sui giornali…trascurando i precedenti 19 anni dal 1992 al 2010.

    "Mi piace"

  7. “B. è interessato ai suoi processi e alle sue tv”, questo è quello che dovrebbero dire tutti ai TG quando lo indicano, non “Berlusconi”, “ex Cavaliere”, “amico di Putin”, “Leader di FI” ecc., ma “quello interessato ai suoi processi e alle sue tv”.

    Piace a 2 people

  8. Conte sta organizzando una manifestazione per la pace da convinto filo-Nato-Atlantista, solo la pace non si puo’ chiedere alla Nato cioè agli Usa, a meno che non si voglia prendere in giro la gente. Berlusconi sta dicendo che l’Italia è nei fatti in guerra con la russia, (lo smentisca) e le dichiarazioni di Conte su Tajani sono pretestuose e fuori luogo perchè avvalorano le posizioni e le dichiarazioni della Meloni. Travaglio ha l’ossessione di berlusconi (anche quando dice cose giuste) e la venerazione per Conte (anche quando dice fesserie)

    "Mi piace"

    • @Carmen
      La manifestazione non è organizzata contro la Nato-Usa perché, come giustamente osservi, sarebbe tempo perso. Come lo era il sit-in di Letta&C. davanti all’ambasciata russa. La manifestazione è rivolta ai governi, a cominciare dal nostro in via di formazione, perché si convincano a premere su chi ha il potere di innescare un negoziato di pace con proposte accettabili da Putin e dallo stesso Zelensky. Il quale, alla vigilia dell’invasione russa, rispose con un arrogante NIET al cancelliere tedesco Scholz che gli chiedeva di dichiarare di voler applicare gli accordi di Minsk che prevedevano l’autonomia del Donbass. Per iniziare la trattativa sarebbe utile far ritorno a quell’accordo, oppure cedere alla Russia alcuni territori quasi del tutto abitati da russofoni e russofili per otto anni perseguitati e decimati dai soldati filonazisti di Azov. E anche di non far entrare l’Ucraina nella Nato come da modello svizzero. Certo sarebbe quantomeno assurdo il decadimento industriale dell’Italia e dell’Ue per mancanza di gas a prezzi accettabili solo per far piacere a Biden e ai filonazisti ucraini. Morire e/o impoverirsi per il Donbass non mi sembra sia la massima aspirazione degli italiani, e non solo.

      Piace a 1 persona

  9. T. Sbeffeggia B perchè spara balle a tutto campo per difendere Tv ed evitare processi e sbeffeggia il Tv, giornaloni e PD perchè gli reggono il gioco e purtroppo resta sempre qualcuno che letteralmente non capisce l’editoriale: finge perchè di parte o perche proprio non ce la fa.

    "Mi piace"

    • Onoda , è invece il cugino di Magda , li nella sua casa- scuola si riunisce quotidianamente la pseudo insegnante in pensione con gli allievi-parenti per addestrare le sue nuove reclute : il tema è il solito !!! Hanno saltato il programma educativo del ministero dell istruzione! Ma non sarebbe la prima volta !!

      "Mi piace"