Clamoroso Draghi: non sa cosa c’è nel decreto aiuti appena approvato

(Franco Bechis – veritaeaffari.it) – Scusi presidente del Consiglio cosa c’è sull’Ilva nel decreto aiuti ter? “No… No… Ci sono tanti articoli, magari ce ne è uno anche dell’Ilva”. Clamoroso Mario Draghi: non sa cosa c’è nel decreto aiuti appena approvato.

Quello citato è infatti il siparietto andato in onda verso la fine della conferenza stampa che ha seguito il consiglio dei ministri di venerdì 16 settembre.

L’imbarazzo del premier

A fare la domanda al premier è stata una giornalista di Bloomberg, Chiara Albanese, che aveva trovato nelle bozze del decreto circolato un fondo destinato ad Invitalia che poi lo avrebbe girato all’Ilva e voleva saperne di più. Così ha chiesto al premier se c’era ancora quella norma nel testo del decreto aiuti appena approvato.

Chiara Albanese- Bloomberg

Draghi è sembrato cascare dalle nuvole, dimostrando così di non avere nemmeno letto il testo del decreto legge approvato nonostante si stesse preparando da settimane a palazzo Chigi. “Ci sono tanti articoli, magari ce ne è uno anche dell’Ilva”, ha detto il premier visibilmente imbarazzato con un sorriso nervoso. Poi il sottosegretario Roberto Garofoli gli ha tolto il problema, spiegando la norma che c’era alla giornalista.

16 replies

  1. Non capisco lo stupire.
    Gran parte della dirigenza italiana, politica e non, non sa cosa fa, come si fa, perché si fa, dove si fa.
    Seguono solo i soldi che usano per acquistare il vinavil con cui attaccarsi alla poltrona dei privilegi eterni.

    Piace a 1 persona

  2. Draghi in conferenza stampa elogia Francia e Germania “bisogna scegliere i partner che aiutano gli italiani, bisogna scegliere i partner cioè chi sono i partner che ci incoraggia a vivere meglio”

    La Francia ci spegne la luce: “Nei prossimi due anni niente elettricità all’Italia”

    decreti aiuti in bozza
    In arrivo 700 milioni per l’Ucraina, stanziati attraverso l’articolo del decreto legge aiuti ter ‘Partecipazione dello Stato italiano al programma di assistenza macro finanziaria eccezionale in favore dell’Ucraina’. La misura è contenuta nella bozza del decreto legge aiuti ter, all’esame del Cdm. ”Il ministero dell’Economia -si legge- è autorizzato a porre in essere tutti gli atti ed accordi necessari per la partecipazione dello Stato italiano al programma e al relativo rilascio della garanzia dello Stato, per un importo complessivo massimo di euro 700 milioni per l’anno 2022, per la copertura, nei limiti della quota di spettanza dello Stato italiano, dei rischi sostenuti dall’Unione europea”.
    5 milioni per il disastro delle Marche.Poi chiama pupazzi prezzolati chi lo contesta e chiama amici Francia e Germania che fanno accordi tra di loro escludendo l’amico Draghi.

    Ucraina, Scholz l’amico di Draghi : “Con Putin toni amichevoli ma posizioni contrastanti”

    “Ieri è stata forse l’ultima occasione ufficiale in cui il premier Draghi ha parlato. Poteva anche fare un bilancio della sua azione di governo, poteva farlo con il linguaggio di verità. Prendere atto del fatto che, ad esempio, c’è stato un fallimento in Europa. Sono passati sette mesi e non abbiamo avuto alcuna strategia per il gas, questo andava detto. Si è tolto invece qualche sassolino dalle scarpe”. Lo ha detto il leader del M5S Giuseppe Conte da Enna, parlando dell’intervento di ieri di Draghi.

    Piace a 4 people

  3. Ma lui è “il migliore” a prescindere, per certa stampa, anche se racconta menzogne che poi vengono ripetute a pappagallo da chi dovrebbe informare i cittadini/elettori.

    Piace a 3 people

  4. Bechis da qualche tempo dà soddisfazione, ho iniziato a notarlo qualche settimana fa dalla rimbamba di mezz’ora.
    Come si sta bene quando non si sta sotto padrone, eh?
    O almeno se il padrone non è un farabutto.

    Piace a 1 persona

  5. Il capo non deve necessariamente sapere tutti i dettagli, i membri del suo team sono deputati a ciò. Un leader deve saper far lavorare le persone che riportano a lui non fare il loro lavoro.

    "Mi piace"

      • Il suo sbaglio in questo caso è stato non far rispondere i ministri che si era portato appresso ma è chiaro che il leader si debba presentare alle conferenze; valido nel pubblico quanto nel privato.

        "Mi piace"

      • “ma è chiaro che il leader si debba presentare alle conferenze”
        a fare la figura di chi è capitato lì per caso,
        “valido nel pubblico quanto nel privato”
        Se succede nel pubblico: occupa un posto abusivamente poichè è il primo responsabile,
        se succede nel privato o è il proprietario : chissenefrega
        o è stipendiato: ci penserà il proprietario o il CDA

        Piace a 2 people

  6. “Clamoroso Draghi: non sa cosa c’è nel decreto aiuti appena approvato”:

    perché CLAMOROSO? Comune amministrazione, mi pare…

    "Mi piace"

  7. Eh, io mi ripeto fino alla (vostra) nausea, pensando alle statue di De Gasperi e Einaudi che si inchinavano al cospetto de “Il Migliore”.
    A ‘sto punto però inizio a sospettare che si inchinavano, sì, ma per danni strutturali: si erano semplicemente spaccate in due, ognuna. In breve nessuno ci ha detto che non si siano mai rialzate. Probabilmente qui sta l’inghippo logico… Sennò non si spiega.
    Comunque, il rettile… che cialtrone, oh! 🤦🏼‍♂️

    Piace a 1 persona