Parlamentarie, Virginia Raggi: “Servono regole, chiare e da subito”

(Virginia Raggi) – Servono regole, chiare e da subito, per le parlamentarie. In questi giorni in tanti scrivono a me in qualità di membro del Comitato di Garanzia del M5S chiedendomi chiarimenti sulle modalità in cui saranno svolte le parlamentarie. Ho sottoposto da una decina di giorni la questione agli altri membri del Comitato, al presidente Giuseppe Conte e al Garante Beppe Grillo.

In qualità di membro del comitato di garanzia, la più votata, credo che vada data una risposta immediata.

Il movimento si sta accingendo a presentare le liste per le elezioni politiche che si svolgeranno il 25 settembre prossimo.

Secondo i nostri principi interni di funzionamento che garantiscono la più ampia partecipazione degli iscritti al voto per la scelta sul posizionamento dei candidati nella lista elettorale, dovremmo procedere velocemente ad approvare un regolamento sulle cosiddette “parlamentarie”. Anche il presidente Conte si è espresso dicendo che si svolgeranno il 16 di agosto ossia tra sei giorni a partire da oggi.

Il Comitato di Garanzia deve poter esaminare la proposta di regolamento che ci deve essere sottoposta dal Presidente e che disciplina, appunto, le parlamentarie, cui avevamo deciso di mettere mano subito dopo la pubblicazione del regolamento autocandidature (ossia quello con il quale venivano disciplinate unicamente le modalità di presentazione delle autocandidature da parte degli iscritti per poter partecipare poi alle parlamentarie).

Il movimento deve poter determinare in modalità trasparente e attraverso procedure partecipate di democrazia interna la formazione delle liste elettorali. Questi principi non sono rimasti lettera morta ma costituiscono articoli precisi del nostro statuto e in particolare l’articolo 17 lettera c), l’articolo 7 lettera a) numero 5, e l’articolo 5 lettera h).

Del resto anche per le parlamentarie scorse si era provveduto con un regolamento in tal senso.

L’indicazione di una modalità di composizione delle liste totalmente avulsa da un procedimento partecipato e trasparente sulla creazione delle stesse contrasta nettamente, oltre che con quegli articoli, con questi principi e con questi valori.

Oggi siamo ancora in tempo per farlo ma è di tutta evidenza che più ci avviciniamo alla data del 16 più il lavoro dovrà essere svolto in velocità.

I nostri scritti confidano in noi per la garanzia dei principi e dei valori in cui si riconoscono. Questi principi e questi valori in questo momento devono essere tutelati.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

28 replies

  1. le stesse REGOLE che ti fecero scegliere marra, quando TUTTI (compreso il Dibba) ti dicevano di NO.

    Ma trovati un lavoro pure tu…

    "Mi piace"

    • Tu si che hai capito tutto.Qui l’unico che non sta rispettando le regole sulle candidature si chiama Conte,e poi guarda che Virginia un lavoro ce l’ha eccome

      "Mi piace"

      • il FURBO del bigoncio strafatto di vino.

        Come no, l’avvocato morte di fame…questo è il suo lavoro. C’è carenza di avvocati in italia…

        Ma trovati un lavoro pure tu, BUFFONE.

        "Mi piace"

      • sono stato iscritto per 12 anni al m5s, non mi faccio certo dare lezioni di storia dal primo arrivato der bigoncio. A sto giro sto fermo, perchè mi vergogno. Mi sono disiscritto un anno fa. E tra poco risparirò da sto blog, perchè mi sono già rotto di esserci tornato.

        "Mi piace"

      • vi do uno scoop, se non ci credete poco mi importa. Sono stato io a far fuori casalino. Ho scritto, prima della disiscrizione, una lettera infuocata contro il soggetto. Anche contro altri ovviamente. Penso abbia letto e si sia levato dai OO.

        Un merito ce l’ho. L’ho affondato. Un cialtrone in meno.

        "Mi piace"

    • Sarai un elettore di Gualtieri? A proposito, ha poi dato il premio agli spazzini per aver ripulito Roma?

      "Mi piace"

    • E cosa ha fatto questo Marra?

      Io ricordo che era un dirigente comunale (vincitore concorso pubblico), ex ufficiale GdF (vincitore concorso pubblico), incensurato, e che ha comprato una casa da Scarpellini pagandone una parte con un tracciabilissimo assegno circolare che gli fu girato dallo stesso Scarpellini. Fatto risalente AI TEMPI DELLA GIUNTA ALEMANNO.
      Casualmente, finisce in manette solo molti anni dopo, quando viene nominato dalla Raggi come capo personale.

      Che io ricordi, non è mai stata trovata la contropartita di questa presunta tangente (assegno tracciabilissimo). Se tu sai quale sia, fammi sapere.
      Ricordo che Scarpellini disse ai pm: “la casa di favore l’ho data a tutti (politici/dirigenti)”.
      Ma a nessuno interessa chi siano questi “tutti” che dovrebbero avere le manette ai polsi come fu per Marra (casualmente c’erano fotografi e cameramen quando fu portato via in manette, manco fosse il capo della mafia).

      L’han tenuto in carcere senza concludere niente.
      https://www.askanews.it/cronaca/2021/11/10/corruzione-annullata-e-prescritta-condanna-raffaele-marra-pn_20211110_00245/

      "Mi piace"

  2. Primo problema: chi sono gli iscritti ? perché dentro il calderone può esserci di tutto…..e votano per i candidati. …
    Secondo problema: nel 2018 non andò proprio tutto liscio come l’ olio e trasparente come l’ acqua, furono organizzate delle cordate fra iscritti per favorire ed eleggere Tizio o Palle, la Raggi non si è accorta di nulla? Qualche candidatura poi non deve essere stata proprio azzeccata , visto come è andata a finire. …inoltre Di Maio, capo politico, ebbe la” splendida” idea di far iscrivere e candidare Caiata, nonostante gli attivisti lo avessero informato sull’ inopportunita di tale candidatura. ….Caiata fu espulso, ovviamente dopo essere stato eletto, passando a FdI. ….ci deve aver visto lungo, sarà nuovamente in parlamento, questa volta con FdI, ma forse neppure lui avrebbe mai pensato di trovarci Giggino eletto con Impegno Civico……i guai sono come le ciliegie, uno tira l’ altro! Auguriamoci che questa volta vada meglio. ….

    Piace a 1 persona

  3. Stasera alla 7 Conte ha chiarito in modo cristallino che tutto si svolgerà secondo le regole richiamate anche da Virginia, con il controllo di tutti gli organi preposti, compreso il comitato di controllo dove c’è proprio lei.
    Devo aggiungere che ho notato, non da adesso, che Virginia Raggi è una brava persona, anche abbastanza capace; allo stesso modo. ho notato che non risparmia a Conte delle eccezioni francamente superflue e inutili, che lasciano adito al pensiero che abbia un secondo o terzo fine (non ho detto mandato).
    Chiederei gentilmente a Virginia di dare una mano al movimento, adesso, che ce n’è tanto bisogno, lasciando da parte la strumentalità di dichiarazioni incomprensibili.

    Piace a 3 people

      • Non voglio aprire o alimentare altre polemiche su questo tema, ma ricordo, spero bene, che Conte aveva semplicemente detto che Gualtieri aveva lavorato bene come suo ministro; questa affermazione era all’interno di un comizio elettorale molto più ampio in cui faceva esplicitamente l’endorsement alla Raggi.
        Se proprio la vogliamo dire tutta, la Raggi (che io, a scanso di equivoci, gradivo come ricandidato sindaco) aveva saltato un pò di regole del Movimento e si era autocandidata, mettendo i 5S davanti al fatto compiuto. Se ricordate, era il periodo degli equilibrismi per la ripartizione dei candidati alle amministrative in alleanza al Pd.

        Piace a 4 people

    • Gae
      Infatti ho visto Conte piuttosto irritato… qualcosa deve aver sgamato anche lui, se ha detto che la Raggi dovrebbe smetterla di “remare contro” (non ricordo le parole esatte, ma il senso è quello) e le ha “ricordato” i casini che ha fatto lei in consiglio comunale, con le sue liste.
      Mi sono stupita molto, perché Conte non è tipo da reagire così, quindi pensate quanto lo sta pungendo e lavorando ai fianchi, anche PUBBLICAMENTE.
      Sembrerebbe volergli sfilare il posto, prima o poi.
      Ti apprezzo, Virginia, ma starei un po’calmina…stai esagerando.

      Piace a 3 people

      • A me ha francamente fatto sorridere questa cosa dell’avvocatessa che tutta precisina rammenta codici e comma a un’altro avvocato, che guarda caso è il suo capo politico. In ogni caso Conte ha fatto quel che doveva, quindi il tutto sa piú di messaggini d’avvertimento che non altro.

        Ammiro grandemente anch’io Virginia Raggi, che forse in questo caso dovrebbe passare davanti allo specchio e continuare a veder se stessa, invece di vederci riflessa la Lombardi.

        Ci siamo capiti.

        Piace a 2 people

      • Credo che la Raggi sia rimasta indietro dopo alcuni avvenimenti Grillo-Conte.
        Che sia una pupilla di Grillo e Di Maio è evidente… quindi sta rosicando…ma de che, visto che è una del comitato del garante.
        Ora visto che la pace Grillo-Conte c’è e costatato che giigino si è fatto un partito perchè non se ne sta zitta?
        Ecco l’irritazione di Conte per me giustificata.

        Piace a 1 persona

  4. La Raggi che ora chiede trasparenza e partecipazione per le candidature, si è autocandidata a sindaco di Roma nel 2021. …..non ha chiesto al tempo una selezione, competizione e votazione per vari candidati a quel ruolo. ..certamente avrebbe vinto lei, perché è capace ed onesta, ma le sue precisazioni a Conte sono superflue ed inutili, come scritto da gaeliber nel precedente commento. ……poi ripeto nel 2018 le candidature e successive elezioni in parlamento non sono poi andate così bene. …..una parte di candidati 5 stelle era, eufemisticamente parlando, non adatta. …compreso il capo politico Di Maio. …eppure la Raggi era anche al tempo un importante esponente del M5S ! Invece di fare post e pubblicità (a chi? ) certi argomenti si possono e debbono affrontare nelle dovute sedi e direttamente con gli addetti ai lavori. …ha bisogno di parlare con il proprio Presidente via social?

    Piace a 3 people

    • Regole? Che servono, però, non quelle per martellarsi gli alluci ( vedi no al doppio mandato).
      E poi, queste regole, mantenerle… ( prima mandate in vacanza su un’ isola deserta senza ritorno il figlio di Grillo, però… Altrimenti la vedo dura…)

      "Mi piace"

    • Esatto, Alessandra.
      Tra l’altro lo stanno già sfruttando per mettere in dubbio l’onestà e la trasparenza di Conte.
      Anche se ora parla di statuto, a VR dà fastidio che il capo politico si occupi delle liste, l’ha fatto chiaramente capire da subito (ben prima che fosse “tardi”, come ora dichiara come scusante).
      Sei nel comitato di garanzia, Virginia, ma ciò non significa attaccarti alle caviglie di Conte continuamente e con ogni motivazione possibile, specie se, a suo tempo, il tuo comportamento nel frangente dell’autocandidatura non è stato proprio così lineare e trasparente.
      A me sembra che si ritenga LEI, la più adatta al ruolo di Conte… e la sua remata è in controtempo.

      "Mi piace"

      • Una Pagina di un politico del M5S dovrebbe avere il simbolo del M5S?
        Guardate la pagina della Raggi e avrete tutte le risposte.
        Per un anno è stata zitta, ma un momento cosi delicato con stampa e tv all’attacco di Conte e movimento, cosa fa questa signora ?
        La Di Maio e Spadafora in gonnella.
        Ahhh , il marito è candidato alle parlamentarie?

        Piace a 2 people

  5. Certo trasparenza, partecipazione e meritocrazia. …peccato che nel 2018 per le parlamentarie e relative candidature, siano mancate. …eppure la Raggi c’ era al tempo ed avrebbe potuto e dovuto ricordare a Grillo e Di Maio, quello che oggi ricorda a Conte, oltretutto via social, cioè con un post su Facebook! Già questa modalità demenziale di discutere questioni interne, quando esistono sedi opportune e relativi organismi, getta in pasto ai media un argomento strumentale che non danneggia solo Conte, ma tutto il M5S, impegnato in campagna elettorale! Visto che alla signora piacciono tanto le regole e norme, che poi ha difficoltà a rispettare, visto il mandato zero appositamente creato da Grillo e Di Maio per sua candidatura, o meglio autocandidatura, del 2021, altrimenti non avrebbe potuto, essendo al terzo mandato, sarebbe l’ ora di mettere una regola di semplice correttezza: i post social su questioni interne al movimento sono vietati e la discussione in merito si affronta su sito/blog ufficiale del M5S riservato agli iscritti, cui accedere con lo stesso meccanismo delle votazioni! Perché informazione, trasparenza, confronto sono fondamentali per la democrazia INTERNA ad una forza politica, mentre le precisazioni pubbliche, da comare , offrono solo il fianco agli attacchi da parte degli avversari, come se non fossero sufficienti quelli che il M5S ha subito e subisce da 10 anni…..

    Piace a 1 persona