Reperti di stupidità

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Quando il suo stomaco avrà finalmente smaltito i cigni del famoso laghetto, si scoprirà che Calenda non fa capoluogo: è solo lento a digerire. E le migliaia di ore di tv e di prime pagine sulla sitcom “Casa Carletto” finiranno nel cassonetto dell’umido, o al massimo, volendo salvare qualcosa col riciclo, al Museo della Stupidità […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

46 replies

  1. Reperti di stupidità

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Quando il suo stomaco avrà finalmente smaltito i cigni del famoso laghetto, si scoprirà che Calenda non fa capoluogo: è solo lento a digerire. E le migliaia di ore di tv e di prime pagine sulla sitcom “Casa Carletto” finiranno nel cassonetto dell’umido, o al massimo, volendo salvare qualcosa col riciclo, al Museo della Stupidità con opportune didascalie: “Calenda si loda”, “Calenda s’imbroda”, “Calenda dice ‘o me o Tizio’”, “Calenda insulta Caio”, “Calenda litiga con Sempronio”, “Calenda si allea con Tizio, Caio e Sempronio”, “Calenda sta col Pd ma a patto che non ci sia il Pd”, “Calenda rompe con tutti e si insulta da solo” (nelle cantine, il padiglione dei sottoprodotti: Giggino ‘a Pultrona col suo effervescente Impegno Civico simboleggiato dall’Ape Di Maia e dal giovine Tabacci; senza scordare i vice-sottoprodotti Antonio La Crippa e D’Incà&Dillà). Allora si capirà che le alleanze del Pd non c’entrano nulla con la caduta di Draghi, voluta anzitutto da Draghi: infatti Letta vuole Fratoianni (sempre all’opposizione: 55 sfiducie e 0 fiducie a Draghi), ma non i 5Stelle (53 fiducie, 2 non- voti e 0 sfiducie a Draghi). Né tantomeno c’entrano col pericolo fascista della Meloni (con cui Letta fa coppia fissa da un anno legittimandola) e putinista di Salvini (con cui ha governato felice per 17 mesi e governerebbe per altri 7 se non si fosse sfilato Salvini).

    Il nemico da battere, anzi da abbattere, non sono le destre (se non esistessero, il Pd non avrebbe voti): ma Conte e il M5S. E non per gli errori, ma per i meriti: per aver raccolto le istanze sociali, ambientali, legalitarie e dunque i voti della fu sinistra; per aver costretto il Pd a fare cose di sinistra nel Conte-2 (nel Conte 1 il Pd riuscì a votare contro il Rdc, il dl Dignità e la Spazzacorrotti); e per aver dimostrato che politici non professionisti senza soldi né lobby possono governare bene. Infatti molti a sinistra rimpiangono il Conte2, nessuno il Letta1. Secondo voi perché, con questa penuria di seggi sicuri, Letta ne spreca per Di Maio&C. e financo per i carneadi Crippa e D’Incà, che non portano neppure i voti dei parenti stretti? Perché da mesi il Pd lavorava sottobanco per cancellare Conte spaccando il M5S, così come aveva fatto nel 2013 con FI dopo l’uscita di B., salvando il governo Letta grazie ai Di Maio dell’epoca: Alfano e gli altri poltronisti di Ncd, ora estinti. Lo stesso aveva fatto B. nel ’95, dopo che Bossi gli aveva rovesciato il governo, comprandosi i maroniani per uccidere il Senatur e creare una “vera Lega” al suo servizio. Nel 1996 si votò e Bossi corse da solo “contro Roma Polo e Roma Ulivo”. Dato per morto da tutti, sfondò per la prima volta quota 10% (cioè il 30% al Nord: nel resto d’Italia la Lega non esisteva). Oggi vi ricorda qualcuno?

    Piace a 10 people

  2. Solo che Conte non lo sapeva, è cascato giù dal pero, perchè il suo attaccamento a Letta era sincero e leale e le botte che ha preso non se le aspettava, non ci voleva credere fino all’ultimo; ma Travaglio glielo aveva spiegato per tempo che quelli del PD, il suo PD, stavano tramando contro di lui al punto di sostenere una scissione e un ammutinamento e doverle poi ricompensare?

    Piace a 2 people

  3. Non lo so se Conte ha capito con chi e cosa ha a che fare. E mi riferisco anche ai media. Vediamo in quante imboscate deciderà di cadere, volontariamente.

    Piace a 2 people

  4. Se l’anagramma Candela, non servisse a illuminare la scena politica di questi giorni fino alla definizione dell’accordo di alleanza e poi alla presentazione delle candidature in tribunale (detto en passant, suona bene tribunale, sa di denunce, processi, condanne, in perfetta sintonia con la parola parlamento). Se di Candela, dicevo, non si parlasse più fino alla data fatidica del 14 agosto, sarebbe una cattiva scelta di marketing. Praticamente ci si dimenticherebbe presto della sua esistenza. Non importa di cosa e di come, l’importante è di quanto far parlare di sé… consiglia saggiamente il manuale elettorale. delle giovani marmotte. Vale il 3,6% ma parla e si comporta come un notabile che ha una borsa di almeno il 10-20%. E’ una strategia in uso nel mondo animale, specie predatorio: gonfiarsi, rizzare il pelo e mostrare i denti con urla belluine… intimorisce la preda prima di saltarle addosso. Quando questa sceneggiata finirà e si comincerà a parlare di contenuti, la Candela si sarà già spenta, e il buio pesto diventerà il suo tratto distintivo. Una prece.
    Mi dicono che a Roma è in uso questo detto rivolto a persone dappoco: ha parlato fra’ coso da Velletri!

    Piace a 9 people

  5. Ma Travaglio la vuole smettere di piangere per la minchiata dell’alleanza con la fancazzista Pseudo Destra e il suo tentativo di varare la nuova arca di Noè ? Ci vuole così tanto a capire che il movimento deve correre da solo e distanziarsi il più possibile dalla rimanente feccia politica italiota, ricordando cosa si è fatto per la gente nei governi dove comandavano loro, proponendo idee e facce nuove, nuovo capopolitico e Conte candidato come PdC? Solo così potrà sperare di recuperare parte dell’elettorato deluso dagli ultimi 17 mesi di suicida governo Draghi. Con Grillo (Beppe e Ciro se assolto) sparati su Marte con il primo razzo disponibile.

    Piace a 3 people

      • Gentile Antonio, se si formasse il partito di Conte saremmo alla scissione dell’atomo. Conte è stato un ottimo PdC e basta. Insomma, la vedo più come una risorsa del Movimento che non come un capopolitico. Quello Conte lo lasci d fare ad altri. Cordialità.

        Piace a 1 persona

      • Gentile Paola, da quando il movimento ha vinto le elezioni con il 33%, è da quasi 5 anni che Travaglio ci propina la sacra alleanza con la Pseudo Destra fancazzista tutta bla bla bla. Ossia con quella zecca che ha solo succhiato sangue, mentre il movimento prendeva le decisioni più progressiste per il popolo degli ultimi trent’anni. Cordialità.

        Piace a 1 persona

      • Sì, ma stiamo commentando l’articolo di oggi. E tutto fa tranne che propinare quella che tu chiami santa alleanza, anzi sbeffeggia Letta.
        Cordialità.

        Piace a 4 people

      • Certo, Letta la porta la apre ai miserabili, parvenù e figli di papà, che non hanno mai lavorato un giorno in vita loro ma hanno seguito l’agenda Draghi (qualunque cosa significhi), mentre la chiude alle persone perbene, a quelli che hanno studiato, lavorato e pure guadagnato senza dover leccare terga.
        Tu in quale categoria ti riconosci, fammi indovinare…

        Piace a 6 people

      • Gentile Paola, lei ha ragione, ma ha mai sentito in questi mesi l’ottimo Travaglio dire che ha sbagliato ad insistere su Conte per l’alleanza con la Pseudo Destra e fare mea culpa? Finché era il movimento a guidarne il governo e comandare il gioco aveva un senso, dopo è stato solo un prolungato suicidio. Cordialità

        "Mi piace"

      • Gentile Paola.
        Io parlo semplicemente di QUELLO CHE È SUCCESSO. Vuoi che te lo riscrivo?
        Tu invece, come al solito, ti metti a bollare le persone senza conoscerle.

        "Mi piace"

  6. L’importante è che questo giochino a cancellare l’unica forza politica patriota d’Italia lo capiscano gli italiani quando andranno a votare. Ma purtroppo a forza di batoste ho imparato a non sottovalutare la stupidità degli italiani.

    Piace a 4 people

  7. Il presidente Conte…ha l’occasione unica…se sta da solo vince a prescindere… perché quel che resta al di fuori dei 5⭐⭐⭐⭐⭐ è solo un manicomio…ma veramente… un normale cittadino .. con un po’ di senno può scegliere ed affidare le sorti di questo paese… già frantumato….a gli stessi protagonisti… Irresponsabili e perfetti caxxxxi che ci hanno condotto in questa condizione di totale emergenza???
    Spero…ma spero davvero..
    .che finisca presto

    Piace a 1 persona

  8. L’obiettivo di Travaglio non è, a mio avviso, rammaricarsi perché il PD è disposto a raccogliere tutto, in un’alleanza, ma non i 5stelle. È sottolineare ai suoi lettori di “sinistra” ( quelli più “testardi” e restii ad arrendersi all’evidenza) che il PD non ha nulla a che vedere con le istanze teoriche della “Sinistra”. E lasciar intendere che l’unica forza politica che ha portato e porta avanti un’agenda di “sinistra” è il M5s. Tutto qui. Non credo proprio che Travaglio, oggi, con lo scenario attuale, si auguri un’improvvisa disponibilità del PD a ricostruire un’alleanza coi pentastellati. Sa benissimo che in quest’ultimo caso il M5s non solo si scorderebbe il 10% dei voti ( attribuitigli dai sondaggi) ma sparirebbe proprio con percentuali degne di Italia Viva. Travaglio sostenne il Conte2, quindi l’accordo col PD, quando i 5stelle erano forti, maggioritari, e potevano condurre il gioco ( tra l’altro per non darla vinta a Salvini dopo il Papetee). Certamente non ora.

    Piace a 8 people

  9. Il PD lavorava sottobanco per distruggere il movimento fin dal 4 marzo 2018, cambiando continuamente tattica. Iniziò con la battaglia per impedire la nascita di un governo a maggioranza pentastellato.Prosegui con la denigrazione di Conte e di tutte le leggi sociali approvate dal governo gialloverde. Contemporaneamente al discredito dei grillini operava per esaltare lo statista Salvini che fu gonfiato al punto da farlo scoppiare sfiduciandosi. Ma la mossa geniale fu fare cadere il Conte due e fare nascere il governo Draghi, anche a costo del rischio di fare apparire come uno sprovveduto il Presidente della Repubblica. Perché questa sarebbe stata la figura che avrebbe fatto il presidente della Repubblica che Grillo e Conte non avessero convinto i miracolati a votare la fiducia a Draghi.
    Anche i sinistri del fatto hanno contribuito a distruggere il movimento quando hanno cominciato a invocare una alleanza strategica con il PD. Quelli del fatto si accorgono solo oggi che l’obiettivo del PD fosse distruggere il movimento dato che Letta ha deciso di fare la mossa finale.

    Piace a 2 people

    • Più che convincere l’elettorato dovrebbe convincere mr tentenna che il PD a cui brama tanto non è l’oggetto del desiderio

      "Mi piace"

  10. ” L’ ape Di Maia”
    Grande Travaglio !!

    Sul simbolo di giggino a’ poltrona l’ ape è ben raffigurata ; infatti sembra un verme.. tale e quale al sopracitato..

    Piace a 1 persona

  11. Letta-Zanda, Tajani, Meloni-La Russa, Calenda, Di Maio, Renzi, Salvini esistono grazie a Berlusconi che ha forgiato la mente e i desideri degli italiani.

    Purtroppo non ci sarà mai un giornalista importante che in tv farà domande scomode sull’incoerenza del PD tra la sua “agenda Draghi” e l’alleanza con Fratoianni, sul leader di centrodestra di 86 anni che fa da solo campagna elettorale parlando di futuro!

    Vedere i dibattiti in tv nuoce gravemente alla salute!

    Piace a 5 people

  12. Conte deve smarcarsi il più possibile da un democristiano di destra come Letta, politico disposto a tutto per il potere e la salvaguardia dello status quo, anche a baciare la mano di Renzi che lo pugnalò. E Grillo deve cedere il ruolo di Garante a Di Battista.
    Poi vediamo quanta astensione rimane!

    Piace a 3 people

  13. Paolo, sono completamente d’accordo! Il problema è che gli italiani non si rendono conto del pericolo prossimo futuro, una destra in grado di cambiare la Costituzione in senso presidenziale , come hanno già annunciato dal loro tavolo di lavoro, con un reale rischio per la democrazia già agonizzante…..ed il pensiero non può che andare a quelle condizioni storiche, sociali ed economiche del secolo scorso e le loro conseguenze in Italia……Per evitare il peggio l’ unica strada, almeno per me, perseguibile, è andare a votare e votare il M5S che ,con tutti i suoi errori e difetti, ha comunque dimostrato di agire nell’ interesse dei cittadini, soprattutto più disagiati , e della legalità, non riuscendoci completamente per un dato di fatto numerico, se hai il 33% e gli altri il 67% è come giocare una partita di calcio dove in una squadra si gioca in 5 mentre nell’altra giocano in 11 e con l’arbitro venduto a loro favore…..possiamo immaginare e temere se in futuro il M5S dovesse essere ridotto al 10% contro il 90% e dentro quel 90% , un 70% in grado di trasformare e piegare a suo ordine l’assetto istituzionale democratico con un presidenzialismo a sua immagine e somiglianza…..pensare che dopo, a cose fatte, la percentuale di astenuti sia in grado di reagire, ribellarsi ed opporsi con mezzi e strumenti diversi rispetto a quello fornito dalla Costituzione, cioè il voto, quando storicamente non è mai successo, e quando la repressione sarà una modalità /prassi di governo , è un’ illusione, per cui credo che la Costituzione debba essere difesa prima, riflettendo sulla propria tentazione ad astenersi e le possibili conseguenze…..

    Piace a 1 persona

    • Alessandra, io voterò i 5stelle ( purché distanti dal PD) nonostante i tanti errori fatti. I rischi di un centrodestra stramaggioritario che possa operare modifiche alla Costituzione sono da ascrivere a chi ha fatto la legge elettorale. Intendiamoci. Non è che se è stramaggioritario il centrosinistra e può fare altrettanto è un bene. È la regola che è folle e che, se ho capito bene, consente, senza passare per referendum, di fare modifiche sostanziali alla Costituzione. Io non sono contrario a prescindere al Presidenzialismo. Dipende da come lo fai. Ad ogni modo, col centrodestra vincente, non temo stravolgimenti particolari dell’assetto istituzionale. Temo le solite politiche neoliberiste, un’ulteriore impennata di corruzione e furberie, le pagliacciate istituzionali di qualche “Berlusconi in tredicesimo”, una marcata frattura tra ricchi e nuovi poveri. E la solita retorica atlantica che ci sta annichilendo economicamente. Ma siamo sopravvissuti a Berlusconi, sopravviveremo pure alla Meloni.

      Piace a 2 people

      • Io ho invece molta paura di un presidenzialismo soprattutto se organizzato da una destra cosi, cui aggiungere tutti i “moderati “ alla Renzi che hanno tentato più volte l’assalto alla Costituzione…..ed ho paura per la storia e per la storia politica italiana, non solo quella del ventennio, ma quella dopo con quel programma di Rinascita Democratica di Gelli che passo, dopo passo rischia di attuarsi con il sistema della rana bollita…..il problema non è sopravvivere, ma il come, perché accanto al sistema Berlusconi, ci sarà il sistema di repressione Meloni e di personaggi affini, la cui storia parla da sola…..le modifiche alla Costituzione, una volta fatte, restano e sono assolutamente possibili senza passare dal referendum visto che conta la maggioranza parlamentare credo di 2/3, dx + cdx cioè i vari “moderati “ ed il gioco è fatto, la rana bollita muore, senza alcun lamento, tentativo di fuga o ribellione…..Certamente la regola è folle, ma basta chiedersi chi l’ abbia voluta per contrastare una forza politica emergente e perché alla fine ci sia riuscito….un intero sistema politico, mediatico, economico e quindi di potere contro, forse perché il progetto di cui sopra viene da lontano e deve compiersi….senza conoscere, capire e ricordare il passato, non si legge il presente e non si intuisce il futuro🙈

        Piace a 3 people

  14. Travaglio non si è ancora ripreso dallo shock per la caduta del governo Draghi e le conseguenti elezioni anticipate del 25 settembre. Dopo il rovinoso tentativo di Conte e del M5S di NON sfiduciare Draghi e mettersi nella comoda posizione dell’appoggio esterno al suo governo, fottendosene di campi larghi, Letta e PD, adesso è proprio Letta ad essere accusato di strategia suicida. Incredibile.
    Cone dire: prima cerco di fotterti, e dico di te le peggio cose, adesso ti massacro perché non ti vuoi alleare con me.

    "Mi piace"

  15. Er Tronco dice: Che palle il Travaglio dell’eterno rimpianto del Conte che fu! I 5S ed il loro leader (chi, Conte o Grillo?) si ritrovano dove sono, non per chissa’ quale complotto, ma per la presunzione e l’insipienza politica del movimento e dei loro leader.
    Ora hanno una prateria davanti a loro che chiede solo di essere percorsa con decisione e senza piagnistei. In questo momento non c’e’ nessun partito di quelli che contano, che sia contrario alla guerra malgrado la maggioranza dell’opinione pubblica italiana lo sia.
    Vada Conte se ha coraggio a prendere quei voti, ammenoche’ non abbia paura di compromettere la sua pseudo credibilita’ presso le cancellerie che contano guadagnata quando era presidente del consiglio.

    Piace a 1 persona

  16. Ma come mai aperte virgolette un branco di scappati di casa e un avvocaticchio di Volturara Appula chiuse virgolette fanno così paura?

    Piace a 4 people

    • Forse perché su 55 fiduce al governo draghi si sono astenuti 2 volte?
      È si, mr tentenna fa veramente paura.
      Non certamente al sistema di cui ne fa convintamente parte.

      Piace a 1 persona

  17. Diversi scrittori e studiosi si sono cimentati ad affrontare, più o meno scientificamente, il problema della stupidità umana. Quelli più famosi sono i seguenti:
    EINSTEIN – “Due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi.”
    FRUTTERO & LUCENTINI – I due noti romanzieri scrissero con grande successo di pubblico “La prevalenza del cretino”. Titolo che è tutto dire.
    CARLO M. CIPOLLA – Il valente storico scrisse il famoso “Saggio sulla stupidità umana” che prevede 5 leggi fondamentali, di cui le più importanti, a mio parere, sono le seguenti:

    Terza (e aurea) Legge Fondamentale: una persona stupida è una persona che causa un danno a un’altra persona o gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé o addirittura subendo una perdita. (Si attaglia perfettamente allo ScendiLetta di questi giorni, alla ricerca insulsa di alleati purché siano senza discernimento, da stupido qual è. Ndr)

    Quarta Legge Fondamentale: le persone non stupide sottovalutano sempre il potenziale nocivo delle persone stupide. In particolare, i non stupidi dimenticano costantemente che in qualsiasi momento e luogo, e in qualunque circostanza, trattare e/o associarsi con individui stupidi si dimostra infallibilmente un costosissimo errore. (Chi vi fa pensare? A me, Letta, Calenda e Renzi. Ora provate voi, se ci riuscite, a indicare il non stupido fra i tre. In caso di fallimento, come il mio, ritornate alla più rassicurante legge precedente. Oppure alla seguente. Ndr).

    Quinta Legge Fondamentale: la persona stupida è il tipo di persona più pericoloso che esista, più del bandito. (Pare che Conte abbia fatto tesoro di questa legge, essendosene tenuto giudiziosamente a distanza di sicurezza. Tranne in un caso, e in casa propria. L’esperienza del Covid ha pur insegnato qualcosa, no? Nda).
    PS
    La stupidità di cui sopra si deve intendere in senso esclusivamente politico. Almeno voglio sperarlo.

    Piace a 2 people

    • La persona stupida è il tipo di persona più pericolosa che esista, più del bandito, probabilmente perché le persone non stupide sottovalutano sempre il potenziale nocivo degli stupidi e spesso pure dei banditi……

      "Mi piace"

  18. Fuori tema.
    Travaglio, ti sei accorto che il FQ online sta diventando sempre più giornalone e atlantista?

    Oggi mi hanno censurato commenti a due articoli (la Pelosi a taiwan sperando nella guerra mondiale e l’ennesimo “cattivone” eliminato mafiosamente con missili a casa sua), che ho riscritto riassumendoli e sono stati ancora censurati,
    Poi ho scritto lamentandomi della censura e hanno ovviamente censurato di nuovo.
    Mi viene il dubbio che per screditare il FQ dall’interno abbiano assunto dei moderatori di parte, in modo da eliminare i commenti scomodi agli articoli di propaganda.
    Oppure Gomez è sotto ricatto o minacciato o comprato?

    Io di solito avevo sul pc sempre la pagina del FQ aperta, ora succede sempre meno.

    Non so la versione cartacea come sia, forse è meno corrotta per ora avendo meno seguito.
    Ma il futuro è in rete non nella carta e Travaglio relegato lì fa meno danni evidentemente.
    Per leggere i suoi articoli devo venire qui perchè sul sito del Fatto non ci sono mai stati … non so cosa pensare.

    Resta il fatto che se vogliono scacciare i lettori meno convincibili dalla propaganda e più critici ci stanno riuscendo, almeno con me.

    "Mi piace"

    • Fabrizio ti sei risposto da solo, finché non prendi qualche copia cartacea una valutazione a 360gradi é impossibile. E personalmente spero che il “futuro in rete” e solo in rete sia il più lontano possibile.
      Riguardo alle censure é proprio un peccato, ti capisco, magari ti può rispondere Peter Gomez.
      Cordialmente

      "Mi piace"

  19. Domanda: tra tutti questi cacciatori di poltrone c’è almeno uno che si preoccupa della recessione imminente dell’economia itaGGliana?
    Oppure proprio in previsione di quella cercano un posto sicuro costi quel che costi?

    Piace a 1 persona

  20. Ma quelli che commentano sforzandosi di fare giochi di parole sui nomi, alla Scanzi/Travaglio? Vi regalo una notizia: non siete né Scanzi né travaglio! Smettetela che non si capisce niente!

    "Mi piace"

  21. Caro Zio, il tuo prodotto (il Nipote) è tale quale a te. Al servizio dei peggiori opportunisti, frodatori, mafiosi. Le acque chete che fanno crollare i ponti.
    Auguriamoci che gli elettori sappiano quello che fanno il 25 settembre, ci sono ancora delle persone perbene tra i politici.

    "Mi piace"

  22. I sinistri del fatto Quotidiano si sono accorti solo ora che l’abbraccio con il PD, da sempre propugnato da loro, sarebbe stato mortale per Conte eer il movimento 5 stelle. Di Battista glielo dice da quando fu formato il governo Conte 2. Che la strategia dei pidini fosse quella di fare sparire il movimento era chiara fin dal 4 marzo 2018. La strategia era fissata, mentre adattavano la tattica momento per momento passando dal no al governo con i pentastellato deciso subito dopo il 4 marzo 2018, convinti che quegli scappati di casa non sarebbero stati capaci di fare il governo. Subito dopo la formazione del governo giallo verde iniziarono a denigrare Conte e ministri pentastellati, mentre definivano Salvini come l’unico statista di quel governo. Lo pomparono a tal punto che lui si gonfiò fino a scoppiare presentando una mozione di sfiducia contro il governo di cui faceva parte. Fecero il governo Conte 2, ma subito cominciarono a sabotarlo, servendosi di Renzi e quando il Conte 2 cadde, mentre dicevano ” o Conte o elezioni, davano vita al governo Draghi per smantellare le leggi fatte durante il governo giallo verde, fino ad arrivare a organizzare la scissione del movimento.

    "Mi piace"