Alessandro Di Battista: “Il mercato delle vacche”

(Alessandro Di Battista) – Si può dire che la campagna acquisti, il mercato delle vacche, le sigle e siglarelle di sedicenti statisti a rischio overdose di xanax, i veti solo sulle poltrone (mai su questioni vitali per i cittadini), i programmi inesistenti, le facce come il culo, le natiche ricoperte di vinavil, i partiti che nascono, quelli che si sciolgono, quelli che cambiano nome in meno di 3 settimane (evidentemente ”Insieme per la colla vinilica” ha capito che il nome era già bruciato e si è data al restyling), i tromboni che stanno in Parlamento ancor prima che Zico arrivasse ad Udine e che ci vogliono dire come si risolvono in problemi…

Si può dire che si tratta di uno spettacolo stomachevole? Questi pensano che non vi sia vita al di fuori delle mura di Montecitorio. È una roba di una tristezza inaudita. Ma fosse solo triste ci riderei su. Il problema è che questo “sūq” parlamentare non farà altro che allontanare ancor più i cittadini dalle urne. Cioè renderà di fatto ancor meno democratica questa claudicante democrazia.

9 replies

  1. Credo che per te sia stato, ancor più doloroso, guardare uno che credevi amico e che è caduto così in basso, da non poter nemmeno più essere aiutato a rialzarsi!! Ti starà già passando, del resto quello che è più importante è che tu sia ancora com’eri e che lo rimanga! Forza Alessandro!!! l’Italia ha bisogno di te!!

    Piace a 1 persona

    • Mokj
      Buongiorno, Venezia deve essere rovente in questi giorni. E non per la politica ma per il solleone.
      Comunque, i politici che parlano dei veri problemi non ce ne sono, come giustamente dice il Dibba, tutti e dico tutti sono a caccia di poltrone nessuno escluso, oggi un contingente militare italiano parte per la Bulgaria, in Kosovo dove i criminali nato stanno fomentato un altra guerra ci sono i nostri militari la Moldova è provocata e spinta ad azioni inconsulte la Polonia con la presenza di armi e militari italiani provoca costantemente i russi, le sanzioni imposte alla Russia si sono rivelate catastrofiche per noi portando penuria di gas e petrolio oltre ai fertilizzanti e legnami e materie prime necessarie per le nostre industrie
      L’inflazione è oltre il 20% ed in costante aumento
      E i nostri eroi di cosa dibattono? Di poltrone e di nomi,
      Come si fa a non essere caustici con chi si propone come il nuovo quando invece è esattamente come gli altri.

      Piace a 4 people

      • Alessandro, buongiorno, in Svizzera tutto bene? Immagino di sì, pure mio nipote si è trasferito, lui per terminare gli studi al Politecnico di Losanna.. bellissima la Svizzera e più fresca di Venezia sicuramente! Comunque, tornando alla politica, capisco ciò che vuoi dire, concordo quasi totalmente.. tu sei caustico ed avrai i tuoi buoni motivi, personalmente voglio ancora dare fiducia ad una persona che anche se non è stato fermissimo in alcuni momenti (non completamente per sua colpa), è comunque grande persona e merita fiducia.. la gentaglia che vediamo azzuffarsi per accaparrarsi i posti migliori vedremo che fine farà e soprattutto cosa faranno.. lo scopriremo il 26 settembre.. grazie per il tuo commento, quando sei gentile è un piacere leggerti! Bon, basta con i complimenti sennò ti monti la testa 😁😁😁! Scherzo ovviamente!! Buone vacanze 🙋

        "Mi piace"

  2. Caro Diba e se questo fosse il loro scopo finale?
    Visto che le ideologie sono finite …è rimasto solo il portafogli…troppi soldi ai gruppi parlamentari,troppi soldi alla politica,troppi professionisti della politica, poca politica per i cittadini.
    Dove sono le sedi di partito?
    Dove sono i comitati di quartiere.
    Dove sono i dibattiti pubblici?
    Dove è il contatto con il cittadino?
    Quanto conta il cittadino?
    Dove sono i programmi.
    No!!! Bisogna demonizzare l’avversario, creare la paura nel cittadino …paure politiche,economiche e sociali.

    "Mi piace"

  3. Si può anche dire che il caso Di Vano (detto anche giggino a cartelletta) costituisce l’immagine sputata della immarcescente zombizzazione della nostra classe politicante: troppo indecente per vivere, troppo stupida per morire.

    Per questa inossidabile casta di “walking dead man” non c’è catastrofe economica, geopolitica, sismica o ecologica che riesca a toglierci di torno la loro infetta carcassa con le piaghe perennemente imbellettate di chiacchiere brulicanti di vermi per adescare e ghermire i vivi.

    E’ la più tipica delle maledizioni romeriane: morsicano tutto ciò che di vivo è rimasto (diritti dei lavoratori, sistema pensionistico, sanità, scuola pubblica, ecc.) per omologarlo alla loro peculiare condizione di carogne de-ambulanti.

    Piace a 2 people

  4. L’obiettivo del sistema marcio è proprio quello di allontanare le persone “normali” ed oneste dal voto.
    I pacchetti di voti che i vecchi partiti politici hanno gli assicurano di poter prosperare in eterno senza fare una mazza anzi, meno persone vanno a votare per alternative più credibili e oneste e più il loro peso percentuale all’interno dei palazzi aumenta.
    Nota è ormai la frase emersa da un’inchiesta detta in una chat da Rondolino a Renzi: “Non dobbiamo perdere tempo a ‘riconquistare’ l’elettorato: dobbiamo spingerlo a non votare più. Non dobbiamo rincorrere Grillo sul suo terreno, ma dobbiamo dimostrare che anche Grillo è Casta. Non dobbiamo contro-argomentare sulle loro proposte, dobbiamo distruggere chi le ha avanzate.”.
    Questo è lo scopo ed il modus operandi del sistema e gli stolti e i menefreghisti stanno a guardare ma tant’è, ahimé, questa è l’umanità.

    Piace a 4 people

  5. io a votare ci vado:

    contro il bombaaa e la banda bassotti, in primis la maialona
    contro noblesse in parioli calende greche
    contro lettamaio junior occhi di micio …ma vai aff
    contro lo psiconano, scopazzatore ed evasore insaziabile
    contro la melona dagli occhi sfavati che il film lo vuol vedere per intero
    contro la padania bagnata un dì dal sacro po e ora piuttosto all’asciutto
    contro (sale) e tabacchi e il difensore civico dimaio schiena dritta e spada tratta
    contro le sardine in benetton united colors
    contro un pdr bugiardo e gelido e contro il suo boia drago
    contro le scuole private paritarie in santa romana sede
    contro i ginecologi obiettori di portafoglio cattolico, ‘sti farisei!
    contro il cingolato nucleare e trivellatore metano-carbonico
    contro altre mille merdacce: della politica, della stampa, della tv, dello spettacolo. Ai voglia te a elencarle tutte, ci vorrebbe la pazienza di Giobbe

    e a favore di uno: il signor avvocato Giuseppe Conte! E voi fate come vi pare.

    Piace a 3 people

    • Sì, anche io alla fine ho raggiunto la tua stessa decisione: dopodomani vo a farmi ridare una nuova tessera elettorale proprio in vista delle elezioni a fine settembre, perché la mia “vecchia” ha finito gli spazi disponibili. Ero stato tentatissimo di non andare a votare (men che meno a riacchiapparmi una nuova tessera) fino a qualche settimana fa, ma a ‘sto punto voterò per il M5S. Oggettivamente non ci sono altre alternative degne dello sforzo.
      L’unica, visto che chi sarà al governo se la passerà malissimo, sarebbe votare per chi mi sta tremendamente sulle palle, tipo Kalenda o Melonee… ma in cuor mio non ce la fo a dare il mio voto a quegli schifosi. Piuttosto sto a casa, il 25 settembre, ma allora tanto vale che esca e voti il M5S. Quindi è un cirolo vizioso alla fine del quale ho fatto la mia scelta. Salvo cataclismi… la mia scelta l’ho fatta.

      Semmai… mi preoccupa che questi cialtroni stiano tutti a parlare di collegi e poltrone, quando si sa già che i costi del metano aumenteranno a dismisura già in autunno, mentre qui vedi questi mr.dosi farsi fantasie erotiche su come spartirsi posti in Parlamento e dei problemi di tutti (cioè dei poveracci)… zero.
      Poi, vabbè, c’è il Dibba che ha sempre detto che si sarebbe riavvicinato alla politica se Conte avesse mollato Draghi, e ADESSO che si verifica quel che voleva (con un Movimento che chiaramente correrà da solo come ai vecchi tempi)… continua a tergiversare. Che morto-de-sonno, oh! Deludente, pure lui, se non si dà ‘na mossa. 😕

      "Mi piace"