Conte: addio al Pd. E insiste sulla deroga ai due mandati

Il presidente dei Cinque Stelle apre a De Magistris e a Santoro. E avvisa Di Battista: “Ora troverà un corso rinnovato”. I titoli di coda sono confermati. L’alleanza tra Movimento 5 Stelle e Partito democratico termina qui, il colpo fatale l’ha dato il governo dei Migliori […]

(DI FEDERICO SORRENTINO – Il Fatto Quotidiano) – I titoli di coda sono confermati. L’alleanza tra Movimento 5 Stelle e Partito democratico termina qui, il colpo fatale l’ha dato il governo dei Migliori. Giuseppe Conte non pensa al bis coi dem e non ci ragiona specialmente per questa campagna elettorale, breve ed estiva. Al tempo stesso guarda avanti, al voto del 25 settembre, e insiste sulla deroga al vincolo dei due mandati su cui da giorni prosegue lo scontro con Beppe Grillo.

Che l’alleanza coi dem sia terminata, Conte ha dovuto precisarlo ieri nel pomeriggio, dopo che una sua intervista rilasciata a Tpi aveva fatto intendere ad alcuni il contrario. In prospettiva futura, ha spiegato poi meglio il presidente del M5S per frenare altre interpretazioni, “ci potranno essere le premesse per un dialogo, ma solo se il Pd abbandonerà l’agenda Draghi e sposerà un’agenda autenticamente sociale ed ecologica”.

Quindi niente coalizione da qui ai prossimi due mesi, perché la sfida sarà “a tre”: “Non fatevi ingannare con la storia del voto utile, è una mistificazione, un inganno”.

Quanto al vincolo dei due mandati, voluto e ribadito in questi giorni da Grillo, Conte si dice sicuro. Entro questa settimana verrà chiarito il passaggio “che rischia di distrarre l’attenzione dalle misure e dai programmi che proponiamo”. E poi più tardi precisa in diretta su Twitch: “La valorizzazione dell’esperienza acquisita è nel dna del nuovo corso”. Segno che, nonostante le parole di Grillo non lascino grandi margini, l’avvocato vuole tenere il punto sul principio.

Dai volti vecchi si passa ai nuovi. Conte non esclude di parlare con Michele Santoro evitando però “operazioni a tavolino”: “Siamo aperti a chi vuole condividere il nostro progetto, ma l’importante è la non negoziabilità dei nostri principi”. Discorso “diverso” per Alessandro Di Battista, volto non proprio nuovo, uno che “ha dato un forte contributo alla storia del Movimento, poi si è allontanato. Se ritorna, troverà un nuovo corso”. Quasi un altolà dal presidente M5S, che avverte l’ex deputato: “Non sarà più come all’inizio, senza una struttura. Dovrà accettare nuove regole statutarie”. Ecco quindi che qualche carta in più potrebbe giocarsela de Magistris. Conte apre il campo “a chi ha a cuore i principi costituzionali e non è disponibile a barattarli con il prestigio di una singola persona”, il M5S è quindi disponibile “verso tutte le componenti della società civile che ritengono fondamentale l’eguaglianza sostanziale”. Di Maio? “Risponda alla sua coscienza, m’ha sorpreso vederlo abiurare così disinvoltamente a principi e valori”.

L’agenda sociale ed ecologica sognata da Conte si avvicina a quella di Mélenchon in Francia, con delle differenze: “Abbiamo punti di contatto ma sono due storie e due Paesi diversi”. Su questi temi però l’avvocato riscontra “un’indifferenza persino del Pd”, da qui la richiesta ai dem per fare uno scatto e schierarsi a favore “dei più deboli, del lavoro, dei più giovani, delle donne”. Più che la larghezza del campo “è importante la forza e la coerenza del programma”, per questo pare difficile mettere su un programma “con personalità litigiose che non riescono a mettersi d’accordo su nulla. Da Calenda a Brunetta, da Renzi a Di Maio”. Il M5S ritiene dura “conciliare le nostre battaglie per i lavoratori precari con l’agenda Calenda”.

Duro il giudizio sull’ultimo esecutivo Draghi, caduto per una situazione “che non ho cercato nè provocato”, giura Conte. Però i ministri “erano diventati dei passacarte, ricevevano testi normativi in Cdm e li approvavano, addirittura, qualche volta, anche con norme in bianco”. Il Pd invece “si è affidato fideisticamente alla presunta agenda Draghi che però almeno a noi non è stata resa nota”, e sul più bello ha dato il colpo di grazia “sparando il colpo di pistola sull’inceneritore di Roma, che ha avviato la crisi”.

Intanto a Montecitorio si delineano i nuovi quadri M5S dopo le dimissioni di Davide Crippa, presidente dei deputati grillini. Nelle prossime ore dovrebbero essere formalizzate le nomine di Francesco Silvestri per la presidenza, Francesca Galizia vicepresidenza e Luca Carabetta tesoreria.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

29 replies

    • Vai in una piazza dove parlerà Conte e dillo direttamente a lui cosa pensi del suo agire (a dire il vero tu un pensiero nemmeno ce l’hai), ma smettila di scassare i cabasissi come un disco rotto.

      Piace a 3 people

    • Io su di te stemderei un velo pietoso. Ho mandato un altro messaggio decisamente più duro nei tuoi confronti, ma il senso credo tu l’abbia capito

      "Mi piace"

    • Mi dispiace per te ma sei ridotto proprio male. Persone come te, incapaci di perseguire il GIUSTO, il MEGLIO, il BENE, sono un vero e proprio cancro della società.

      "Mi piace"

    • Peter Pan
      Ma affanculo ti ci ha mai mandato nessuno?
      Ecco oggi hai guadagnato il biglietto.
      Così puoi andarci quando vuoi.
      Leccaculo del bradipo mr tentenna, incredibile come gli idioti si palesano al minimo stormir di vento.

      "Mi piace"

      • “incredibile come gli idioti si palesano al minimo stormir di vento.” infatti ti palesi e sei perennemente presente a scaricare tutta la tua m…a e frustrazione ad ogni stormir di fronda con scemente che nemmeno un’ameba…

        Piace a 1 persona

    • Cos’è il tuo curriculum vitae, sei in cerca di lavoro perché l’odiatore social non rende? 😀 😀 😀
      I

      "Mi piace"

      • I grulli abboccano sempre quando l’esca è appetitosa, e mr tentenna brancaleon giuseppi il bradipo sa come intortare gli allocchi.

        "Mi piace"

      • Mo’ me lo segno. 😀 😀 😀
        Detto da te che non vedi oltre la punta del tuo ombellico sicuramente è credibile come una banconota da tre euro. 😀 😀 😀

        "Mi piace"

  1. Come volevasi dimostrare, un classico venditore di pentole e aspirapolvere ha bisogno di sub agenti

    "Mi piace"

  2. “I due mandati sono la nostra luce in questa tenebra, l’interpretazione della politica come un servizio civile“, dice il Garante. “Non è un diktat, non manderemo in soffitta chi ha preso insulti per difendere i nostri ideali”. Preso insulti? O da reddito zero a qualche milione di euro in 10 anni? Beh, quando dice queste cose il presidente non è diverso da un difensore della casta qualsiasi, tipo renzie, gasparri o, il PIÙ migliore di tutti, rotondi! Che toninulla, poverino, abbia difeso la causa prendendosi insulti anziché una milionata, voglio vederlo senza insulti fuori dal parlamento quanto sarà più contento. Ma presidente, ma quante scemenze?! A rotondi non fai un baffo!

    "Mi piace"

  3. Avranno preso qualche milione di euro soprattutto i 5 stelle passati, un attimo dopo l’ elezione, ad altri partiti, visto che si son tenuti lo tutto lo stipendio…….ma questo è almeno per me un falso problema visto che ho sempre sostenuto che taglio dello stipendio e le restituzioni a pmi che poi votano PD, FI, Lega e FdI, siano stata una grullata e pure dannosa. ….le truppe in guerra si pagano e si pagano bene, e quello che interessa è che rimangano unite, compatte e coerenti…..fra pagare un 5 stelle onesto e capace per 10 anni ed un Casini qualsiasi per 40, non ho dubbi sulla scelta, anzi avrei pagato il doppio un 5 stelle e tenuto tanti altri ” onorevoli” alla Casini in servizio volontario senza alcun emolumento. …..se si vogliono evitare privilegi in politica, si fanno leggi e norme valevoli per TUTTI i parlamentari, dallo stipendio congruo al limite di mandati…..inoltre invece di pensare a questo aspetto, importante ma non prioritario, sarebbe stato molto più utile fare una legge che vietasse la costituzione di nuovo gruppi parlamentari e partiti dopo le elezioni, durante la legislatura in corso, ci saremmo risparmiati IV ed Insieme per il Futuro. …..storture che poi pesano in politica e quindi sulle nostre teste di cittadini, più dello stipendio del parlamentare che comunque va pagato per la propria attività!

    Piace a 1 persona

    • Le restituzioni alle pmi .. altra grande boiata! Al limite un contributo del 10% al movimento. Poi 15000 euro netti al mese non sono una buona paga? Che ritornino alla paga che avevano prima! Ma poi erano o no cittadini prestati alla politica? sennò mi sono perso qualcosa. Il paragone con Casini è totalmente fuorviante, perché non li abbiamo votati per diventare onorevoli. Forse li avrai votato tu, non certo io. Poi con la forza che avevano in parlamento, COME HO SEMPRE SCRITTO, nel blog ormai cinquestalle, in occasione della modifica per il taglio dei parlamentari, dovevano inserire la regola del limite dei due mandati, per tutti i parlamentari, IN COSTITUZIONE. E la paghetta pure, IN COSTITUZIONE, non superiore a 10 volte l’importo delle pensioni minime maturate con almeno 15 anni di contribuzione. Zero benefit e fiscalità uguale a quella di tutti gli altri cittadini, con detrazioni e deduzioni!

      "Mi piace"

  4. La personalità, la cultura politica, l’esperienza acquisita in questi quasi 5 anni, del Presidente Conte lo conduce inevitabilmente a questa scelta. Collocarsi a Sinistra, per Agenda Sociale e Temi Ambientali, e costruire da quelle parti un Terzo Polo. Ovvio che il M5s così disegnato è altra cosa di quello che si impose nel 2013 col 25% dei consensi per poi trionfare ( pur boicottato dal cambio di legge elettorale) nel 2018 col 33%. Alcune parole d’ordine restano, altre si perdono. Questo prodotto finale è a me meno gradito, come lo sarà a tanti che votarono i pentastellati per l’idea di rottura che manifestavano, rottura verso il Sistema di Potere ma anche verso il vecchio Schema ideologico Sinistra/Destra. Ad ogni modo, non avendo alternative, li voterò. Ma il vero Movimento lo incarnerebbe Di Battista, più che Conte. Più avanti spiegherò perché.

    "Mi piace"

  5. “118 milioni di ragioni per una politica diversa. Da sempre restituire una parte del proprio stipendio alla collettività è parte del ‘Dna politico’ del Movimento che lo fa con i propri portavoce nelle istituzioni nazionali, regionali ed europee. Dal 2010 – anno in cui per la prima volta elesse portavoce in due Regioni- ad oggi il Movimento 5 Stelle ha restituito oltre 118.497.937 euro”

    “Ricordiamo che nel 2013 il Movimento 5 Stelle è stata l’unica forza politica a rinunciare ad oltre 42 milioni di euro di rimborsi elettorali pubblici (poi aboliti) e lo stesso hanno fatto le nostre rappresentanze regionali.”

    “circa 26 milioni di euro sono stati destinati al Fondo nazionale per il microcredito alle imprese, una azione questa che ha consentito il finanziamento di più di 6.000 piccole e piccolissime attività in tutta Italia,”

    Valeva la pena ? I cittadini che votano lo sanno ?

    Più soldi restituivano , più venivano massacrati non solo d stampa, tv e politici, ma soprattutto da CITTADINI.
    Chi sa quante risate appena restituivano qualcosa , “cosa vuoi sono scapati da casa ”
    VI ricordate Zaia e la foto con l’assegno di 50,000 euro

    “Ho ricevuto oggi dal Gruppo Movimento Cinque stelle in Consiglio regionale un assegno da 50.000 euro, ricavato dai fondi della Onlus ‘5 Stelle del Veneto’, che verrà versato nel conto corrente bancario aperto per i nostri territori colpiti dal maltempo.”

    Beh, i cittadini veneti sono stati informati e il risultato ? M5S quasi scomparso in Veneto e non solo.

    "Mi piace"

    • Tracia
      Gli itaGGliani appartengono alla categoria dei pesciolini rossi usati nei luna park, oramai risaputo ed assodato,
      Però dobbiamo spezzare una lancia in loro favore, il mv5s c’ha messo moltissimo del suo, azzerbinandosi sempre al sistema è mai un guizzo d’orgoglio, mi ricordo il governo gialloverde, i 5* lavoravano come fabbri e il cazzaro verde in giro a far comizi elettorali senza mai aver lavorato un giorno ma intestandosi tutti i buoni risultati ottenuti e mai una volta che il bibitaro ne mr tentenna lo abbiano contrastato e contestato.

      "Mi piace"

      • Perché loro, come tu stesso ammetti erano impegnati a lavorare e i buoni risultati ottenuti, che riconosci nel tuo delirio quotidiano, lo dimostrano.
        Devi essere un trombato dei 5S di qualche MeetUp in cui cercavi di emergere come presuntuoso dittatore, la comunità ti ha riconosciuto come elemento estraneo e ti ha emarginato ed ora sei pieno di livore e fiele. Se questo è il tuo modo di approcciarti chi mai potrebbe volerti come compagno di viaggio o di strada? Meglio soli che male accompagnati. Di idioti, arroganti, ignoranti, presuntuosi e saccenti ne abbiamo piene le scatole. Il M5S è comunità, mente collettiva e i tuoi pochi neuroni frustrati ed impazziti non sono ideali per contribuire alla sua crescita. Vai per la tua strada, con le tue scemenze e affanc..lo

        "Mi piace"

  6. Gaia
    Come si evince dal tuo commento, sei persona con un QI molto limitato, mai avuto mire politiche, troppo impegnato professionalmente, oltre a non vivere in itagglia,
    Il livore e fiele lo state spargendo voi fieri adoratori del nulla mr tentenna brancaleon giuseppi il bradipo definendo un venditore di pentole come il nuovo messia,
    E visto che sarete voi, per il semplice fatto che il mio sostentamento non dipende dalle decisioni di un governo fantoccio itaGGliano a prenderlo nel didietro con questi cialtroni elevati a statisti.
    E tu che conosci bene la strada vai vai e portati la vasellina

    "Mi piace"

    • Coglionastro fallito partorito dal buco sbagliato, eclissati al primo tiro di sciacquone e sparisci da dove sei venuto!

      "Mi piace"

    • Ruby
      Una zucca senza semi riempita di letame e spazzatura
      Toc toc c’è nessuno in casa? Sembrerebbe di no,
      Altro imbecille riempito di tifo.

      "Mi piace"

      • Sottosviluppato mentale la tua zucca (evidentemente l’unica cosa che hai assimilato nella tua misera vita da analfabeta) infilatela pure dove sai con tutti i semi, magari poi ti usiamo come concime.
        Curati decerebrato

        "Mi piace"

  7. Alessandro Cagliostro.Uno bravo che ti aiuti no?Io mi arrendo non ho competenze psichiatriche.Mi assomigli al Bertinotti Guzzanti.Fatti a vedere quel video così forse capisci quanto sei ridicolo. E smettila di starnazzare

    "Mi piace"

    • Due imbecilli Fanno due indizi il terzo non lontano fanno una prova,
      Le zucche senza semi riempita di letame e spazzatura non viaggiano mai da sole,
      Statemi bene imbecilli, ne avrete bisogno,
      Incredibile come un furbo attiri tanti imbecilli nella sua rete, e mr tentenna furbo è

      "Mi piace"

  8. Quindi niente coalizione da qui ai prossimi due mesi,
    conte ci cova? Lo vedo come un presagio, davvero davvero pensi di in..tortarci in questo modo? Non fare il posapiano, facci una previsione con tempi più lunghi

    "Mi piace"

  9. La deroga i due mandati equivale ad abolirla, e la sua importanza la testimoniano direi tutti quelli rimasti nel movimento o usciti con di maio, che nella migliore delle ipotesi sono paralizzati dalla paura di perdere il posto e non fanno nè dicono più niente.

    Se Conte non è d’accordo farà le sue battaglie per abolirla, e alla fine si ritroverà in una specie di pd meno corrotto, che mediando di qua e mediando di là pian piano sarà indistinguibile dal pd, anche in quanto a corruzione.

    E’ lecito che lo faccia, e incontrerà il favore di chi ritiene che la struttura del partito sia la migliore, e già ora vedo che ha l’appoggio di tanti, magari delusi dai loro partiti, che vedono nel M5S un pd migliorato.
    Allo stesso tempo perderà definitivamente tutti i voti di coloro che lo votavano per combattere il sistema, e non per associarglisi.

    Inutile piangere sul latte versato, per me è una storia chiusa, troppe delusioni mi hanno dato, e l’ultimo anno e mezzo non mi lascia dubbi, e se all’ultimo minuto fanno un passettino meno insensato degli altri, per me non basta proprio.
    Ognuno ha i suoi gusti, e ale sue linee rosse.

    Poi se un elettore pd votasse M5S per me è comunque un passo avanti.

    "Mi piace"

  10. Quelli che tifano giuseppi sono quasi tutti ex pdini o pdini delusi dal lettamaio
    Non hanno niente a che vedere con il mv5s di Gianroberto

    "Mi piace"

  11. Sono divertenti le risposte che da il Cagliostro alle Vostre invettive (che comunque qualche volta sono esagerate come quelle di Gaia,la quale,dopo un bel ragionamento illuminato e condivisibile, lo ha depotenziato con un vaffacul@ evitabile); e oggi ci ha svelato un altro po’ di se asserendo che non vive in Italia, ma i suoi frequenti interventi sui blog denotano un disinteressato ma continuo interesse (perdonate il congiuntivo alla Di Maio) alla nostra povera nazione, quindi sopportiamo qualche suo caustico intervento.

    "Mi piace"

  12. Alessandro Cagliastro lo starnazzatore che si unisce con passione al coro anti Conte……confindustria lobby varie giornaloni il bullo di Rignano il baciasalami l’evasore di Arcore Bruno Vespa quella che va in Spagna a sbraitare a un convegno di nostalgici franchisti etc.Ripeto : uno bravo che ti aiuti no?

    "Mi piace"