Le piaghe di Mario

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Nel 2016, quando l’Innominabile doveva vincere il referendum sennò lasciava la politica, i media di regime e Confindustria spiegavano che l’Italia, se non passava il Sì, era spacciata: miseria, disoccupazione, debito, spread, cavallette, tsunami, alieni. Poi vinse il No e le cose andarono subito molto meglio, a parte il fatto che l’Innominabile restò in politica. […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

29 replies

  1. Le piaghe di Mario

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Nel 2016, quando l’Innominabile doveva vincere il referendum sennò lasciava la politica, i media di regime e Confindustria spiegavano che l’Italia, se non passava il Sì, era spacciata: miseria, disoccupazione, debito, spread, cavallette, tsunami, alieni. Poi vinse il No e le cose andarono subito molto meglio, a parte il fatto che l’Innominabile restò in politica. Ma mollò almeno il governo e si scoprì che eravamo spacciati perché (e finché) c’era lui. Ora che forse perdiamo Draghi, torna la lista delle sventure prossime venture. Giggino ’a Pultrona ha scovato ben 19 piaghe d’Egitto, messe in italiano dal suo scriba Di Nicola: “Non raggiungeremo gli obiettivi del Pnrr da 20 miliardi” (balle: Draghi può decretare sul tema da dimissionario) e “addio salario minimo, taglio del cuneo, misure contro il caro bollette, benzina e gas, rifinanziamento del Superbonus” (uffa, proprio ora che Draghi voleva fare in un giorno ciò che aveva rifiutato di fare in 17 mesi!). Niente più “battaglia in Ue sul tetto del gas” (già respinto dalla Ue, che non è nata con Draghi e potrebbe financo sopravvivergli); “saliranno i mutui per le case”; e “il favore di Conte a Putin è evidente”. Anche perché, giura la vicepremier ucraina Iryna Vereshchuk, “con Draghi vinceremo la guerra” (deve averle promesso di arruolarsi nell’Azov come foreign fighter).

    Tutto ciò accresce la nostra sgomenta incredulità: non per Conte, noto manigoldo, ma per Draghi. Ma come: il Migliore, devoto soltanto al nostro Bene, mai sfiduciato da alcuno, anzi munito anche senza M5S di una maggioranza schiacciante alla Camera (70%) e al Senato (65), si dimette per un capriccetto favorendo Putin e facendo sparire Ucraina, Ue, Pil, Pnrr, gas, benzina, mutui casa e tutto il bendidio di cui sopra. Di Maio rammenta che, senza di Lui, “la siccità sarà un problema per imprese e agricoltori”. Poco importa se è una delle tante disgrazie arrivate con Draghi: basta lasciar lì Rain Man e, a un suo cenno, piove di sicuro. La sua autocaduta allarma anche l’Agis, che implora “le forze politiche di consentire al Presidente Draghi di proseguire”): sennò chiudono tutti i cinema e i teatri. E pure gli ospedali. Sentite gli “eroi del Covid”: “Non vanificate i nostri sforzi” (Stampa), come se non ci avesse già pensato Draghi. Confindustria teme debito e spread: con Draghi il primo è salito e il secondo quasi triplicato (da 90 a 250); ma dategli altri sette mesi (di più è impossibile, salvo abolire le elezioni) e li azzera. Qualcuno insinuerà che l’apocalisse sia già fra noi: non perché Draghi s’è dimesso, ma perché è rimasto lì 17 mesi senza far nulla. E che si sia dimesso proprio perché l’ha capito. Ma la verità non la sapremo mai: domani, se non si dimette da dimissionario, scatta la fine del mondo.

    Piace a 11 people

    • In tutta la lunga tiritera dal tipico sapore qualunquista, non l’ha citata forse pensando di essere astuto, ma si è capito chiaro lo stesso che il suo piatto della bilancia pende dalla parte della sorella d’Italia. Praticamente… dalla padella alla brace!

      Piace a 1 persona

      • Ah, ecco, te ce l’hai fatta a guardarti tutto il video? Io ci ho provato, ma al settimo minuto mi son rotto le palle, ti dirò. La solia retorica da barretto di periferia… come solo i social media demmerd* sanno ormai essere.

        "Mi piace"

      • E bravo Gae, in effetti Luce75 è pro-meloniano, dopo essere stato grillino e leghista.

        Ma sta pensando anche di candidarsi direttamente lui:

        "Mi piace"

  2. Ma possibile che un minimo di onestà intellettuale non si possa pretendere anche a chi odia i 5 Stelle di Conte, riconoscendo che Draghi ha preso la palla al volo offerta da quest’ultimo per fuggire ? Che centra l’avvocato del popolo…È da quando che gli è sfumata la Presidenza della Repubblica (che forse gli pavento’ Mattarella all’inizio del suo mandato alla Presidenza del Consiglio) che desiderava mollare. Ma non credo che riuscirà a esaudire il suo desiderio poiché già si sono mossi gli Amerikani uniti ai piagnistei delle varie lobby. È incredibile come una figura così sopravvalutata dai media si sia dimostrata in poco tempo, alla prova dei fatti, il personaggio già ben descritto da Cossiga a suo tempo…

    Piace a 8 people

    • Che palle !!un altro idiota capriccioso che de non si vota come vuole lui ! Si porta via la palla come un Renzi qualsiasi ! Dal Migluore ci aspetravamo un cicin de pu! Qui stanno a raschiare i conti correnti! Take care !

      "Mi piace"

    • Alle ultime elezioni ho votato 5 stelle, sono sempre stato di sinistra, e, grazie a Dio, non ho mai votato per il PD renziano. Posso dire di non condividere assolutamente nulla della destra italiana ( idee e men che meno, politici). Dopo i vari appelli “disinteressati” di ieri, sto seriamente pensando di votare Meloni la prossima volta (turandomi non solo il naso), per una forma di protesta contro questi “appellatori”.

      "Mi piace"

      • Dato che, naso a parte, a quanto pare non hai remore di altra natura nel votare per la mafia, a questo punto mi permetto di consigliarti l’originale, così la tua “protesta” sarà ancora più da imbecilli (però farai felice un anziano).
        Cordialmente.

        Piace a 2 people

      • Per una volta nella tua vita eri riuscito a fare la cosa giusta votando il M5S, che con i fatti ha dimostrato di perseguire il bene comune e l’interesse dei cittadini, ma invece di continuare a sostenerlo, pensando di fare dispetto non si sa a chi, ti tagli i co….ni e voti per il peggio?
        Ma a chi pensi di farla e, soprattutto, credi di aver scritto una cosa intelligente?

        Piace a 1 persona

  3. Ho letto su Milano today ( praticamente il giornalino online del pd) che la manifestazione pro draghi di ieri è stata un vero successo…..
    In piazza della scala c’erano addirittura 200 persone !!!!!!
    😂
    Il bello è che leggendo l’articolo sembrava che a sostenere bimbo draghi ci fossero più persone che a un concerto di Vasco, nonostante la foto mostrasse chiaramente il triste mortorio.
    E probabilmente anche quei pochi che hanno partecipato saranno stati costretti o pagati.
    Ecco…..
    Questa è la Milano che vuole bene al nostro grisù nazionale.
    🤗

    Piace a 2 people

    • La mia era ovviamente una provocazione, mi compiaccio per la Vostra acuta intelligenza. In quanto alla mafia e all’originale, ricordati caro amico, che in politica il più pulito ha la rogna. Una buona vita a tutti.

      "Mi piace"

      • @Nico
        In effetti, l’ironia si può intuire solo dalle ultime parole (“forma di protesta contro questi “appellatori””), ma, a quel punto, eravamo già SCONVOLTI alla sola idea…e non abbiamo recepito!
        🤭

        "Mi piace"

  4. Se Conte non esce neanche questa volta dal governo, ha sfasciato in modo definitivo il movimento. Missione compiuta da parte del sistema.

    Piace a 1 persona

  5. Dibattere se draghi resta o se giuseppi vota la fiducia è pestar l’acqua nel mortaio
    Non resta che aspettare

    "Mi piace"

  6. Alle ultime elezioni ho votato 5 stelle, sono sempre stato di sinistra, e, grazie a Dio, non ho mai votato per il PD renziano. Posso dire di non condividere assolutamente nulla della destra italiana ( idee e men che meno, politici). Dopo i vari appelli “disinteressati” di ieri, sto seriamente pensando di votare Meloni la prossima volta (turandomi non solo il naso), per una forma di protesta contro questi “appellatori”.

    "Mi piace"

  7. Conte, in questi giorni con riunioni che non finivano mai, ha fatto il casting per scegliere i candidati alle prossime elezioni, siano esse ad ottobre o marzo. Ovviamente, tutti i miracolati saltati sul carro grillino, ma che grillini non erano non l’hanno capito.
    Il comportamento tenuto da Conte fino a questo momento fa pensare che disponga, in questa specie di partita a poker, di una scala reale imbattibile.
    Se la giocherebbe lui direttamente o, quale uomo rispettoso delle istituzioni, lascerà che sia Grillo, che ha già tirato a Draghi il primo siluro costringendolo ad abbandonare la riunione NATO in fretta e furia?

    "Mi piace"

  8. Domani c’è la finale Conte-Draghi. Meglio della nazionale. Speriamo non si arrivi ai rigori o addirittura al rinvio per impraticabilità di campo.

    "Mi piace"

  9. Draghi=Schettino
    Io direi di affidare il governo al comandante De Falco, forse qualcosa si salverà aspettando l’autunno caldo e l’inverno freddo

    "Mi piace"