San Draghi, le brioscine e il popolino

(Tommaso Merlo) – Gli onorevoli hanno ancora parecchi mesi di stipendio da intascarsi. Che si torni al voto subito è assai improbabile. Devono finire di ristrutturare la villetta al mare e pagare le rate del crossover. Più verosimile un’ammucchiata bis con o senza i resti movimentisti. San Draghi frigna perché vorrebbe l’unanimità. Come in banca. Passi per la finta opposizione della Meloni, ma se si sfilano pure i residui movimentisti allora rischia eresie indesiderate. Tipo che qualcuno osi dirgli che non è affatto un santo redentore ma uno dei premier peggiori degli ultimi decenni. Perché ideologicamente protesi neoliberista, perché empatico come un pezzo di marmo e perché politicamente assai scarso. Dopo aver assemblato un governo col peggio che la politica nostrana potesse offrire, ha proseguito senza mai nessuno slancio o spunto intelligente. Una silente e ordinaria amministrazione con qualche brioscina lanciata qua e là. Come in banca. San Draghi deve ringraziare i media lobbistici che lo osannano ogni santo giorno e che allo stesso terrorizzano il popolino che senza il salvifico redentore vi sono solo tenebre. San Draghi deve poi ringraziare i suoi compari tecnocratici d’oltralpe sempre generosi di pacche sulle spalle. Sanno che è una garanzia affinché la solita malconcia Italietta tenga la testa bassa e pedali. Ma se San Draghi è ancora lì, lo deve soprattutto alla patetica partitocrazia nostrana. Si sa come funziona. I partiti raccattano voti sparando panzane ai quattro venti, una volta in parlamento fanno solo cagnara e quando salta tutto all’aria interviene il Quirinale che convoca il tecnocrate di turno per tenere insieme l’onorevole baracca fino alle prossime elezioni. Il tutto per il bene comune ovviamente. Non sia mai che il Casinò finanziario globale punti le sue fiches sul fallimento italico, non sia mai che qualche tecnocrate internazionale storca il nasino, non sia mai che a decidere il proprio destino sia l’ignorante ed umorale popolino. Meno si vota meglio è. Il pensiero unico neoliberista non tollera mal di pancia e la democrazia va bene ma solo in piccole dosi. Quando proprio non se ne può fare a meno. Ma non chiamatelo ricatto e nemmeno sistema. E chi si lamenta è solo un rozzo e pericoloso populista. Lorsignori sono lassù perché se lo meritano, perché saggi e sapienti e lungimiranti e bisogna affidarsi a loro con fiducia. Lorsignori si sacrificano per il nostro bene e senza di loro saremmo spacciati. E non è affatto vero che il mondo si stia nel frattempo autodistruggendo, alternative al neoliberismo non ve ne sono e bisogna accelerare e non frenare e vedrete che pioveranno brioscine a catinelle. Già, o ti omologhi o sei un irresponsabile. È questo il mantra. Mentre rimangiarsi politicamente tutto, è sinonimo di maturità politica. Perché viviamo nel migliore mondo possibile e guai a chi osa pensarla diversamente. Ma bisogna essere onesti. San Draghi avrebbe pure alzato il mignolino ed evitato certe impurità partitocratiche. L’hanno tirato in mezzo quando le sue sante natiche già assaporavano la poltrona quirinalizia. Ed è per questo che non tollera eresie, lui è un salvifico redentore che si sta sacrificando per tutti noi in attesa dell’ascensione al Colle. Quegli straccioni dei politicanti non han trovato di meglio per salvarsi la poltrona e adesso osano addirittura il sacrilegio. Per questo nonno Draghi frigna. Passi per la finta opposizione della Meloni ma teme i resti del movimento. L’autunno si avvicina e le brioscine potrebbero non bastare. Il popolino è inqueto e potrebbe addirittura mettersi in testa che vi siano alternative a certe stantie liturgie tecnocratiche e perfino alla deriva neoliberista. Già. Altro che tenebre, un mondo migliore tutto da costruire. Altro che populismo, vera democrazia.

17 replies

  1. Mi spiace ma non posso che chiamarlo Sistema, come esattamente si definiscono Mafie nostrane e lobbies, come pur parlano di sè corporazioni e logge, i sistemi finanziari. Un Sistema è per l’appunto un modello perfetto e chiuso che prevede precisi dogmi e univoco esito, da perseguire con ogni mezzo.
    Ora il Sistema (capitalista-falso liberista-elitario-nepotismo-clientelare-schiavista) ha stabilito una modifica unilaterale del contratto economico-sociale, noi non dobbiamo nemmeno firmarlo, ormai hanno deciso.

    "Mi piace"

  2. D’accordissimo sull’incipit: è più facile che il cammello passi nelle cruna dell’ago piuttosto che questo parlamentari rinuncino a 6 mesi di stipendio votando ad ottobre. L’arma puntata contro Conte sulle elezioni a ottobre è ovviamente scarica

    "Mi piace"

  3. Penso rimetteranno draghi al governo e andranno avanti coi saccheggi prima di scappare. Scuola Unni.
    Ognuno si porterà a casa un pezzettino di belpaese.
    Sempre che ci arrivino a casa però: quando la nave affonda i topi più ingordi, che si attardano sul formaggio conquistato, affondano con essa.
    di ma(r)io, non vedi che fuori dagli oblò nuotano i pesci?

    Draghi ormai è bruciato, come monti, entrambi mario-nette.
    Kamikaze buttati sulla portaerei della democrazia.
    Mezza fuori e mezza sotto ,…e non sta riemergendo, sta affondando, e schettino è già via da un pezzo, altro che ultimo uomo a scendere.

    "Mi piace"

  4. Rispondo ad Elena in merito al commento dell’ arrivo di Draghi, ovviamente imposto, non per vaccinazione e PNRR, ma per la guerra che gli Usa sapevano imminente. ..ho scritto questa ipotesi e commentato insieme a Veronicabellisario che è sulla stessa mia linea. …per capire dovremmo riannodare i fili del discorso e leggere gli avvenimenti alla luce appunto della guerra e della sua tempistica. …insomma uno sconosciuto professore della Luiss, Orsini, prevede la guerra in Ucraina nel 2018, Giuglietto Chiesa anche prima, e secondo voi capi di Stato, presidenti, servizi segreti, ecc non lo sanno? Certamente Sì! Con questo presupposto leggiamo la nascita di IV a settembre 2019, la caduta di Conte, il ruolo di Renzi che ha ottimi rapporti con Obama che durante la sua presidenza manda il proprio segretario di Stato, Biden, in Ucraina. ……lo stesso Renzi viene folgorato dalla passione per le conferenze, con frequentazione del Principe dell’ Arabia Saudita, a parlare di Rinascimento? Davvero? Ho qualche dubbio. …..dal 2019 è in atto un progetto che vede coinvolti IV, PD, scissionisti dimaiani e FI per creare una maggioranza a sostegno di Draghi, il cui arrivo è stoppato dalla pandemia, da cui occorre uscire presto. ….vaccino già pronto, via spediti con le vaccinazioni di massa, arriva pure il PNRR grazie a Conte, tutto fila, ma occorre un governo di unità nazionale guidato da Draghi, per questo? Il Conte 2 che cade con il pretesto del Mes, che poi scompare dal dibattito un attimo dopo, il PdR che non rinvia Conte alle camere per farsi sfiduciare, sotto la minaccia di elezioni anticipate, come invece ha fatto ora per Draghi, forse perché consapevole che nessuno avrebbe sfiduciato Conte con questo rischio? Insomma tutta una serie di avvenimenti inspiegabili, fino a quando non scoppia la guerra in Ucraina, preventivata e prevista, proprio quando l’ Europa e l’ Italia sembravano fuori dalla pandemia ed in risalita dalla crisi economica. …..ma guarda a volte il destino avverso che si abbatte sulla politica! Purché si sia disposti a credere che la politica nazionale ed internazionale sia una fatalità, e non il prodotto/esito di un percorso/progetto ben organizzato. …da anni! Sarò tacciata di complottismo, ma a leggere la disgraziata storia e storia politica italiana degli ultimi 70 anni, più che dubbio, ho una mezza certezza che gli avvenimenti abbiano cause e motivazioni che noi non conosciamo, ma altri si visto che li hanno pianificati con precisione chirurgica! Alla luce di questo, anche questa volta non finirà bene e Draghi rimarrà al suo posto, perché DEVE essere così!

    Piace a 4 people

    • Interessante quello che hai appena scritto che mi sembra la stesura finale di altri tuoi commenti.chi vivrà vedrà 🤔

      "Mi piace"

    • Ipotesi plausibile. Anche l’incredibile fuoco mediatico degli ultimi mesi appare tutto fuorché qualcosa di spontaneo e imprevisto.
      Ed è vero: l’avvento della guerra era stato ampiamente previsto (da voci sempre tacciate).

      Piace a 2 people

  5. Seve, ti cito William Shakespeare” M : presto andiamo via, il meglio lo abbiamo avuto! R : Di questo ho paura, dopo dovrò scontarlo! ” …..noi lo abbiamo già scontato….

    Piace a 1 persona

    • Alessandra
      Unica cosa che non è comprensibile, il pdc conte con delega ai servizi non ne era al corrente?
      E se si perché non ha detto niente e non ha fatto niente. Oppure pure lui è della cricca.
      Gatta ci cova

      "Mi piace"

  6. Appunto Alessandro, i servizi segreti…. chissà perché Renzi non digeriva che Conte ne avesse la delega, assolutamente legittima, ed anche dopo averla ceduta, Renzi ha insistito sul punto, tanto che gli uomini scelti da Conte sono stati subito sostituiti. ….si forse Conte sapeva, ma non si è asfaltato da solo nella caduta del Conte 2! Il sapere non significa essere d’ accordo……se così fosse stato, con Conte a far parte della cricca, nessuno avrebbe avuto il bisogno di farlo fuori! Non ha fatto niente? E che avrebbe potuto fare con metà M5S parte della cricca? Ancora ti ostini a credere che Conte da solo possa fare qualcosa. …..solo Draghi può, perché non è affatto da solo, ma sostenuto a livello nazionale ed internazionale, leggi Usa. ….e non mi pare sia così per Conte! Chi fa parte della cricca viene premiato, non trom..to! E guarda che non era sufficiente che si togliesse dalle pa@@e tornando a fare il professore universitario e l’ avvocato, doveva ereditare il M5S devastato ed in caduta libera, per finire al suolo insieme a lui, tanto che Grillo e Di Maio gli hanno offerto la guida a febbraio 2021. …perché? Il tuo rancore contro Conte ti impedisce di leggere i fatti con obiettività ed è un vero peccato. …io non parteggio per Conte, provo semplicemente a fare un’ analisi senza innamoramento od odio, precostituiti, perché sono pessimi consiglieri se vogliamo tentare di capire. …e per capire forse è dannoso concentrasi solo su Conte ,come suggerito incessantemente da tutti i media, ma mettere l’ occhio su cosa e chi gli è girato intorno. …altrimenti rischiamo di guardare ciò che conviene al sistema con un perfetto meccanismo di distrazione di massa. ….almeno noi evitiamo di cadere nel modus operandi, talmente noto e ripetitivo che dovremmo conoscerlo!

    Piace a 3 people

    • E anche x questo commento non posso fare altro che concordare con te. E aggiungo anche che, forse, i segreti servizi probabilmente non arrivano tutti a chi di dovere (in questo caso a Conte)

      "Mi piace"

    • Alessandra
      Ma io non ce l’ho con conte uomo, che in qualche misura ammiro,
      Ce l’ho con conte capo politico del mv5s, e in quella veste lo disprezzo, non ritenendolo all’altezza del compito assegnatosi, se vuoi fare il capo devi averne la stoffa e il carisma, e lui, a mio modesto parere ne è totalmente privo come trovo che sia privo di autorevolezza e indipendenza da fattori esterni, vedi legami con il PD,e sudditanza da grillo e draghi,
      Un capo che non è seguito dai suoi soldati non potrà mai vincere la che ben minima scaramuccia mossa dal nemico,
      Se avesse gli attributi al posto giusto avrebbe mandato a quel paese la banda del corposciolto dei governisti cercato un intesa con gli espulsi e dato vita ad un nuovo soggetto 5* e molto probabilmente in quel caso avrebbe ricevuto l’aiuto del Dibba
      Invece è mr.tentenna brancaleon giuseppi specialista dei penultimatum

      "Mi piace"

  7. Ca…. quanti professoroni. Perchè non vi chiamano nelle migliori università? Che ingratitudine. Certo a pensar male a volte ci si azzecca, ma qui mi pare che si vada oltre ogni complottista immaginazione.

    "Mi piace"

  8. A chi ti riferisci Peter? Non c’è bisogno di essere professoroni per provare a capire. ….come scriveva Pasolini basta individuare punti della storia apparentemente distanti ed unirli! Poi non offendere, che le opinioni e pure essere complottisti , non costituiscono reato, fino a quando non viene organizzata una strategia della tensione, e quelli denigrati come complottisti, risultano gli unici ad averci capito qualcosa, peccato a distanza di 30 anni! Tieniti le tue pensate più o meno azzeccate nel bene o nel male, ed io se permetti mi tengo le mie! Ad ogni analisi di comuni mortali o di professori che si, fanno questo di mestiere, spiegare nelle università, su libri ed articoli, un ragionamento che vada oltre la narrazione falsata e manipolatoria, c’è sempre qualcuno che invece di rispondere nel merito, usa il luogo comune, attualmente in voga è il complottismo, in passato si usavano altre banalità. ….

    Piace a 4 people

  9. Il popolino sarà pur inquieto ma poverino puranche rassegnato e abituato vista la crescente percentuale di chi magari male non ha votato…e senza sana lista presente sulla pista non resta manco la speranza a chi stanco di sta gente par non potere niente così da starne senza 😦

    "Mi piace"