Il Movimento non ha più chi cacciare

Un giorno offeso e l’altro denigrato, alla fine Luigi Di Maio se n’è andato sbattendo la porta e portandosi via una barca di parlamentari.

CONFERENZA STAMPA DI GIUSEPPE CONTE

(Gaetano Pedullà – lanotiziagiornale.it) – Un giorno offeso e l’altro denigrato, alla fine Luigi Di Maio se n’è andato dai 5 Stelle sbattendo la porta e portandosi via una barca di parlamentari. Esattamente quello che si auguravano gli spericolati strateghi vicini a Giuseppe Conte, alle Camere e in qualche giornale, bravissimi a comprendere ogni sfumatura della politica tranne che da questa scissione il Movimento difficilmente potrà riprendersi.

Gli stessi che hanno spinto ogni rottura, da Casaleggio jr. fino allo stesso Grillo, non hanno calcolato che a furia di litigare con tutti sono fuggiti anche gli elettori, e per quanto Di Maio non fosse più apprezzato dagli attivisti come una volta, l’ennesima frattura, così profonda, fa apparire definitivamente inaffidabile questa forza politica visionaria, nonostante porti con sé valori magnifici come il rispetto della povera gente, l’ambientalismo e l’onestà.

Ripartire dopo aver detto basta alle armi all’Ucraina e aver votato un minuto dopo per continuare a mandarne, adesso non sarà facile neppure per un leader dalle molte risorse come Conte, che da oggi non avrà più alibi: sarà solo merito suo se i 5S riusciranno a stabilizzarsi, magari senza diventare una succursale del Pd, o se proseguirà la perdita di consensi vista alle ultime amministrative.

Di sicuro il Movimento ora è tutta un’altra cosa rispetto a quello votato da 11 milioni di italiani nel 2018. E sarebbe buffo se la prima riforma che farà sarà quella di derogare alla regola dei due mandati, come premio fedeltà a chi è rimasto, visto che con gli altri non se ne poteva nemmeno parlare.

19 replies

  1. “n giorno offeso e l’altro denigrato, alla fine Luigi Di Maio se n’è andato dai 5 Stelle sbattendo la porta e portandosi via una barca di parlamentari. ” hol ‘ impressione che più che una barca sarà un canottino, che alla prima tempesta , affonderà…

    Piace a 1 persona

  2. Gaetano, i 5S sono morti e anche da tempo ormai, ma Di Maio non è affatto vivo, farà la stessa fine di Renzi alle prossime elezioni.

    "Mi piace"

    • Cioè tornerà in parlamento facendo il gesto dell’ombrello agli scissionisti che hanno creduto in lui?

      "Mi piace"

  3. No vabbè dai…..
    “Derogare alla deroga dei due mandati per incentivare i parlamentari a restare nel movimento”
    Non si può sentire.
    Sembra un’offerta speciale degna del più miserabile dei discount.
    A me dei due mandati non frega nulla…..se uno è bravo può restare in parlamento anche 50 anni e sarei solo felice , ma se volete che anche i potenziali voti rimasti non finiscano in spazzatura dovete conservare almeno un minimo di dignità.

    Piace a 4 people

  4. “Un giorno offeso e l’altro denigrato, alla fine Luigi Di Maio se n’è andato dai 5 Stelle..”

    EEEEEEHHHH????
    Ah…non era LUI che continuava a mordere e sputare veleno?
    Vabbé ormai funziona così: chi lavora ai fianchi e provoca sino allo sfinimento è una povera vittima innocente…
    Mandiamo armi anche a Gigggino& Co.
    Hanno il diritto di difendersi… st’infami.

    Piace a 1 persona

  5. Se Conte fosse un politico fatto e finito, dovrebbe rispondere in un unico modo: reintegrare in blocco quelli di ALTERNATIVA C’E’ e tutti gli altri espulsi, fare un direttorio con Bibba, Morra, Lezzi e Corrao, e poi indire una conferenza stampa a stretto giro:
    “SIAMO TORNATI IL PRIMO GRUPPO POLITICO IN PARLAMENTO”
    Sberla. doppia sberla, controsberla e scacco matto per Dimma.
    Ma siamo oltre i sogni più bagnati, e non per il caldo.

    Piace a 1 persona

    • @Frankie
      Perfettamente d’accordo, lo sogno anch’io!
      Dibba, però, torna solo se il m5s esce dal governo.
      E Conte è troppo, davvero TROPPO “signore”.
      Dalla Gruber speravo in un replay del famoso 20 agosto, invece… tra lei e Padellaro non sono riusciti a tirargli fuori un solo sassolino dalla scarpa, una punzecchiatura, niente…
      Mio marito dice che non gli ha dato importanza… sarà. 😒🙄

      "Mi piace"

      • “E Conte è troppo, davvero TROPPO “signore”.”.

        Quel “troppo” maiuscolo e “signore” virgolettato, parrebbe abbastanza eloquente, ma se avessi dovuto scrivere in modo palese quello che intedevi, cosa avresti scritto? Sono curioso…

        "Mi piace"

      • Esattamente questo.
        È signorile, educato, superiore… e certi elementi meriterebbero, invece, un po’più di “cattiveria”, di sferzante ironia… Cosadi cui è perfettamente capace, ma che tende a misurare, come sempre, e a “codificare”, magari in un discorso scritto, ponderato.
        Credo anche che il mestiere gli abbia insegnato a calibrare le parole, a non lasciarsi andare al gossip e alla “coltellata” fine a se stessa. Ieri però, io aspettavo vendetta, come tutti, credo… ma confido che non tarderà a giungere.

        "Mi piace"

      • Mi è partito per sbaglio, ma vabbè…diciamo che l’avrei voluto più incazzato, più offeso, più tagliente, ma, forse, ha ragione mio marito: non l’ha ca5ato, ha fatto il “superiore” sino in fondo.

        "Mi piace"

  6. Inutile ribadire la sciocchezza del Di maio un giorno offeso… altri hanno fatto notare che è un’inversione dei fatti. Voglio solo fare notare la sciocchezza finale del cambiare ora la regola dei 2 mandati “come premio fedeltà a chi è rimasto, visto che con gli altri non se ne poteva nemmeno parlare.” Cosa? “Gli altri” hanno mollato quasi tutti proprio per quella regola. Qualcuno crede che Di Maio non faccia tutto questo per assicurarsi una poltrona? Il pirla è stato convinto che tradendo chi lo ha votato avrà un futuro in politica. Se alle prossime elezioni il suo gruppetto non racchetterà voti state certi che lui una poltrona da qualche parte la otterrà. È un venduto ma non è completamente scemo. Chi pagherà il prezzo maggiore sono i peones che l’hanno seguito. Chi vivrà vedrà…

    Piace a 1 persona

    • Sono tutti al secondo mandato + c’è il taglio dei parlamentari= speranze zero ( col fu movimento). Diventare improvvisamente draghisti, europeisti, atlantista isti isti isti offre loro uno spiraglio diverso da zero, magari O.OO1. L’ennesima prova che le regole attuali consentono ampissimo spazio per gli interessi personali a scapito del bene comune. Il risultato lo si trova nei dati dell’astensionismo.

      "Mi piace"

      • Gsi, pare che una quarantina di loro sia al primo mandato, ma ciò non cambia la sostanza…
        Diciamo che si sono portati avanti… insieme per il LORO futuro.

        Ps che invece sarà solo di Di MaRio…

        "Mi piace"