La pace in mano a un dittatore

Fra le cose stupefacenti di questa già strana guerra, dove gli alleati del Paese aggredito ricevono materie prime di essenziale importanza da quello aggressore (anche se la Ue si è impegnata a ridurre le importazioni del 90% del petrolio dalla Russia, ma solo entro sei mesi) guidato da un leader definito di volta in volta […]

(Massimo Fini – massimofini.it) – Fra le cose stupefacenti di questa già strana guerra, dove gli alleati del Paese aggredito ricevono materie prime di essenziale importanza da quello aggressore (anche se la Ue si è impegnata a ridurre le importazioni del 90% del petrolio dalla Russia, ma solo entro sei mesi) guidato da un leader definito di volta in volta “criminale di guerra”, “assassino”, “malato di mente”, c’è che la Turchia sia considerata il soggetto più credibile per arrivare a una pace fra Putin e Zelensky.

Già è curioso che la Turchia faccia parte della Nato (la ragione principale è che a Incirlik c’è la più importante base aerea americana del Medioriente) quando, in diversi scacchieri, come la Libia, è alleata proprio della Russia contro gli interessi yankee e occidentali. Ma se Putin è un criminale, Recep Tayyip Erdogan non lo è meno. Nel 2016 si è inventato un inesistente colpo di Stato dell’oppositore Fethullah Gülen, predicatore e politologo turco, che per sfuggire all’arresto si è rifugiato, guarda caso, proprio negli Stati Uniti. I suoi seguaci sono finiti diritto e di filato nelle prigioni turche che pullulano di prigionieri politici, soprattutto curdi. Che cosa siano le prigioni turche ce lo ricorda il bellissimo film Fuga di mezzanotte, e da allora nulla è cambiato se non in peggio. Evin, il principale carcere iraniano, è un gradevole gelatino al pistacchio rispetto alle prigioni turche. Erdogan cerca di accreditarsi come mediatore sostenendo di essere il principale antagonista dell’Isis in Siria. In realtà il suo antagonismo contro gli Isis di Siria, che sono una minoranza irrilevante in quel Paese (gli Isis sono forti in tutt’altre parti del mondo, in Asia centrale, nel Medioriente, nel Mediterraneo), è solo un pretesto per colpire i curdi. I curdi infatti sono la grande ossessione della Turchia. In Turchia vivono circa 14 milioni di curdi, circa un quarto della popolazione. Un tempo non potevano nemmeno dirsi “curdi” ma chiamarsi “turchi di montagna” e ai parlamentari curdi era proibito di parlare nella loro lingua. Adesso la loro situazione parrebbe migliorata, ma solo in apparenza. Infatti il maggiore partito di opposizione curdo in Turchia, il Pkk, comunista, e il suo successore Ypg, sono stati messi fuorilegge e dichiarati “terroristi”.

È tipico dell’età contemporanea togliere al nemico la schmittiana categoria di justus hostis. I nemici, non solo delle autocrazie, ma anche delle linde democrazie occidentali, non sono mai delle comunità che perseguono un qualche loro ideale, in genere di indipendenza, ma dei criminali. Per gli americani “terroristi” non sono solo i Talebani ma anche i pasdaran iraniani, per Putin gli ucraini sono dei “nazisti”. Il leader del Pkk Ocalan è in galera in Turchia da più di vent’anni. E chi l’ha consegnato alle prigioni turche? Il molto commendevole governo di Massimo D’Alema. Una delle pagine più vergognose della diplomazia italiana.

Il terrore della Turchia è che ai curdo-turchi si uniscano quelli siriani, quelli iracheni e quelli iraniani (nelle carceri iraniane le nazionalità dei prigionieri cambiano a seconda dei tempi, ma c’è una costante: la maggioranza è sempre curda). Eppure i soli legittimi abitanti di quelle parti di Turchia, di Iraq, di Iran, di Siria e anche di Armenia sono proprio i curdi. Non per nulla quella regione si chiama Kurdistan. In non ricordo più quale anno la Turchia e Saddam Hussein conclusero un patto leonino per cui gli eserciti iracheno e turco potevano oltrepassare i rispettivi confini per inseguire e massacrare i guerriglieri curdi che agivano nei due Stati.

Sul genocidio curdo le “anime belle occidentali” non hanno mai mosso orecchia (basterebbe ricordare la strage di Halabja, i 5.000 abitanti di quella cittadina “gasati” in un sol colpo dalle armi chimiche di Saddam che proprio gli americani, insieme ai francesi e ai sovietici, gli avevano fornito in funzione anticurda e anche antiraniana). Ma è solo una parzialissima frazione delle centinaia di migliaia di curdi assassinati in Iraq, in Turchia, in Iran, in Siria. Ma poiché sono dei formidabili guerrieri l’Occidente li richiama alle armi quando c’è bisogno di loro. Sono stati i curdi, insieme all’aviazione americana, a spazzar via lo Stato islamico a Mosul e Raqqa. Ma una volta che ci han fatto il favore sono stati come sempre dimenticati. Già nel lontano 1991 il giornalista americano William Safire scriveva sul New York Times: “Svendere i curdi è una specialità del Dipartimento di Stato americano”.

E adesso va anche peggio. Gli indipendentisti curdi, fingendo che siano tutt’uno con i terroristi islamici, vengono utilizzati da Erdogan per proporsi come grande pacificatore nella guerra tra Russia e Ucraina. E nessuno in Occidente sembra muovere la benché minima obiezione. Quando ci sono di mezzo i quattrini la real politik prevale non solo sui sentimenti, ma anche sulle considerazioni più elementari. Vergogna.

65 replies

  1. Della serie quando la geografia ti fa sentire in diritto di prenderti la coppetta gelato a gratis usando come cucchiaino gli ossicini dei bambini che hai fatto ammazzare.

    In casi come la Turchia immagino sempre un film, “Non aprite quella porta”, ma Sally non si salva mai.

    "Mi piace"

  2. Il problema enorme, per chi (e parlo della mia generazione nata nei dintorni del dopoguerra), ha avuto come bussola i principi della nostra Costituzione riassumibili in parole come Pace, Democrazia, Giustizia,
    è rendersi conto, caro Fini, che tra tanti dittatori che calpestano il globo terracqueo, pure i nostri finti pacati politici di riferimento sarebbero pronti anche domani mattina a fare le stesse identiche cose di quei dittatori se lo ritenessero necessario per gli interessi a cui si prostano e che non sono quelli dei semplici cittadini che cercano di rifare dritto come noi.

    Quando vedo tanti intellettuali e politici che credevi rappresentassero i tuoi ideali, riuscire addirittura a manipolare l’articolo pacifista per eccellenza della nostra Costituzione, per giustificare una chiara nostra compartecipazione ad una guerra come quella in Ucraina senza muovere un dito per favorirne la fine, ma, anzi, alimentandola con invio di armi secondo i desiderata di un’organizzazione militare come la Nato che è diretta parte in causa per interessi americani e non nostri in quella guerra, ebbene…

    Credo che ognuno dei nostri rappresentanti della nostre Istituzioni, potrebbe benissimo trasformarsi domani mattina in un Bokassa e trovare subito un esercito di politicuncoli e pseudointellettuali galoppini pronti a perorarne la causa e mettere fuorilegge chiunque abbia il coraggio di alzare un dito per fare un’obiezione.

    Quindi: chi deve civilizzare chi, oggi nel mondo?

    Piace a 2 people

  3. A proposito di pace… Visto il generale indignarsi al riguardo della idea, considerata folle, che uno Stato voglia difendersi da una aggressione armata perpetrata da un altro Stato notorio per lo scarso riguardo prestato a varie idee senza le quali la maggior parte di noi starebbe colle chiappe a terra in una pozza di sangue, mi viene a da chiedere ai pacifisti ricuccisti quanta riprovazione debba essere rivolta nei confronti di chi pensava di vincere facile e poi non si perita di mandare all’ammasso soldati di leva e generali, contando sul fatto che alla lunga vincera’ lo stesso. E questo perche’… offeso? Impaurito? Messo in pericolo? Non poteva prendersela con la NATO direttamente? Non poteva spendere vent’anni per cambiare la Russia in un Paese democratico, prospero, funzionale. Non poteva usare il proprio potere per ridurre il clientelarismo, il crimine organizzato, lo sfruttamento?

    Piace a 1 persona

    • X La coscienza del c-aZZOV

      ”al riguardo della idea, considerata folle, che uno Stato voglia difendersi da una aggressione armata perpetrata da un altro Stato notorio per lo scarso riguardo prestato a varie idee senza le quali la maggior parte di noi starebbe colle chiappe a terra in una pozza di sangue,”’

      Come Kurdi, Palestinesi, Yemeniti e Karen, insomma. Nonché come i russofoni tra il 2014 e il 2022.

      Ah, le democrazie che servono agli USA sono le uniche con il bollino blu.

      ”’mi viene a da chiedere ai pacifisti ricuccisti quanta riprovazione debba essere rivolta nei confronti di chi pensava di vincere facile e poi non si perita di mandare all’ammasso soldati di leva e generali, contando sul fatto che alla lunga vincera’ lo stesso.”’

      E dove sta scritto che Putin pensava di vincere facile? Con 160.000 truppe contro 500.000 mobilitate da Kiev in meno di 7 giorni?

      La famosa colonna fantasma di 40 km verso Kiev, che poi è rimasta lì e se ne è andata senza nemmeno entrare in città.

      E questo perche’… offeso? Impaurito? Messo in pericolo?

      Gli USA che minacciano le isole Salomone dovrebbero essere molto meno impauriti dei cinesi lì che i russi degli ucraini e della loro adesione prossima alla NATO come da memorandum di novembre scorso. E salutami Hunter e i laboratori biologici al confine russo.

      ”’Non poteva prendersela con la NATO direttamente?”’

      E perché? L’Ucraina mica è NATO.

      Sarebbe come se io menassi il tuo datore di lavoro anziché te.

      ”’Non poteva spendere vent’anni per cambiare la Russia in un Paese democratico, prospero, funzionale. Non poteva usare il proprio potere per ridurre il clientelarismo, il crimine organizzato, lo sfruttamento?”’

      Cosa che ha fatto, visto che negli anni ’90 la Russia era totalmente nelle mani degli oligarchi.

      Quanto a democrazia, in Russia esistono ancora i partiti di opposizione, qui abbiamo la Meloni quando va bene. Putin è il leader più popolare di sempre nella Russia, Dragula non è nemmeno un leader, è un vile affarista messo lì da qualcuno ancora più vigliacco di lui.

      Piace a 2 people

  4. A me invece non piacciono le tue “porle” infarcita di luoghi comuni. Almeno ci sei mai stato a Kiev, a Pietroburgo, a Mosca? Io sì. Tu invece sei il tipico Solone da salottino. E mi ricordo un altro forumista molto probabilmente bannato per la sua arroganza basata sul nulla e che ora si ripropone. Un felino…

    "Mi piace"

    • Ah ah ah!

      1) Guarda Calcilari68 (quello che voleva incontrarmi per menarmi… ahahah, un vero “putiniano”, una garanzia insomma…), se io e l’ex Sig. Ennio saremmo dei Soloni da salottino, tu lo sei da cessetto.

      2) Io sono stato bannato, come Putin è un aggressore (più sotto te lo dimostro, palestrato…): la vita è un tantino più complessa del sistema binario che hai al posto del cervello!

      3) @Ex Sig. Ennio: adesso, l’effetto della legge del contrappasso è passato in giudicato e sei definitivamente diventato un, anzi, IL COSO! Ah ah ah!

      Che soddisfazioni: posso andarmene soddisfatto… ahahah…

      "Mi piace"

      • Non è che volevo. Voglio. Ma quanti cazzo di profili hai, razza di squilibrato? Il tuo stile di lessico, noioso e involuto, è facilmente individuabile. Ora continua pure a miagolare le tue stronzate

        "Mi piace"

      • Brezza, chiedo aiuto alla tua professionalità nel campo della psi/cologia/chiatria: visto che è una tua spiccata attitudine, che filo logico suguirebbe la controparte implicata in questa divertente querelle? L’ex Sig. Ennio chiede spiegazioni a me di quello che ha affermato @Calcio(in culo)lari68. @Calcio(inculo)lari68, dallo stile frizzante e evoluto, da parte sua si meraviglia che, miracolosamente pure, risponda io dopo che mi ha tirato in ballo (“E mi ricordo un altro forumista molto probabilmente bannato per la sua arroganza basata sul nulla e che ora si ripropone. Un felino…”). Sempre il palestrato Calcioinculo dà dello squilibrato a me perché ho due profili (capirai…), mentre lui che vuole risolvere le controversie menando le mani si riterrebbe uno a posto, ecc., ecc…

        PS: sì, Brezza sono sempre io. Il motivo c’è e oltre a essere troppo lungo da spiegare, non ne ho nemmeno la voglia, né il dovere di farlo. Diciamo, come qualcuno ha supposto, che sia un pagliacciata, così facciamo prima…

        "Mi piace"

      • Non è sempre agevole seguire lo stile frizzante e chiaro (semicit.) de IL COSO 2.0, ma se con il termine “sfrondone” si riferisse a “se … saremmo”, lo aggiorniamo su fatto che “la congiunzione ‘se’ può reggere il condizionale se ha significato causale.”.
        Probabilmnete le canne e la lontananza dal paesello natio l’hanno un po’ annebbiato in fatto di grammatica itaGliana… Se invece lo sfrondone si riferisse ad altro, non abbia timore di farci sapere a cosa si riferisce.

        "Mi piace"

      • Coso Fesso, mi fai degli esempi per favore, cosi’ imparo anche io. Inoltre, il significato causale non lo vedo. Altra cosa che non vedo e’ la fonte dalla quale hai tratto il virgolettato. Altrimenti sei da matita rossa.

        Se te la la levi da dove te la misero alle elementari…

        "Mi piace"

      • Ti rispondo perché mi fai pena. La controversia era già stata affronatata qui con la gradassa:

        https://infosannio.com/2021/08/05/massimo-cacciari-mps-chiunque-faccia-politica-nel-centrosinistra-conosce-la-fogna-di-siena/

        Ma siccome, a differenza di allora, è possibile per il lettore inferire la parte considerata implicita, cioè che io e te SIAMO dei Soloni da salottino, come sostenuto da Calcioinculo68, il condizionale ha un significato causale, che io ho solo ipotizzato, non usando l’indicativo presente. Quindi, “SE io e l’ex Sig. Ennio saremmo dei Soloni da salottino” sta per “VISTO CHE io e l’ex Sig. Ennio saremmo dei Soloni da salottino”.

        Come che sia, ecco altri esempi di “se” che regge il condizionale:

        http://www.dico.unime.it/?s=se+pu%C3%B2+reggere+il+condizionale

        e se ti interessasse nello specifico l’argomento “se/condizionale/significato causale” puoi consultare la risposta n. 2800840 dell’archivio di DICO.

        Come puoi ben vedere, la matita credevi di averla in bocca solo per il fatto che da sempre fai confusione con i due pertugi, iNgnorante!

        "Mi piace"

      • E’ incredibile che una simile locuzione sia permessa, ed hai ragione, HO SBAGLIATO. Ma fa schifo! Esempi:
        “Ti voglio bene, se (dato che) non potrei mai vivere lontana da te”;
        “Se (dal momento che) non riuscirei mai a parlargli senza arrossire, puoi star certo che già da adesso provo qualcosa per lui”.
        “Vorrà scusarmi se POTREI non essere in grado di partecipare alla riunione” (fa meno schifo).
        Capisco che se la tua maestra non ti avesse sodomizzato col matitone rosso la tua prosa farebbe meno schifo.

        "Mi piace"

      • … De gustibus non est disputandum! L’importante è che tu come al solito abbia sb… sb… sba… sbagl… sbagliato e che, per la prima volta, lo ammetta.

        Ciao COSO.

        "Mi piace"

      • SM, non sono proprio un adone, ma sono molto lontano dal soggetto della foto.

        Ah ah ah! ‘Mazza che bbruttoooo…

        "Mi piace"

      • Ho sbagliato posizione nel rispondere a Brezza, quindi riposto qui:

        Brezza, chiedo aiuto alla tua professionalità nel campo della psi/cologia/chiatria: visto che è una tua spiccata attitudine, che filo logico suguirebbe la controparte implicata in questa divertente querelle? L’ex Sig. Ennio chiede spiegazioni a me di quello che ha affermato @Calcio(in culo)lari68. @Calcio(inculo)lari68, dallo stile frizzante e evoluto, da parte sua si meraviglia che, miracolosamente pure, risponda io dopo che mi ha tirato in ballo (“E mi ricordo un altro forumista molto probabilmente bannato per la sua arroganza basata sul nulla e che ora si ripropone. Un felino…”). Sempre il palestrato Calcioinculo dà dello squilibrato a me perché ho due profili (capirai…), mentre lui che vuole risolvere le controversie menando le mani si riterrebbe uno a posto, ecc., ecc…

        PS: sì, Brezza sono sempre io. Il motivo c’è e oltre a essere troppo lungo da spiegare, non ne ho nemmeno la voglia, né il dovere di farlo. Diciamo, come qualcuno ha supposto, che sia un pagliacciata, così facciamo prima…

        "Mi piace"

      • Che casino, Gatto, non so dove risponderti.
        Boh, uso la prima opzione “rispondi” che trovo, ma tanto mi spara il post chissà dove.
        Non ho capito che cosa si sta scatenando con Calciolari, ho l’impressione che ti accomuni a Ennio e ai suoi millemila nick/oggetto/insulto, credendovi la stessa persona… ma forse mi sbaglio.
        Visto che sei “?” avrai assistito a non pochi “approcci” e capirai perché penso che sia un elemento frustrato, con una buona dose di becerume razzista, poco avvezzo al buon gusto, alla finezza di modi e all’educazione nel rivolgersi anche alle persone con cui non è in conflitto, figuriamoci quando DECIDE di non concordare: parte sparato ad insultare la persona, non a confutare le idee, anche perché le sue sono imperscrutabili, secondo me, anche per se stesso. Da ciò la nota cripticità espressiva, per convincere e convincersi che ciò sia frutto di superiorità intellettuale e non di una mente confusa, che, per orientarsi, necessita di fonti certificate anche per decidere di andare in bagno.
        Riguardo alla frase incriminata, ho avuto un attimo di perplessità, quando l’ho letta…mi suonava male, ma ho subito pensato che era implicito un inciso del tipo “come dici” cioè: “Se, come dici, noi saremmo etc…”.
        Quindi la frase è corretta, anche se stride, specie per i poco scafati…
        Comunque, per non sconvolgere le elementari fondamenta di chi crede di essere molto colto e soprattutto moooolto intelligente, ma poi non è in grado di salire un minimo gradino logico, avrei aggiunto l’inciso o, come scrivi, il “visto che”.
        A meno che non stessi tendendo un tranello… 😆

        "Mi piace"

      • “necessita di fonti certificate anche per decidere di andare in bagno”.

        Ah ah ah! Hai centrato il punto, Brezza.

        Circa la congiunzione “se”, non è di uso comune il modo come l’ho adoperata, ma perfettamente corretto (vedi i miei commenti come “?” delle 21:04 e 23:55 qui sopra, dove certifico come… andare in bagno 😂)

        "Mi piace"

  5. Scompare la Coscienza di Stokazzo e miracolosamente ricompare il felino. Mi aspettavo una risposta da Coscienza e invece risponde il felino. Magie dei forum

    "Mi piace"

  6. E ? Chi sarebbe? Un’altra creatura? Semtie, anzi, senti. Io ho nome, cognome e foto. Sono facilmente rintracciabile anche su FB. Non è difficilissimo organizzare un tete a tete con voi gatti e conigli

    "Mi piace"

  7. Oggi grande festa del più deficiente del forum, con tutti i suoi profili da personalità disagiata. Punto di domanda mi sembra la versione più cogliona

    "Mi piace"

    • “con tutti i suoi profili”.

      Ah ah ah!

      Ti ricordi Calcioinculo, Nando tre palle? Ecco, lui aveva TUTTI i coglioni più uno.

      "Mi piace"

  8. “Calcioinculo68″… siamo a livelli che manco all’asilo Mariuccia diosanto. Poi scrive pipponi che capisce solo lui. Ho chiesto un incontro chiarificatore o, in alternativa, che tu metta nome e cognome, razza di buffone. Fatti curare

    "Mi piace"

    • L’asilo è solo “Mariuccia”, (virgola) diosanto, non “Mariuccia diosanto”! A proposito di stile frizzante e evidente. “Poi scrive pipponi che capisce solo lui” e “pour cause” dicono bene i francesi… ahahah…

      Vuoi nome e cognome? Non capisco il motivo, ma se ti fa piacere: Mario Rossi! Fatti i fatti tuoi, imbecill3…

      "Mi piace"

      • Non citare te stesso in un diatriba con paolapci, trovami una fonte autorevole per spiegare la locuzione “se io e l’ex Sig. Ennio saremmo dei Soloni da salottino, tu lo sei da cessetto.”.

        "Mi piace"

      • Mi basta il fatto che tu abbia ammesso di essere uno che, oltre a non mettere alcun riferimento personale, usi pure più profili. Per me sei uno squilibrato. O un soldatino di Rondolino, il che è uguale. La virgola infilatela nel deretano. Saluto te e le altre 4 personalità che ti sei creato. Almeno andare d’accordo tra di voi? Che mentecatto, diosanto

        "Mi piace"

      • Secondo Calcioinculo68 sarebbe da squilibrati non mettere nessun dato sensibile in pasto a INFERNET! ‘Mazza che genio!

        @LA COSCIENZA DELL’ASILO MARIUCCIA DIOSANTO: con te è tutto maledettamente inutile, comunque ti ho risposto sopra. Certo che inseguirvi non è cosa affatto agevole, commentate come le capre cacano: dove capita…

        "Mi piace"

      • “Che mentecatto, diosanto”: bene, vedo che, alla fine, fai tesoro.

        PS: in culo non posso mettermi altro, ho già la matita del COSO 2.0…

        "Mi piace"

    • Calciolari
      Io invece mi stupisco e non avevo dato credito a chi aveva sospettato che “?” fosse Gatto, perché non mi risultava che fosse solito cambiare nick…
      Non è che gli stai attribuendo anche i nick dell’ex Ennio? Mi viene questo sospetto perché hai scritto che i suoi nick non si mettono d’accordo tra loro… Lo credo bene.

      "Mi piace"

  9. Il modello sociale curdo è un estremo pericolo per i modelli dittatoriali e falso democratici, non ci sarà pace per i curdi e per il pkk.
    Onore a loro!

    Felice di rileggere Gatto, se è lui.

    "Mi piace"

  10. Gli americani Hanno diverse specialità che li contraddistinguono, i MC Donald, las Vegas e i grandi laghi, armi, la grande mela, San Francisco e Chicago ( pure di giorno) le grandi case di produzione cinematografica, i grandi produttori di armi, le limousine, la silicon Valley, la route 69 e il Texas .
    Il deserto del Nevada e la Florida.
    Insomma non possono fare a meno di considerare se stessi dei Primati da esportazione.
    La flotta aerospaziale e le enormi portaerei.
    In più sono simpatici estrosi aperti intelligenti, decisamente una razza superiore che non può non considerare se stessa un Primato da esportazione.

    "Mi piace"

  11. Quste baruffe da galli da cortile…
    Che noia, che barba! Che barba, che noia!
    Se vi rendeste conto dell’effetto deprimente che hanno, la smettereste subito!

    "Mi piace"

    • Viviana, è per tagliar l’aria greve con cui tu impesti il blog: basta che 🤸🤸🤸 ed è subito sera…

      "Mi piace"