Per dire, l’indipendenza del giornalismo italiano

(Stefano Rossi) – Non servono le classifiche internazionali impietose sullo stato caudatario del giornalismo italiano.

Oggi basta digitare sui motori di ricerca “Roberto Napolitano condannato due anni” e ci si renderà conto che i giornaloni hanno oscurato la notizia.

Mentre scrivo provo a ricaricare la pagina e mi escono, come primi siti,

www.professionereporter.eu

t.sports.yahoo.com

milano.repubblica.it. (quest’ultima, riguarda la notizia della richiesta di condanna della procura del 7 aprile scorso)

www.giannidragoni.it

E il corriere della sera? Repubblica? La Stampa? Il Messaggero?

Ma soprattutto, Il sole24Ore????

A no, si sono ritirati pure come parte civile dal processo.

L’allora direttore de Il Sole, Napolitano,  avrebbe gonfiato il numero delle vendite del giornale.

Si fa fatica a capire i fatti contestati. Leggendo Milano.Repubblica.it si apprende cosa gli imputava il pm: “Un sistema questo, al di là delle copie cartacee “gettate al macero” o a quelle digitali a favore di abbonati “inesistenti”, “utilizzato per diffondere dati farlocchi”.

Ha ragione Napolitano a fare appello.

In un Paese dove imperano tante mafie istituzionali, autoctone, di nuova e vecchia importazione, poi ci sono quelle da poco fondate, mi suona strano che un direttore di giornale si prenda una condanna per aver detto di aver venduto, un giovedì di un mese qualsiasi 20.000 copie anziché 8.000.

20 replies

  1. Cosa c’entra l’indipendenza del giornalismo?
    Si può dire che è un truffatore, un falsario
    Che i giornaloni non hanno parlato? A me pare che ne hanno parlato da molto tempo….
    E il Napolitano non ha truffato i lettori, semmai gli inserzionisti pubblicitari…
    Al lettore cosa importa se vendeva realmente 8 mila copie e ne dichiarava 20000 .
    Se a un lettore piaceva leggerlo lo leggeva lo stesso.
    In questo caso si dovrebbe parlare di competenza del giornalismo, che a chi ha scritto ciò sicuramente manca
    Assieme ad altre fenomene/i che si spacciano per professionisti

    "Mi piace"

    • Scelga : omertà tra giornalai o direttamente mafia giornalistica. Probabilmente, entrambe le cose.

      "Mi piace"

    • le “sovvenzioni pubbliche” (soldi di chi paga le tasse) ai giornali sono erogati anche in base alle copie che si dichiara di aver venduto!
      le é piú chiaro adesso il concetto?
      saluti ciordiali

      "Mi piace"

  2. Nascondere le notizie sgradite ai poteri economici politici etc etc etc. Così è più semplice. Quindi si pecca sicuramente di professionalità, come giustamente dice Lei, ma soprattutto di indipendenza.

    Piace a 2 people

  3. No non ce la faccio… il problema sono io che sto qua a perdere tempo in mezzo a mentecatti.

    Qui proprio è un problema di analfabetismo.

    Cosa porco zio c’entra L indipendenza del giornalismo…..(il titolo del articolo )

    Ho detto e ho condannato io per primo dicendo
    Che è un truffatore… ma cosa c’entra zio cane
    L’indipendenza.

    Rispondendo al ultimo idiota e alla sua logica:se il problema che il giornale A falsifica le copie aumentandole e si fotte i soldi dello stato… i giornali b,c,d che si vedono illegalmente sottratti i soldi non avrebbero interesse a denunciare il fatto il più possibile….
    Ce la fa coglione a seguire la logica?

    Agli altri due decerebrati mentali sto cercando di spiegare che la mancanza di professionalità
    È riferita al giornalista idiota che ha scritto questo articolo…. E spiego un ulteriore perché…. Anche un bambino di 3 media sa come cercare su Google… ma questo Stefano (autore)no…:.ebete chi scrive ebete chi commenta.ovviamente
    Provate coglioni a mettere su google “Roberto napolitano condannato “ e troverete che tutti i principali giornali hanno riportato la notizia.

    Potrei andare avanti a spiegarvi quanto siete deficienti, ma mi fermo qui per sempre. Non commenterò mai più

    Sgarbi diceva…. Capre,capre,capre
    Io mi limito…. Coglioni

    "Mi piace"

  4. Comunque le tette della cronista a sinistra sono abbastanza indipendenti dalla forza di gravità ❤

    "Mi piace"

  5. Vorrei dissentire con tutti. Anche con il nome sbagliato questo e’ quel che becco:

    https://duckduckgo.com/?t=ffcm&q=%E2%80%9CRoberto+Napolitano+condannato+due+anni%E2%80%9D&ia=web

    C’e’ anche da dire che il FQ questo tizio e la sua impunita’ l’aveva gia’ martellata per lo meno da tre anni.

    Quanto alla “indipendenza” di cui si contesta l’assenza (Rossi) o la mancanza di contesto (molti di voi), questa potrebbe essere intesa come “mutuo soccorso” implicito, vuoi per “amicizie” vuoi per legami patrimoniali/editoriali vuoi perche’ forse alcune testate l’hanno gia’ prenotato.

    PS Io speravo proprio che avessero condannato il figlio di Napolitano!

    "Mi piace"

    • Mi sa che anche te non hai inteso bene, scrivi “Roberto Napolitano condannato”……. Senza due anni

      "Mi piace"

  6. Carlgen: alla fine il tuo sclero ci sta visto gli elementi che circolano in giro con la penna affilata ma con il cervello spento

    "Mi piace"

  7. Giansenio e Franco nn: mi scuso per lo sclero, di default rispetto tutte le opinioni anche quelle che nn condivido e quelle palesemente senza senso… ma,senza capire quello che dico, se mi si risponde “ sveglia, ti è chiaro adesso, è un altro fra un po’ mi dice che è colpa della spectre”… vado fuori di testa…sti individui fanno tanto i fenomeni ma poi se gli dici che gli asini volano ci credono subito…pensano di essere i più furbi ma poi si fanno fottere le mutande che portano senza accorgesene. Sullo stato pietoso del giornalismo italiano siamo tutti d’accordo,che ci siano i poteri forti altrettanto, ma uno dovrebbe capire quello che legge e poi contare fino a 10 prima di scrivere e soprattutto non fare il “superiore” commentando quello che scrivono gli altri senza capire una beata sega

    "Mi piace"