Forza Italia, la guerra per entrare nelle liste per le politiche del 2023

Col taglio dei parlamentari e i sondaggi non positivi la metà degli eletti di Forza Italia andrà a casa al prossimo giro elettorale. Rischiano anche alcuni big

(affaritaliani.it) – Licia Ronzulli-Marta Fascina contro Maria Stella Gelmini-Mara Carfagna. Sono loro i 4 generali che guidano i due fronti contrapposti all’interno di Forza Italia per la guida del partito. “Non riconosco più lo spirito di Silvio”, aveva detto qualche settimana fa la ministra agli Affari regionali Mariastella Gelmini. Una critica plateale a Berlusconi dopo gli “ammiccamenti” pro Putin. Ma è stato un attacco anche alla scelta di nominare coordinatore in Lombardia Licia Ronzulli, un ruolo di potere decisivo in vista delle prossime elezioni politiche. E si perché la battaglia all’interno di Forza Italia fra i due fronti Ronzulli-Fascina e Gelmini-Carfagna si fa sulle liste elettorali che l’ex premier dovrà presentare nel 2023.

Un tema molto delicato, come scrive il Corriere della Sera, perché tra taglio dei parlamentari, sondaggi non particolarmente entusiasmanti e legge elettorale, qualche big rischia di restare fuori. Far rieleggere gli attuali 82 deputati e 51 senatori sarà un’impresa molto difficile. “Silvio è ormai tagliato fuori dal mondo, controllato dal filtro a maglie strette di un tandem magico che gli detta l’agenda, decide se e con chi deve parlare e agisce spregiudicatamente in suo nome”, dicono dal fronte “antagonista”.

C’è anche chi sostiene che Silvio “è stanco e annoiato, subisce l’ingiuria degli anni, è influenzabile e influenzato, prende decisioni che tende a credere siano farina del suo sacco ma che gli vengono invece subdolamente suggerite”. Il deputato Elio Vito la vede così: “Il presidente ha tutto il diritto di scegliersi i collaboratori che vuole. Hanno influenza e potere, come è anche naturale, ma da un po’ di tempo e non solo da oggi svolgono anche un ruolo politico. È un doppio livello non privo di conseguenze. Alla fine ci sono troppi incarichi in mano a poche persone. Berlusconi non è cambiato e decide. Ma sono cambiati i nostri alleati e i dirigenti. Non ci si può smarrire sui diritti civili e sociali, sulla politica estera, sulle scelte liberali, sull’antifascismo Né si può pensare di consegnare l’Italia a Matteo Salvini. E il dibattito interno è strozzato, per parlare bisogna andare sui social”.

Le protagoniste di questo tandem magico sono Licia Ronzulli Marta Fascina, la compagna di Berlusconi che, sempre secondo quanto riporta il Corriere della Sera (che dà voce al fronte antagonista), “hanno stretto un patto di ferro con Salvini, uno in caduta libera nei sondaggi, uno a cui il Silvio che conosciamo mai darebbe le chiavi di casa”. E ancora si legge: “Gli filtrano le telefonate, neanche parlamentari di vecchia data e di antica amicizia riescono a parlargli. Puntano a liquidare chiunque non stia con loro, mettono nel mirino perfino Gianni Letta e Antonio Tajani”. “Hanno l’arroganza dell’asso piglia tutto, Licia non porta un voto ma le basta la speranza di diventare ministra e poi vada come vada. Va bene anche in pochi, basta che comandi lei”.

Ma soprattutto, è l’accusa più insidiosa, non lo proteggono. “Che senso ha esporlo sulla spiaggia di Napoli a dire parole pro Putin mentre alla convention del partito Tajani porta il capogruppo del Ppe all’Europarlamento, Manfred Weber, che parla di Ucraina? È accettabile che debba finire in barzelletta con ‘Chi non salta nerazzurro è’ e con i baci in pubblico allo stadio? O con le uscite alla fiera di Treviglio? E lo pseudo matrimonio?”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

4 replies

  1. plastica riciclabile o da inceneritore, termoplastica o termoindurente, che spreco tutte quelle donzelle che si immolano per lui, fino alla divisione del malloppo, i figli sanno il da farsi, interdetto il giorno prima del testamento? Quanto squallore

    "Mi piace"

  2. Donne ambiziose eh? Evidentemente il miglior afrodisiaco è il Potere (quello vero), sennò non ti metteresti con tuo nonno, eh Marta?

    Piace a 2 people