Nicola Gratteri: “Draghi sa solo di finanza. È la restaurazione, i politici si vendicano su noi pm”

“È un momento in cui la magistratura è molto debole. Sono stati fatti degli errori e la magistratura non ha avuto il coraggio di autoriformarsi. Quindi in questo momento c’è una sorta quasi di vendetta della politica nei confronti della magistratura dopo trent’anni”. Nicola Gratteri dal palco del Maurizio Costanzo show […]

(DI ILARIA PROIETTI – Il Fatto Quotidiano) – “È un momento in cui la magistratura è molto debole. Sono stati fatti degli errori e la magistratura non ha avuto il coraggio di autoriformarsi. Quindi in questo momento c’è una sorta quasi di vendetta della politica nei confronti della magistratura dopo trent’anni”. Nicola Gratteri dal palco del Maurizio Costanzo show (la puntata andrà in onda questa sera) lancia un siluro e sferza senza mezzi termini il Parlamento. Ma soprattutto prende a sportellate il governo incassando gli applausi della platea. “Draghi è un esperto di finanza. Punto. Ma quando parliamo di sicurezza o della riforma della giustizia, non ci siamo proprio”, dice sottolineando come anche il Parlamento abbia più di qualcosa da farsi perdonare, essendo ormai ridotto a un ruolo meno che ancillare. Perché si limita a ratificare quanto deciso da Palazzo Chigi su input di “8-10 persone che gestiscono il Parlamento: gli altri votano come dicono quelle 8-10 persone”. Da Lilli Gruber a Otto e mezzo, poi rincara la dose sul premier: a parte la finanza, “sul resto non tocca palla o se lo fa, mi preoccupa ancora di più perché non capisce che facendo così sfascia tutto”.

Il momento è buio, dice il Procuratore capo di Catanzaro: “C’è un’aria di restaurazione, di liberi tutti: è un momento brutto per il contrasto alle mafie, alla criminalità organizzata e alla criminalità comune”. Un monito ancora più grave nel trentennale delle stragi di Capaci e via D’Amelio: secondo Gratteri molti “gattopardi” sono saliti sul palco per commemorare Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Un’amarezza che si aggiunge all’amarezza. Non tanto per la bocciatura della sua candidatura da parte del Csm alla direzione della Procura nazionale antimafia, quanto anche per il fatto – come ha detto a Otto e mezzo – che né Draghi né Cartabia abbiano sentito l’esigenza di chiamarlo dopo aver saputo dell’intenzione della ‘ndrangheta di farlo saltare in aria. Mentre il governo sembra aver la testa altrove: “Purtroppo la politica non sta facendo le riforme che servono. Questo governo ha stanziato 28 milioni di euro, nel momento in cui non ci sono soldi, per costruire le case dell’amore per consentire ai detenuti di alta sicurezza di avere ogni mese la moglie, la fidanzata o l’amante in carcere, per stare con loro in una stanza 24 ore”, ha spiegato il pm al TgZero di Radio Capital, tuonando contro lo sblocco da parte dei ministeri di Giustizia ed Economia dei fondi che serviranno per dare corpo alla nuova legge sulle relazioni affettive dei detenuti, 28,33 milioni per ristrutturare fabbricati già esistenti o realizzare nuovi moduli abitativi in tutte le carceri dove consentire il diritto alla sessualità dei detenuti. Perché se per il governo la via per realizzare i bisogni affettivi e sessuali del detenuto resta il permesso premio, quest’ultimo non è una soluzione al problema, non essendo fruibile dalla generalità dei detenuti perché è riservato ai soli condannati che si trovino nelle condizioni previste per accedervi. Di qui l’idea di realizzare le “casette dell’amore” per gli altri, riforma che sarà a breve all’esame del Senato, che parte dall’esigenza del governo di conformarsi agli indirizzi Ue e al dettato costituzionale, in particolare al diritto alla salute garantito dall’articolo 32 della Carta, “considerando – come si legge nella relazione tecnica del provvedimento – che la salute psico-fisica viene compromessa da forzati e prolungati periodi di astinenza sessuale”. Anche se c’è il rischio, dice Gratteri, che gli incontri possano favorire lo scambio di messaggi con l’esterno.

21 replies

  1. ” Draghi né Cartabia abbiano sentito l’esigenza di chiamarlo dopo aver saputo dell’intenzione della ‘ndrangheta di farlo saltare in aria.”

    Allora ragazzi, sti poracci devono chiamare la Melona quando viene (giustamente) offesa dal professore universitario alla radio.
    Gli sarà sfuggito di chiamare Gratteri.
    Sempre a guardare il capello!

    Piace a 1 persona

  2. Gratteri sulle minacce di morte da parte della mafia: “draghi e cartabia non mi hanno chiamato”.

    Il finanziere soros chiama draghi: “più rigore con le sanzioni alla russia”.

    L’editorialista Angelo Panebianco invoca un governo fra ex comunisti e post fascisti per isolare il «partito putiniano».

    Destrutturare con violenza ogni tipo di certezza e incanalare la opinione pubblica verso uno stato di arrendevole sudditanza nei confronti di ogni tipo di potere (sovranazionale, finanziario, mafioso ecc). In poche parole generare il caos, presupposto fondamentale per accorciare sempre più la catena a una nazione intera tramite l’impoverimento costante (erosione dei beni continua) e conseguenti interventi “correttivi” o “sanzionatori”.

    PS ricordiamoci l’ipocrisia di certi soggetti partecipanti alle ricorrenze dedicate agli eroi del paese. I veri combattenti per la libertà sono stati lasciati soli dallo stato: prima derisi, poi diffamati e quindi fatti saltare in aria col tritolo.

    Per chi non lo avesse ancora capito: siamo messi molto molto male.

    Piace a 3 people

  3. A proposito: il (fu) m5* dove caxxo è?
    A guardarsi l’ombelico?

    Caro (fu) m5*, tu stai sbattendo la porta in faccia a milioni e milioni di cittadini che vogliono un cambiamento radicale nel paese. Dove hai messo i tuoi valori, nel caveau della dragosfera?

    "Mi piace"

  4. quanto hai ragione Gratteri! Per me non è neanche competente di finanza: quando si arriva a certi livelli non ci arrivi perchè sei il migliore ma perchè sei una testa di legno scelta e messa lì dai poteri forti masso/bancari che danno ordini.

    Piace a 2 people

    • Teresa
      Sempre detto… e la dimostrazione l’ha data quando, da banchiere, non ha capito il meccanismo del pagamento del gas in euro che poi veniva convertito in rubli…
      Che figura.

      Piace a 1 persona

  5. Questa mi è nuova, poverini vanno in astinenza sessuale … ma davvero siamo a questi livelli di demenza e buttiamo 28 mln per queste stronzate? Non ho più parole!

    Piace a 1 persona

  6. Ieri sera ho seguito l’ intervento di Gratteri dalla Gruber. La mia impressione è che il Procuratore di Catanzaro sia talmente sotto attacco che il suo sia un grido di dolore ed un invito ai cittadini liberi di stare all’ erta. Ne è prova la domanda finale della Gruber: ” Dottor Gratteri, Lei ha cinque macchine di scorta. Sappiamo che ha ricevuto minacce di morte anche recentemente, ha paura?”
    Gratteri: ” Sì, ho paura, ma non per me, per tutti gli uomini che lavorano con dedizione e tenacia al mio fianco” … mentre pronunciava queste parole, gli occhi avevano un velo di tristezza ed una emozione visibile.

    Massimo sostegno al Magistrato Gratteri. Tutti i cittadini perbene devono proteggerlo da una deriva pericolosissima per la libertà degli individui che sta attraversando lo stivale isole comprese. Aprano gli occhi, la mafia tutta fa affari sulla nostra pelle, che siano corruzione, malaffare o droga per fare diventare zombie intere generazioni dal cervello spazzolato.
    # NICOLA GRATTERI, SEMPRE !

    Piace a 4 people

      • X Caruso:

        e questa è stata già, a meno di 60 anni, presienta della Corte Costituzionale!!

        Una che non sa distingure tra un tribunale e un phon, per dirla con Travaglio.

        Funari diceva invece, che in Italia è pieno di talenti senza carriere e carriere senza talenti (a parte aggiungo, quello di leccare là ove è necessario).

        "Mi piace"

  7. Quando l’Italia sarà un cumulo di macerie (ben tritate), la cricca responsabile potrà ammirare il disastro da una confortevole terrazza, col drink in mano e le tasche gonfie di denaro, perché da sempre celebrati come uomini politici, editori, giornalisti e analisti di varia estrazione. Le terrazze saranno contese perché offrono una visuale privilegiata.

    Piace a 2 people

    • Esatto Giansenio, sta a noi cittadini far andare per traverso quel drink. Ne hanno già bevuti troppi alla faccia nostra. Ammetto che non ho molte speranze osservando ed ascoltando le persone con cui ho contatti. Vedo solo una moltitudine di individui passivi , rassegnati, impauriti. Preferiscono mettere la testa sotto la sabbia, credendo, così facendo, di ignorare la minaccia già in essere ( da Tangentopoli in poi )
      e quella totale di oggi. Sta al popolo italiano reagire.. sarà dura, ma confido nella buona sorte con quella parte di società che non si vuole arrendere di fronte al malaffare.

      Piace a 2 people

      • Tutto perfetto, ma la realtà è : venti anni fa circa, da rappresentante mi trovo a parlare con imprenditore importante, fabio cosa vuoi che mi interessi da dove vengono i soldi!!! ( aveva appena venduto per 12 miliardi di lire una bellissima villa con parco.. E non vado oltre) io, con quei soldi compro terreni, do lavoro, costruisco appartamenti, lavora l’elettricista, l’idraulico, il plastichino, il muratore, tutti i vari fornitori di materiali edili, di infissi,
        Tu non hai idea a quanta gente do da mangiare!
        Pensate che interessi al nord se un magistrato va in orrizzontale a capaci?
        La vita è bella, ma non è gratis, si può vivere di stipendio sicuro certo
        Si può domandare : scusi ma prima di farmi la morale, sa da dove proviene il suo stipendio sicuro?
        Io, in tutta onestà, non ho saputo replicare, ho venduto i miei articoli sono andato a casa e ho guardato i miei figli… E poi zitto ha letto con mia moglie…..

        Piace a 2 people

  8. Leggo commenti molto interessanti.
    Cari amici, mafia, politica e imprenditoria cercano sempre di chiudere il cerchio che li possa favorire. Parliamo di montagne di miliardi. Chi cerca di impedire questa commistione storica e palese viene sistematicamente eliminato.
    Chi invece si allinea avrà spazio nei palazzi, nei giornali, in TV e potrà anche godersi il saluto dei corazzieri.

    Piace a 1 persona

    • Per sistematicamente eliminato intendo più di una opzione: anche dalle nomine di peso, rilevanti, decisive.

      "Mi piace"

  9. Poteva fare molto. Addirittura lo aveva proposto renzi! Perché il movimento non si è ricordato di lui a tempo debito? Da movimento delle stalle, quale ha dimostrato di essere, gli ha preferito compare fefe’ “lasciatelo lavorare in pace”. Per la Calabria Gratteri è l’unica speranza, l’ultima certezza! Grazie da parte di tutti i calabresi onesti a questo eroe che si sta immolando per la nostra libertà.

    "Mi piace"

  10. Il draghetto non sa nulla nemmeno di finanza ( e quel poco che sa l’ha SEMPRE usato contro il Popolo Italiano) , ė solo uno zelante impiegato dei poteri forti straconvinto di essere il più bravo di tutti.
    Aggiungo ( ma questa è solo la mia personalissima opinione ) che al momento si sente parecchio frustrato per essere stato clamorosamente trombato alla Presidenza della Repubblica e come tutti i frustrati di questo mondo vuol dimostrare di essere amico e complice di biden……
    Anche se sa benissimo che ciò fa di lui soltanto un feroce ASSASSINO.

    "Mi piace"

  11. NO, vi prego, un altro “eroe”, no !!!
    Lo sapete ormai come funziona: eroi da fuori, poi quando entrano…

    "Mi piace"

  12. Draghi sa’ solo PUZZA di viscido rettile e di “grillino”, grazie Beppe, quello con le “spalle larghe”.

    "Mi piace"