M5s, zero candidati in 18 capoluoghi. Alleati col Pd ma senza sindaci grillini

In alcuni casi, come a Verona e Belluno, non c’è nemmeno la lista del Movimento. Dino Giarrusso: “Le persone con noi non si vogliono più candidare”

(affaritaliani.it) – Le elezioni amministrative si avvicinano, la prima tornata è in programma per il 12 giugno, ed è tempo di prendere le decisioni per i partiti. La scelta del M5s è stata molto netta, il Movimento ha deciso di seguire la scia del Pd, alleandosi quasi ovunque con il partito di Enrico Letta. Per tamponare la perdita di consensi elettorali – si legge su Repubblica – si è scelto di percorrere questa strada. Su 26 capoluoghi di provincia al voto, in 18 casi il M5S affianca il Pd. Ma in questi 18, quanti sono i candidati sindaco diretta espressione del Movimento? Zero. A Belluno e Verona il M5s si limita a sostenere i candidati della coalizione, mettendo qualche proprio attivista in liste civiche. A Cuneo Lucca il Movimento va da solo; a Como ci si orienta su un’alleanza civica alternativa al Pd; a Piacenza invece si testerà un esperimento di sinistra radicale e ambientalista, con i 5 Stelle assieme a Sinistra Italiana e Verdi, in competizione con i Dem.

“La verità — spiega l’europarlamentare siciliano Dino Giarrusso a Repubblica — è che oggi andiamo a cercare le persone ma con noi non si vogliono più candidare. Forse perché molti di noi sono assenti dai territori e puntano ad una gestione verticistica che è la negazione stessa di quel che è stato il Movimento. Come si fa solo a pensare di non coinvolgere la base per scegliere il candidato presidente della Regione per il prossimo autunno?». Nel frattempo gli esperimenti di governo territoriale sono falliti quasi tutti: Roma, Torino, Livorno, Ragusa, nessun rieletto.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

16 replies

  1. Certo che se er mejo che gli è rimasto e l’unico che fa un po’ di autocritica è mr. prosecco patrimonio of unesco (che fra parentesi, parla dei valori del m5s lui che prima di essere scelto da giggino nel 2018 non ha mai fatto un giorno da attivismo, e ancora oggi non sa cos’era veramente il m5s, visto che i veri grillini un ciancicone stupido come lui non l’avrebbero mai accettato) stanno proprio, magari messi male, ma proprio rovinati totalmente. Se il prossimo anno dovessero rientrare lì dentro, dopo tutto quello che stanno facendo per non raggiungere la soglia di sbarramento (…aiutati anche e soprattutto dalla loro nuova guida spirituale che un giorno sì e l’altro pure sta sempre con la lingua attaccata al deretano di letta e dei dirigenti del pd), significa che gli Italiani sono proprio una massa di masochisti…e non uscitevene con la storia del pd e di Berlusconi, visto che i primi sono un sistema di potere parastatale che attraverso le cooperative e tutti gli imboscati nella pubblica amministrazione avranno sempre quella loro percentuale e berlusconi e la lega (…oltre ai picciotti) rappresenta, più nel male che nel bene, la categoria degli imprenditori, ma questi (…che hanno fatto scappare tutta la loro base) chi c.zzo rappresentano, se non le aspirazioni personali di giggino e gli altri scappati di casa?

    "Mi piace"

  2. Non ci sono più attivisti, dite le cose come stanno. In questi anni hanno preso i voti per il Movimento mentre giggino faveva marketing candidando personaggi improbabili e improvvisati; chi nei territori ha fatto sacrifici a proprie spese, mettendoci la faccia, oggi si prende gli insulti e gli improperi, gli attivisti superstiti non si possono nemmeno avvicinare alle persone per chiedere voti. Votatevi tra di voi

    Piace a 1 persona

    • ‘candidando personaggi improbabili e improvvisati’ Che lei sappia, fra questi figura anche un certo avvocato pugliese che fa il docente all’università di Firenze e che oggi si improvvisa ‘presidente’ del suddetto movimento? chiedo per degli amici

      "Mi piace"

      • Conte ci sta mettendo la faccia e la reputazione, avrebbe fatto bene a lasciarlo al suo destino il Movimento, in ogni caso è stato eletto dalla base e sta mantenendo un po’ di elettorato che senza di lui crolla al 5%.
        Mi riferivo più che altro a candidati flop come De Falco, Fioramonti, Mura, Carelli, per esempio

        "Mi piace"

    • E’ esattamente quello che penso anch’io. Conte poteva essere una risorsa è forse (…con molti ma) rilanciare ‘sto movimento se si fosse limitato ad affiancare Grillo trovando una qualche intesa con Rousseau e rispettando quello che era uscito dagli ‘stati generali’ (…dove partecipò anche lui come quest-star)…invece, con il suo statutino da patriarca, con la sua smania di legarsi mani e piedi al pd pur di sperare di ritornare a fare il premier (…non sapendo manco più dove sbattere la testa, visto che letta non se lo caga di striscio), con la sua eterna indole democristiana, ha dimostrato di essere solo uno dei tanti bambolotti presuntuosi e narcisisti usciti dalla fabbrica di Casalino, giocandosi tutta la stima che aveva guadagnato in questi anni come premier e la sua reputazione personale. Una persona saggia e intelligente sa’ quando è il tempo di farsi da parte o reinventarsi in un ruolo, magari minore, per non estremizzare il proprio ego e finire con il risultare ridicolo (cosa che sta ampiamente facendo con le sue supercazzole cosmiche e le sue litanie da pretino tutte le volte che va in televisione)…evidentemente sono qualità che conte non ha, punto! Quel po’ di considerazione personale che avevo per lui l’ho persa da un pezzo.

      "Mi piace"

  3. La terra al nunzio sta,

    Muta pensando all’ultima
    Ora dell’uom fatale;
    Nè sa quando una simile
    Orma di piè mortale
    La sua cruenta polvere
    A calpestar verrà.

    Lui folgorante in solio
    Vide il mio genio e tacque;
    Quando, con vece assidua,
    Cadde, risorse e giacque,
    Di mille voci al sonito
    Mista la sua non ha:

    Vergin di servo encomio
    E di codardo oltraggio,
    Sorge or commosso al subito
    Sparir di tanto raggio:
    E scioglie all’urna un cantico
    Che forse non morrà.
    …..
    (5 maggio A. Manzoni in memoria di Napoleone, condottiero della libertà)

    "Mi piace"

    • Ei fu. Siccome immobile,
      Dato il mortal sospiro,
      Stette la spoglia immemore
      Orba di tanto spiro,
      Così percossa, attonita
      La terra al nunzio sta,

      Muta pensando all’ultima
      Ora dell’uom fatale;
      Nè sa quando una simile
      Orma di piè mortale
      La sua cruenta polvere
      A calpestar verrà.

      Lui folgorante in solio
      Vide il mio genio e tacque;
      Quando, con vece assidua,
      Cadde, risorse e giacque,
      Di mille voci al sonito
      Mista la sua non ha:

      Vergin di servo encomio
      E di codardo oltraggio,
      Sorge or commosso al subito
      Sparir di tanto raggio:
      E scioglie all’urna un cantico
      Che forse non morrà.
      …..

      (Mancava l’inizio…)

      Piace a 1 persona

  4. Il peccato mortale di Conte è stato cercare di svolgere una politica estera timidamente svincolata dagli US , cercando l’interesse nazionale.
    Non si può fare.

    "Mi piace"

  5. Il peccato mortale di brancaleon giuseppi è stato il voler a tutti i costi andare a braccetto con il PD suoi compagni di merende.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...