Lettera di Michele Santoro a Massimo Gramellini

Il giornalista del Corriere della Sera Massimo Gramellini si è distinto per gli insulti rivolti a chiunque si distanziasse dalla linea ufficiale di sostegno all’invio di armi all’Ucraina. Se l’è presa in particolare con l’ANPI, da lui definita Associazione Nazionale Putiniani d’Italia.

Dopo lo straordinario successo della serata “Pace proibita” , seguita in streaming da 400.000 persone, Michele Santoro si rivolge così nella sua Pagina Facebook all’editorialista che sarebbe più esatto definire propagandista della guerra.

Caro Massimo Gramellini,

non sono così presuntuoso da pensare che trovi il tempo di rispondere a questa mia lettera. Sono, come ha scritto, “un Santoro qualsiasi” è lei è, invece, un grande conduttore di un programma settimanale e “il più buono” dei commentatori quotidiani del Corriere della Sera. Mi spiace essere comparso tre volte in due mesi in un talk creandole involontariamente un certo fastidio. Essendo più vecchio, solo per l’età, ho potuto scoprire prima che la stampa americana è più libera di quella russa. Ora che anche lei è arrivato alla stessa conclusione, ha potuto leggere sul “New York Times” che sono stati gli americani ad uccidere tanti generali russi. Infatti partecipano direttamente alle operazioni e stanno sperimentando sul campo un nuovo tipo di guerra basata sulle informazioni di satelliti, cellulari e quant’altro. Secondo il “Washington Post”, inoltre, sono stati sempre gli americani a rendere possibile l’affondamento della nave da guerra russa.

Naturalmente per lei la trasformazione di questa guerra in un conflitto globale è “una notizia buona” che arricchisce la sua cronaca della bontà. Peccato che, scorrendo la lista infinita dei suoi articoli e analizzando tutte le ore delle sue trasmissioni, di questo tipo di buone notizie non riesca a trovarne. E nemmeno analizzando tutti i telegiornali pubblici e privati italiani o la raccolta di due mesi di Corriere della Sera.

L’informazione italiana non è russa ma nemmeno americana, insomma, ma è quella “buona”. Lei poi, in particolare, è più buonista che cronista. Mi ricorda quei bambini che a Natale salgono sulla sedia per leggere la loro letterina: ”Caro Gesù bambino, manda tante armi all’Ucraina e aiutali a uccidere solo soldati russi, risparmiando i civili. Regala la salute al mondo, ai miei genitori, ai miei fratellini e a tutti, compreso Michele Santoro. A lui, però, con qualche malattia”.

Michele Santoro

22 replies

  1. Sant’Oro è un imbecille davvero molto sopravvalutato.
    Me ne resi conto da tempo, ne ebbi conferma dopo il suo appoggio alla Schiforma Renzi.
    Scrive male, come un semianalfabeta, se leggeste lo scambio di email tra lui e Travaglio (quando era ancora Travaglio) ve ne rendereste conto.
    Ho sempre detestato la Stampa di regime, non credo possa esistere la democrazia senza una stampa libera.

    Ma la stampa opposta al regime (ma sempre pappa e ciccia col regime, fateci caso, Sant’Oro è stato europarlamentare grazie al PD) fa più schifo di quella di regime, manipola ancora di più la realtà.

    Per la prima volta in vita mia posso esultare: evviva il mainstream!
    Ho

    "Mi piace"

    • Travaglio è sempre Travaglio, per fortuna.
      Guai se fosse diventato un fan del comico al servizio della Nato.

      L’Italia senza i Travaglio e i Santoro (che non solo solo per fortuna) sarebbe al buio totale in mano a folli guerrafondai in preda deliri bellicisti che ricordano molto il clima mussoliniano prima dell’ingresso dell’Italia nella seconda guerra mondiale al fianco dei nazisti nella campagna di Russia.

      Piace a 5 people

    • Quindi secondo lei sarebbe meglio che non ci fosse nessuno a criticare questo governo?E menomale che ci sono e hanno anche un seguito cosa che non hanno chi sta sempre vcon chi comanda

      "Mi piace"

  2. A ’sto gramo di Gramellini lo spedirei almeno per 3 mesi in trincea per imparare il vero eroismo azoviano e – per essere equo – in epigrafe a una lista di proscrizione attaccata al culo per imparare il vero esistenzialismo kantiano… allora forse capirà cosa significa fare l’apologo “buono” equo-solidale col culo degli altri.

    Piace a 5 people

  3. Per fortuna in questo Paese c’è ancora una quota rilevante di persone che sanno distinguere un giornalista libero, di qualità, come Santoro dai pennivendoli del mainstream come Gramellini, Riotta, Caprarica, Giannini e compagnia. Questi venduti, questi lestofanti, li lascio volentieri ai loro simili.

    Piace a 2 people

  4. Io mai mi scorderò di quella tizia che vedendomi leggere sul treno mi attaccò un bottone infinito e mi disse (2011/2012) che aveva letto il libro di Gramellini in una notte: da quel momento iniziò il tarlo, finché non lo comprai (usato) lo lessi e capii perché le mamme insegnano ai figli che mai, mai bisogna parlare con gli sconosciuti.

    "Mi piace"

  5. Verissimo!
    Cosa non hanno sentito le mie orecchie da asina stasera al suo programma, che le donne / mogli del battaglione azov, sono i discendenti di quelle belle persone a cui Hitler non ha mai fatto del male!

    Complimenti al Nobel !
    Una platea di sputi ad attenderlo fuori non sarebbe male, magari di 146387 persone arrestate, derivate e Bruciate a migliaia!

    UN BEL CONTRAPPASSO, visto l’ardore della carica per il monologo, sembrava proprio una freccia!
    Ai campi ti ci deporterei io, non prima di averti tolto le unghie e qualche dente senza anestesia.

    "Mi piace"

    • Una platea di sputi ad attendere le moglie dei combattenti ?
      Io purtroppo non sono violento , poi il viaggio in limousine deve essere stata per forza un bel viaggio, anche per la gioia delle ombre giganti.
      La televisione parla, parla e parla ma non sa più cosa dice.
      Io la devo ascoltare perché ho un ultra (s) ottantenne plagiata e ipnotizzata da una vita, la casalinghitudine, da quando vendevano anelli dal 1971 e mezzo e tappeti non è ancora cambiato nulla, a si… Dimenticavo..

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...