Russia, prossimo attacco in Europa? “Colpiremo con il missile Sarmat le città europee”

(Domenico Iovane – lanotiziagiornale.it) – Russia, prossimo attacco in Europa? Lo ha spiegato un politico russo in diretta televisiva in un programma della televisione di stato del Cremlino. Un modo ancora una volta per diffondere paura ai nemici.

Russia, prossimo attacco in Europa? “Colpiremo con il missile Sarmat le città europee”

Dai media russi arriva una minaccia per l’Europa“Un missile Sarmat e le isole britanniche non esisterebbero più” ha affermato Aleksey Zhuravlyov, il presidente del partito nazionalista Rodina, ospite del programma televisivo «60 Minutes» . “Faremmo tabula rasa, mai dire mai” ha continuato Zhuravlyov. Il nazionalista ha poi spiegato che questo tipo di missili non è intercettabile, e quindi la loro potenza non può essere contrastata da coloro che si vorranno difendere. “Contate i secondi, potete contare i secondi? Hello, è già qui. Lasciateli pensare” ha detto ancora Zhuravlyov rivolgendosi direttamente ai Paesi occidentali e riferendosi alla mappa in cui è simulato il lancio dei missili. “È così che dobbiamo parlargli perché non capiscono nient’altro”.

Dai media russi continua la propaganda della paura

Lo show del politico russo è andato in onda sulla televisione di stato. Tuttavia, non è la prima volta che sulle reti del Cremlino si discute di nucleare, lanciando minacce velate agli avversari politici. La Russia, attraverso anche i media, cerca di far passare il messaggio della potenza sovietica ma soprattutto dell’invincibilità in un guerra che però sta durando troppo. Ecco perché diventa fondamentale non mostrarsi deboli pubblicamente.

Nella puntata della trasmissione russa «60 Minutes» è stata diffusa la mappa con le traiettorie, i tempi e le distanze che il nuovo missile Sarmat sarebbe in grado di coprire per colpire le principali capitali europee: 202 secondi per distruggere Londra, 200 per Parigi e solo 106 per Berlino. Una vera e propria propaganda della paura per i nemici del Cremlino.

Categorie:Cronaca, Interno, Mondo

Tagged as: , , , ,

23 replies

  1. Quindi Biden che ha provocato questo conflitto con progettualità e cinismo da anni è un pazzo incosciente molto più dei presunti minacciatori russi.

    Piace a 3 people

    • Ma piantala va! Mi chiedo se ti paghino o se tu sia solamente un novello Caligola obnubilato da una folle russofobia. Tu e Paolozza scrivete dei commenti da vomito.

      "Mi piace"

  2. Sembra un film di mafia con i Padrini che si minacciano, fanno riunioni e si fanno la guerra con sparatorie e attentati dinamitardi…..anche lì picciotti e passanti muoiono come mosche.
    Forse bisognerebbe ricominciare a fare la conta dei morti in tv, giusto per far capire ai folli che se ci sono armi, ci sono morti.
    Ora mi domando, con questa minaccia reiterata di lancio dei missili, non tracciabili e intercettabili, come risponderà Biden? Inviando caccia armati con testate nucleari sui cieli di Russia? Armando a sua volta missili? Magari quelli della basi in Italia?

    Piace a 1 persona

  3. Queste sono le loro trasmissioni, accuse, minacce, fandonie, ribaltamenti della situazione a loro favore. Chissà cosa succederebbe se tipo a Porta a Porta si affrontassero delle simili discussioni traboccanti d’odio……..

    "Mi piace"

    • Nooooooo a Porta a Porta si discute di cose molto serie

      Le mogli degli Azov: Onlyfans a Porta a Porta

      “operazione belle ragazze” di firma anglosassone chiamata Pussy Riot. Perché le vere “mogli Azov” erano già state trovate tempo fa da amici oltreoceano: individuate su Instagram e Onlyfans a vendersi le foto nude mentre, come recita il testo in inglese, i mariti “vengono cotti nel calderone di Mariupol”.

      Davvero delle sante donne.

      "Mi piace"

    • Non fare la finta tonta che di odio in Italia ne viene sparso a piene mani contro chi non si allinea. E tu sei in prima fila. Ma vergognati va! Mi chiedo quando finalmente smetterai di scrivere commenti vomitevoli.

      "Mi piace"

    • Saresti perfetta come mogliettina di un eroe di Azov. Però ami di più il salotto, la soppressa e il caminetto acceso. Insomma, ti piace stare col culo al caldo e starnazzare dai social

      Piace a 1 persona

    • hanno pure loro (o avevano) la TV spazzatura tipo Dom -casa- (non so come si chiama qui da noi )
      ma citare i peti emessi come se fossero l’espressione di chi è al governo mi pare eccessivo

      ci riescono perché qui ci sono tanti pesci boccaloni che non attendono altro che un’esca qualsiasi

      "Mi piace"

  4. Propaganda di guerra. A cui i media danno costante risalto per mantenerci in fibrillazione ( e non pensare al tristissimo presente ed all’ ancor più triste futuro…)
    Le parole più pericolose, a mio parere, le ha pronunciate Biden a Varsavia: Putin non può rimanere al suo posto.
    Con tutto quello che ne consegue…
    Speriamo fossero propaganda anche quelle.

    Ormai non si sa più cosa credere ed a chi credere. Meglio sarebbe occuparsi di altro, tanto in qualità di “popolo sovrano” non ci è dato sapere neppure il tipo di armamenti ed il loro costo che mandiamo per alimentare il conflitto. Possiamo solo subire, come i poveri Ucraini, qualcosa che è al di sopra delle nostre teste…
    Si chiama Democrazia del libero Occidente.

    "Mi piace"

  5. vabbè ha ascoltato il capo di un partito che ha alla Duma 37 seggi su 450

    poteva pure chiedere all’usciere ormai

    chi conta non ha mai parlato di un uso verso paesi specifici, ma solo verso chi attacca
    e come ritorsione

    e il Sarmat non verrà spedito ai battaglioni sino all’ultimo quarto dell’anno 2022
    quindi sia Zhuravlyov che Iovane è meglio che sbolliscano la sbornia di ca22ate
    che ce ne sono già abbastanza in giro

    comunque il Sarmat sarà un bel grattacapo per gli atlantici

    "Mi piace"

  6. Scusate, ma il tono con cui e PER cui sono state pronunciate quelle parole è evidente, casomai fosse sfuggito, da questa frase:
    “È così che dobbiamo parlargli perché non capiscono nient’altro”.
    Capito com’è?
    Sta accusando l'”occidente” di capire solo il linguaggio della guerra, di non voler tener presenti le motivazioni che hanno portato a questa situazione, di comprendere il pericolo solo con esplicite minacce e DISEGNINI.
    In pratica, il significato non è VOLER minacciare, ma è denigratorio verso il grado di comprensione della situazione attuale da parte nostra, che, col rimbambito che vuole indebolire la Russia e scalzare Putin e quell’altro, il guitto formica (cocchiera) che crede di sconfiggere l’orso a forza di selfvideo e coca, non stiamo facendo proprio una figura da adulti consapevoli.
    Mi sembra il tipico atteggiamento del genitore esasperato che, alla fine, vistosi ignorato nelle richieste verbali, minaccia gli sculaccioni (sistema che, nel caso dei bambini, trovo ben poco educativo- a scanso di equivoci).
    Ci stanno dando dei coglionazzi che non sentono altre ragioni che le minacce.
    E non è forse vero che Biden vuole, fortissimamente vuole, continuare questa guerra, senza pensare alle conseguenze per NOI?(anzi, sono un valore aggiunto, mi sa)
    Io un bello scapaccione glielo darei davvero…

    Ps poi, sull’importanza del tizio ci sarebbe da ridire… Non è che il primo che passa RAPPRESENTI pensiero, filosofia e intenzioni di Putin.
    Altrimenti, anche qui, ogni volta che scoreggia il Gramo…

    "Mi piace"

  7. A questo punto avrei rilanciato con una esagerazione. Puntiamo tutte le testate nucleari del mondo verso la Russia e vediamo che dice Putin. La Russia farà danni in tutto il mondo ma la Russia scomparirà del tutto con tutte le sue generazioni future. Vediamo sino a che punto Putin vuole bleffare

    "Mi piace"