Presentat’arm!

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Inconsolabile perché c’è almeno un leader contrario al riarmo, quello del partito di maggioranza relativa nato il giorno di San Francesco del 2009, Paolo Mieli lacrima sulla “nostra commedia” di rammolliti e panciafichisti, insensibili al presentat’arm! di Joe Biden e di altri virili commander in chief che non riescono a deglutire un boccone di pizza. […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

34 replies

  1. Presentat’arm!

    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Inconsolabile perché c’è almeno un leader contrario al riarmo, quello del partito di maggioranza relativa nato il giorno di San Francesco del 2009, Paolo Mieli lacrima sulla “nostra commedia” di rammolliti e panciafichisti, insensibili al presentat’arm! di Joe Biden e di altri virili commander in chief che non riescono a deglutire un boccone di pizza. Come sarebbe che non troviamo “una dozzina di miliardi” l’anno sull’unghia da devolvere ai fabbricanti d’armi più bisognosi, inclusi quelli che fanno pure gli editori? Ma che pezzenti siamo? E “gli adempimenti dettati dall’appartenenza all’Alleanza Atlantica”? In effetti la “nostra commedia” è sempre bruttina, ma il capocomico rischia di essere Mieli. In coppia con Stefano Folli, il quale auspica su Rep che “Draghi decida di liberarsi di un segmento dei 5S”, cioè l’intero Movimento, visto che purtroppo anche al secondo giro gli iscritti hanno plebiscitato Conte al 94% e non sanno più come dire che il capo è lui. Magari: si tornerebbe finalmente a rispettare gli elettori, che l’ultima volta premiarono il movimento più pacifista, multilaterale, ambientalista e legalitario anziché i soliti bellicisti, unilaterali, inquinatori e inquisiti. Mieli sostiene che il M5S dovrebbe ingoiare quei 12 miliardi l’anno in spese militari (che poi sono 13-14) perché c’è un impegno con la Nato “preso dall’Italia otto anni fa”. E non s’accorge di essersi già risposto da sé: il mondo è cambiato e ancora sta cambiando; si parla di esercito europeo (che costerebbe ai governi Ue meno e non più delle truppe nazionali); la Nato è un’alleanza in cui si può discutere (o no?); e proprio il trascorrere di 8 anni senza che accadesse nulla (da noi e dagli altri Paesi Nato) dimostra che non c’è alcuna urgenza di buttare tutti quei miliardi nelle armi in piena crisi sociale, energetica, pandemica ed economica, con le bollette alle stelle e la crescita zero.

    L’argomento ad cazzum fa il paio con quello agitato da altri squinternati: Conte non può dire no ai 13-14 miliardi annui in armi perché nel suo triennio da premier la spesa militare salì di 3,4 (1,1 l’anno). Come se quel ritocchino fisiologico fosse paragonabile all’intenzione – “da pazzi”, per il Papa e non solo – di gettare metà della prossima manovra in armi anziché in investimenti per l’energia green, il lavoro, chi non ce l’ha e chi non ce la fa. Mieli, bontà sua, riconosce di avere sbagliato a spingere Draghi al Colle, ma per dire che col premier non si può nemmeno discutere, causa guerra. Altro argomento ad cazzum: 13 mesi fa, tra gli applausi dei capocomici, fu rovesciato il Conte-2 in piena pandemia, scrittura del Pnrr e campagna vaccinale: tutte urgenze che competevano al governo, diversamente dall’Ucraina, dove Draghi conta un po’ meno di un ficus benjamin.

    Piace a 10 people

  2. Ed invece di ragionare, il piccolino è andato dal paparino a piangere e battere i piedini perché qualcuno, si è permesso di dirgli che no, non si possono spendere ora come ora 13 miliardi di euro per gli armamenti ma che c’è più bisogno di aiutare l’Italia in questo momento!! Ma quando potremo liberarci di personaggi simili😡!

    Piace a 7 people

  3. Una buona battaglia.
    Probabilmente Conte non può capire cosa si ri-anima in chi ha amato profondamente il (fu) m5*, i milioni di speranzosi che tutto vogliono fuorché rassegnarsi. Se ho contro mieli, gedi, cairo e tutto il cucuzzaro, io mi sento come un fringuello al mattino: gaio!

    Piace a 7 people

    • Non se ne può più di certi diversamente etnici pronti a spendere il denaro pubblico per immiserire l’Italia e l’UE. Il tutto per aiutare certi fiori di campo da far impallidire H.Heidrich il macellaio di Praga.

      Piace a 6 people

  4. Una manica di pazzi al governo che ha volutamente sempre ignorato ed affossato fin dall inizio chi aveva vinto le elezioni! Prova provata che in questo paese non si può nemmeno pensare di togliersi dalle palle chi continua a governare nonostante! Grazie Mattarella abbiamo chi voleva Cottarelli o Draghi!Siamo pieni di risorse strategiche !!

    Piace a 4 people

  5. Pensate che razza di soggetto il VILE AFFARISTA.

    Chissà come si sta pentendo di avere accettato l’incarico da PdC e non essere diventato piuttosto PdR. Magari senza passare dalle parti di Chigi.

    E i giornalisti, anche presunti storici, ad abbaiare a comando.

    ONORETO E’ IL VILE (M.Kuntz)

    Piace a 2 people

  6. Che poi, sentivo Gomez oggi (cioè ieri, ormai) pomeriggio alla solita diretta del FQ su Facebook, che diceva – la riporto a memoria, sicuramente sbaglio i dettagli – che oggi (ieri) Draghi c’era pure rimasto male, ché arrivato in una città del sud, mi pare a Napoli, è appunto rimasto di stucco perché c’era gente (del popolo-bue, ovviamente) che gli ululava contro dicendogli di spendere miliardi per cose che servono, come la sanità depredata da tutti da decenni, e non certo per le armi! Sanità che s’è visto come ha funzionato bene durante la pandemia: ma mica trent’anni fa, eh? Fino a l’altro ieri, ma fors’anche direi stamani! Cioè, capito, il povero passerottino Draghi, piccolo indifeso esserino de sto ca[beep]?! Non credeva ai propri occhi, piccolo, che qualcuno avesse l’ardire di criticarlo! Cioè, non riusciva a capacitarsene!! Ma ci rendiamo conto?! Ma siamo alla fantascienza! Cose da pazzi! Da pazzi! Mi sale una rabbia, ma una rabbia, che se continua così prima o poi esplodo e crepo…

    Piace a 5 people

    • Scusa, Tracia, ho premuto per errore “rispondi” a te… Era per Patrick.

      A te invece dico: hai visto come Draghi saluta? Come se lo stessero acclamando.
      Ora possono mandare in onda il video senza audio e farla sembrare un’accoglienza calorosa… tagliando anche i cartelli, magari.

      Piace a 4 people

  7. Se le armi servono per “spaventare” possibili invasori, non sarebbe possibile imbrogliarli con false informazioni invece di buttare miliardi di euro e vuoto? Le “intelligence” che ci stanno a fare sennò?

    "Mi piace"

    • tipo prendere 3 aerei di ultima generazione e fare 20 servizi giornalistici da 20 basi aeree differenti
      dove vengono mostrati sempre quei 3?
      sperando che si ricordino di cambiare i numeri di coda e i segni identificativi

      mi ricorda qualcosa…

      "Mi piace"

  8. draghi secondo me potrebbe e dovrebbe fare il bonus 110 per gli armamenti. Ti monti una bella antiaerea sul tetto? La spesa te la paga lo stato! vuoi un drone suicida? non c’è problema, ti fai asseverare e l’ordigno è tuo.
    per i condomini invece è già pronto il bonus per silos con testata atomica, il pulsante di lancio va messo nel vano scale se no il bonus non vale.
    invece per una mobilità sostenibile draghi potrebbe fare il bonus carroarmato, se spara bombe al fosforo hai il massimo del bonus e via via a decrescere, con una misera mitragliatrice hai il minimo dello sconto.
    Invece per le mine antiuomo e anticarro si torna al vecchio sistema dello scarico della spesa in 10 anni sul 730

    Piace a 4 people

  9. Si salverà, Conte, dagli attacchi mediatici ti dei sessantottini che dirigono i vari media? Si salverà solo se smetterà di fare il signorino e comincerà a utilizzare la vera carta vincente che ha in mano. Dovrà cominciare a fare sapere a Draghi e a Mattarella che, se necessario, comincerà a spiegare ai cittadini perché tenne il discorso del tavolino dopo il colloquio tra Draghi e Grillo.

    "Mi piace"

  10. Il bonus antiaerea sul tetto? Una misera mitragliatrice con il minimo sconto? C’è solo un piccolo problema, concordare e condividere il bersaglio. …..ohi che dolor! !! Ovviamente si scherza. ….comunque un sentito grazie ai Napoletani, finalmente una voce di verità dal basso. …..a quando il boato? Perché questa spesa di 13 miliardi di euro, mentre famiglie, imprese, lavoratori, sanità ed istruzione sono al collasso, comincia a stare sul gozzo a tanti italiani. ….la giustificazione dell’ impegno preso 8 anni fa non regge, perché nel frattempo abbiamo avuto solo una pandemia con conseguente crisi economica e una guerra alle porte dell’ Europa, a riacutizzarla, oltre alle perdite umane, ennesime perdite di un mondo tutto al contrario. ….insomma siamo pieni di debiti, visto che i soldi del Recovery andranno restituiti, ci hanno fracassato le pa@@e con vaccinatevi così usciamo presto dalla pandemia, dalla crisi economica e via veloci fuori dal tunnel, per scoprire poi che la luce in fondo al tunnel potrebbe essere quella del nucleare, in grado di sfoltire il genere umano là dove la pandemia ha fallito, oltre al debito passato e futuro abbiamo pure la rata del mutuo Nato, da 70 anni, da pagare …..ci manca solo l’ asteroide ed il bonus 110 lo chiediamo per la pistola. ….per spararsi! Come direbbe il conte Mascetti ” tranquilli, tanto mi suicido”……prima però lo schiaffone alla stazione ,come da scena storica del film , ci sta. …..

    Piace a 1 persona

    • A proposito di 2030 e asteroidi:

      “L’opera di Ossendowski è stata pubblicata in Italia dalle edizioni Mediterranee (col titolo “Bestie, Uomini, Dei”). Qui, a dire il vero, la data di partenza non è il 1891 ma il 1890, il che darebbe la data della Fine per il 2029. Stando alla “Profezia del Re del Mondo” (e prendendo come data di partenza il 1891 segnato nell’edizione francese del libro di Ossendowski), l’anno nel quale dovrebbero iniziare i 18 anni di guerra e di distruzione che precederanno l’apparizione delle genti di Agharttha sulla superficie della terra sarebbe il 2012, e a tal proposito è interessante notare due cose alquanto sconcertanti: la prima si riferisce al fatto che, secondo l’antico calendario sacro Maya, l’anno equivalente al 2012 della nostra era sarebbe latore di avvenimenti di enorme importanza (anche se non la “fine del mondo”, come alcuni hanno superficialmente interpretato, e come ha dimostrato Pietro Bandini nel suo “Profezie e Cosmologia dei Maya attraverso il Sacro Calendario”. Newton & Compton); il secondo è relativo alla possibilità che nel 2028 un grosso asteroide del diametro di circa un km. e mezzo (nominato dagli astronomi 1997XF11) potrebbe colpire il pianeta, scatenando un’energia pari all’esplosione di tutto l’arsenale atomico mondiale, e provocando una catastrofe planetaria di dimensioni inimmaginabili (vedasi: Nanni Riccobono, 2028. Il pericolo viene dal cielo. Piemme).”.

      "Mi piace"

    • Gentile Alessandra @ 11:21
      Per capire semplicemente come le cose possono cambiare in 8 anni: pensiamo all’Europa, agli Stati che la componevano, ai politici, alla situazione sociale ed economica del 1937 e a quella, dopo appunto 8 anni, del 1945.
      Che diavolo raccontano ?

      "Mi piace"

  11. non per aumentare il tuo stato d’ansia Alessandra ma l’asteroide sta arrivando.
    con tutto quello che sta succedendo (o meglio, che hanno fatto succedere), una bella recessione non ce la toglie nessuno.
    sarà una ecatombe sociale.

    Piace a 2 people

  12. D fronte all’inizio della peggiore crisi economica dalla seconda guerra mondiale, e alle soglie della terza guerra mondiale (del resto già nel secolo scorso abbiamo avuto lnel 20 la Spagnola, poi la crisi del 29 e poi la guerra mondiale, ora rifacciamo lo stesso percorso però velocizzato), la migliore idea che si sono fatti venire è spendere 1205 euro al secondo per tutto l’anno per armarci meglio … del resto le aziende farmaceutiche hanno avuto di tutto e di più, le energetiche sono in pieno banchetto, mancava giusto l’industria delle armi, per equità.

    Tanto che vuoi farci con 104 milioni al giorno?
    Non gli sono venute altre idee al topo ragioniere.

    Piace a 3 people

  13. Quindi ricordvo bene: era a Napoli. E questo stron*o sorride! Lo prendono a sberle vocali, gli dicono parole pesantissime, e questo verme… sorride! Hai capito?! Sorride!!! Pazzesco!!

    Piace a 1 persona

  14. Con la martellante propaganda, dei cattivi… pronti a bombardarci, qualsiasi dissonanza dalle parole “del grande statista” è una battaglia persa.

    "Mi piace"