Aumento spese militari, Cacciari: “Folle. Il Pd ubbidisce agli ordini dell’America”

“DEBITI PER QUALCHE CARRO ARMATO CHE NON SERVE A UN CAZZO”

(Alberto Maggi – affaritaliani.it) – “Il Pd ormai ha portato il cervello all’ammasso“. “Follia pura”. Massimo Cacciari non ha alcun dubbio e definisce così l’aumento delle spese militari al 2% del Pil. “Una scelta del tutto ridicola”, afferma ad Affaritaliani.it l’ex sindaco di Venezia. “L’Europa dovrebbe mettersi attorno a un tavolo e discutere la politica estera comune, anche sul fronte della sicurezza e quindi militare. In questo modo, ad esempio, la Francia smetterebbe di bombardare la Libia quando le fa comodo. Ma serve una politica europea, che un Paese aumenti da solo le spese militari è ridicolo. Sono pazzi? Facciamo ulteriori debiti, in una fase in cui si fanno solo debiti, alla faccia del futuro, dei figli e dei nipoti. Il tutto per comprare qualche carro armato in più che non serve a un cazzo di niente”.

In Italia è il Partito Democratico il più convinto sull’aumento delle spese militari… “Il Pd ormai ha portato il cervello all’ammasso“, osserva Cacciari. “E’ la forza più atlantista e filo-americana del panorama politico italiano e ubbidisce agli ordini di Washington. Siamo di fronte all’eterogenesi dei fini. Questi vengono dal PCI, è la vendetta della storia. C’è anche viene dalla tradizione socialista e sappiamo bene quanto Bettino Craxi fosse autonomo in politica estera. Non solo, anche la sinistra della DC aveva posizioni molto particolari e chiare sulla crisi tra israeliani e palestinesi. Invece oggi il Pd è il partito più filo-Usa, sottoscrivono tutto quello che dicono in America immediatelyTutto ciò è allucinante, totale perdita di memoria storica. Le forze che hanno dato vita al Pd dovrebbero dire ‘abbiamo sbagliato tutto per tutta la nostra vita’. Ci siamo dimenticati l’Europa ponte tra Ovest e Est? Qui a prescindere si accetta tutto ciò che dicono a Washington”.

Cacciari ci tiene poi a sottolineare: “Io non sono mai stato pacifista, so che all’Europa serve l’esercito e bisogna anche spendere soli. Ma non buttarli via. Basta un qualsiasi sottotenente dell’esercito per spiegare che nonostante l’aumento delle spese militari al 2% in un eventuale conflitto armato, ovviamente speriamo di no, il ruolo dell’Italia sarebbe pari a zero. Che cazzo stanno facendo? Questi miliardi usiamoli per lo stato sociale, gli anziani, le case di riposo, i disabili. Si vergognino“.

Infine la domanda sull’eventuale ruolo di mediatore tra Russia e Ucraina da parte di Papa Francesco. “E’ impossibile per una ragione semplicissima. Putin non potrebbe mai accettarlo perché sarebbe offensivo per la Chiesa di Mosca. Wojtyła provò in ogni modo ad andare in Russia (in Urss), senza mai riuscirci. Nessun Papa ci è riuscito proprio a causa dei rapporti tra la Chiesa di Roma e quella di Mosca”, conclude Cacciari.

10 replies

  1. “Le forze che hanno dato vita al Pd ”
    sveglia CACCIARI!!!
    QUELLE SONO MORTE NEL DICEMBRE 2011 col governo MONTI
    ora ci sono i loro nipotini che hanno superato a destra la MELONI detta la “fasciocoatta”

    Piace a 1 persona

  2. Vorrei dire a Cacciari che ormai sono rimasti pochi gli ex comunisti fra i DS, gli altri sono di provenienza DC, geneticamente modificati con un attivismo schizofrenico nelle varie lobby,come quella del tabacco, delle slot machine, delle armi, e chi sa quante altre…L’essere atlantisti non corrisponde più ad una ideologia, ma alla possibilità di infilarsi molti soldi in tasca senza fare fatica, Ideologia per altro abbracciata a piene mani da quasi tutti i nostri politici.
    Money, money, money…
    A volte trovo più di sinistra la Rosi Bindi che Minniti, di chiara provenienza PCI.
    Stendiamo un velo pietoso su baffino, il radical chic,per eccellenza, che ostenta un esibizionismo da politicante, antipatico e spocchioso in aperto contrasto con quello che avrebbe dovuto essere il suo vero ceto di riferimento.( la sinistra)
    Chi lo supera è solo l’uomo in cachemire con l’erre moscia che ora ha trovato la sua vera casa in Comunione e Liberazione, il quale già da quando fondò Rifondazione Comunista, si connotava come lo “Champagne Socialist” dei salotti buoni della Roma bene, in aperta contraddizione con i suoi discorsi filo comunisti.
    Il fallimento della sinistra, si deve a questi camaleonti della politica che hanno finito per cancellare quello che avrebbe dovuto essere il partito di riferimento di quel ceto lavoratore che depredato di una sua rappresentanza finisce per non andare più a votare.
    Il bello è che questi figuri saliti alla più alta rappresentanza del popolo italiano hanno giurato di fare “l’esclusivo interesse del popolo italiano”.

    Piace a 1 persona

  3. Evidentemente,da tradizionali anticapitalisti ed antiamericani hanno ritenuto inutile lottare per attenuare le diseguaglianze abbracciando l’ideologia vincente. Per accreditarsi e risultare affidabili rinnegano la loro storia senza una autocritica e un dibattito diventando gli alfieri dell’atlantismo americano. Forza Biden e ricordati anche di noi che abbiamo fatto quello che ci hai ordinato.

    "Mi piace"

  4. Sul sito L’ antidiplomatico c’è appello del comitato No guerra da inviare ai senatori con indirizzo mail di tutti…..inviate mail per fermare la guerra!

    "Mi piace"

  5. Ragionissima specie laddove dice “serve una politica europea, che un Paese aumenti da solo le spese militari è ridicolo.”
    “Io non sono mai stato pacifista, so che all’Europa serve l’esercito e bisogna anche spendere soldi. Ma non buttarli via.” “Si vergognino!”. Totalmente d’accordo.

    "Mi piace"