Conte è disposto anche alla crisi di governo

Per una volta l’avvocato si è tolto la giacca, come a dire che presto potrebbe essere il tempo della sua trincea. “Sono disposto a correre il rischio di avere tutti contro se questo basta a fare gli interessi […]

(DI LUCA DE CAROLIS E WANDA MARRA – Il Fatto Quotidiano) – Per una volta l’avvocato si è tolto la giacca, come a dire che presto potrebbe essere il tempo della sua trincea. “Sono disposto a correre il rischio di avere tutti contro se questo basta a fare gli interessi dell’Italia e dei cittadini”, giura Giuseppe Conte in sei minuti e qualcosa di video, tutti all’attacco. “Noi del M5S non possiamo più stare sulla difensiva, dobbiamo rialzare la testa” teorizza.

Tradotto, è disposto anche alla crisi di governo, l’ex premier, pur di non spostarsi dal no all’aumento delle spese militari, la battaglia con cui cerca un ritorno alle origini grilline, per tenersi stretta la base. “Sarò il presidente di un M5S che dice no all’aumento massiccio delle spese militari soprattutto in un momento del genere, ma diremo sì a investimenti choc sulle rinnovabili e a sostegno senza precedenti di imprese e lavoratori in crisi” s’impegna. Mentre ai suoi confida: “Se credono che sia tattica si sbagliano, su questo non si può tornare indietro, la nostra gente non capirebbe”. Avanti, insomma, anche a costo di andare in collisione con Mario Draghi e con un esecutivo che l’avvocato non ama, anzi: “Questo governo di emergenza non è certo quello dei nostri sogni, abbiamo difeso le nostre conquiste che altrimenti sarebbero state cancellate”. Ma d’ora in poi non vuole più concedere nulla. L’ha capito anche il Pd, dove si chiedono dove possa arrivare. “Ma ora filtra preoccupazione anche dal Quirinale” soffiano un paio di grillini di governo, non entusiasti. Temono lo strappo del Conte che pretende un mandato largo dagli iscritti: “Se il risultato sarà così risicato sarò il primo a fare un passo indietro”. E che avverte gli avversari, cioè i dimaiani: “Non posso consentire che ci sia chi proprio al nostro interno lavora per interessi propri”. Sillabe che sorprendono i parlamentari vicini al ministro, che da settimane aveva spento polemiche e dibattito.

Ma il Conte che cerca la reinvestitura – comunque appesa ai ricorsi degli attivisti a Napoli – picchia ugualmente sui governisti: “Non votatemi se pensate che il M5S debba stare nelle stanze dei bottoni e se pensate che deve diventare una forza moderata e conservatrice, o che si sforza di piacere a tutti anche diventando la brutta copia di partiti divisi in correnti”. Intanto fuori si tratta, perché in Senato ci sono rogne. Cioè il decreto per l’invio delle armi all’Ucraina e l’ordine del giorno al testo di Fratelli d’Italia, che chiede di mantenere l’impegno ad aumentare la spesa militare al 2 per cento del Pil, già approvato alla Camera con un odg della Lega. Una mina, per il governo. Così ora il Pd lavora per un ordine del giorno di tutta la maggioranza, in cui il riferimento all’aumento della spesa sia molto blando. Ma il M5S freme. E allora quella del voto di fiducia – con cui cadrebbero odg e emendamenti – è una strada concreta. Anche se a Palazzo Chigi non hanno ancora deciso. Aspettano prima di tutto di capire se andrà in porto la mediazione perché la fiducia, stando ai numeri, non sarebbe necessaria. Paradossalmente, sarebbe un aiuto a Conte.

Il sospetto che Draghi voglia andare al muro contro muro con l’avvocato circola. Tanto è vero che non è ancora tramontata l’ipotesi del parere favorevole del governo all’odg di Fratelli d’Italia. A quel punto la Lega si spaccherebbe e forse si dividerebbero anche i 5Stelle. Mentre il Pd potrebbe votare a favore. È un percorso pericoloso, che andrà comunque valutato fino a lunedì sera, quando è in programma una riunione di maggioranza. Una volta approvato il dl Ucraina, si porrà il problema di come rendere effettivo l’aumento della spesa militare. Dovrebbe essere previsto nelle prossime due Finanziarie. Ma nel prossimo Def ci saranno delle indicazioni, anche se generiche. Comunque un possibile problema, per questo governo.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

38 replies

  1. ERA L’ORA!

    DI MARIO, MALEDETTO BIBITARO, traditore di ogni ideale per fare solo carriera.

    FORZA GRILLI, che è primavera, potete anche uscire dalle tane se ci siete ancora!

    "Mi piace"

  2. Forza Conte! Vediamo se ce la fai.
    A casa tutti sti pecoroni guerrafondai incapaci di abbozzare una sola, timida, timidissima, proposta di pace.

    Piace a 3 people

  3. I 5 stelle purtroppo si riassumono con Di Maio ministro degli esteri ! Ecco di che pasta sono fatti i cittadini eletti dal popolo ! Uguale e identici a chi sta li a rubare da anni !

    "Mi piace"

  4. Conte si dissocia? Ma sarà poi vero? Finora non ha fatto che votare qualunque porcheria di Draghi, pancia a terra.
    Se mette in crisi il governo si fa alle elezioni. E’ disposto a questo? Finora le ha rifiutate peggio dell’Apocalisse.

    "Mi piace"

  5. Giuseppi resta giuseppi
    Questo colpo di reni è in vista della votazione per la sua riconferma, dopo di che calma piatta,
    Quello che rimane incomprensibile è il fatto che non si candidi nelle file pd-l suo alveo naturale.👎

    "Mi piace"

  6. Se non ha in mano una scala reale si ritirerà in buon ordine, dopo che sarà stato eletto presidente del movimento con una consistente partecipazione degli iscritti. Se, invece, avesse in mano le carte giuste ( si adoperò per fare nascere il governo per evitare una crisi istituzionale (dimissioni di Mattarella in piena emergenza pandemica) potrebbe costringere Di Maio a rompere con il movimento, mandare affanculo quel furbacchione di Letta e di tutti i pidini che gli hanno fottuto gli eletti (non gli elettori) e formare una nuova coppia con Di Battista.
    Insomma, ha le carte e le palle per giocarsele?

    "Mi piace"

  7. “…, la nostra gente non capirebbe”
    Tranquillo, vai sparato dove ti pare
    (Alzi la mano chi ha capito).

    "Mi piace"

  8. Oramai con me hanno chiuso. Sarà la prima volta del mio NON voto, questa prima volta mi mancava e ora ce l’ho. Prima volta che continuerò a prorogare INDIPENDENTEMENTE DA TUTTO. Quindi ci sarà una seconda e poi una terza. E poi una quarta. Ho deciso di fare solo i miei interessi in sto paese del ca@@o. E’ l’italiano medio la FECCIA di sto paese MARCIO. L’italiano medio è maggioranza, c’è poco da fare…più che tutelare i miei interessi, cioè l’importo delle mie tasse, non posso fare. E quello farò.

    A fare i fatti miei, cioè gli interessi miei, sono bravissimo. Sono un Signore.

    Con sti BALORDI VENDUTI ho perso 12 anni, mi sono iscritto il giorno stesso in cui aprirono le iscrizioni, al massimo il giorno seguente all’ apertura, una vita fa. Ricordo ancora quel pomeriggio assolato, ero entusiasta come a 16 anni quando mi chiamavano per una partita di pallone. Era maggio e ero in azienda, mi iscrissi il primo pomeriggio. Mi risposero subito. Ora invece mi hanno CANCELLATO SUBITO, dopo la mia email di disiscrizione e dopo aver SEMPRE votato da libero cittadino. Cancellato con un click, ma in senso reciproco, per mia fortuna.

    Del m5s ho capito solo una cosa: che grillo è un PAGLIACCIO e che il m5s è stato COSTRUITO SOLO da Gianroberto Casaleggio (il figlio con tutto il rispetto non vale una cicca rispetto Padre). E’ stato lui l’ideatore e il COSTRUTTORE DI TUTTO, cioè quello che di buono è stato fatto dal fu m5s: l’intransigenza delle regole senza le quali diventi peggio di salvini dopo 20 giorni e molto peggio della mer_da piddina dopo 5 giorni e 3 notti insonni per aver sognato le serracchiani che ti molestano sessualmente e i letta che ti suonano al campanello per venderti tappeti.

    A quel figlio di t**** del bibitaro tutto il mio peggiore disprezzo non è sufficiente a descrivere quanto mi faccia schifo. Un personaggio infinitamente peggiore ai de luca, ai riotta, ai severgnini passando per i gramellini, ai merdana e ai vespa, ai vermigli e ai floris, uno che in 15 anni ha SEMPRE BARATO e nascosto il suo intento di sabotatore invisibile. Proprio come il polizziotto sabotatore assoldato dalla Mala e inserito come mercenario infiltrato all’interno.

    Un vero figlio di t*****.

    MAI PIU’ il mio voto a sti VENDUTI, INDIPENDENTEMENTE anche da Conte, che rimane il meno peggio, ma che per me oramai non è più credibile. Nemmeno lui, che con il m5s non ci è mai entrato una sega, perchè è diverso.

    Che l’intransigenza iniziale e scontrosa dell’inizio dovesse essere smussata era necessario, ma ritrovarsi sfera quando nasci cubo col cazzo.

    Voglio rimanere quadrato anche se con gli spigoli smussati, non rotolare a valle alla prima folata di vento debole. E sti BALORDI ti fanno cadere di sotto dal nuovo ponte morandi pure in una giornata assolata e priva di vento.

    Infine il superbonus 110. Con quella porcata del superbonus mi ci rifaccio casa in centro quasi gratis, un GRAZIE agli italiani balordi. E’ il mio riscatto (direi meritato) per i 12 anni PERSI a seguire e promuovere sti BALORDI VENDUTI.

    Grazie BALORDI. E grazie italiani.

    A MAI più.

    "Mi piace"

    • Sei arrabbiato, hai ragione ,pensavi forse che il movimento avrebbe fatto scomparire gli Italiani ,quelli che hanno ridotto questo paese a un morto che cammina,che quelli che avevamo eletti nel movimento venivano da un altro pianeta e infine che quelli che hanno interessi che non cambi niente avrebbero permesso che si facessero gli interessi della gente e non dei soliti . è vero è caduto un sogno ma ci arrendiamo?

      Piace a 1 persona

      • Io non riesco ancora a capire tutta questa gente arrabbiata e ululante “a mai più”, “traditori”, “avete tradito le promesse”, ecc ecc cosa si aspettava? Cosa si aspettava accadesse di miracoloso dopo che i 5s hanno preso “solo” il 33%? Con il 33% i miracoli non li fa nemmeno Gesù. Ci vuole una maggioranza piena per portare a casa “tutte le promesse”, e loro non ce l’hanno, quindi hanno portato a casa solo i provvedimenti che hanno convinto anche altri partiti. Possono frignare quanto vogliono, forse per ottusaggine e/o ignoranza su come funziona in Parlamento, ma purtroppo è così. Poi gli errori ci sono anche stati, certo, ma il principio di fondo è questo e ignorarlo non serve a niente. Il peso che hai in Parlamento la fa da padrone, e basta.

        Piace a 2 people

  9. Prof. Conte è la prima volta che La vedo prendere una posizione da vero grillino. Prosegua su questa strada che è l’unica per la ricomposizione di tutto il Movimento. E per il recupero di quella dignità che i 5 Stelle avevano acquisito nel Paese. Avanti con coraggio. La serietà e la determinazione vincono sempre. Auguri. G. Mazz.

    "Mi piace"

  10. Lo voterò in funzione anti traditori-opportunisti alla Di maio. Ma attento Conte ! Se fosse solo tattica, allorà sarà la fine. Tutto ciò che è stato fatto dalla nascita del governo Draghi in poi, non si può dimenticare.

    "Mi piace"

  11. Certo che dar credito a giuseppi ci vuol coraggio e fede cieca, quasi quanto credere alle balle di mentina,
    In questi lunghi mesi di governo draghi è stato uno dei suoi più strenui difensori, e adesso se ne esce con questa strumentale minchiata ben sapendo che non sortirà nessun effetto decisionale su un governo fantoccio alla soglia della sua eventuale riconferma?
    Ma che vada aff…o pure lui insieme al suo compare gigino o bibitaro

    "Mi piace"

  12. Conte e’ un QUARACQUAQUA’ PIDDINO, il reuccio dei compromessi al ribasso…felicissimo se mi smentisce.

    "Mi piace"

  13. A leggere certi commenti mi vien da ridere,mi spiego:
    Ma pensavate che un 33% di cittadini(delle più svariate ideologie) che hanno vissuto un sistema incardinato sul malaffare,ingiustizie,potere economico e potere politico,che si è proclamato per 65 anni “democrazia” fottendo gli italiani con elezioni fasulle,potesse vincere e cambiare su un sistema che ha la maggioranza del 67%?
    Mani pulite non è mai finito ha continuato cambiando nelle seconde linee controllate dai capi bastone dai mafiosi tranne quelli che il buon signore si è preso e che hanno taciuto sino all’ultimo istante per non distruggere il sistema.
    Pensate che a livello governativo-ministeriale e locale, Province, Comuni e Regioni i grandi funzionari non facciano nulla per mantenere il sistema?
    I ladrocini continuano, le prerogative politiche idem, privilegi mai assopiti, partiti che nascono come funghi pur di non perdere la poltrona
    Gruppi misti che si diversificato fra di loro e che costituiscono la fetta più grossa della politica solo per tenersi …la poltrona.
    Disaffezione alla politica da parte dei cittadini? Certo è quello ch3e vogliono:convicere i pochi rimasti per gestire in minoranza il Governo della cosa pubblica.
    Che vergogna…ma arrivare al punto di sabotare l’unica forza politica nata per reazione a questo scandaloso sistema è come volersi tagliare il pisello per far dispetto a chi ?

    Piace a 2 people

    • Caro Cagliostro, che conte sia un moderato non vi è dubbio, ma non ha tradito nessuno visto che non è mai stato un movimentista prima della sua elezione paradossale a presidente del m5s. I Traditori sono altri: Grillo, Di Maio, Fico etc…Quelli che per un dennio e più hanno professato intenzioni e progetti politici completamente sconfessati dall’appoggio al governo immondo di Draghi.

      "Mi piace"

      • Ha ragione! Si tradisce quando si promettono determinate cose e poi si fa l’esatto opposto. In particolar modo si tradisce quando si hanno dei contenuti e si dice qualcosa…e visto che l’avvocato del popolo e sprovvisto dei primi e quando parla, oltre a masticare le parole, nei suoi sermoni tranne le solite retoriche da pretino non dice assolutamente NIENTE! (vedasi l’intervista dell’annunziata), non ha assolutamente tradito nessuno

        "Mi piace"

      • Cesare
        Giustamente fai notare che giuseppi non è mai stato un 5*, e questo è quello che ho sempre sostenuto, giuseppi è un pd-l, una razza a me particolarmente riprovevole, pertanto lo vedrei bene insieme a speranza Bersani letta e tutti i suoi compagni di merenda, tutto il bestiario della pseudo sinistra che non ha nessuna affinità con quello che dovrebbe essere una sinistra,
        Perciò nessuna credibilità accreditata a giuseppi.

        "Mi piace"

  14. La disaffezione dei cittadini/elettori verso la politica, che poi si traduce in astensione. ….chi si astiene, pensa, in buona fede o per disinteresse, perché esiste anche questo, la platea degli indifferenti, di manifestare il proprio dissenso, sarebbe pure scelta legittima se poi al dissenso teorico seguisse un dissenso reale, di opposizione civile quotidiana, un esempio semplice: spegnere la televisione, anche quando ci sono le partite di calcio. … il 40% o più degli aventi diritto non va a votare,c’è da chiedersi cosa succederebbe se si astenessero anche dal ruolo di spettatori, dove mediatizzazione e pseudoinformazione rappresentano il balcone di palazzo Venezia della politica nostrana che genera disaffezione e disillusione. …un cataclisma, visto che la politica in Italia, e non solo, è essenzialmente questo: spettacolarizzazione, manipolazione, tifoseria! Intanto mi astengo da un ruolo funzionale a ciò che non mi piace, poi provo a costruirmi un’ opinione, possibilmente critica e razionale, ed infine scelgo di esprimere la mia preferenza politica, attraverso l’ unico strumento ancora fruibile anche se traballante : la scheda elettorale! Perché l’ astensione, intesa come protesta, rischia di essere lo scopo ultimo a favore di ciò che non ci piace, meno italiani votano, più risulta determinante e vincente! Sono 70 anni che ci vogliono convincere a non votare, perché tanto sono tutti uguali… e pare ci stiano riuscendo. …..il messaggio è : state a casa aspettando il partito/movimento perfetto, nel frattempo ghe pensi mi delle vostre vite……Il M5S ha fatto degli errori, ci sono soggetti che meriterebbero una pedata nel cubo in segno di sentito mandato a fa in ….ma vogliamo buttare via il bambino con l’ acqua sporca? Oppure si può pretendere un cambio di esponenti, linea politica, rispetto di valori, programmi ed intransigenza nel perseguirli? Il M5S è stato l’ unica novità politica in 70 anni, è conveniente seppellirlo perché nelle condizioni date non è riuscito nella “rivoluzione” che pretendiamo civile, democratica, pacifica, nel perimetro della democrazia parlamentare, dove i numeri stanno 33 a 67? Fra 33 e 67 chi vince? Si governa da soli con il 33%? Ed astenersi impedisce a quel 67% di governare, sostenuto dal 40 o 30% degli elettori? Governa ugualmente! Non vi piace più il M5S? Conte non è adatto? Bene, in parte condivido, allora votate altro, ma votate! Quanto a Conte, io lo giudico dalle scelte, e non su pregiudiziali, il M5S è entrato nel governo Draghi per il volere del fondatore/garante Grillo e degli iscritti, ora mi aspetto da Conte un cambio di linea, che si sarebbe dovuto palesare già con invio armi e questione Petrucelli, ma rimango in attesa degli eventi…..se deludenti farò altra scelta, perché credo che un’ alternativa sia sempre possibile, pensare che non ci sia alternativa politica è quanto si vuol far credere affinché poi nulla cambi!

    Piace a 1 persona

    • Alessandra
      D’accordo, io e quasi tutta la famiglia usiamo il televisore per guardare documentari e film e nient’altro, ne un tg, ne una partita, fino a pochi giorni fa leggevo il FQ, ho smesso di leggere pure quello, solo qualche informazione di cronaca sulla nazione di Firenze,
      Preferisco di gran lunga informazioni provenienti dal web.
      Detto questo perder tempo per votare un mv che avrebbe dovuto lottare per un cambiamento, lo so che cambiare è difficilissimo, e ritrovarsi con un Gigino o bibitaro e un giuseppi pdiota preferisco impiegare il mio tempo in attività più piacevoli.
      L’unica speranza è che il Dibba riesca, con i fuoriusciti del mv, a ricreare una qualche attività politica che si avvalga dell’esperienza vissuta per non ricadere nei soliti errori ( i furbi )

      "Mi piace"

  15. Veramente dall’annunziata ha appena detto che ‘la crisi di governo non è all’ordine del giorno’ quindi i giornalisti del fatto hanno scritto l’ennesimo articolo fuffa. Marchino Travaglio, datte pace!

    "Mi piace"

  16. Alessandro Cagliostro, per favore! I piddini, anche se nel male, qualche contenuto lo esprimono quando parlano e conoscono almeno le basi della politica. Conte è solo un bambolotto scelto attraverso un casting (…per ammissione dello stesso spadafora), un borioso che si è completamente montato la testa e dove il pd, attraverso i suoi canali di comunicazione e i suoi giornali (internazionali), capendo il soggetto ne hanno esaltato l’egocentrismo facendogli credere di essere uno statista per poter fare, attraverso i voti di quegli scappati di casa del 5 stalle, tutte le porcate che non si sono mai permessi di fare ‘direttamente’ per paura di perdere quella loro percentuale di potere, nascondendosi dietro un ‘governo di unità nazionale’. Ho provato a seguirlo dall’annunziata…e niente! più si fa vedere in televisione e più si nota tutta la sua pochezza, non riuscendo ad esprimere o ad avere una posizione su niente.

    "Mi piace"

    • Sfondi una porta aperta, mai detto che giuseppi sia un gran politico, sempre e solo sostenuto che è un pdiota, lui stesso lo ha dimostrato in più occasioni, un bravo forse onesto, azzeccagarbugli e nient’altro. Un passo avanti 2 indietro,
      Non mi interessa.

      "Mi piace"

    • Jonni d
      Salve
      Ogni voto finisce sistema e il sistema ringrazia.
      No grazie, io non legittimo il sistema, soprattutto questo sistema.

      "Mi piace"

      • @ Cagliostro: invece lo fai eccome, la differenza tra me e te è solo nella consapevolezza (oltre ad un malcelato intento autoassolutorio, da parte tua). Tu pensi di far dispiacere a qualcuno astenendoti, invece ti ringraziano tutti. Se voti, ti ringrazia solo uno.
        Se ti fossi amico ti consiglierei di crescere: non è mai troppo tardi.

        @ Gatto: prego, non c’è di che.

        "Mi piace"

    • Settimo: non arrubbare!

      Ho sentito il Sistema: mi ha detto che ringrazia tutti, soprattutto quelli come te…

      "Mi piace"

  17. “Sarò il presidente di un M5S che dice no all’aumento massiccio delle spese militari…”!

    quindi, per converso, sarà il presidente di un m5s che dice si ad un aumento NON massiccio delle spese militari…?
    a volte é nei dettagli che si nasconde il diavolo…!!!
    traditori.
    traditori di Gianroberto, di migliaia di attivisti e milioni di elettori onesti ingnnati!
    solo traditori.
    nient’altro che traditori.

    "Mi piace"

  18. A leggere i commenti mi viene la depressione. Premetto che il tifo per me è per i miei figli è robbba per handicappati culturali, predicato anche ai miei studenti e meno male che mi è andata bene, e che qualche genitore di quelli handicappati forte, non mi ha menato, per aver cercato di spiegare ai loro figli che il tifo è quella roba li. Mi ha colpito il commento di chi si è ripagato i suoi 12 anni di attivismo buttato alle ortiche, sfruttando la porcata del 110%. La più grande della storia repubblicana. Per inciso solo qualche giorno fa ho assistito ad un tir pieno di infissi dismessi di alluminio, con vetrocamera, installati solo due anni prima: un crimine contro l’ambiente e contro la parte della società più debole e bisognosa. Schifosi farabutti, senza pudore! Purtroppo non avevo una villa da ristrutturare ne’ in città, né in montagna, né al mare, né in un posto sperduto senza nessuna significanza e non ho potuto sfruttare il 110 % alle spalle dei coglioni degli italiani. E ancora non sono riuscito a farmene una ragione! Ma mi meravigliano ancora quelli che credono ancora che il dentifricio possa essere rimesso nel contenitore, specie i seguaci del ballista, falegname a coda di rondine, che ha lo stesso mio rancore, io per il 110%, lui perché ha buttato nel cesso l’occasione della vita il 2018, nella convinzione che non potevano stare due galli nello stesso pollaio e che al giro successivo sarebbe stato chiamato come Cincinnato. Non immaginando, solo lui, che i suoi amici si sarebbero intonnati peggio di un mastella qualsiasi ed alla fine il castello di falsità (costruito sull’honesta’ e c’è ancora qualcuno che dice … almeno “non arrubbano”8, dopo che ci hanno rubato la speranza, massa di bsd frd e fdp) sarebbe crollato e ora è alla ricerca spasmodica di un posto al sole la prossima tornata, dopo che finalmente potrà riabbracciare Conte perché ha abbandonato Draghi, non importa se un giorno prima della scadenza della legislatura. Ma so’ soddisfffasssioni! Adesso vi chiedo, ma perché avete aspettato tanto ad esternare che quelli erano i portavoce dei cazzi loro. Io, subito dopo, nel rivedere la faccia di tolla del semianalfabeta, avevo capito che ero stato garbato e per prima cosa alle europee del 2019 ho fatto il gesto dell’ombrello al gabinetto/cesso elettorale, mentre voi vi attardavate … con i nostri portavoce! Adesso l’Alternativa NON c’è è alla ricerca di un disperato terzo mandato, sotto mentite spoglie. Poi mi fanno ridere, se non ci fosse che piangere, quelli che col 33 % cosa potevamo fare. Perché il 110% da chi è stato voluto e fatto, di questa demenziale politica energetica chi è l’azionista di maggioranza se non il 33%. Il problema non è il 33 %, il problema è della massa di incompetenti bsd fdp che col 33 hanno fatto le cose che più sballate non si può. Non voterò nessuno, ma non posso mandare all’ammasso la mia cultura tecnica. Se domani qualcuno ha il coraggio di concentrare TUTTE le risorse DISPONIBILI nel favorire, con un incentivo dell’80% , magari diluito in 5 anni, direttamente dietro presentazione di fattura e attestato di conformità da parte del GSE e null’altro, per il fotovoltaico su ogni tetto, laddove l’energia si produce e si consumo, allora farò pace con la cabina elettorale, votando anche belzebu’.

    "Mi piace"

  19. E allora quale sarebbe lo scopo dell’ astensione? Far collassare il sistema? Negli anni è cresciuta, ed il sistema di potere non ha neppure un graffietto…..mai stato più saldo, ci sta appena portando in guerra……Se consideriamo la protesta e le conquiste di 50 anni fa quando votava il 95 % degli italiani, pare che fossero più avanti di adesso…..con il 50% di astensione non vedo in giro grandi proteste di fronte al progressivo depauperamento di diritti sociali, aumento di povertà e diseguaglianze, informazione e dibattito pubblico ridotti a gossip! Ci hanno così rincoglionito e sfinito che davvero l’ unica protesta è l’ astensione? Oppure è quanto di più gradito e consequenziale al rincoglionimento generale, zitti, muti e possibilmente a casa a testimoniare il proprio dissenso non votando? Sarò grulla, ma non ci arrivo! La sabbia nell’ ingranaggio va buttata, se vuoi fermarlo, altrimenti va avanti indisturbato….e ora pare un treno con tutta questa voglia di guerra tanto per sfoltire il genere umano…..

    "Mi piace"

    • @Alessandra
      Scusa, e allora .. il meno peggio? E chi sarebbe? O ancora non si scorge all’orizzonte?

      "Mi piace"

    • Alessandra
      Mi associo a Domenico Calabria, votare chi? Il meno peggio? E quale forza politica è il meno peggio? Per oltre 40 anni molti elettori hanno votato il meno peggio e il risultato è mottarella figlio di degno padre e draghi una figura da gravattaro PDC.
      Giuseppi sarebbe il meno peggio? Meno peggio di chi? Visto che fa parte del baraccone non lo considero il meno peggio.
      È come dover scegliere tra il ladro il basista e il palo, vorrebbe dire esserne complice.

      "Mi piace"

      • Ma guarda che mi tocca dire .. sono fuori me, cazzo! Ma quanto scrivi, sulle materie prime, gas, nickel sono costretto a dare ragione ad un kremilin troll come te, Alessandro. Cose da pazzi!

        "Mi piace"

  20. Chi non ha votato nel 2018 M5S avrà fatto lo stesso ragionamento, pensando che fosse il meno peggio e quindi meglio l’ astensione, ma avere il 33% o il 48% avrebbe raccontato un altra storia. …. comunque ci sono talmente tanti partiti in Italia che è possibile votare, non certamente quello a nostra precisa immagine e somiglianza, con la perfezione in tasca, non esiste, ma quello più vicino ai nostri valori, ideali, idea della società che vorremmo, riuscire ad ottenerla è altra questione, visto che esistono anche gli altri, che magari la pensano diversamente. …..i nostri padri avranno anche votato il meno peggio, ma hanno fatto conquiste che noi neppure ci sognamo, divorzio, aborto…..a noi hanno appena detto che con le famiglie allo stremo e le aziende in chiusura ,con conseguente licenziamento dei lavoratori, dobbiamo buttare in armi 13 miliardi di euro…..ho una mezza idea che gli italiani di 50 o 60 anni fa avrebbero reagito diversamente….

    "Mi piace"

    • Qualcosa mi dice che dietro lo pseudonimo di ‘Alessandra’ si nasconde una certa Roberta Labonia. Comunque, mi dispiace, ma stai raccontando una storia che vedi solo tu. Puoi anche illuderti che raccontando le stesse favole a cui abbiamo abboccato in tanti in questi anni di convincere qualcuno, ma ormai, vedendo quanto hanno fatto schifo i “portavoce” e che ammassa di scappati di casa si sono dimostrati (soprattutto la seconda ondata selezionata da gigino), è un disco rotto a cui non crede più nessuno. Quello sbrodolone di conte (che schifo, da quando ho visto la sua bavetta dalla annunziata non sono riuscito a toccare niente per tutto il giorno) è solo un bambolotto borioso malato di protagonismo, che si è esaltato appena gli hanno messo 4 riflettori addosso e pensando di essere uno statista solo perché qualche imbonitore di sistema (come bettini), capendone l’indole estremamente eccentrica, per interessi di partito (alle ultime amministrative il pd è completamente risorto) glielo ha fatto credere e pensando a sua volta di convincere (…o raggirare) milioni di persone con le quelle sue omelie da pretino di provincia e i suoi discorsi vuoti e senza contenuti. Poteva tornare, grazie alla buona propaganda fatta da casalino, a testa alta a fare il docente …non ha voluto perché pensa di essere indispensabile al paese? Allora doveva creare un suo partito…come, non ha voluto scomporsi a tanto perché, da buon approfittatore (quale è sempre stato), preferisce la pappa pronta e appoggiarsi a capo di un partito con una propria struttura invece di crearne una nuova (…e metterci anche dei bei soldini), e fatalità gli unici che sono disposti a dargli il ‘trono’ sono solo quegli scappati di casa che lui non stima affatto e che loro, a loro volta, lo sopportano solo perché non vogliono più scendere dalla giostra e esigono da lui la delega al 2 mandato? allora ne pagherà le conseguenze. Essere del m5s oggi significa essere, almeno politicamente parlando, dei morti che camminano, esattamente come gli esponenti del partito fascista nel ’45, e Conte a rimanere con loro cadrà rovinosamente, al di là del fatto che abbia o meno responsabilità proprie.

      "Mi piace"