Il caso tedesco è una bufala pro lockdown

I media celebrano la discesa dei contagi in Germania dopo la stretta per i non vaccinati come prova dell’efficacia delle limitazioni. In realtà, i divieti sono più blandi dei nostri e i malati erano già diminuiti. Ma, pur di giustificare nuove restrizioni, si diffondono bugie.

(Maurizio Belpietro – laverita.info) – Una bufala è una bufala e resta tale anche se la scrivi cento volte su cento testate diverse. In Germania non c’è stato alcun lockdown che abbia consentito di invertire la curva dei contagi, come invece ha riportato ieri la quasi totalità della stampa italiana. Semplicemente, di fronte a una quantità allarmante di positivi, i Land più colpiti hanno introdotto alcune limitazioni più blande di quelle già in vigore da noi. In pratica, è stato istituito l’obbligo del 3G, cioè di un certificato di vaccinazione, oppure di uno di guarigione o di un tampone eseguito nelle ultime 24-48 ore per poter accedere a ristoranti, teatri e palestre. Niente di tutto ciò è richiesto per poter entrare in fabbrica o in ufficio. Qualche governo regionale ha imposto il 2G, ovvero l’ingresso consentito solo a chi sia in grado di dimostrare di aver ricevuto almeno la seconda dose oppure di aver avuto il Covid e di esserne guarito. Secondo la stragrande maggioranza dei giornali italiani, ciò dimostrerebbe che rinchiudere in casa i non vaccinati (cosa che non è avvenuta), come qualche presunto esperto sta suggerendo di fare nel nostro Paese per abbassare la curva dei contagi, consentirebbe di impedire la diffusione del virus. In realtà, chi conosce la situazione e non si limita ai titoli dei quotidiani, sa benissimo che non esiste alcuna correlazione scientificamente dimostrata tra le misure adottate in Germania e l’andamento dell’epidemia. Prova ne sia che ad Amburgo, città-stato nel nord del Paese, i divieti di cui oggi si parla sono in vigore dalla fine di agosto (giustificati dall’accusa che il 95% dei contagiati fosse no vax, affermazione falsa per cui di recente il sindaco ha chiesto scusa), ma ciò non ha impedito che nei mesi successivi il Covid si diffondesse e che nella settimana fra il 13 e il 26 di dicembre si registrassero quasi 13.000 contagi su una popolazione dell’area metropolitana che è superiore ai cinque milioni. Del resto, che l’abbassamento dei contagi abbia poco a che fare con gli interventi delle autorità, ma l’andamento sia più legato alla stagionalità, lo dimostra il fatto che la curva era in discesa già a fine novembre, prima del finto lockdown. Ma ne è prova anche il fatto che in Romania, Paese con un basso tasso di vaccinazione che non ha adottato le misure della Germania, il flusso dei positivi è comunque in discesa, dopo un periodo di forte crescita. Insomma, a differenza di quanto riportato, il «modello tedesco», come è già stato classificato dalla stampa, insegna poco o nulla, e non c’è molto da imparare neanche da altri Paesi che fino a ieri erano portati in palmo di mano, a cominciare da Israele o dall’Irlanda, dove dopo un periodo di relativa tranquillità e di livelli di immunizzazione elevati, i positivi sono tornati ad aumentare.

Una bufala è una bufala e resta tale anche se a spacciarla è un professore con un fior di curriculum. Abbiamo già avuto modo di raccontare quella diffusa da Matteo Bassetti su contagi e vaccinati in California o quella propalata da Franco Locatelli a proposito dei ricoveri in terapia intensiva sotto i 59 anni o, ancora, quella pronunciata da Fabrizio Pregliasco sulla bassa contagiosità di chi è positivo nonostante il vaccino. Ieri, sul Corriere della Sera, Sergio Abrignani, forse nel tentativo di innescare una guerra tra immunizzati e non, ha accreditato l’idea che più dell’80% delle terapie intensive sia occupato da persone che non hanno ricevuto alcuna dose. In realtà, a guardare i dati diffusi dall’Istituto superiore di sanità non sembrerebbe. Su quasi 1.200 ricoverati, il 63% era rappresentato da persone non vaccinate, ma il resto dei degenti aveva completato la terapia vaccinale. Nella fretta di addossare ogni colpa ai non vaccinati, dunque Abrignani ha un po’ ecceduto con le percentuali. Cosa che per la verità ha fatto anche il presidente del Consiglio nella conferenza stampa di fine anno, quando ha risposto che i decessi per Covid si registrano quasi tutti fra coloro che hanno rifiutato l’iniezione. È vero che in percentuale, considerando il numero di persone vaccinate, fra i renitenti alla puntura si ha un numero di decessi molto elevato (722), ma in numeri assoluti ci sono anche centinaia di persone che avevano fatto prima, seconda e perfino terza dose (42 con una sola, 991 con due o tre).

Si diceva: una bufala è una bufala e prima o poi non passa inosservata. In Gran Bretagna, di recente, il capo della sanità è stato accusato di aver diffuso statistiche fuorvianti sui ricoveri, sopravvalutando il rischio Omicron per spingere verso restrizioni più severe. Ma nel Regno unito la stampa fa il proprio mestiere, mica quello dei politici o dei tecnici. Infatti, invece di riprodurre a testate unificate ogni notizia, verificano le fonti e se le dichiarazioni non corrispondono al vero ne chiedono conto. Il che non significa essere pro o no vax, significa non spacciare per vero ciò che è falso.

39 replies

  1. Sarebbe bello se tutta la stampa non spacciasse ciò che è falso come vero ( Verità e Belpietro compresi).

    Certo è che la narrazione del calo incidenza contagi in Germania dovuta al lockdown no vaccinati fa un po’ ridere.

    E subito da noi tutti a chiedere la stessa misura , senza sapere in cosa è consistita davvero quella presa in Germania.

    A proposito di poca avvedutezza……

    Nessuno che chieda ai migliori perché non si è imposto un prezzo minimo alle fp2 prima di renderle obbligatorie.

    Esperienza personale : un pacco di 50 fp2 , acquistate su Amazon prima di Natale., ricevute ieri.

    Ho provato a riacquistarle. ….scomparse e le poche disponibili sono o con prezzo raddoppiato o con consegna il 18 gennaio.

    Quelle in vendita nei supermercati sfiorano in media i 2€.

    Gianni

    "Mi piace"

  2. Può essendomi antipatico belpietro in questo momento è uno dei pochi giornalisti che cerca di far chiarezza caos delle notizie sul covid. Fin quando ci sarà un nemico (sivax Vs novax e viceversa), la gente sfoghera le proprie frustrazioni su un nemico reale o di poca importanza, e i media in questo svolgono il loro sporco lavoro. Guarda caso infatti le proprietà dei giornali sono in mano, non a editori puri ma a chi detiene il potere economico finanziario. Infatti anche se questi investimenti non sono redditizi, possono essere utili per determinare i loro interessi. L’esempio più eclatante è stata l’ascesa del megagalattico super Mario

    "Mi piace"

  3. Mai avrei pensato di dover leggere Belpietro per avere un resoconto un po’ più obiettivo della realtà. Sono allucinanti certi articoli di certi illustri giornalisti su carta stampata o in Tv: di una faziosità tanto chiara quanto disgustosa. L’obiettivo sarà pure nobile e giusto, far vaccinare più gente possibile e nel minor breve tempo possibile per limitare i morti di Covid, ma non si rendono conto che raggiungere questo obiettivo, tutto.da discutere sull’efficacia finale, tramite false interpretazioni della realta’, è quanto di più grave possa compiere un giornalista, che diventa complice di un attacco alla democrazia nella sua essenza

    "Mi piace"

    • @sal
      Belpietro difensore della democrazia mi mancava di leggerlo.
      E come no, quello vicino ai violenti manifestanti fascisti, quello vicino a chi negava l’arrivo della seconda ondata l’anno scorso, vicino ai nomask, favorevole alla riapertura delle discoteche, detonatori del contagio. Quello che si faceva portavoce delle lamentele dei gestori di locali è ristoratori per L’ESIGUITA’ DEI RISTORI, erogati sulla base delle loro dichiarazioni dei redditi pregresse. Quello contrario al lockdown con 600 morti al giorno, perché il governo Conte ll voleva rubargli il Natale.
      Parliamo dello stesso soggetto che oggi contesta quanto fatto in Germania SENZA AVER MSI SOLLEVATO IL SEDERE INCOLLATO SULLA SUA POLTRONA PER VEDERE DAL VIVO LA SITUAZIONE TEDESCA?

      Piace a 1 persona

  4. @Gianni
    Mascherine FFP2 in vendita presso la parafarmacia dello Spazio Conad (ipermercato) di Benevento a 1€ l’una.
    Dicevi?

    Che a parlare di bufale sia il direttore de LA FALSITÀ è paradossale e tragicomico.
    Sempre a farne una questione di lana caprina il bufalara massimo.
    Vuoi rovinargli la sua narrazione sull’inutilita’ dei vaccini?
    Sull’inutilita’ del Green Pass che è l’unico strumento per scovare i contagiati?
    Per spingere verso le inesistenti cure domiciliari per pazienti gravi?
    Arriva a citare il caso della Romania che, in presenza di un basso numero di vaccinati, assiste oggi ad un calo di nuovi contagi. Estiqatsi non vogliamo aggiungerlo?

    Studiamola:
    Romania
    Popolazione 19.050.000 abitanti
    Contagiati 1.803.311
    Incidenza 94.678/1 milione di abitanti
    Totale morti 58.575
    Incidenza morti 3.075/1 milione di abitanti
    Numero tamponi 16.922.375
    Rapporto 888.459/1 milione di abitanti

    Italia
    Popolazione 60.330.000
    Contagiati 5.678.112
    Incidenza 94.118/1 Milione di abitanti
    Totale morti 136.753
    Incidenza morti 2.267/1 milione di abitanti
    Numero tamponi 135.699.123
    Rapporto 2.249.294/1 milione di abitanti

    IL solito bastardo mistificatore
    A) L’Italia è stata travolta per prima dalla pandemia mentre la Romania continua a dormire
    B) In Italia i contagiati si cercano anche grazie al GREEN PASS, da loro NO, ed è facile prevedere una nuova impennata.
    C) Tasso positività al tampone in Romania è del 10,6565% mentre in Italia è del 4,184%

    È probabile che si sia infettata almeno METÀ POPOLAZIONE,.
    Possiamo mai confrontarci con uno stato che non è affatto virtuoso? Che ha 1/4 di popolazione di etnia rom? Che registra sacche di miseria da Terzo Mondo?

    Infine il💩 continua ad insistere ammucchiando i numeri in valore assoluto, guardandosi bene dal confrontare le INCIDENZE nei NOVAX rispetto ai vaccinati.
    Disonesto dal principio all’epilogo del suo vaneggiamento.

    Piace a 1 persona

    • Ah, ecco lo scorinamento quotidiano. Mancava. Vai a farfalle, non hai compreso che ci e ti prendono per il culo. I camici bianchi dicono qualcosa che in partenza è falso. Mentono e lo sanno , ma tu insisti, non vuoi capire ed insisti. Mi dispiace per le delusioni che ricevi.

      "Mi piace"

      • Si PINO, ci prendono per il culo, è tutta una farsa ma voi siete superiori a tutto ciò, almeno quelli che rimarranno vivi. PS : hai sentito che è morto un altro no vax d’eccellenza, il famoso Mauro da Mantova, un brutto raffreddore se l’è portato via dopo che aveva cercato di contagiare un intero supermercato 🤷‍♀️

        "Mi piace"

    • @ Jerome B.

      Parlo della mia zona ,( Gallura) dove la media tra Lidl, supermercati e Brico è vicina ai 2 €.

      È un fatto che quelle buone made in Italy su Amazon sono quasi scomparse.

      È anche vero che purtroppo le indossano in pochi..

      Gianni

      "Mi piace"

  5. @martello
    Ci voleva belpietro a far emergere la vostra ignoranza.
    Come imbroglia lui nessuno è in grado di seguirlo.
    IO POSTO SEMPRE TABELLE E NUMERI.
    Voi sparate nel mucchio per creare confusione.
    Ma cari piccoli balordi, vi informo che nel paese REALE SIETE MINORANZA, CHIASSOSA, VIOLENTA E PROFONDAMENTE IGNORANTE.

    Piace a 1 persona

    • Zio Geronimo, due cose. La prima, questa storia della Romania pare sia stata messa in giro per primi da EtruriaWeb, presto arrivera’ quella sull’India e i suoi pochi morti senza lockdown (ovvero: sottostimati di un sesto, stime di un solo Stato, e centri urbani e basta). Punto secondo, la Conad, che come tutti sanno e’ una cellula del complesso ideologico-industriale del Gran Reset, fa prezzi bassi in modo da invogliare le persone ad acquisti di prodotti (a loro volta furbescamente scontati) pieni di glicofene, allume, Sinedrionil, Viagra, campioni di coltura cellulare embrionali geneticamente modificate con l’overlay del Canale Alfa, Guenonina, nanoparticelle di metalli tossici e tracce di metalli bugiardi, piu’ la spettrometria di massa del mio ultimo orgasmo eterogenito del 2018. Hanno fatto fesso pure a te…

      "Mi piace"

    • @Jerome. Attieniti a quel che ho scritto. Cioè al fatto che il lockdown per i non vaccinati in Germania è Austria sia una bufala. Non mi pare che tu sia riuscito a contestare questa parte dell’articolo, semplicemente perché non puoi.
      Le percentuali le lascio a te, infatti la seconda parte dell’articolo già non mi convinceva sulla Romania, e tu mi hai dato la conferma. I neuroni li avevo già attivato da solo. E quando dico di attivarli, mi riferisco ad entrambi i fronti(si vax e no vax). E ribadisco, vediamo quale capriola faranno per giustificare la quarantena di 3 giorni ai vaccinati. Già mi sto leccando i baffi

      "Mi piace"

    • Ooohh, te pareva che Jerry B. non se ne usciva con altre delle sue PSEUDOSTATISTICHE.

      Infatti Belpietro ha detto:

      ”’Ma ne è prova anche il fatto che in Romania, Paese con un basso tasso di vaccinazione che non ha adottato le misure della Germania, il flusso dei positivi è comunque in discesa, dopo un periodo di forte crescita. ”’

      E ovviamente Jerry dice che non è vero, che hanno avuto più morti di noi in % ecc ecc ecc.

      MA la Romania ha avuto il picco di contagi 2 mesi fa… con oltre 18.000 casi.

      Ieri era a poco più di 500.

      I casi attivi sono passati da 198.000 a 11.000

      I morti da 622 a 24.

      Quindi Belpietro ha ragione e Jerry B ha TORTO, così come quelli (tipo la paolaBLatta) che gli vanno dietro.

      PS ma quando ti levi dalle 00 Jerry?

      "Mi piace"

      • @sm bugiardo seriale
        Le mie sarebbero pseudo-statistiche?
        Perchè tu su quali numeri basi la tua propaganda di melma?
        IN ROMANIA SI E’ CONTAGIATA META’ POPOLAZIONE lDl0TA.
        Ma presto da loro i contagi riprenderanno a salire.
        Ma hai capito o no che gli infettati NON LI CERCANO?
        In proporzione sulla popolazione hanno 1/3 dei nostri tamponi, ma hanno un tasso di positività al test 2,5 volte più alto di noi.
        Ergo si è infettata metà popolazione e mettessi in correlazione fra loro tali rapporti.

        Capisco che per te è impossibile comprendere un ragionamento perchè, nella migliore delle ipotesi, sei un troll prezzolato e nella peggiore un fake bot precaricato a ripetere la stessa litania in loop..
        Ma ora dacci un taglio con le tue scemenze.

        Piace a 1 persona

      • “Il 9 novembre 2021 anche in Romania è stato esteso lo stato d’emergenza. Al momento le regole prevedono che:
        Eventi di vario genere si possono tenere solo tra le 5 e le 21, e comunque la capienza dei locali (all’aperto o al chiuso poco conta) al massimo può essere al 30% del totale.
        Chi partecipa a questi eventi deve indossare la mascherina.
        La scuola è in presenza solo nelle zone in cui l’incidenza a 14 giorni è inferiore a 3/1000 abitanti.
        Non si possono fare feste e ritrovi privati dopo le 21.
        Per corsi di formazione professionale, workshop e convegni valgono tutte le regole di cui sopra, e inoltre vige l’obbligo di vaccinazione completa.” https://www.butac.it/etruria-news-e-la-romania/

        "Mi piace"

      • “Infatti Belpietro ha detto:”

        “Infatti”??? Al contrario di quelli che resuscitano tu sei capace di rimorire…

        "Mi piace"

      • X Jerome Bisch…ero

        Io sarei un troll prezzolato nella migliore delle ipotesi,

        tu nella migliore sei uno psicotico grave con lo scolapasta in testa e supportato da un olandese fumante.

        Siete due pagliacci dello stesso livello, ovvero rasoterra.

        Almeno l’olandese è più simpatico di te, che ti esprimi in maniera più tossica di lui.

        "Mi piace"

  6. Si può sempre attingere alle fonti:

    https://www.deutschland.de/en/news/coronavirus-in-germany-information

    Come si vede molte restrizioni sono in vigore solo da oggi e quando si parla di “obbligo vaccinale” si pensa solo a determinate categorie, già in obbligo da noi da tempo.

    Con la Rete è facilissimo attingere informazioni: sui siti ufficiali sono anche in Inglese.

    I siti tedeschi di informazioni sono fatti molto bene:

    https://www.destatis.de/DE/Home/_inhalt.html

    https://www.deutschland.de/en/germany-at-a-glance

    "Mi piace"

    • Gentile Carolina, nostro figlio vive in Svezia. Ha dati di prima mano. Chi della stampa Tedesca o Italiana ha mai raccontato che DA PIU’ DI DUE ANNI i giovani Tedeschi EMIGRANO in quel Paese per cercare lavoro?
      Un saluto

      "Mi piace"

      • Cosa ci entra con il Covid?
        Ovviamente chi può va dove si guadagna di più. Mi pare normale. Anche tanti Svedesi emigrano negli US, sia nelle Università, sia nelle Aziende di alta tecnologia . C’è un continuo scambio.

        "Mi piace"

  7. Come dicevo prima questo tifo da stadio di alcuni che vivono per il covid leggono tutto in materia per dimostrare che sono dalla parte giusta, come fosse una frontiera che cambierà il mondo, tipo il sol dell’avvenire. Non si accorgono di quanto alle persone normali queste cose importano fino ad un certo punto. Mentre ogni giorno muoiono lavoratori (una vera strage) , mentre il costo della vita aumenta, mentre licenziano migliaia di persone con wathsapp, mentre continuano a privatizzare la sanità e le cooperative assumono medici infermieri e oss da usare come lavoratori negli ospedali, per non parlare di scuole, contratti sempre più precari ecc..

    "Mi piace"

    • mi perdoni, ma i morti per lavoro fanno un qualche 4 o 5 a settimana
      (comprenda prima che anche 1 è di troppo)
      mentre quelli che muoio per covid sono oramai vivini ai 1000 a settimana
      (questa sono 822 senza i dati di oggi che, visto l’andazzo, è probabile siano oltre i 150
      mentre la precedente erano stati solo 882)

      le paiono numeri anche solo lontanamente paragonabili?

      certo che se per lei le persone normali sono quelli che, dato che non conoscono nessuno che sia
      deceduto o ricoverato, allora il problema non esiste…. in questo caso m’arrendo, ha vinto lei

      o ritiene che fino a 2.000 decessi settimanali tutto va ancora bene

      cosa centrano poi privatizzazioni licenziamenti via WA e le cooperative che assumono
      infermieri e oss da usare come lavoratori negli ospedali (e menomale, pensi se li mandavano a lavorare le carni)
      con un virus che, bene o male, costringe tutte le nazioni del mondo (mancano solo i rettiliani) a inventare
      azioni di contenimento, lo sa solo lei.

      Piace a 1 persona

  8. Non mi metto a leggere Belpietro (signor Ennio se vuoi riassumere tu) ma il fatto che Conchita abbia aperto la sua puntatona di supplente con “Germania: giù i contagi dopo il lockdown dei non vaccinati” beh, qualcosa non torna.

    "Mi piace"

    • Calma, per tutti secondo i loro casi. Avrei molti dubbi sulla equipollenza delle procedure di questi due Paesi. Mi sembra di ricordare che in Austria – alla lettera dei provvedimenti – fossero piu’ draconiani ed in Germania fossero piu’ federali (andare appresso a come i vari Lander volessero giocarsi la carta politica della questione). Alla fine, credo che il punto sia, laddove uno Stato annuncia una riduzione delle medie *in seguito* al chiusone – se gli si crede o no. A questo servono la stampa ed i giornalisti/e: a controllare e raccontare.

      "Mi piace"

  9. “Niente di tutto ciò è richiesto per poter entrare in fabbrica o in ufficio.”
    scrive Belpietro

    ma sul sito
    bundesregierung.de/breg-de/themen/coronavirus/corona-diese-regeln-und-einschraenkung-gelten-1734724
    che dicono essere quello dell’organo costituzionale della della Repubblica federale di Germania
    che esercita il potere esecutivo a livello federale
    leggo
    Regolamenti nei luoghi di lavoro
    A livello nazionale, solo coloro che sono guariti, sono stati vaccinati o testati possono visitare il loro posto di lavoro (regola 3G).
    Il datore di lavoro dovrebbe monitorare e documentare il rispetto di questa regola 3G su base giornaliera.
    A tal fine, tutti i datori di lavoro devono anche disporre di adeguati diritti all’informazione nei confronti dei dipendenti.
    I datori di lavoro continuano inoltre a offrire un’opzione di prova gratuita almeno due volte a settimana.
    Il lavoro remoto da casa dovrebbe essere reso possibile dove non ci sono ragioni operative.

    quindi il faro della correttezza dell’informazione è un tantino impreciso

    ps
    hanno il loro app tipo immuni che si chiama Corona-Warn-App, come il nostro mostra il certificato di avvenuta
    vaccinazione o test
    7.026.369 persone in Germania sono state infettate dal virus corona.
    Il numero dei morti è di 110.805, rispetto al giorno precedente era aumentato di 372.

    noi oggi stiamo a 202 (171 se si eliminano i ritardi di Sicilia 27 e Campania 4) per un totale di 136.955 ​
    quindi in una risposta sopra ero stato ottimista totale settimana 1024

    "Mi piace"

    • E te non manchi mai, invece, di esporre con grande precisione il tuo punto di vista palesemente tarato verso la vaccinomania.

      "Mi piace"

  10. @jerome

    “Totale morti 136.753”

    So che è inutile ma ci riprovo lo stesso visto che questo è il periodo dove si è tutti più buoni e aperti al dialogo:

    136.753 –
    75.891 (morti covid da febbraio a dicembre 2020 per l’ISS) =
    60.862 (morti 2021)

    Ora, considerando che le varianti di un virus sono sempre più deboli dell’originale (e nel 2021 sono girate quasi solo varianti), considerando che il 90% degli italiani è stato vaccinato con dei vaccini che sono una bomba e che il 90% di questo 90% (grazie ai vaccini) non rischia più la morte, questi 60.862 morti da dove cappero saltano fuori?

    Non dovrebbero essere un pochino di meno, visto che i vaccini sono una bomba e Figliuolo è una bomba e Draghi è una bomba e sono tutti una bomba?

    "Mi piace"

  11. Al solito le bufale le crea Belpietro.
    A fine novembre ho fatto un viaggio di lavoro: Stoccarda, Heidelberg, Francoforte, Bruxelles.
    Non avevo ancora la terza vaccinazione e i sei mesi dopo la seconda erano scaduti il 19 novembre. La fatica a trovare ristoranti che non chiedessero il 2G+. Dovevo fare il tampone per andare al ristorante!
    I pochissimi locali che ancora applicavano il 2G controllano non solo il green pass, ma anche il documento per evitare usi impropri.

    "Mi piace"

    • La fatica a trovare ristoranti che non chiedessero il 2G+. Dovevo fare il tampone per andare al ristorante!

      ”’In pratica, è stato istituito l’obbligo del 3G, cioè di un certificato di vaccinazione, oppure di uno di guarigione o di un tampone eseguito nelle ultime 24-48 ore per poter accedere a ristoranti, teatri e palestre.”’

      Sforzarsi di leggere meglio, no, vero?

      "Mi piace"

      • Quanto sei idiota… ho letto e capito, cosa che a te non riesce mai, sto dicendo che l’articolo è pieno di fregnacce e di falsità!
        Il 3G è un ricordo, già a fine novembre quasi ovunque c’era il 2G+ e la maggior parte dei ristoranti pretendeva il tampone anche dai vaccinati da oltre sei mesi.

        "Mi piace"

  12. Non capisco perchè si continuano a leggere Tizio, Caio e Sempronio quando ci sono a disposizione siti istituzionali chiari, ben fatti ed aggiornati. Anche in inglese.
    Basta cercare, e neppure tanto.

    "Mi piace"