Uscire dall’illusione

(di Andrea Zhok) – Nel valutare la presente crisi credo sia giunto il momento di abbandonare l’approfondimento degli aspetti sanitari. Ciò che è necessario sapere per farsi un’idea è oramai disponibile per chiunque voglia ricercarlo, al di là della fabbrica di menzogne rappresentata dall’informazione mainstream. Esistono gruppi e siti che hanno pubblicato documentazione ufficiale e studi scientifici più che sufficienti per districare i punti più controversi. Chi non abbia ritenuto di cercarli e di riflettervi sopra ha fatto una scelta politica, anche se crede di essersi “affidato alla scienza”. Chi di fronte alle infinite giravolte e contraddizioni di questi mesi, ha deciso comunque di fidarsi degli esperti filogovernativi promossi da TV e giornali, ha preso una decisione di carattere politico, non scientifico: ha scelto che delegare il proprio giudizio al potere costituito sia di per sé una cosa buona, raccomandabile. 

Cercare di convincere queste persone sul piano dell’argomentazione scientifica è inutile, perché è all’opera un bias cognitivo che assume la voce ufficiale come comunque maggiormente accreditata, quale che sia il contenuto. E questo, di nuovo, è qualcosa che non c’entra nulla con la scienza o con la ragione, ma con una preliminare delega all’autorità costituita.

È perciò giunto il momento di uscire dall’illusione che ci troviamo in una condizione di “vincolo sanitario”, perché la centralità del problema sanitario è oramai manifestamente solo un pretesto e una copertura. 

Chi ha retto l’attuale narrativa lo ha fatto assumendo che la situazione sanitaria giustificava, anzi obbligava, certe soluzioni politiche. Ragionando in questi termini si è finito per immaginare che la politica qui fosse assente, e che tra la descrizione dei “fatti sanitari” e le scelte politiche non ci fosse nessun passaggio rilevante: i primi dettavano le seconde, senza alternative possibili. 

Il primo passo fatto in questa direzione – il “peccato originale” per così dire – è stato quello di giustificare il paternalismo autoritario implicito nella proposta iniziale della certificazione verde. Si è accettata senza colpo ferire l’idea che per ottenere un certo risultato come copertura vaccinale (risultato indefinito, vago e mutevole) l’unica strada fosse quella del ricatto, della pressione punitiva e non della spiegazione o della persuasione. Nonostante la risposta spontanea della popolazione all’opportunità di vaccinarsi fosse stata ampia nella prima metà dell’anno, si è deciso che era necessario abbandonare la persuasione e passare alla coazione. Nessuno si è preso la briga di considerare la possibilità di convincere con ragioni e argomenti chi fosse dubbioso. Si è data per scontata la visione elitista e antipopolare – che i media alimentano e le istituzioni sottoscrivono (si veda l’ultimo rapporto Censis) – per cui la gente sarebbe “irredimibilmente irrazionale”, “irrecuperabile al buon senso” e che per indurla a fare la “cosa giusta” bisognasse sottoporla ad un ricatto. 

Così, le stesse istituzioni politiche che per anni hanno demolito la pubblica istruzione, e le stesse televisioni che per anni hanno addormentato le coscienze, si sono sentite in obbligo di concludere che il gregge umano poteva essere condotto alla “cosa giusta” solo con spintoni e intimidazioni. 

È un’ironia beffarda che quest’opera coercitiva sia stata promossa nel nome della scienza, laddove la “scienza” sarebbe rappresentata non dal confronto con altri scienziati dissenzienti, ma dal principio d’autorità, di cui sono stati investiti personaggi politicamente lottizzati, o in clamoroso conflitto di interesse. La “scienza” cui ci si richiama è quella cosa che usa l’autorità per mettere a tacere le voci altrui, che rifiuta il confronto, e che sostiene la censura e la coercizione (un po’ come se Galileo manovrasse i supplizi della Santa Inquisizione).

Gli “scienziati” governativi hanno avuto semplicemente il compito di rassicurare il gregge e spingere per l’implementazione di un progetto predeciso a livello europeo, e che implicava da un lato la vaccinazione di massa come unica arma risolutiva, e dall’altro nessun rafforzamento significativo del servizio sanitario nazionale. Sul piano argomentativo e critico non si è mai davvero scesi, semplicemente perché gli argomenti scientifici a favore di quella scelta unilaterale non ci sono mai stati. L’unica vera certezza era che non si sapeva pressoché nulla né dell’efficacia nel tempo, né della sicurezza di quei preparati. E che perciò non si poteva né doveva discutere sul piano propriamente scientifico con i critici, ma li si doveva semplicemente travolgere con la pressione propagandistica. 

E così è stato.

Questo è il quadro iniziale, quadro eminentemente politico, che è stato accettato e glorificato da milioni di “sinceri democratici”. 

Così, si è messo in campo il ricatto della certificazione verde con l’intento ufficiale, di “mettere in sicurezza” gli ambienti (lavoro, svago, sport, trasporti, insegnamento, ecc.) e con il secondo intento (dichiarato, anche se spurio dal punto di vista giustificativo), di spingere i diffidenti a vaccinarsi.

Quanto alla pressione a vaccinarsi, il ricatto si è esercitato in modo efficace nei confronti di quei gruppi che non c’era alcun interesse sanitario a far vaccinare, ovvero le fasce più giovani. E in effetti era impossibile ricattare con le minacce messe in campo dal Green Pass le fasce più anziane, prevalentemente fuori dal circuito del lavoro, le uniche per cui la raccomandazione a vaccinarsi era ben motivata. 

Un primo brillante risultato è stato dunque di spingere a vaccinarsi adolescenti (ed ora bambini) – nonostante il profilo di scarsa sicurezza dei preparati attualmente in uso – senza riuscire, se non marginalmente, a smuovere le fasce più anziane – irrigidite nei propri dubbi dal comportamento pressorio del governo.

Quanto alla giustificazione ufficiale, di “mettere in sicurezza” gli ambienti, chiunque si fosse informato sapeva dall’inizio che si trattava di un’operazione impossibile, perché non avevamo a disposizione prodotti immunizzanti rispetto al contagio. Ma per vendere la propria propaganda il governo, le istituzioni, i media e gli “esperti” hanno dovuto spacciare per mesi la menzogna che i vaccinati non contagiavano, per passare infine alla versione morbida, e parimenti falsa, che “contagiavano un pochino, ma niente di che”. 

Questa menzogna era necessaria per giustificare l’idea che tra vaccinati e non si potesse tracciare una chiara separazione in termini di pericolosità per gli altri. Intorno a questa separazione si gioca infatti tutta la costruzione giustificativa del GP e tutta la sua retorica in termini sociali. L’aver alimentato questa tesi ha prodotto nei vaccinati una falsa sicurezza, che unita alla maggiore libertà di movimento, ha fatto del Green Pass a tutti gli effetti una licenza di contagio. E questo, sempre per la ragione di spingere alle inoculazioni, si è unito alla creazione di ostacoli verso il ricorso ai controlli attraverso i tamponi.

In tutto questo contesto, l’univocità dello sforzo concentrato sulla sola inoculazione vaccinale ha lasciato sguarnita la componente terapeutica, sia relativa al Covid, sia relativa ad altre patologie (spesso assai più gravi). Gli ospedali, che andavano in grave affanno in era pre-Covid durante i picchi influenzali, sono in grave affanno anche oggi. La lentezza della macchina sanitaria fa sì che spesso i pazienti vengano ospedalizzati prima di riuscire ad avere una conferma della propria positività. (E purtroppo ciò accade in sempre maggior misura anche per soggetti vaccinati).

In sintesi, sul piano sanitario la certificazione verde ha:

1) spinto a vaccinarsi i gruppi più giovani e ricattabili, irrigidendo invece nella diffidenza i gruppi più anziani e meno ricattabili;

2) creato le condizioni per una circolazione accresciuta del virus, allentando le cautele tra i soggetti “certificati” e riducendo l’accessibilità generale ai test (tamponi).

3) sospeso l’attenzione al servizio sanitario nel suo complesso, e alla capacità di intervento terapeutico precoce nello specifico.

Sul piano sociale il disastro è, se possibile, assai superiore. La certificazione verde ha infatti:

1) creato una davastante spaccatura sociale tra presunti “buoni” e presunti “reprobi”, “altruisti” ed “egoisti”, spaccatura del tutto immotivata sul piano scientifico, ma funzionale all’obiettivo di implementare una politica sanitaria predecisa.

2) sospeso libertà e diritti primari in una parte della popolazione, istituendo una sorta di cittadinanza di serie B;

3) Introdotto un micidiale precedente nella storia giuridica del paese, per cui il cittadino ha ora l’onere della prova di dimostrare di poter accedere ai diritti comuni.

Fin qui arriva l’analisi teorica, l’unica che ci compete.

Ora, in quanto potere autonomo come da dettato costituzionale, da qui in avanti credo dovrebbe essere compito della magistratura. 

96 replies

  1. in effetti
    “Il governo britannico di Boris Johnson non può dare per ora “garanzie premature e rigide”
    sull’esclusione del ritorno a un lockdown di Natale contro la dilagante diffusione di contagi Covid
    alimentati dalla variante Omicron.
    Lo ha detto a Sky il vicepremier e ministro della Giustizia, Dominic Raab,
    pur precisando che una decisione “non è ancora stata presa”.”

    e questi sono gli allegroni che hanno precorso le brillanti idee del fuffologo Zhok
    quindi ora sono li farsi tali domande lasciare come ora, piano B ridotto, o passare al piano B+
    ovvero lockdown natalizio?

    Piace a 1 persona

    • Emozionante come Vittio (che fa una domanda che non ha significato visto che il vaccino, come spiegato da Zhok, non è altro che uno strumento di controllo sociale e non solo un presidio sanitario come si fa credere), faccia a gara con l’ottusangolo bolognese che dimostra chiaramente, a sua volta, quanto la frase dell’articolo:

      ”perché è all’opera un bias cognitivo che assume la voce ufficiale come comunque maggiormente accreditata, quale che sia il contenuto”

      sia corretta.

      Praticamente siete la dimostrazione di come la gara del borghese più scemo dell’anno sia sempre attuale.

      "Mi piace"

      • Rispondo a Paolapci in questo spazio. Cara Paola, sarebbe pure ora di cominciare di stilare un minimo di regole che dovrebbero governare FERREAMENTE ogni blog! E queste regole dovremmo fare in modo che siano operative DA NOI STESSI, se vogliamo mantenere un minimo di civiltà e di confronto, visto che in quasi tutti i blog non esiste moderatore.
        Gli interventi come questo sopra, ci stanno, visto che i commenti non vengono controllati. STA A NOI IGNORARLI! Non dare corda, spazio, a tutti questi disturbatori che vogliono solo sabotare ogni discussione. Abbiamo visto di quali armate dispongono sia Salvini che Renzi per impedire ogni confronto civile su qualsiasi sito. E’ il loro sporco lavoro, ma noi non dobbiamo fare il loro gioco…. Lasciali insultare, bestemmiare, guastare…. Ripeto: è il loro sporco lavoro, e devono guadagnarsi il loro lurido grisbì di troll. IGNORIAMOLI, PAOLA!!!

        Piace a 1 persona

      • “Abbiamo visto di quali armate dispongono sia Salvini che Renzi…”:

        AHAHAH… un altro della razza geniale di Infosannio!

        AHAHAH…

        "Mi piace"

      • “[…] uno strumento di controllo sociale e non solo un presidio sanitario”. La tua meditata consapevolezza mi trova in solidale compassione per la tua anima, che di certo deve battersi non contro una, ma tante altre forme del vivere moderno che, eh la peppa!, di certo non ti sfuiggira’ concorrano copiosamente a questo schema. Ma tu, impavido, le lotti tutte.

        "Mi piace"

    • Gentile Vittio,
      Che dire se non che in linea di massima condivido il suo pensiero?
      Cionondimeno vorrei farle dare un’occhiata alla mia bacheca dove ogni giorno trovo messaggi del suddetto Schifoso Miserabile, alcuni estremamente volgari corredati da foto che lo qualificano per quello che è. E badi bene il problema non è il sessismo di cui mi frega zero, ma la sua costante intromissione non con argomentazioni, che evidentemente non ha, ma con insulti (che copia) e oscenità, quelle tutta farina del suo sacco.
      E sa da cosa nasce questo continuo mobilitarsi nelle conversazioni che ho con altri interlocutori? Dal fatto che essendo costui, come avrà certamente notato, un BONOBO ANALFABETA MENTECATTO ho chiarito inequivocabilmente di non voler andare con lui oltre la condivisione e la critica di battute e film di Pippo Franco.
      Ora, se per una volta, la prima, glielo giuro sulla testa di Pengue, (ma non credo l’ultima) sono io a invadere la sua bacheca, almeno lei mi lasci fare!

      "Mi piace"

      • Paola carissima, prima di tutto MASSIMA SOLIDARIETA’ A TE per questa vicenda! Che brutte cose che scrivi, Paola! Ma veramente il web può diventare la cloaca che descrivi???? CHE PECCATO!!!!! Abbiamo uno strumento meraviglioso nelle mani: una moderna AGORA’ in cui ognuno IN COMPLETA LIBERTA’ può esporre le proprie idee, confrontarsi con gli altri, arricchire la propria cultura! Il bisogno di comunicare LIBERAMENTE con gli altri è uno dei più forti, se non il più forte dei bisogni umani. E per colpa di quattro balordi teppisti FASCISTI dovremmo stare zitti?
        Per quanto mi riguarda, spero con tutta la mia anima che si arrivi a un FERREO CONTROLLO degli interventi.
        Insulti senza motivo? FUORI!!!! Chi insulta NON DEVE STARE IN UNA COMUNITA’!
        Paola, mi rivolgo a te e a tutte le persone per bene di Infosannio, che sono tante, EMARGINIAMO I VIOLENTI! Facciamogli capire che il teppismo verbale non deve avere nessuna cittadinanza nel blog!

        "Mi piace"

      • Ma no Vittio,
        Mi creda: meno, molto meno.
        Atteniamoci al loro peso specifico, senza dare loro alcun valore. Non ci si può sentire offesi da soggetti del genere. E qualche volta, quando mi troverà a chiamarlo per nome, ovvero Schifoso Miserabile, sia buono e me lo conceda. Anche perché il blog, dando per scontato che si sia tra adulti non può fare da balia. Il male di tutte le disgrazie italiane è come al solito il suffragio universale: si rende conto che questo imbecille che pende dalle labbra di Giordano vota? Ecco quello è un problema serio, quello che riguarda il blog è poca roba al confronto.

        Piace a 1 persona

  2. Nessuno mi ha intimidito, nessuno mi ha spinto a fare la vaccinazione, nessun ricatto ne’ esplicito ne’ subliminale. Credo che questo Zhok abbia bisogno di farsi un giro in una terapia intensiva.

    Piace a 1 persona

      • @SM
        Ma tanto a te, alla fine, caz… te ne frega?

        #COVID_19 Les forces de l’ordre ont découvert au moins 182 000 faux pass sanitaires en France depuis l’instauration du dispositif cet été, selon un nouveau bilan du ministère de l’Intérieur.
        Pure in Francia, anzi più che in Italy, ci danno dentro con i Green Pass fasulli.

        "Mi piace"

      • Paoletta, ma per quanti secoli mi porterai rancore perché ti ritengo non meno scimmia di quel che pensi io sia?

        Ci tieni proprio tanto a passare per una bulletta con un senso dell’onore da corleonese e il senso dell’umorismo di un marco Boh?

        "Mi piace"

      • BONOBO ANALFABETA MENTECATTO

        Non sentirti minacciato da me, non hai una reputazione da difendere. Se ne sono accorti tutti di quanto sei fesso.
        L’ho solo sintetizzato in 3 parole.

        Piace a 1 persona

      • Ah ah ah!
        Oddio! Non lo avevo letto lo Schifoso Miserabile dà a me della bulletta!

        BONOBO ANALFABETA MENTECATTO
        E ripeto, se ne sono accorti tutti! Anzi se ne FOSSERO ACCORTI tutti!!!
        Ah ah ah

        Piace a 1 persona

  3. Ma chi è questo…,come fa a non sapere che nel paese del “sottosopra” la verità diventa menzogna e viceversa,con quel cognome poi sembra uscito dall’epoca della pietra…
    E si “aggiorni” cavernicolo siamo nel “sottosopra” e non nei suoi presunti mondi fantasiosi dove la verità è soltanto verità e la menzogna è soltanto menzogna…

    "Mi piace"

  4. Stupendi i due cialtroni @Chat Noir e @Volpe SM…. Quando uno si fa avanti l’altro fa il palo, e viceversa. Neanche Comencini… ahahahah…

    "Mi piace"

      • @Chat Noir
        Ma cosa c’entrano i suoi lisciamenti e paolapci testa vuota?
        Lei monitora, come fanno i pali, e sbuca all’improvviso da dietro l’angolo a dire la sua. Lo stesso fa il suo degno compare quando è lei a delirare. È uno spasso.

        "Mi piace"

      • Mi domando, testa piena (non occore specificare di cosa…): pensa seriamente di non essere sbucato all’improvviso da dietro l’angolo a dire la sua?

        Ma quanto sei sc3mo?

        Appurato questo, mi PARE (cit.), per me, per lei, per chiunque su un blog, del tutto legittimo intervenire quando lo si ritiene necessario, senza chiedere il permesso a nessuno e senza che qualcun altro pensi che ci siano persone nascoste dietro l’angolo in attesa; di solito, i ritardati come lei sono anche quelli che credeno di potersi nascondere, solo perché chiudono gli occhi, come all’asilo.

        Non si faccia curare, resti com’è che è uno spasso…

        "Mi piace"

    • Scusa eh Santo!
      Ora la volpe senza uva sarà pure un negazionista, un novax a 5 g, ha dimostrato oggi di avere difficoltà con la tabellina del due (mi ha fatto tenerezza), soprattutto è uno lentissimo, ma un libro in vita sua l’ha letto. Il BONOBO invece ha creduto di compensare scrivendone lui 5 e credendo che fuori dalla sua testolina vacante la cosa passasse inosservata.
      Ecco io non li sovrapporrei, farei le dovute differenze.

      Piace a 1 persona

      • X Paoletta,

        se tu mi dai del bonobo o mi dimostri che sei meno umana di me oppure dovrò considerarti bonoba quanto me.

        O sei di una razza superiore apparsa prima di Atlantide, quella dei PiCIni?

        E’ la tua gradassaggine che continua a vedersi in maniera imbarazzante.

        E tu te la prendi con chi te lo fa notare.

        E se Volpe non è tanto volpe, anche tu, che ci hai messo un mese buono per imparare il numero dei libri che ho scritto, non rifulgi di luce perpetua.

        "Mi piace"

      • Riassumiamo così.
        Il fatto è che credo che perfino al povero Volpe farebbe orrore essere associato al BONOBO autoconvintosi di essere il novello Tolstoj!

        "Mi piace"

      • Meglio Tolstoj che Stolti. 😀

        Sexual activity generally plays a major role in bonobo society, being used as what some scientists perceive as a greeting, a means of forming social bonds, a means of conflict resolution, and postconflict reconciliation.[80][3] Bonobos are the only non-human animal to have been observed engaging in tongue kissing.[81] Bonobos and humans are the only primates to typically engage in face-to-face genital sex, although a pair of western gorillas has been photographed in this position.[82]

        Bonobos do not form permanent monogamous sexual relationships with individual partners. They also do not seem to discriminate in their sexual behavior by sex or age, with the possible exception of abstaining from sexual activity between mothers and their adult sons. When bonobos come upon a new food source or feeding ground, the increased excitement will usually lead to communal sexual activity, presumably decreasing tension and encouraging peaceful feeding.[83]

        More often than the males, female bonobos engage in mutual genital-rubbing behavior, possibly to bond socially with each other, thus forming a female nucleus of bonobo society. The bonding among females enables them to dominate most of the males.[83] Adolescent females often leave their native community to join another community. This migration mixes the bonobo gene pools, providing genetic diversity. Sexual bonding with other females establishes these new females as members of the group.

        Bonobo clitorises are larger and more externalized than in most mammals;[84] while the weight of a young adolescent female bonobo “is maybe half” that of a human teenager, she has a clitoris that is “three times bigger than the human equivalent, and visible enough to waggle unmistakably as she walks”.[85] In scientific literature, the female–female behavior of bonobos pressing genitals together is often referred to as genito-genital (GG) rubbing,[83][86] which is the non-human analogue of tribadism, engaged in by some human females. This sexual activity happens within the immediate female bonobo community and sometimes outside of it. Ethologist Jonathan Balcombe stated that female bonobos rub their clitorises together rapidly for ten to twenty seconds, and this behavior, “which may be repeated in rapid succession, is usually accompanied by grinding, shrieking, and clitoral engorgement”; he added that it is estimated that they engage in this practice “about once every two hours” on average.[84] As bonobos occasionally copulate face-to-face, “evolutionary biologist Marlene Zuk has suggested that the position of the clitoris in bonobos and some other primates has evolved to maximize stimulation during sexual intercourse”.[84] The position of the clitoris may alternatively permit GG-rubbings, which has been hypothesized to function as a means for female bonobos to evaluate their intrasocial relationships.[87]

        Allora, Paoletta, sei proprio sicura di disprezzare i bonobi?

        "Mi piace"

      • Non ti viene un pò da ridere quando posti questi messaggetti?

        Almeno la metà di quanto me la rido io a leggerli, intendo.

        "Mi piace"

      • Guarda grad, se aspetti che l’Empio ti spieghi cosa intendesse per @Volpe credo farà prima arrivare il Kalkin Avatara (non manca poi molto…).

        Allora provo io: LoGuasto non credo proprio intendesse @Volpe il mio amico; credo invece abbia usato il sostantivo per accostarlo a me (GATTO) in modo da poter formare il noto duo: infatti scrive @VolpeSM!

        Il poveretto non sa nemmeno di che parli.

        "Mi piace"

      • Rassegnato 1962,
        Il BONOBO ANALFABETA MENTECATTO, colui che imprerversa sul sito nominando continuamente la povera 18 enne morta, che crede che Giordano abbia vinto il Pulitzer, che dà dello scemo a tutti, che udite udite non sa cosa sia il modo del verbo (no vabbè ragazzi, ah ah ah!) e che si firma SM (Schifoso Miserabile, ma secondo alcuni Sado Maso, insomma, a piacere) ecco, costui che scrive come mio nipote scriveva 10 anni fa, cioè in terza elementare, quando gli ho fatto notare che era paradossale desse ad altri dell’ignorante essendo palese lui non avesse mai letto un libro in vita sua (aggiunsi anche che era palese non avesse mai tenuto un giornale in mano, solo articoli “webbe” letti fino alla terza riga) e lui rispose:
        “No, infatti ne ho scritti 5.”

        Giuro sulla testa di Paolo del Debbio (altro suo eroe), ha risposto così, credendo di avermi inferto una ferita mortale.

        Piace a 1 persona

      • @paolapc Risposta al tuo messaggio di 21 dicembre 2021 alle 11:31

        Ohibò… potrà anche averli scritti, potrà anche AVER PAGATO per pubblicarli, qualcuno li avrà letti. Forse sì perché trovare dei mentecatti non è poi così difficile. Mi piacerebbe darci un’occhiata… sono curioso.

        Comunque secondo me SM è femmina.

        "Mi piace"

  5. Più che della magistratura, credo che dovrebbe essere compito della psichiatria, analizzare questo testo per ravvisarci un possibile percorso di psicanalisi adattabile all’autore. Scrivere un simile cumulo di sciocchezze, non può che essere opera di una mente perversa, afflitta da evidenti sintomi da tafazzismo devastante.

    Piace a 1 persona

    • Se ti riferisci al tuo post, siamo d’accordo.

      Sennò, se vuoi essere credibile , potresti anche dire almeno qualche punto in cui non sei d’accordo con l’autore.

      ma a parte insultare, non mi pare che tu faccia alcuna disamina del testo. Comodo eh?

      "Mi piace"

      • Se non ce l’hai tu, che arrivi a contestare un articolo senza alcuna critica puntuale, perché dovrei averne io?

        Voglio dire, al limite posso vergognarmi al posto tuo per tale scarsissimo livello di capacità di analisi dei testi altrui.

        "Mi piace"

      • E dalli! La critica è possibile solo di fronte a qualcosa che possa almeno dare l’impressione di avercelo un senso. Ma, in un testo che manifesta evidenti segni maniacali, cosa si può dire?
        Sembra che abbia una mente ormai tarata su un certo standard che gli impedisce di ampliare il discorso, rimanendo sempre ancorato alle medesime motivazioni, in una sorta di solipsismo preoccupante. Per non dire della ripetitività argomentativa che ricorda molto quella di Jack Torrance in “Shining”

        "Mi piace"

      • Ahahah!
        Lui suggerisce agli altri la “disamina del testo” ah ah ah!
        Lui che non ha mai superato la fase abaco!
        Ma ritirati analfabeta!
        Anzi! Ritirati

        BONOBO ANALFABETA MENTECATTO

        Ed è un insulto se non ti fosse chiaro!!

        Piace a 1 persona

      • X PaolaPCI

        io non ho superato la fase abaco, forse; ma tu non hai superato la fase ANA(I)LE.

        E sì, quello che scrivi è un insulto, ma alla tua (discutibile) intelligenza.

        Stammi bene, mandrillona.

        "Mi piace"

      • Chissà adesso cosa pensa di te Vittio&Alloggio: MASSIMA SOLIDARIETA’ A LUI per questa vicenda!

        V&A non sa che non potrai mai far parte della sua razza eticamente superiore, il cui “bisogno di comunicare LIBERAMENTE (ahah) con gli altri è uno dei più forti, se non il più forte dei bisogni umani. E per colpa di quattro balordi teppisti FASCISTI dovremmo stare zitti? (ahahah… Dove veda FASCISTI e chi gli avrebbe detto mai di stare zitto, lo sa solo lui, ma fa niente…)”.

        No, non lo sa che il destino è stato con te baro, ché ti ha riservato un posto tra di noi turpiloquianti, tanto da essere diventata imbattibile nell’insulto e la nostra stella polare…

        Ma fa niente: magari prima o poi se ne accorge…

        "Mi piace"

      • Ti invece ti sei fermato alla fase orale! E devi tutto alla mammina, la cui foto ci proponi riproponi, pensa!
        In fondo poteva andarti peggio.
        BONOBO ANALFABETA MENTECATTO

        "Mi piace"

  6. STASERA SU RETE4:

    Dalla Palombella Rossa c’erano: la De Micheli, Minzolini, Feltri e Aldo Cazz..lo, più un virologo a caso.

    Tutti unanimi nel dire la seguente cosa:

    Le restrizioni arriveranno, MA in antitesi ad esse, ci sarà la vaccinazione perché ‘non voglio andare con 3 vaccini e mascherina al cinema e fare pure il tampone’.

    Quindi la narrazione è sempre la stessa: dare la colpa ai no-vax, al 10% che continua a non volersi punturare.

    NESSUNA e dico nessuna autocritica né di politici, né di medici, né di giornalisti. Ogni giorno hanno ragione loro anche se dicono il contrario di quel che dicevano il giorno prima (vedi tamponi) e intanto dicono che per risolvere devi fare la puntura, come se il COVID non avesse già dimostrato che delle contromisure vaccinare se ne frega e va avanti più di Draghi che ‘accelera’.

    "Mi piace"

    • Diabolico! Persevera nel rivendicare una ragione che non ha assolutamente, dal momento che, se è fallito il piano vaccinale, è fallito anche per quei milioni di tafazzini novax che non si sono voluti vaccinare, lasciando praterie aperte al virus per potersi espandere e contagiare pure i vaccinati con venti dosi. Diabolico perché finge di non sapere che non esistono vaccini immunizzanti al 100%. Diabolico perché fa finta di non sapere che, la matematica, è un bisogno di certezze sorretto da esperienze che la confortano nei risultati ma non nelle certezze. E dunque insiste con la TV e con il lavaggio di cervello che questa esegue sulle menti deboli. S ravveda finché è in tempo e lasci perdere la TV e i social che sono “lo sterco de diavolo”!

      "Mi piace"

    • Ah ah ah!
      Stasera su rete 4!
      Altro che ritirati, SUICIDATI
      BONOBO ANALFABETA MENTECATTO

      Poi alla fine l’ignoranza è l’ultimo problema. Il fatto è che è pigro e non ha voglia di imparare niente, nemmeno la differenza tra MODO VERBALE E TEMPO VERBALE!
      Vergognati

      Piace a 2 people

    • Spero tu ti renda conto SM che il rimedio a questo stato di follia totale, di cui il commento dello “squilibratico” qui sopra ne è una delle migliori espressioni, non potrà più essere semplicemente umano, ma esclusivamente divino, tanto è profondo e insanabile l’abisso (cit. colta) cognitivo nel quale è precipitata questa umanità di zombie e dal quale nessun individuo, fosse pure il migliore mai esistito, potrà mai avere la capacità di fa tornare alla luce.

      "Mi piace"

      • X Gatto:

        ma di che parla quella squinternata? I modi verbali, ma capisce quel che legge almeno?

        Gli passa roba Ennio o fa tutto da sola?

        Le dedico quest’opera omnia, chissà se ci si ritrova un pò:

        ”’Batti le mani clap clap

        Se vedi in giro ragazze pin-up

        Fa′ attenzione alle sole

        Le vedi sole ma sono sore

        Cadi in padella come un coccodè

        Hey acidella ma ce l’hai solo te

        Cosa ti mangi, yogurt col pane?

        Con lo yogurt scaduto da due settimane

        Giri per strada con fare da diva

        E l′atteggiamento da oca giuliva

        Per te un complimento è una cosa offensiva

        C’è sempre una così nella tua comitiva

        Le fai un sorriso e lei storce la bocca

        Con lo sguardo dice: “Guai a chi me tocca”

        E stà tranquilla, rilassate chica

        Ché a sta’ così tesa fai ′na doppia fatica

        Ohi, ohi, ohi, ′sta ragazza è un po’ acidella (′na cifra acidella)

        Ohi, ohi, ohi continua così che resti zitella

        Sta tutta in tiro però te la tiri

        Tratti le persone con modi ostili

        Sei acida come candeggina Ace

        Ti scaldi come carne alla brace

        Mi fai sbroccare, pensi di spaccare

        Ma sei un formaggio andato a male

        Un uovo marcio da evitare

        Una salmonella da scongiurare

        La bella è in sella della motorella

        Sulla targa leggi “Ragazza acidella”

        Sempre imbronciata

        Più acida del limone mischiato colla menta e orzata

        Ah fata (sempre) arrabbiata

        Te la tiri più de ‘na calza a rete impigliata

        Elastico fai de secondo nome

        Caso clinico, per te non c′è soluzione

        Ohi, ohi, ohi, ‘sta ragazza è un po′ acidella (‘na cifra acidella)

        Ohi, ohi, ohi continua così che resti zitella (zitella)

        Tu vuoi trovare il principe azzurro

        Però non ti meriti manco un buzzurro

        Sembri la principessa zaffiro

        E quello che ti meriti è un bel tapiro

        Meno male che non sono tutte come te

        Sennò sarei fritto come un bignè

        Vorrei sapere “ma chi te manda?”

        Forse Papi da Sarabanda

        Meglio non fargli una domanda

        Perché è chiusa come una serranda

        Mi dai lo sconforto, guardi sempre storto

        Ma stanotte hai dormito col culo scoperto

        Tira de qua e tira de là

        Acidella ce nasci nun c’è niente da fa

        Lo sguardo da pazza, i capelli incrisati

        E giurerei anche gli ormoni congelati

        Ah secca, sei più fredda de un igloo

        E t′ascolti a palla persino i Prozac +

        Acido, acida te sta a pennello

        Ma per me fai la fine del mio ritornello

        Ohi, ohi, ohi ′sta ragazza è un po’ acidella (′na cifra acidella)

        Ohi, ohi, ohi continua così che resti zitella (zitella)

        Ohi, ohi, ohi ‘sta ragazza è un po′ acidella (‘na cifra acidella)

        Ohi, ohi, ohi continua così che resti zitella (zitella)

        "Mi piace"

      • Di quanto abbai rabbioso che par quasi ti abbian sottratto l’osso succulento🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣

        "Mi piace"

      • Veramente pensi che a me importi qualcosa di una tizia ‘femmina’ che posta come PaolaPCI e della quale ho un rotondo zero di evidenza della sua stessa identità, a parte la certezza dell’acidità che essa promana da ogni parola che scrive?

        Ma veramente sei così morto di f..a?
        Perché da come scrivi sembra che questi siano i tuoi pensieri.

        "Mi piace"

      • SM, quando ti guardi allo specchio, recita:

        Specchio, specchio del mio letame
        Dimmi
        Qual’e’ il pensier che piu’ esprime la mia fame?

        "Mi piace"

  7. “Nessuno si è preso la briga di considerare la possibilità di convincere con ragioni e argomenti chi fosse dubbioso”,

    ma convincere chi?
    Quelli che non credono ai dati ufficiali ma sono pronti a bersi qualsiasi frottola su fantomatici effetti avversi senza mai spiegar quale sarebbe la loro incidenza?
    Quelli per cui visto che (purtroppo) il vaccino non fornisce una protezione duratura preferiscono farne a meno del tutto e che, ovviamente, erano e restano contrari a mascherine, distanziamento sociale e lockdown?
    Quelli che gridano alla dittatura sanitaria e poi dicono che si vaccinerebbero se fosse obbligatorio?

    E che ci vuole?

    Piace a 1 persona

    • Jingle bells, jingle bells, jingle all the way… ahahah…

      SIETE INTELLETTUALMENTE MORTI!

      Con voi non c’è possibilità di dialogo, meritate solo i peggiori insulti e sputi!

      "Mi piace"

      • Dialoghi con chi? Con chi vorresti dialogare, se non sei d’accordo nemmeno con te stesso, per quanto riesci ad essere volgare e scurrile, contrapponendoti alla tua boria naturale?

        "Mi piace"

      • “SIETE INTELLETTUALMENTE MORTI” ,

        scrisse quello con l’elettroencefalogramma piatto.
        P.s se proprio vuole, ssputi per aria perpendicolarmente e sarà sicuro di sputare sul muso al felino giusto

        "Mi piace"

      • Avere l’elettroencefalogramma PIATTO in mezzo ad una pleiade di elettroencefalogrammi CONCAVI è già un traguardo…

        PS: “ssputi per aria perpendicolarmente”: ma infatti è proprio quello che faccio sempre!

        Si è confuso e voleva dire: ssputi IN ALTO perpendicolarmente? Ecco, questo non lo faccio mai, io ssputo sempre IN BASSO perpendicolarmente, sicuro sempre di ssputare in faccia ai vermi come voi che strisciano al suolo.

        "Mi piace"

      • Sì vabbè stop, non mi chiamo volpe.
        Uno alla volta vi reggo pure, se ti fossi fatto gli affari tuoi questa discussione sul niente (niente inteso come BONOBO ANALFABETA MENTECATTO) sarebbe finita da tempo.
        Mi sa che ha ragione la nazi-nonna e chi ne ha apprezzato il commento. Come al solito devo fare io il sacrificio per il bene della comunità.

        "Mi piace"

      • Scusa grad, io stavo rispondendo a nonrosso, ERGO, la domanda sorge spontanea: che cazzo vuoi?

        Tu eri già fuori dai giochi: perché sei rientrata (legittimo, per carità, ma almeno non lamentarti…)?

        PS: la nazi-nonna ha ragione? Embè?

        "Mi piace"

      • “io ssputo sempre IN BASSO perpendicolarmente, sicuro sempre di ssputare in faccia ai vermi come voi che strisciano al suolo.”,

        per invidia immagino, visto che anche i vermi che strisciano al suolo hanno raggiunto nella scala evolutiva un livello più elevato di quello di una sacca di bile quale lei è e che pare non avere nella vita altro scopo che quello di frantumare gli zebedei con una sicumera che che mal si concilia con la sua incapacità a discutere se non con insulti e sputi.

        "Mi piace"

      • “Ssput!”,

        ha sbagliato onomatopea, quella giusta era boom, il rumore di una sacca di bile che scoppia.

        P.s. Complimenti, è intervenuto 6′ minuti dopo che avevo commentato: cos’è, ha una vita così squallida che non ha altro da fare che presidiare il blog per vedere se qualcuno la degna della pur minima considerazione?

        Che dire? Meno che patetico

        "Mi piace"

    • Questo dovresti dirlo a casa di Camilla Canepa, ‘fantomaticamente’ morta causa Astrazeneca, come anche Paternò, Tuscano e tanti altri.

      Ma i fenomeni da tastiera sono capaci di parlare senza dover farsi mai vedere, no?

      "Mi piace"

      • “ma di che parla quella squinternata? I modi verbali, ma capisce quel che legge almeno?”

        Ah ah ah!
        Il BONOBO ANALFABETA E MENTECATTO chiede ad altri di che parlo (altri che curiosamente non gli rispondono, e per la prima volta, peraltro!).
        Poraccio lui ha fatto l’abaco che ne sa dei modi verbali.
        Ah ah ah!
        Pigro e gnuuuurant!!,,

        "Mi piace"

      • “ma di che parla quella squinternata? I modi verbali, ma capisce quel che legge almeno?”

        Ah ah ah!
        Il BONOBO ANALFABETA E MENTECATTO chiede ad altri di che parlo (altri che curiosamente non gli rispondono, e per la prima volta, peraltro!).
        Poraccio lui ha fatto l’abaco che ne sa dei modi verbali.
        Ah ah ah!
        Pigro e gnuuuurant!!

        "Mi piace"

      • Caspita, grad, meno male che non ti parla anche di Pippo Franco, altrimenti dovresti licenziarti dal lavoro per stargli dietro…

        "Mi piace"

      • Sta tutta in tiro però te la tiri

        Tratti le persone con modi ostili

        Sei acida come candeggina Ace

        Ti scaldi come carne alla brace

        Mi fai sbroccare, pensi di spaccare

        Ma sei un formaggio andato a male

        Un uovo marcio da evitare

        Una salmonella da scongiurare

        La bella è in sella della motorella

        Sulla targa leggi “Ragazza acidella”

        "Mi piace"

      • Per fortuna può contare sul tuo aiuto disinteressato!
        E sono soddisfazioni!
        Aiutare il BONOBO ANALFABETA MENTECATTO sarà parte del tuo fioretto alla Madonna di Natale! Peccato io sia atea e me ne frego!

        "Mi piace"

      • Ah ah ah!
        Oddio ha scritto la poesia!
        Conoscendo solo 1000 parole come ogni analfabeta che si rispetti non è in grado di usare la rima, si ferma all’assonanza (vai su Google a cercare che significa, gnurant!)!
        Ah ah ah!
        BONOBO ANALFABETA MENTECATTO

        "Mi piace"

      • X Gatto:

        l’hai detto tu sopra, no? Qui giusto il Padreterno può farci qualcosa, per gli umani è impossibile intervenire. Specie con le mandrille zotiche.

        X Ennio:

        PNFI è una mutazione di PCI, se toglievo la I finale si capiva di meno. Poi arriva gente come te e capisco che è stata una I inutile, nemmeno con i disegni capite.

        A proposito, ma i sommergibili che tu hai definito ‘caxxatella’, non te li sei guardati? E tanto meno hai chiesto scusa. Stessa pasta di Jerome B.

        "Mi piace"

      • SM, dimenticavo, tu sei un esperto di mutazioni. Ad ogni modo, la spiegazione da te proposta e’ arbitraria, non consistente col tuo obiettivo poiche’… Oh, scusa, tentavo di farti capire qualcosa usando logica e conoscenza ma poi ho riletto i tuoi commenti in questa pagina. Come non detto!

        "Mi piace"

      • L’unica cosa non consistente qui è la tua materia cerebrale, probabilmente scaduta oppure troppo affumicata.

        Capito Ennio?

        "Mi piace"

    • Boom,

      un sacco di bile in meno.

      le ripeterei di farsi una vita, ma per uno che presidia il blog in attesa delle altrui risposte rompere i maroni è l’unico scopo dell’esistenza.

      Meno che patetico

      "Mi piace"

  8. Qualcuno conosce quanti filosofi sono morti per covid per confrontarli con i medici e gli infermieri morti per covid?

    "Mi piace"

  9. Che c vuoi a me non lo dici, hai capito?
    Io non so niente di non rosso. Tu hai scritto a me e appellandomi pure, quindi non ho nemmeno frainteso:

    Grad, stai perdendo lo smalto, non ti riconosco più…

    E per l’ennesima volta sbrocchi a sproposito.

    "Mi piace"

    • Speriamo che alla nazi-nonnina non prenda un colpo…:

      1) Se non lo dico a te “che cazzo vuoi”, a chi?

      2) La tua risposta “paolapci 21 dicembre 2021 alle 22:23
      Sì vabbè stop, non mi chiamo volpe… ecc., ecc…” è apparsa sotto il 3D iniziato da nonrosso dove tu sei entarta a gambatesa, ERGO, il mio “che cazzo vuoi” era perfettamente pertinente.

      3) Impara a postare nei posti giusti.

      4) Cazzo.

      5) Cazzo

      "Mi piace"

      • Capito Gatto?

        Questa te mena.

        Comunque fai bene ad insistere con l’ammennicolo.

        A quanto pare, di quel che legge, è l’unica cosa che la babbuina capisce.

        "Mi piace"