Tutta la verità

(“Tutta la verità” di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Ecco il discorso che Draghi non ha (ancora) tenuto. “Care italiane e cari italiani, abbiamo sbagliato totalmente la comunicazione sul Covid e sui vaccini, un po’ perché disorientati dai continui stop&go della scienza, un po’ perché dire la verità avrebbe scoraggiato molti di voi dal vaccinarvi. Me ne scuso e prometto di non farlo più. […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

86 replies

  1. Tutta la verità

    (Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Ecco il discorso che Draghi non ha (ancora) tenuto.
    “Care italiane e cari italiani, abbiamo sbagliato totalmente la comunicazione sul Covid e sui vaccini, un po’ perché disorientati dai continui stop&go della scienza, un po’ perché dire la verità avrebbe scoraggiato molti di voi dal vaccinarvi. Me ne scuso e prometto di non farlo più. Le bugie hanno le gambe corte, smentite ogni giorno dai dati che aumentano la sfiducia nelle autorità e portano acqua al mulino No Vax. La verità è che i vaccini ‘durano’ molto meno del previsto e non immunizzano dal rischio di contagiarsi e contagiare. Quindi abbiamo sbagliato a fissare in 12 mesi la durata del Green Pass e in 9 quella del Super Green Pass: secondo l’Iss, dopo 5 mesi dalla seconda dose ‘l’efficacia del vaccino nel prevenire la malattia scende dal 74 al 39%’. In più ci siamo scordati di rendere revocabile la carta verde, lasciando i vaccinati contagiati liberi di infettare col lasciapassare. Io per primo ho sbagliato a promettere ‘un Natale normale per i vaccinati’, creando l’equazione antiscientifica ‘vaccinato uguale immune’ e l’illusione controproducente di ‘zone protette’ col Super Green Pass, che non protegge nessuno, anzi induce chi lo possiede a trascurare distanze, mascherine e tamponi. Quindi aboliremo il Super Green Pass e il Green Pass per lavorare, inutilmente discriminatori e dannosi. Abbiamo diviso l’Italia in buoni e cattivi, mettendo i vaccinati contro i No Vax (per non parlare dei bimbi), additati come untori e unica causa di un contagio che invece è figlio di molti fattori: i No Vax, i vaccinati “scoperti”, i ritardi sulla terza dose, l’inerzia sulle distanze e l’aerazione in scuole, bus, metro e treni regionali, l’abbandono del tracciamento e la folle revoca dello smart working negli uffici pubblici.
    Unici al mondo col Green Pass per lavorare, non siamo affatto i primi della classe: almeno 13 Paesi hanno Rt e decessi più bassi dei nostri. E anche in quelli con più vaccinati di noi la pandemia avanza a prescindere. Quindi diffidate dei fanatici No Vax e Sì Vax e leggete i dati dell’Iss: dal 22 ottobre al 21 novembre (senza Omicron) i ricoverati nei reparti ordinari sono stati 4.402 non vaccinati e 4.532 vaccinati (1.616 da meno di 5 mesi e 2.916 da più di 5 mesi) e, nelle terapie intensive, rispettivamente 618 e 348. Con l’85% di copertura, la percentuale dei No Vax è molto più alta, ma pure quella dei vaccinati in ospedale è spaventosa rispetto all’illusione che abbiamo avallato. Quindi continuate a vaccinarvi, ma respingete la retorica dell’altruismo: quello è un atto di sano egoismo, perché l’unica certezza che dà è abbattere il rischio di Covid in forma gravissima o mortale. Di più non possiamo garantire: di bugie ve ne abbiamo già raccontate troppe”.

    Piace a 5 people

  2. Mi spiace Marco Travaglio, io mi sono vaccinata per responsabilità civile!! Non volevo vaccinarmi, avevo i miei forti dubbi, anche sul green pass.. con un minimo di intelletto si ascolta, si pensa e ci si comporta di conseguenza.. quello che ha fatto il governo dei “migliori”, per me non esiste proprio perché migliori non lo sono nel modo più assoluto.. ho dato il mio consenso purtroppo ma maledico il giorno che l’ho fatto!!

    Piace a 1 persona

  3. Io ho afferrato solo una cosa, che i cosiddetti virologi non ne capiscono un’acca e ci ammorbano la vita quotidianamente grazie a conduttori idioti che non han fiutato che ne abbiamo piene le palle. Io mi sono vaccinato e, anche se non condivido, ogni giorno di più comprendo i no vax e le loro ragioni .

    In quanto ai Mgliori, Draghi in testa, smontino la loro prosopopea, non han fatto nulla in questi mesi tranne restituire le redini della società ai loro mandanti, accrescere la divisione sociale, smontare eccellenti riforme dei governi Conte senza avere fatto un solo passo positivo, non uno. Potevano starsene a casa ed era meglio per tutti, altroché migliori, minchioni e lacchè. Ed ora, almeno spedite superMario al Quirinale e si torni a votare, almeno avremo n po’ di chiarezza

    Piace a 2 people

  4. E’ bello pensare di essere “buoni” e di essersi vaccinati per “responsabilità civile” . Come è bello commuoversi gratis per i poveri migranti e magari piazzare il padre in una RSA o affidarlo alle “cure” di una per lo più sconosciuta badante ( migrante: costa meno) e lamentarsene pure.
    In realtà ci siamo vaccinati per fifa nei confronti del Covid, per poter “socializzare”, per poter lavorare o per sfinimento.

    Piace a 2 people

  5. Travaglio farà presto a cartoni in faccia con Gomez.

    Passi sul FQ ed è tutto un dagli al no-vax, filmati del novax pentito, di Mauro da mantova ricoverato, e giù la canea di commenti che pensi di essere su Repubblica per quanto sono idioti e biliosi contro chi non si vaccina. Anche chi risponde è un carciofo incapace di argomentare in maniera logica, invece di dire che il novax è un attore, potrebbero ricordarsi dei sivax ricoverati ugualmente o morti, più quelli colpiti da effetti avversi gravissimi.

    "Mi piace"

  6. “La verità è che i vaccini ‘durano’ molto meno del previsto e non immunizzano dal rischio di contagiarsi e contagiare.”

    la verità è che i giornalisti, e in prima battuta, ed anche MT che è allergico ai mea culpa, hanno raccontato
    le cose in modo, se non proprio sbagliato, almeno distorto e non mi è chiaro a che pro

    che i vaccini durassero nove mesi era una ipotesi, non una certezza, che andava confermata
    e non sapevano ancora di quanto sarebbe mutato il virus, facendo crollare anche la speranza
    che, come altri virus, potessimo usufruire della immunità di mandria

    che i vaccini non proteggessero dalle infezioni era cosa chiara, solo gli accecati e quelli con la logica
    di una aragosta in pentola, non l’avevano capito
    ripetere aiuta
    i vaccini stimolano il sistema immunitario – stop – dopo di che spariscono
    il sistema immunitario è quello deputato a difenderci da quasi tutto, compreso il corona
    se non veniamo infettati come farebbe a difenderci? esce dal nostro corpo e con l’alabarda rotante
    fa a pezzi qualche micron di virus?
    che poi su alcuni il vaccino aiuti di più ed ad altri di meno ed ad alcuni nulla era pure scritto
    nel bugiardini, bastava leggere, aiuta al 95% i casi gravi dal finire in intensiva, chi ha fatto le elementari
    sa che al 100% manca un 5% che è previsto non riesca ad essere protetto
    e questo al netto varianti che, di fatto, rendono il virus vecchio un virus differente.
    ma al di fuori di questa “previsione” tutto risulta possibile, ovvero che quelli che prima potevano essere
    ricoverati, dopo avrebbero potuto non accorgersene o essere ricoverati ma con sintomi lievi
    per gli altri, i “fortunati”, non sarebbe cambiato nulla o quasi.
    sul fatto che infettino è nell’ordine delle cose, se i può essere infettati, dato che il vaccino
    non è sterilizzante (ma non perché bigfarmna ci vuole speculare, ma è il tipo di virus che non
    consente -al momento- ai vaccini di esserlo, esattamente come quelli dell’influenza), allora si può
    infettare, resta da capire la differenza, qualitativa e quantitativa, tra un vaccinato ed un non vaccinato,
    ma sempre ricordando le varianti

    la medicina non è meccanica di precisione, ma è il meglio che abbiamo, altrimenti c’è Vanna Marchi.

    la storia dei green pass sarebbe tragicomica, i vaccini, sempre da bugiardino, iniziano a proteggere
    15gg dopo la seconda (i bi dose) inoculazione e quei.. non so neppure come definirli.. cosa fanno?
    li consegnano all’uscita della prima, e la cosa sarebbe pure corretta se si limitasse ad essere il
    certificato di avvenuta vaccinazione come per tutte le altre che si fanno, ma invece no, gli attribuiscono
    un valore differente da quello che è, addirittura super Mario arriva a dichiarare che i possessori sono
    sicuramente sani e che non creano problemi, il che, per quello che ho scritto sopra risulta falso
    ma questo lo si sapeva da quando i vaccini sono stati emessi e non quando MT lo scopre.
    quindi ad oggi sono solo un biglietto per l’uscita un poco più libera ma sotto responsabilità
    del possessore che deve valutare il suo livello di rischio ed agire di conseguenza.

    ora vado a prendere un antidolorifico che ha, nel bugiardino, il seguente avvertimento
    “effetti collaterali indesiderati – tra i tanti- ictus, edema polmonari riduzione globuli bianchi e rossi”
    ed è un farmaco “normale”

    Piace a 4 people

      • condivido in toto rimane da capire nel discorso di MT è cosa intende per” respingete la retorica dell’altruismo: quello è un atto di sano egoismo, perché l’unica certezza che dà è abbattere il rischio di Covid in forma gravissima o mortale” io ritengo che ridurre la vaccinazione ad un fatto egoistico tout court sia quantomeno sbagliato o ridurre tutto a un mero fatto di sopravvivenza. La vaccinazione ha in se una grande capacità epigenetica quella i non solo stimolare la classe anticorpale e dei vari natural killer .ma di dare una risposta adattativa contro il virus costringendolo a variare e ridurre la sua virulenza come risposta per ottenere una sopravvivenza. Insomma quello che si fa ad esempio Herpes labialis un non organismo adattato sopravvive senza recare danni sotto il controllo immunitario .Ora il vantaggio che si trae dalla vaccinazione non è semplicemente egoistico , ha un valore che va oltre la terapia intensiva ha il pregio di costringere il virus a trovare soluzioni di compromesso sino a quando non si trovera un farmaco in grado di evitare la sua riproduzione

        Piace a 1 persona

    • “La verità è che i vaccini ‘durano’ molto meno del previsto”
      Previsto, previsione. Ti è familiare o per una volta necessiti di vocabolario?

      "Mi piace"

    • Concordo in tutto, ormai chi ha un minimo di sale in zucca o non è cerebrodipendente TV e quindi sa autogestire il proprio pensiero ha capito….che ci sideve salvaguardare stando attenti al proprio benessere psico fisico e sempre con l’attenzione alla scienza (quella seria )tutto il resto e noia…
      Saluti

      "Mi piace"

    • Un sentito ringraziamento all’ottimo Marco_Bo per l’esaustivo riassunto odierno, ma soprattutto per la pazienza e la costanza quotidianamente dimostrate nel fare chiarezza sull’argomento.

      Una sola precisazione (per quanto ininfluente, ai fini del discorso generale) riguardo all’emissione del green pass: è vero che viene rilasciato dopo la somministrazione della prima dose, ma la sua validità decorre solo a partire dal quindicesimo giorno e dura fino alla dose successiva (quindi per una settimana circa).

      "Mi piace"

      • X JD:

        tra bischeri ci si intende, no?

        Uno che scrive:

        ” che i vaccini non proteggessero dalle infezioni era cosa chiara, solo gli accecati e quelli con la logica
        di una aragosta in pentola, non l’avevano capito”

        Tra cui TUTTI quelli che ci hanno detto, a reti unificate, di vaccinarsi.

        E che hanno continuato a dire che nelle TI c’erano solo non vaccinati.

        Gente dall’onestà intellettuale pari a zero.

        Quelli giusti per gente come voi e in particolar modo, come te, caro JD.

        "Mi piace"

  7. Come sempre Grazie Travaglio di esistere .
    Ora bisogna porre rimedio all’odio diffuso verso chi non ha voluto vaccinarsi, peraltro attenendosi alla legge.“Non invitateli a natale” è l’emblema di questo odio. Odio che si incunea anche nelle famiglie, fra parenti e amici, fra conoscenti.L’odio o come altro volete chiamarlo ,
    rimarrà nel tempo. Puà darsi che non scomparirà mai.Colpa dello stato, dei virologi, dei giornalisti prezzolati,dei qualunque su internet, colpa delle multinazionali, colpa di chi ha deciso il vaccino a tutti i costi a prescinderedalle conseguenze fisiche , morali e sociali.
    E leggo di persone che ancora diffondono offese a piene mani , con la retorica del vaccinarsi per dovere civico e responsabilita, considerano un non vaccinato come un alieno malvagio, contagioso a prescindere . Peraltro l’alieno si attiene alla costituzione.

    "Mi piace"

    • Povero @Pino… Giuro che da oggi, se incrocio uno che non ha voluto vaccinarsi, peraltro attenendosi alla legge, gli do una carezza sulla testa. Invitarlo a Natale non so se posso, ma invito chiunque a farlo. Un pasto caldo non si rifiuta a nessuno.

      "Mi piace"

      • @ Santo Loquasto: Sei quasi più buono del Papa Buono. Un mio amico quelli come lui li chiama “cipollino”, che non è un riferimento al Boldi prima maniera ma proprio alle cipolle, perché ogni volta che interagisci con loro cercano sempre di strapparti qualche lacrima.
        Pino Cipollino non suona neanche male (senza offesa per l’interessato, eh, si fa per scherzare).

        Piace a 1 persona

    • “Non invitateli a natale” è l’emblema di questo odio.”

      Il povero Pino si è convinto di vivere in uno squid game condotto da Conchita De Gregorio. Non potendo frequentare le persone per ovvie ragioni crede che questa sia la realtà.
      Coraggio Pino!
      (paolaPCI)!

      "Mi piace"

    • Piiiiiiiiinooo? Tu permetteresti a tuo figlio di andare a trovare tua madre all’ospizio nel giorno di visita dopo averlo mandato ad una festa scolastica in cui uno solo dei pupi ha genitori che rifiutano la vaccinazione?

      (questa me la svango a tutta callara)

      "Mi piace"

    • @ Pino: a parte la melensa retorica profusa (che ricorda tanto quel “partito dell’odio contro il partito dell’amore” di berlusconiana memoria), a parte il fatto che dopo quasi due anni passati a negare ogni evidenza “è come una normale influenza”, “le mascherine non servono e/o sono dannose”, “non è vero che gli ospedali sono pieni”, “le ambulanze girano a vuoto”, “i vaccini sono sperimentali” e il resto del repertorio tanto caro ai no-tutto di cui è perfino troppo doloroso ricostruire l’elenco completo e dettagliato (tanto ce lo ricordiamo bene), ovviamente senza mai la minima autocritica, nonostante la realtà abbia sbattuto più volte sulla faccia di questi teorici del nulla; a parte tutto quanto, dicevo, oggi voglio spezzare una (piccola) lancia in tuo favore.

      E’ vero che odio chiama odio, e che i primi odiatori sono stati i no-brain di cui sopra, ed è pur vero che (e qua mi si perdoni la semplificazione in categorie) i no-vax hanno fatto dello squallido vittimismo la loro cifra distintiva, mentre i si-vax, più che con loro, ce l’hanno con le cazzate a cui si attaccano per giustificare una scelta che, per quanto legittima, nella maggior parte dei casi è a dir poco irrazionale, ma comunque, in qualche misura, ci siamo un po’ tutti fatti infinocchiare da questo dividi et impera, soprattutto da quando è cambiato il Governo: mentre quello precedente, in qualche modo, cercava di spegnere il fuoco della divisione, l’attuale (nomen omen) ci soffia sopra a pieni polmoni, secondo l’antica strategia tanto cara a Confindustria e che tante fortune gli ha portato nel corso dei decenni (per non dire secoli).

      Purtroppo, la diffusione di cazzate a profusione spacciate per Verbo Rivelato, in molti casi è diventata una professione piuttosto lucrativa sulle spalle dei tanti ignoranti convinti di “farsi solo delle domande”, a cui evidentemente bisogna fornire delle risposte che non sempre (anzi, quasi mai) sono quelle preconfezionate che gli spacciatori di traffico suggeriscono o si limitano ad insinuare.

      Pertanto, pur nella consapevolezza che trattasi di pura utopia, io lo dico lo stesso: smettiamola di romperci i coglioni tra di noi, una guerra tra poveri che vede i padroni come unici vincitori.
      El pueblo unido jamás será vencido.

      "Mi piace"

  8. Marco Bo vero quello che dici, ma il punto come sempre non lo hai centrato…….Tracaglio sostiene semplicemente che è il Migliore con le sue conferenze stampa di 10 minuti senza domande ad aver fatto capire agli italiani che vaccinati=immuni=fate il cazzo che volete col green pass tanto non succede nulla. Ti ricordo mestamente che a Conte non venivano fatte solo decine di domande, ma finanche critiche nelle conferenze stampa, e veniva addirittura criticato il lessico giuridico. Te la ricordi l’assurda polemica sull’utilizzo della parola “congiunti”? Eppure bastava aprire un codice civile commentato. Purtroppo stiamo pagando 10 mesi di “non” conferenze stampa da parte di Draghi e di similconferenze stampa propagandistiche di Figliuolo Locatelli & Company ove la parola d’ordine era “acceleriamo” sui vaccini. Chi semina fuffa……….

    Piace a 2 people

  9. il psudodiscorso di travaglio/draghi è il classico discorso della giungla ,di un darwinismo fuorviante dove i dati scientifici e statistici sono ad uso e consumo del commentatore e sono commentati come fatti di cronaca..in natura nulla è egoistico tutto ha una sua finalità la perpetuazione della specie.«Noi siamo macchine da sopravvivenza, robot semoventi programmati ciecamente per preservare quelle molecole egoiste note sotto il nome di geni. » cosi scriveva lo scienziato Richard Dawkins .Nel comportamento animale c’e UN ASPETO GENICO ED EPIGENICO c’e sopratutto quello che viene definito ’altruismo familiare”, il cui esempio più noto è l’abnegazione con cui le madri si dedicano alla tutela e al nutrimento dei loro cuccioli, spendendo notevoli energie ed esponendosi spesso a gravi pericoli. o il caso delle api operaie, che non si riproducono e investono tutte le loro risorse nella cura delle sorelle, figlie dell’ape regina. un comportamento altruistico nei confronti dei propri parenti perché tali geni hanno maggiore probabilità di replicarsi: aiutando un parente infatti aiutiamo un individuo che possiede buona parte dei nostri geni, ed è in grado di trasmetterli ai propri discendenti.. Questo vale per il virus questo vale per organismo uomo . Adattabilità è unico vero motivo di lotta che non dipende da singolo individuo ma da un genoma condiviso tra miliardi di persone . Uomo nel bene e nel male è INPARENTATO,IN MILIONI DI ANNI DI FLUSSO GENICO ,CON TUTTA UMANITA E CIO GARANTISCE UNA PROGENIE IN GRADO DI SOPRAVIVERERE AI SUOI NEMICI NATURALI. finalità quindi sono sociali anzi universali .Solo nella mente provinciale molto presuntusosa “tipica di chi è totalmente a digiuno di scienza e coscienza” del” cicero pro domo mea”.Travaglio si lancia in elucubrazioni mentali che ricordano un medioevo buio antiscientifico e asociali

    "Mi piace"

  10. insomma!!! di una cosa oggi siamo certi, i vaccini non vaccinano, sono semplici palliativi che tengono il virus fuori dai piedi x qualche mese, ma cosa piu importante fanno guadagnare miliardi alle case farmaceutiche e tengono la popolazione alla catena come cagnolini,
    bene, finalmente si comincia a ragionare,

    "Mi piace"

  11. Draghi è un usurpatore, caro Travaglio, e sono d’accordo.
    Ma sulla lotta al virus ci si aspetterebbe dai giornalisti indicazioni serie e costruttive (nell’editoriale ce ne sono molte e giuste) a prescindere dal governo che ha in onere la gestione l’emergenza.
    Trovo, invece, fuori luogo le ironie sarcastico-rancorose che ricordano molto quelle dei giornalai subdoli della destra uniti a politicanti squallidi tipo Gianni e Pinotto Renzi-Calenda sgarbi e servetti vari che nei momenti terribili in cui Conte ha avuto il difficilissimo compito di reggere il primo devastante urto della pandemia, non facevano altro che infamarlo e deriderlo, desiderosi solo di abbattere il suo governo.
    Non vorrei mai trovare neanche la più piccola assonanza con questa gente.
    Sempre con stima.

    Piace a 3 people

  12. Scusa GSI, ma le indicazioni costruttive dovrebbero essere date in conferenza stampa da chi ci governa e dal CTS. Ti risulta? D’accordo solo sul fatto che non debbano essere inventate delle fake news,a ti ricordo anche che Conte faceva conferenze stampa ogni 2 giorni, mentre il Migliore,abituato ai cda delle banche, non resite più di 30 minuti anche in Consiglio dei Ministri. Rilevarlo sarcasticamente in cosa andrebbe contro la pandemia?

    Piace a 1 persona

    • La critica di Travaglio alla superficialità di Draghi e sul suo modo di comunicare sul tema virus, la condivido, Martello.
      In tema di virus le indicazioni costruttive possono arrivare anche da giornalisti o da semplici cittadini ed essere eventualmente prese in considerazione chi ha ha il compito di decidere e, perché no?, anche dai tecnici.
      Ma se le critiche (ripeto: in tema di lotta al virus che è l’incombenza per tutti, non su altri temi politici) sono sovrastate dal livore, perdono smalto e rischiano di perdere anche la credibilità che meritano.

      Piace a 1 persona

  13. Io questo discorso di vaccinarsi per il bene della comunità non l’ho mai sentito fare rispetto ai vaccini antinfluenzali, eppure la situazione è analoga mi pare.
    Nessuno mi ha mai detto che sono antisociale o non rispetto il prossimo per non essermi vaccinato contro l’influenza, perchè?

    E se è vero che si deve vaccinare più persone possibili per il bene della comunità tutta, cosa che ha una sua logica, come mai non si è deciso a livello mondiale di fornire i vaccini anche ai paesi poveri, o almeno di venderglieli a prezzo di costo?
    Un africano che non si vaccina vale quanto un vicino di casa che non si vaccina ragionando in termini terrestri. Omicron, per dire, arriva dall’africa (Botswana?) …

    Allora a me sembra che queste argomentazioni logiche almeno in parte, vengano usate solo per mettere gli uni contro gli altri, di modo che ci si odi fra noi, coi familiari, con gli amici, coi colleghi, e sfogandoci gli uni contro gli altri, evitiamo di andare a disturbare i manovratori, che mentre noi ci facciamo a pezzi continuano le loro manovre indisturbati.

    "Mi piace"

    • Ma non puoi paragonare questa pandemia ad un influenza stagionale!! Non hanno gli stessi numeri di decesso!! Certo si può dire che oramai le persone sono le une contro le altre ed è sempre il popolino però, perché chi è pensante.. pensa..

      "Mi piace"

    • Scusa Fabrizio,
      qual è la letalità o meglio ancora di mortalità dell’influenza?
      Io il dato non lo conosco, ma se come dice Crisanti sono 8000 l’anno, c’è qualcosa che non torna, pur non considerando il 2020 visto tutto il casino che c’è stato e guardando solo i morti del 2021.

      Le altre domande che ti fai purtroppo mi suonano retoriche: l’odio, ecc ecc. Ma tu sul serio odi qualcuno perché non si è vaccinato? A casa mia oggi è venuto l’idraulico con la mascherina gli ho chiesto sei vaccinato? no. mi sono messa la mascherina e sono stata a svariati metri di distanza. Ho lasciato due ore le finestre aperte e stop. Ma dove sta l’odio?

      Piace a 1 persona

      • Paola e Mokj e Jonny certo che influenza e covid hanno un impatto e una gravità molto diversi, volevo soltanto far notare che il discorso più persone si vaccinano e più la popolazione è protetta, vale per qualsiasi malattia, e ho portato l’esempio dell’influenza perchè il vaccino è ricorrente.
        Se tutti si vaccinano per l’influenza quell’anno ci sono meno malati, meno anche morti, meno posti ospedale occupati, meno gente in giro infetta e infettante, si lavora più ore e il PIL sale … ci sono cioè comunque dei vantaggi, più o meno gli stessi che si hanno per la vaccinazione covid, ovviamente in scala ridotta vista la minore pericolosità dell’influenza rispetto al covid.
        Eppure questo accanimento a far vaccinare per il bene della comunità non l’ho mai sentito. Non so, magari non mi sono accorto io …

        La mia sensazione è che si soffi molto sul fuoco e che non parlare d’altro in tv che di no vax sia un modo per tenere in piedi al massimo questo scontro sociale, questa specie di guerra civile.

        Paola tu magari non odi i non vaccinati, e io anche no perchè ne capisco in parte le ragioni (la paura fa 90, qualcuno si è buttato sulla paura del covid, qualcuno su quella del vaccino, sono gusti), ma in giro questo odio si sente, e di solito quando un odio viene fomentato, serve al manovratore per distrarre e per manovrare meglio il gregge.

        "Mi piace"

      • Quello che forse ancora ti sfugge, caro Fabrizio, è la misura della gravità dell’impatto pandemico non già sulla salute pubblica, ma sull’economia.
        Cerco di spiegarmi meglio, vincendo la repulsione che mi causa il provare a vedere la cosa anche dal punto di vista degli odiati padroni.

        Partiamo col ricordare che la mortalità è l’ultimo degli inconvenienti, almeno finchè si parla dei numeri relativamente bassi del covid (e ancora meno, evidentemente, per quelli dell’influenza), ma il vero, insormontabile problema è l’alta ospedalizzazione richiesta che, in assenza di contromisure, in poco tempo rischia di saturare il Ssn fino a renderlo quasi inservibile anche per le normali cure, come purtroppo è successo a febbraio-marzo 2020 (cosa che con l’influenza non solo non era mai accaduta, ma non ci si era mai neppure avvicinati).
        A quel punto, la sola misura realmente efficace per decongestionarlo (cosa non derogabile, almeno in Occidente, a causa dell’enorme pressione che monterebbe da parte dell’opinione pubblica in assenza di provvedimenti) restano le restrizioni, che hanno un impatto pesantissimo sull’economia, di diversi ordini di grandezza superiore a quello delle normali assenze per malattia, già previste e coperte dal sistema (si parla di danni a due cifre per il Pil, non di qualche zerovirgola), tanto è vero che per sopportare il disastro causato da due soli mesi di crisi si è reso necessario quella sorta di piano Marshall che è il Recovery Fund (che, per inciso, prima o poi qualcuno dovrà in qualche maniera ripagare).

        E’ questa, a mio parere, la sola chiave di tutto: se dovesse ricapitare, non ce lo possiamo più permettere.
        Per questo, non hai mai visto lo stesso “accanimento” a far vaccinare per il bene non certo della comunità, ma per quello della sacra economia, da sempre mascherato da quello della comunità (anche se, in questo caso, per nostra fortuna coincidono, ma non è sempre detto: sono esistiti tempi in cui, “per il bene della comunità”, prendevi e andavi in Russia senza scarpe, altro che la “punturina” su cui certi esseri si permettono pure di ironizzare, chiaramente non mi riferisco a te).

        Che siano in molti a soffiare sul fuoco della polemica divisoria è cosa oltremodo evidente, ma questo avviene per motivi ed interessi tra i più vari, con intrecci, risvolti e considerazioni che meriterebbero un discorso a parte, ora non vorrei essere troppo dispersivo.

        Spero di essere stato abbastanza comprensibile, stimati saluti.

        "Mi piace"

    • Nessuno mi ha mai detto che sono antisociale o non rispetto il prossimo per non essermi vaccinato contro l’influenza, perchè?
      Perché l’influenza non ha mai mandato il Sistema Sanitaro al collasso, che è il maggior problema causato dal Covid.

      E se è vero che si deve vaccinare più persone possibili per il bene della comunità tutta, cosa che ha una sua logica, come mai non si è deciso a livello mondiale di fornire i vaccini anche ai paesi poveri, o almeno di venderglieli a prezzo di costo?

      Ci sono molte ragioni, quasi tutte opportunistiche, ma attualmente l’intera produzione è assorbita da un mercato sul quale viene venduta ad un prezzo ben maggiore di quello di costo, e nessuno rinuncia al guadagno se non lo si obbliga. Se è per questo, dato che gli enormi costi di ricerca e produzione sono già stati ripagati più che ampiamente, sarebbe anche ora di togliere i brevetti e rendere finalmente il vaccino quel bene pubblico che, finora, è rimasto solo sulla carta. Il problema è: chi lo dice allo zio Joe?

      "Mi piace"

      • Jonny so bene che l’influenza non è neanche lontanamente grave come il covid (sono vaccinato contro il covid e non mi sono mai vaccinato contro l’influenza), volevo solo sottolineare che i benefici di una vaccinazione di massa non valgono solo per il covid, ma per tutte le malattie, e mi stupivo del fatto che questo discorso, ovviamente con meno urgenza, non l’ho mai sentito fare per altre malattie (anzi veramente c’è stato un momento che il morbillo era tornato di moda e si è provato a spacciarlo per nuova pandemia e si parlava del dovere di vaccinarsi, se non ricordo male).

        Per la distribuzione di vaccin, capisco bene che il profitto venga prima di tutto, anche della salute mondiale, ma volevo sottolineare la contraddizione che mentre gli stati colpevolizzano molto le persone che non si vaccinano, perchè più sono i vaccinati e meglio è, poi non sentono l’esigenza di colpevolizzare l’industria farmaceutica, che con i suoi modi provoca lo stesso danno moltiplicato per millemila.

        "Mi piace"

  14. Certo definire “scienza” una materia che non riesce ad assicurare nulla, se non un generico “probabilmente” o “raramente”, e che ad ogni giro rivede le sue stime sulla base dei riscontri reali, io la chiamerei piuttosto “culo”.
    Come la probabilità di essere colpiti da un fulmine: è bassa non grazie alla “scienza”, ma solo perché capita raramente. Se da domani i fulmini prendono la mira e ci beccano a tutti la “scienza” dirà che la probabilità e alta e quindi non uscire quando piove.
    Verrebbe da dire “grazie al caxxo”.

    "Mi piace"

  15. Travaglio, una fortuna che tu ci sia stato e ancora ci sia, per carità. Ma cominci a scadere nella qualità e nella pulizia di quanto dici. Sempre più dai l’impressione di essere contro Draghi & Co. a prescindere e a favore di Conte & Co. a prescindere. Lo sono anche io, molto più d’accordo col secondo che con il primo, ma non a prescindere, solo in base a quanto fatto.
    Occhio che credere di non sbagliare mai e difendere ad ogni costo qualcuno o qualcosa fa perdere energie e lucidità. Diventa un motore che finisce per lavorare in fuori giri e rischia di fondere. Vedi come esempio, che al momento non ti riguarda, i cervelli di Cacciari e Freccero.
    In bocca al lupo, cercando di non perderti troppo.

    "Mi piace"

  16. “l’unica certezza che dà è abbattere il rischio di Covid in forma gravissima o mortale”

    Quindi sarebbe bastato vaccinare i fragili e far tornare a vivere normalmente tutti gli altri.

    Che però avrebbe avuto un grave difetto: che sono molti di più i non fragili.

    "Mi piace"

    • @ Ale: se la cosa che hai tra le orecchie te lo consente, fai un piccolo sforzo e torna indietro di otto mesi. I fragili erano in massima parte vaccinati, eppure eravamo lo stesso in zona rossa.
      Il grave difetto di chi ragiona così è non capire che, se tutti ragionassero alla stesso modo, esercitando il loro sacro diritto a non veder violato il proprio prezioso corpo, molto probabilmente saremmo ancora a quel punto.

      "Mi piace"

  17. Articolo interessante e anche i commenti. Volevo solo fare alcune osservazioni sui dati:
    Secondo MT “… i ricoverati nei reparti ordinari sono stati 4.402 non vaccinati e 4.532 vaccinati … e, nelle terapie intensive, rispettivamente 618 e 348. Con l’85% di copertura …”
    Ora se è vero (e qui personalmente ho moltiiiiissssssimi dubbi!) che la copertura è dell’85%, significa che tra i vaccinati viene ricoverato lo 0,01% circa (ho fatto un calcolo approssimativo considerando la popolazione italiana di 60 mln di abitanti), mentre tra i non vaccinati lo 0,05%. Stesso discorso per le terapie intensive ovvero lo 0,001% scarso per i vaccinati e 0,007% per i non vaccinati.
    Ammetto che il calcolo è dilettantesco, ma volevo precisare questa cosa perché i numeri vanno letti in un certo modo. Spiattellati come ha fatto MT sembra appunto che non ci sia differenza tra vaccinati e non, ma evidentemente non è così.

    Piace a 1 persona

    • A proposito di spiatellare:

      “Un vero e orribile disastro: gli ultimi dati sanitari provenienti dalla Scozia dimostrano il livello raggiunto dalla mistificazione e ci dicono che il mondo non è affatto minacciato da un’epidemia di non vaccinati, ma al contrario proprio dai completamente vaccinati o meglio da coloro che costringono la gente a vaccinarsi perché i numeri ci dicono che questi soggetti hanno fino a cinque volte più probabilità di morire se infetti da Covid-19. La tabella 18 dell’ultimo Rapporto Statistico Covid-19 che appare all’inizio del post mostra il numero di casi “Covid” a settimana per stato vaccinale tra il 23 ottobre e il 19 novembre: in questo periodo sono stati registrati 28.711 casi di Covid nella popolazione non vaccinata e le proiezioni mostrano che entro il 17 dicembre il loro numero potrebbe salire a un totale di circa 60.000, ma nello stesso periodo di tempo il numero dei cosiddetti casi nella popolazione completamente vaccinata è molto più alto: 50.222 con una proiezione di circa 105.000 entro il 17 dicembre. E come mostra la tabella qui sotto anche i ricoveri ospedalieri in presenza di positività sono molto maggiori tra i vaccinati che tra i non vaccinati.

      Per dare ancora qualche picconata alle macerie di una tesi assurda e costruita con la più sfacciata delle menzogne ecco qui sotto un’altra tabella che mostra l’enorme differenza tra morti attribuite al covid tra i non vaccinati e i vaccinati. Il divario è impressionante: tra il 16 ottobre e il 12 novembre, la popolazione vaccinata ha rappresentato l’incredibile 89 percento dei decessi per Covid, mentre la popolazione non vaccinata ha rappresentato solo l’11 percento.

      Così anche la tesi secondo la quale i vaccini non impediscono i contagi, ma migliorano il decorso della malattia, evitando ospedalizzazioni e decessi fino al 95% si rivela una clamorosa balla. Anzi i vaccinati sembrano avere una minore resistenza non solo all’infezione del Sars Cov 2, ma nei confronti di molti altri patogeni. QUESTI NUMERI DI SOLITO NON VENGONO RIFERITI IN MODO CORRETTO DALL’INFORMAZIONE MAINSTREAM E IN PARTICOLARE, TRATTANDOSI DELLA SCOZIA, DALLA BBC, MA VENGONO IMPROPRIAMENTE AGGREGATI NEL TENTATIVO DI DIMOSTRARE L’EFFICACIA DEI VACCINI PRENDENDO IL NUMERO DI MORTI COVID PER STATO VACCINALE SU 100.000 PERSONE DELLA POPOLAZIONE GENERALE. MA È OVVIO CHE UNA PERSONA NON POSITIVA AL COVID NON PUÒ ESSERE OSPEDALIZZATA PER COVID E TANTOMENO PUÒ MORIRE PER COVID: IL CONFRONTO VA FATTO SOLO SUI POSITIVI E IN QUESTO MODO SI SCOPRE CHE I COMPLETAMENTE VACCINATI HANNO CINQUE VOLTE PIÙ PROBABILITÀ DI MORIRE DI “COVID” RISPETTO AI NON VACCINATI.

      Ora se i vaccini fossero solo inutili le percentuali di ricovero e morti tra vaccinati e non vaccinati sarebbero grosso modo identiche, ma questi numeri ci dicono al contrario che i vaccini stanno effettivamente peggiorando le condizioni delle persone, ad esempio indebolendo il sistema immunitario o producendo una risposta anticorpale anti-infezione anomala e pericolosa (ADE). E questo trasforma una balla in un delitto.”.

      Oppure:

      “Proprio ieri ho scritto sulla menzogna sistematica in cui viviamo e che permea ogni aspetto della realtà. Oggi mi tocca darne un ulteriore conferma di fronte alla volontà degli organismi sanitari di rendere in qualche modo credibili i vaccini su cui si addensano parecchie ombre, non solo il numero del tutto inatteso delle reazioni avverse e dei decessi che ha travolto persino il database dell’Ema, ma anche le ombre sempre più dense sulla reale efficacia e i dubbi che scaturiscono dal fatto che i vaccinati continuano ad essere infettivi e positivi.

      A questo punto occorre chiarire che la cosiddetta pandemia poggia su due pilastri di argilla che solo un’informazione completamente asservita può far rimanere in piedi

      Test falsi positivi. Il test PCR inaffidabile può essere manipolato per riportare un numero elevato di falsi positivi aumentando la soglia dei cicli di moltiplicazione (valore CT)

      Conteggio gonfiato dei casi. La definizione incredibilmente ampia di “caso Covid”, utilizzata in tutto il mondo, elenca chiunque riceva un test positivo come “caso Covid19”, anche se non ha mai manifestato alcun sintomo .

      Sono cose in parte note, anzi divenute ufficiali come la sconfessione dei test Pcr da parte dell’Oms, ma che non riescono ad essere messe assieme per strappare il sipario della mistificazione, eppure senza di esse non ci sarebbe stata nessuna pandemia. Ma adesso si tratta di venire in soccorso dei vaccini e di tutta la narrazione in genere che rischia di vacillare: così il Cdc americano che non è solo un meccanismo di controllo, ma un produttore in proprio di vaccini, ha trovato una geniale soluzione in due sole mosse: ha dichiarato che per i vaccinati, ma solo per loro, il test pcr non deve superare i 28 cicli di amplificazione così da diminuire la percentuale dei vaccinati che risultano positivi e salvare così la faccia di Pfizer e compagni di merende, ma continuando ad usare moltiplicazioni inutili e assurde per i non vaccinati in maniera da tenere in piedi la narrazione pandemica. Inoltre a partire dal primo maggio se una persona vaccinata non ha sintomi di influenza – pardon covid- o ne ha di lievissimi non sono sarà più considerato un caso Covid, ma continuerà ad esserlo se non è vaccinato.

      In pratica si è creato un assurdo sistema di diagnosi a doppio livello che produce il seguente effetto:

      Se la persona 1 non è stata vaccinata. e risultata positiva per Covid utilizzando un test Pcr a 40 cicli, dunque privo di senso come dicono l’Oms e persino il dottor Fauci, pur non presentando sintomi di alcun genere, è ufficialmente un “caso covid”.

      Se la persona 2 è stata vaccinata, risulta positiva a 28 cicli e ha chiari sintomi di malessere compresa la febbre alta non è un caso covid.

      Non ci sarebbe bisogno di aggiungere altro per illustrare l’assurdità di tutto questo e di una malattia che compare o scompare a seconda di come la si misuri. Però si può aggiungere un esempio ancora più allucinante: se una persona vaccinata risulta positiva con un test che va oltre i 28 cicli, magari solo 29, viene ospedalizzata e muore non è un caso covid. Insomma se non lo avete capito i vaccini funzionano solo grazie ai bari incistanti nelle burocrazie sanitarie.”.

      "Mi piace"

    • San Tommaso a TE TI faceva ‘na pippa!

      Prima fandonia:

      https://ilsimplicissimus2.com/2021/11/30/la-scozia-insegna-la-bugia-vaccinale-diventa-delitto/

      Ti agevolo, quelli come te da soli non ce la fanno:

      Fai clic per accedere a 21-11-24-covid19-publication_report.pdf

      Tabella 18, pag. 47 del link; tabella 20, pag. 53 del link.
      Fai pure con comodo quattro conti, vedrai che tutto torna.

      Seconda fandonia:

      https://ilsimplicissimus2.com/2021/05/21/trucco-per-salvare-la-faccia-ai-vaccini-151222/

      "Mi piace"

      • Non ho né voglia né tempo di leggere quel documento, ma mi ci gioco tutto che non dice quanto hai scritto, oppure è stato interpretato a cavolo o addirittura è un fake. Il vaccinato non può assolutamente essere più vulnerabile, al massimo il vaccino non ti fa niente, ma che addirittura peggiora la risposta del sistema immunitario è una stronzata immane.

        Piace a 1 persona

      • Oramai basta il nick per riconoscere questo cialtrone (schifoso e penoso) che sa solo condividere e copia-incollare fake news tratte per lo più da ilsempliccissimissimo.

        "Mi piace"

      • E’ arrivato il putrido infam3 a dar man forte: chi lo dice che sono fake, tu? La z0ccola che ti ha partorito? Il puttaniere di tuo padre? L’unico che vedo postare numeri alla cazzo di trans è il tuo amico insulso. Ti auguro di crepare male, putrid0 infam3: fai ribrezzo, idi0t4…

        "Mi piace"

      • Il bello del tirare la coda al Gatto è che, prima o poi (di solito più prima che poi), gli parte un baffo e ti augura di morire, allungandoti così la vita (o almeno così si dice dalle mie parti). Senza offesa per il felide, eh, ma è la verità.

        Domanda ineludibile (sempre la stessa): se esistono prove che i vaccini non solo siano inutili ma addirittura dannosi per chi li riceve, come mai nessun governo al mondo li ha ancora messi al bando? A me risulta che chi ce li ha se li tiene stretti, chi non ce li ha li vorrebbe, ma di proibirli non si è mai neppure sentito sussurrare. Eppure, stiamo parlando del mondo intero, una realtà che più disparata non si potrebbe: mondo libero, dittature, estremo oriente, mondo arabo, occidente, africa, america latina; diversi governi sono anche cambiati, nel frattempo, ma di cambi di rotta neanche l’ombra. D’improvviso, da quest’anno, tutti i governi del mondo sono compatti nel volere il male per i propri abitanti.
        Se uno può credere anche solo lontanamente ad una roba del genere, la sola cosa che rimanga da fare è dargli ragione.

        Piace a 2 people

      • x LUCAPas

        mettila come ti pare, ma questa storia di cambiare il numero di cicli di analisi è una follia. O sono standard o non hanno senso, sennò si fa un’analisi omeopatica.

        X JD

        Una cosa che è costante nell’universo è la tua assodata ipocrisia perbenista.

        del resto, uno che crede alle spiegazioni scientifiche di marco boh, che altro può possedere nella capoccia?

        "Mi piace"

      • “Domanda ineludibile (sempre la stessa): se esistono prove che i vaccini non solo siano inutili ma addirittura dannosi per chi li riceve, come mai nessun governo al mondo li ha ancora messi al bando?”:

        AHAHAH… perché sanno che esiste una legione di Jonny Satana che non fanno domande: credere, combattere, obbedire!

        Sarebbe come dire: come mai le droghe, compresi alcol e tabacco (le altre sono state messe al bando a ciaccole…), non sono state messe al bando? Rispondi a questa domanda ineludibile (sempre la stessa), su…

        "Mi piace"

      • “Credere, combattere, obbedire!” Abbiamo il nuovo motto dei fedeli dell Dott. Semplicissimo?

        Comunque copia incolla felino dei bufalari umanoidi, all’ultimo della tua frase ci va la “e”, non la virgola: sei proprio ignorante, capra, zucca vuota, schifoso E penoso! ahahaha

        "Mi piace"

    • … Ah, capisco: e poi invocate la scienzah!

      “il vaccino non ti fa niente, ma che addirittura peggiora (sic) la risposta del sistema immunitario è una stronzata immane.”.

      Vedo che sei un esperto che segue da vicino le virostar: credere, combattere, obbedire: augh!

      Forse allora potresti trovare il tempo di andare a fareinculo?

      "Mi piace"

  18. @nonrosso
    “Peccato che in troppi casi la gente ha scoperto di appartenere alla categoria dei fragili quando è finita in TI o al cimitero”

    Sicuro. Può succedere. Può anche succedere che esci di casa e ti casca un pezzo di grondaia in testa e ci resti secco, ma a nessuno verrebbe in mente per questo di costringere tutti a uscire di casa col casco. Il casco si usa solo in posti a rischio tipo i cantieri (questa era la logica prima di questo impazzimento collettivo).

    @jonny
    “torna indietro di otto mesi. I fragili erano in massima parte vaccinati, eppure eravamo lo stesso in zona rossa.”

    Ragionamento un po’ curioso.

    Perché a morire di covid e a riempire ospedali e t.i. sono quasi solo fragili (ce lo dice l’ISS) e se otto mesi fa i fragili erano quasi tutti vaccinati (ce lo dici tu) ed eravamo lo stesso in zona rossa vuol dire che i vaccini non servono a un tubo (cosa che io sospetto dall’inizio).

    "Mi piace"

    • Basti ricordare come già tra febbraio e marzo ci furono focolai clamorosi, come quello di 70 sanitari in un grande ospedale del centro Italia, tutti vaccinati.

      E un vicino ospizio con 29 su 50 anziani e metà dei 24 lavoratori, tutti vaccinati.

      Ma di queste cose non se ne parla più, solo dei novax pentiti.

      Non parlano nemmeno di effetti collaterali, da dopo la Canepa è sceso un silenzio tombale (in tutti i sensi).

      "Mi piace"

  19. “Credere, combattere, obbedire!” Abbiamo il nuovo motto dei fedeli dell Dott. Semplicissimo?

    Comunque copia incolla felino dei bufalari umanoidi, all’ultimo della tua frase ci va la “e”, non la virgola: sei proprio ignorante, capra, zucca vuota, schifoso E penoso! ahahaha

    "Mi piace"