Crisanti dubita e diventa subito un no vax

13 replies

  1. Però Belpietro vive in un mondo tutto suo. A Crisanti in quella trasmissione che ho visto per intero è stato permesso di parlare di tutto e replicare punto per punto, tanto che(e lo evidenzia persino lui nell’articolo!) è riuscito persino a sottolineare le storture dell’Ema su Astrazeneca senza che ci potesse essere replica alcuna(perché non ci poteva essere)Nessuno lo ha chiamato no vax. Credo che una persona di cultura media e abbastanza informata sui fatti, nel vedere questa trasmissione, si sia fatta tranquillamente un’opinione serena sul punto.

    Piace a 1 persona

  2. Pino è riuscito a dire tutto. E la partita era abbastanza sbilanciata dalla sua parte se gli metti contro un Severgnini qualunque.

    "Mi piace"

  3. Il solito vittimismo a favore della falsa narrazione che chi osasse esprime dei dubbi venga poi ridicolizzato ed emarginato dai media.

    In realtà quello che si contesta ai no vax non sono i dubbi, più che legittimi, ma le bufale che personaggi come Montesano rilanciano prendendole per vere.
    Nel caso di Crisanti non vedo bufale. Ha solo detto di aspettare dati più ampi prima di effettuare vaccinazioni di massa sui bambini, portando l’esempio di Astrazeneca che non doveva essere somministrato ai giovani, in quanto le possibili reazioni gravi per quel vaccino sono meno rare delle conseguenze del covid in quella fascia d’età, o almeno così diceva uno studio abbastanza serio.

    Io non farei vaccinare i bambini, ma rifarei la dad (per chi non ha impedimenti nel farla) e farei lavorare, dove possibile, le persone da casa davanti un pc, come fanno in tutti i paesi civili dove il lavoro da casa non è demonizzato da gente tipo Brunetta.

    "Mi piace"

  4. Avendo visto la trasmissione posso dire che la ricostruzione dei fatti è veritiera, non le opinioni sue personali che esprime Belpietro (soprattutto fare un paragone tra Crisanti e montesano 😱). D’altronde l’avevo detto già l’anno scorso con quello che era successo con Zaia, ovvero che Crisanti ha l’abitudine di ribaltare certezze sempre per un suo vizio di brillare con una luce diversa (cosa mai notata in galli e bassetti parlando degli onnipresenti). Palú ha dato il via libera assieme ai pediatri (che contano) e a Remuzzi Richeldi ecc. Dagli USA si è espresso assolutamente a favore il (per me) supremo Fauci, dove sta il problema? Dato che oramai si sa che il coronavirus è una malattia pediatrica importante e bisogna intervenire

    "Mi piace"

  5. Ho visto la trasmissione con intervento di Severgnini contro Crisanti e, sentito poi quello di Monti ieri sulla necessità di filtrare le informazioni, mi sto convincendo sempre più che ci stiamo giocando la democrazia in questo periodo di coronavirus. Non mi aspettavo che nel secondo millennio in una democrazia occidentale si potessero fare attacchi alla libertà di espressione come quelli che stiamo subendo: non sono novax ma esigo che anche in periodo di guerra o coronavirus ci sia primo, piena verità e chiarezza da chi governa, secondo, piena libertà di esprimere qualsiasi cosa, anche castromerie, da chi viene governato.

    "Mi piace"

    • E’ recente la storia di un ginecologo che diceva alle pazienti che fare sesso con lui avrebbe guarito le loro patologie, perchè lui sa i movimenti giusti da fare.

      Immagino che la TUA opinione sia:
      ognuno deve essere libero di raccontare ciò che vuole.
      In fondo chi siamo noi per decidere che non sia la terapia giusta ?
      Magari tra 50 anni la scienza dirà che aveva ragione!
      E invece la dittatura in cui viviamo l’ha radiato e vuole pure processare questo martire della scienza che avrebbe trovato una cura gratuita per le sue pazienti!
      E’ scandaloso che un dottore non possa raccontare e convincere le pazienti sulla bontà della sua brillante scoperta di come curarle in maniera naturale e quindi senza pagare big pharma!
      LIBERTAAAAAAAAAAAAAA’!

      "Mi piace"

      • Luigi Lina

        io non ho sovrapposto nessuna storia.
        Ho fatto solo un esempio della libertà di dire castronerie.
        Se non ti sta bene, prenditela col tizio che ha scritto che vuole tale libertà SEMPRE garantita e mai censurata.

        "Mi piace"

      • Il problema del ginecologo e’ che lo abbia detto nel chiuso di una stanza con una sua paziente, abusando del suo ruolo.
        Non c’entra con la liberta’ di espressione in democrazia.

        "Mi piace"

      • @sal

        Ma cosa c’entra il dove l’abbia detto?
        Non è che se lo diceva in tv cambiava qualcosa per chi si è fatta plagiare.

        Comunque il mio era solo un esempio per far comprendere che la censura, come la dinamite, o le armi, non sono il male a prescindere. Dipende sempre da chi li usa e come li usa.

        Ti faccio un altro esempio:
        qualche tempo fa un quotidiano nazionale pubblicò in prima pagina “il brutto pasticciaccio della conta dei morti”, dove si affermava che secondo l’iss i morti per covid erano solo 3k, quindi meno di una banale influenza, e che quindi il governo somaro avrebbe sbagliato i conti.

        Se fosse dipeso da me, avrei vietato la pubblicazione di una simile cretinata. Inevitabilmente qualcuno ci sarà cascato e avrà disdetto la vaccinazione, perchè tanto il covid farebbe meno morti di una banale influenza. Lo dice l’iss!
        Come no!

        L’estrema libertà è dannosa quanto una dittatura. Con notizie false, o non provate scientificamente, si può portare una parte di popolazione a compiere scelte sbagliate, come ha fatto la povera ragazza citata in questo articolo: http://www.medbunker.it/2009/03/che-male-vuoi-che-facciaii-parte.html
        Io avrei censurato quelle pagine dove si davano consigli, sul come curarsi alternativamente, come fossero verità acclarate. Non è dittatura ma buon senso.

        "Mi piace"

      • X Guido:

        veramente interessante l’esempio che hai fatto.

        Ma se volevi dimostrare che gli scienziati sono uomini e cadono nell’errore, forse avresti dovuto parlarci di un pò di medicine che sono state tenute in commercio pur essendo TOSSICHE e pericolose.

        Hai presente la Paroxetina? Bene, la Glaxo ci ha fatto 15 mld di dollari solo negli USA.

        Ma ne ha dovuti pagare 3 perché hanno scoperto che dà tendenze SUICIDE ai bambini.

        Mentre con lo Studio 329 (mai nominato in questo sito, scommetto), un suo ghost-writer aveva smentito la correlazione.

        Dice niente?

        Oppure potremmo parlare di Pasqualino Settemazzette ROSSI, ex numero 2 dell’AIFA, e di come si procacciava soldi per mantenere in commercio l’AULIN (se ricordo bene, eh).

        Ma ovviamente, per la gente in malafede come te, l’importante è fare caciara e per evitare di contestare il sistema a cui credi, buttarla sul boccaccesco con esempi di piccoli delinquenti come ce ne sono tanti.

        E chissà, magari un giorno comparerai anche Cristanti con il ginecologo, o magari con il chirurgo del S.Rita.

        Lo vedi quanto valgono le tue idee su cosa sia giusto e cosa no?

        Devii la discussione da un problema di sistema ad uno di persone che agiscono scollegate dal sistema stesso, ladri di polli quando è il pollaio ad essere malconcepito.

        Il fatto è che l’estrema libertà ce l’anno non il Crisanti ‘novax’, ma il sistema farmaceutico, dove nell’EMA lavora una lobbista dell’industria (Emer Cooke), mentre nei ministeri, come ricordava Poggiolini, ‘l’industria farmaceutica ha sempre comandato’.

        Eh no, queste cose la gente come te o non le sa, o più facilmente se ne frega di dirle, mentre propugna la censura (come un Monti qualsiasi) contro chi vuole ancora usare la propria testa invece delle conferenze stampa del Drago.

        "Mi piace"

  6. Non so, al momento ovviamente si parla solo di Israele e US che incitano a vaccinare anche i più piccoli. Non si parla più della Germania (fino a ieri onnipresente) perchè non ha ancora modificato le sue indicazioni : prudenza con le donne incinte e gli unider 12.
    Facendo un giretto nei siti ufficiali dei vari Paesi, le indicazioni sono le più diverse: in EU per lo più si consiglia la prudenza ed il consulto del medico di famiglia. Non è affatto vero che “tutta la scienza” sia così granitica riguardo la vaccinazione dei piccolissimi. Eppure i nostri virologi e le nostre giornaliste scientifiche continuano ad affermarlo.
    Vedremo.

    "Mi piace"