Manca solo Rondolino

(“Manca solo Rondolino” di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Peggio della lottizzazione Rai c’è solo la sua versione ipocrita: l’occupazione di regime spacciata per meritocrazia. Era accaduto con Monti e l’Innominabile, ora si replica con Draghi&Draghetti. Il governo dei migliori, tramite l’ad-dg-tanguero Carlo Fuortes, caccia il direttore del tg migliore, Giuseppe Carboni del Tg1 (più 2% di share), reo di essere stato nominato dal […]

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

53 replies

  1. Manca solo Rondolino

    (MARCO TRAVAGLIO – Il Fatto Quotidiano) – Peggio della lottizzazione Rai c’è solo la sua versione ipocrita: l’occupazione di regime spacciata per meritocrazia. Era accaduto con Monti e l’Innominabile, ora si replica con Draghi&Draghetti.
    Il governo dei migliori, tramite l’ad-dg-tanguero Carlo Fuortes, caccia il direttore del tg migliore, Giuseppe Carboni del Tg1 (più 2% di share), reo di essere stato nominato dal M5S, pur non essendo un grillino.
    Al suo posto riciccia l’ex presidente della Rai monocolore renziana, Monica Maggioni, fedelissima di Gentiloni sponsorizzata dal generone draghiano dei Garofoli&Funiciello.
    Alla punizione del campione d’ascolti seguono, per coerenza, le promozioni o i salvataggi dei soliti sugheri multiuso. Moiro Orfeo, dopo aver guidato Rai, Tg1, Tg2 e Tg3 in quota un po’ a tutti, dirigerà addirittura l’Approfondimento (da Report a Vespa, da Berlinguer ad Annunziata).
    Simona Sala, draghiana con ascendente Pd e una spruzzata di Di Maio (così almeno crede lui), passa al Tg3, rimpiazzata al Gr dal pd Vianello; il leghista-meloniano Sangiuliano, che almeno qualche libro l’ha letto e scritto, resta al Tg2; il leghista Casarin rimane alle Tgr; il FdI Petrecca va a Rainews col nuovo portale d’informazione (quello che doveva dirigere la Gabanelli prima che Orfeo la conciasse per le feste).
    Si sperava che lo scandalo Open inducesse Fuortes o chi per lui a risparmiarci almeno i dirigenti più citati nelle carte, dalla Maggioni (vedi pag. 4) a Orfeo, quello dell’“accordo” col portavoce renziano Agnoletti. Infatti: entrambi promossi.
    Manca qualcuno nella grande abbuffata? Ma sì, solo il partito di maggioranza relativa: il M5S, tagliato fuori alla vigilia delle Presidenziali e delle Politiche.
    Tutti scrivevano che Conte aveva piazzato i suoi parlando con Fuortes al compleanno di Bettini: infatti il M5S non tocca palla, come già nel governo Draghi, nato apposta per sterminarlo, anche se Di Maio e altri draghetti Grisù seguitano ad aiutare gli sterminatori. Conte, oltreché dalla sua correttezza che lo rende inabile a certi giochetti, è stato indebolito dalle contromanovre di Di Maio, che ha avallato le nomine antigrilline, mentre le destre difendevano i loro avamposti.
    Il risultato è la totale estinzione del punto di vista 5Stelle (come l’impronta ambientalista del Tg1) e la ricomparsa dei revenant renziani e gentiloniani in salsa draghista.
    Una restaurazione asimmetrica, una lottizzazione inversamente proporzionale ai consensi: vedi il peso spropositato di Zerovirgola e di Er Moviola che, l’ultima volta che si candidò a qualcosa, alle primarie Pd del 2013 per il sindaco Roma, arrivò terzo su tre.
    Ora infatti punta dritto al Quirinale, con una bella Rai vista Colle. Spiace solo per Rondolino: una nomina la meritava anche lui, ad honorem.

    Piace a 8 people

    • Repulsione totale per il M5s, per Di Maio, Grillo e tutti i parlamentari grillini che hanno reiteratamente tradito chi ha dato loro più volte fiducia, vedi sottoscritto. Disprezzo totale e ovviamente a mai più!

      "Mi piace"

      • Quando capirai che ti sei evirato pensando di fare dispetto alla moglie sarà sempre troppo tardi, se mai lo capirai, nonostante tutte le evidenze dimostrino che il sistema è contro il M5S, unica forza politica a portare avanti le istanze dei cittadini. I fatti sono lì davanti a te a dimostrartelo ma niente tu tradisci te stesso per stupidità e così facendo fai del male a te stesso.
        Il disprezzo totale è per te e persone come te che si aspettano miracoli da una forza politica che lotta contro il sistema con il solo 30% verso la maggioranza del 70% senza contare le defezioni e le forze occulte che hanno da sempre ostacolato l’ascesa del M5S.
        Non sono sufficienti i fatti e i provvedimenti posti in essere dal Movimento per aprire gli occhi e svegliare elementi come te, veri artefici e responsabili dello schifo in cui viviamo. Siete zavorra della peggior specie che porta a fondo anche gli altri cittadini, che non si arrendono mai e che tentano di cambiare le cose per il bene e nell’interesse comune. Il sistema usa tutti i mezzi, leciti o meno, per impedire che i cittadini si uniscano in una sola forza e prendano coscienza del loro potere.
        Anche Travaglio sbaglia quando si lascia andare all’opinionismo dei noantri come in questo articolo.
        Le colpe sembra siano del M5S sempre più attaccato e lasciato solo anche da coloro che dovrebbero sostenerlo senza capire che meno sostegno significa meno possibilità di incidere. Tutti contro sempre a criticare ma senza nessuna soluzione.
        E’ proprio il caso di dire che chi è causa del proprio mal pianga sé stesso.

        Piace a 2 people

      • Apriti Sesamo, l’evirazione il Movimento se l è fatto da solo, l’articolo dice che Gigetto il draghetto ha avallato anche queste decisioni che altrimenti non si potevano prendere, dice che qui qualcuno si è venduto x 4denari, pur di finire la legislatura, dice che il movimento è finito, ci sono solo 4ragazzi che stanno giocando a stare al governo, inseguendo il proprio tornaconto, se a qualcuno sta bene o non lo vede, va bene, ma evitare di intervenire sugli altri che non capiscono che invece hanno capito benissimo, come pure travaglio

        Piace a 1 persona

      • Carmensita fin dal primo istante sui media hanno scritto e detto tutto ed il suo contrario per tentare di screditare e di spaccare il Movimento e pare che su di te questa strategia abbia prodotti i suoi effetti visto che ti bevi ogni idiozia che ti propinano senza alcuna prova né, tanto meno, senza sentire altre voci.
        Tu stessa stai facendo il loro gioco, sempre che tu sia in buona fede.
        Quindi, secondo te, Di Maio avrebbe agito dietro le quinte per danneggiare il M5S rinunciando a mettere persone meno faziose nelle reti RAI ed accettando tutto senza colpo ferire?
        Sei anche tu parte della macchina del fango di “FRondolino amoroso” per scrivere queste fesserie?
        O vuoi farci credere che ti bevi queste cose perché sei messa male?
        In quest’ultimo caso si capirebbe perché il M5S faccia così tanta fatica, con menti come la tua!
        Auguri!

        "Mi piace"

      • Sesamo dice cose estremamente sensate. Ai malpancisti della prima e dell’ultima ora che, per ingenuità o altro, pensavano bastasse un semplice voto (di maggioranza relativa, ma pur sempre di minoranza nel Paese) per cancellare decenni di malgoverno, voglio dire solo una cosa: cominciate a rimboccarvi le maniche senza aspettare sempre la pappa pronta, e imparate ad accettare la realtà per quello che è, senza scoraggiarvi alle prime difficoltà (ma neanche alle ultime: boia chi molla, don’t give up the fight), che a lamentarsi e basta son capaci tutti. Un vero cambiamento richiede ben altro sforzo, è ora che ve ne rendiate conto.

        "Mi piace"

    • La Risposta di Conte è fiacca e potrebbe risultare autolesiva perchè ha come conseguenza il silenziamento del movimento. Ci dovrebbe essere, invece,un ripensamento delle posizioni assunte da m5s in campo governativo,una autocritica in tal senso che mirasse all’uscita dal governo o almeno a una minaccia di essere disposti a farlo senza timore per le conseguenze sugli equilibri futuri come fanno e hanno fatto sempre i partiti tradizionali.In quanto a Di Maio, non riesco a comprendere il seguito,anche se di molto ridotto,che riesce ancora ad avere tra gli iscriti,dopo essere diventato,con le sue piroette,una macchietta.

      Piace a 1 persona

  2. A me viene il forte sospetto che Grillo volesse disfarsi del m5* perché ormai stanco: tutte le strade imboccate, anche contromano, si stanno rivelando vicoli ciechi. Immagino che in tanti, come me, si sentano traditi e spaesati, perché Beppe Grillo è un profondo conoscitore della comunicazione, delle trame di potere nazionali e degli ostacoli che, prevedibilmente, un movimento di governo avrebbe incontrato. Milioni di elettori con le speranze naufragate si erano aggrappati alla scialuppa 5*, 11 milioni.
    Incapacità totale di leggere il presente, incapacità totale di variare la tattica nel medio lungo periodo. Renzi vi mangia gli gnocchi in testa, come si dice dalle mie parti.
    Invidio chi ha poca voglia di impegnarsi per una causa buona e giusta e anche chi vota da poco tempo perché avrà modo di rifarsi. Forse.

    Piace a 2 people

    • Egregio giansenio, Grillo è fuori gioco per motivi familiari, legato mani e piedi, disattivato e nemmeno lucido, del resto la mente era casaleggio, lo stanno tenendo in sospeso con questo processo che si inizierà solo a fine legislatura, al momento come una spada di Damocle, giggino non si sa a chi risponda, se a lui, o solo al premier, oltre che a sé stesso.

      Piace a 1 persona

  3. Nomine decise direttamente da Draghi, e solo incartate da Fuortes.
    Il monocrate, non contento di dominare Governo e Parlamento, di farsi leggi di bilancio a sua discrezione e piacimento, di piegare la magistratura con norme sulla giustizia palesemente incostituzionali, ora ha messo a cuccia ed al guinzaglio l’informazione pubblica, più di quanto già non lo fosse.
    Che dire? Due considerazioni:
    1 – ora sarei proprio curioso di sentire gli strepiti ed i contorsionismi sofistici di chi dice che tecnicamente non siamo in una dittatura.. cosa vi serve ancora, vedere il sangue per le strade?;
    2 – viene voglia di dire: aridatece B., almeno si rideva

    Piace a 4 people

    • Per le professioni di fede ‘non siamo in dittatura’ rivolgiti a J.Dio e amici/che.

      Per il resto, Di Maio è proprio una rovina per il MoV: tutto quel che ha fatto bene a suo tempo, lo sta distruggendo con la sua ambizione di poltronissimo.

      Mi fa più schifo e rabbia lui di Renzi.

      Piace a 1 persona

    • Mai riso una sola volta con B.
      E nemmeno con Draghi, intendiamoci.
      Ma di dittature io non ne vedo. Semmai molta frustrazione da parte di chi non sa abbozzare seriamente un’idea seria di opposizione e s’attacca magari ai novax per inventarsi degli alibi sul nulla, mescolare tutto e condire il tutto portando a dimostrazione delle proprie teorie il grande popolo di chi non va più a votare.

      Piace a 1 persona

  4. Mah….forse ci voleva questo ennesimo sberleffo, casomai qualcuno – a parte i numerosi 5* aggrappati alla cuccagna che si avvia alla fine – avesse creduto nella buona fede del grillino Draghi. E pensando ai lai di parlamentari del movimento, ed ex, mi sovviene quel che disse al figlio la madre dell’ultimo re moro di Granada, quando nel 1492 cedette il regno ai Re Cattolici : “Piangi come una femmina per ciò che non hai saputo difendere come un uomo”

    Piace a 4 people

    • Ecco, “casomai qualcuno…”
      Perché, te lo dico, Bugsyn, a me Dragy ha sempre fatto schifo, non foss’altro che per quegli occhi da rettile… Tendevo a fidarmi di Gomez quando agli inizi del governo faceva presente che forse (e sottolineo “forse”) Dragy in fondo non sarebbe stato poi così terribile, seppur dicesse che si doveva dar tempo al tempo.
      Ebbene, il tempo è passato e i fatti han dimostrato che Dragy sia un fascistone di quelli moderni, banche, lobby, confindustria e neoliberismo a gogò: un nazista “ora è il momento di dare e non di togliere (ai ricchi)” di quelli pericolosi.
      Giù uno che nel momento in cui si insedia promuove un condono fiscale, mi fa vomitare… Figuriamoci adesso!

      "Mi piace"

  5. Spiace dirlo,ma ormai è innegabile, Di Maio, in soli 3 anni, ha rinnegato se stesso, quello in cui credeva, ed ha tradito il mandato che gli italiani gli avevano conferito. Entrato con pieno merito in quella lunga schiera di sporchi politicanti che il grande PASOLINI avrebbe voluto processare. Prima che l’abiura fosse completata, (sostegno alla dittatura DRAGULIANA)
    ho voluto credere alla fandonia del controllo dal di dentro alle azioni della “dittatura DRAGULIANA” e della difesa dei grandissimi risultati ottenuti nel CONTE1 malgrado lo sporco QUAQUARAQUÀ cazzaro Verde e nel CONTE2 il nonostante il mortale abbraccio al PDelinquenti
    1°) Decreto dignità ,smontato nell’assordante silenzio di colui che seppe imporlo al cazzaro verde
    2°) Riforma Bonafede cancellata con un’immonda improcedibilità che nemmeno il NANO BIFRONTE di HARD-CORE aveva pensato.
    3°) Lotta all’evasione con l’introduzione del CASH-BANK eliminato con un battito d’ali con l’approvazione dello stesso M5S
    Potrei continuare, ma tanto è il dolore, che ciò mi procura.
    Premessa, tutte le riforme messe in campo in questi 2anni, avevano avuto il plauso dell’UE.
    Ma hai traditori, non piacevano, perché non andavano dritto in culo ai cittadini con la perdita del welfare e dei diritti
    Di Maio zitto, schifosamente connivente con tutto ciò.

    Piace a 2 people

  6. Probabilmente se la sono cercata ! Lo sfaldamento a cominciare dal quel faccia e c.. di Grillo per non parlare di Di Maio ( che speriamo abbia imparato l inglese meglio del sabotatore seriale , sarà dura..) cosicché quando gli daranno un bel calcio nel didietro comincerà pure lui a fare i conferenziere .. a cominciare negli usa a chiedere come mai tutti i suoi annunci sono solo fake ( abbiamo abolito la povertà, Chicco Forti estradato !!) Potrebbe scrivere un libro come l americana! ) ah ! Diavolo l ha già fatto ! Troppo caro per accenderci il camino a Natale!!

    Piace a 1 persona

  7. Stessa spartizione sta avvenendo con i soldi del Recovery. C’è poco da fare, i Migliori sono quelli che meglio sanno interpretare gli interessi dei loro referenti e sovvenzionatori, occupando e spartendosi informazione, denari, posti di potere e sottobosco.. Gli altri (5S) sono quelli che credono che “tutti i cittadini possono partecipare alla vita democratica e farsi eleggere in Parlamento”. Uno vale uno, ma se alle spalle hai chi ti paga le conferenze mentre sei senatore della Repubblica, puoi anche comprarti un aereo con i soldi dei contribuenti e far credere che sei un grande statista d’Arabia, con la beatificazione dei media…

    Piace a 3 people

  8. Dopo la Rai ora sistemare anche Autostrade e Benetton

    “Il Tesoro ha telefonato”: le pressioni del Ministero dell’Economia per spianare Autostrade ai soliti fondi
    Immagine di copertina

    Documenti mancanti. Potenziali concorrenti a cui non sono mai state fornite informazioni indispensabili. Una data room aperta e poi improvvisamente chiusa. Pressioni del Tesoro, addirittura, per scoraggiare i possibili acquirenti. Insomma, un’«opaca operazione» (copyright del senatore Elio Lannutti) che lo Stato sta conducendo per acquisire Autostrade per l’Italia (Aspi) dopo il crollo del ponte Morandi.

    Un’operazione che su TPI abbiamo già raccontato (nel numero 6 della nostra rivista settimanale), e che gira intorno all’88,06 per cento delle quote in mano ad Atlantia, la società in cui la famiglia Benetton fa la parte del leone: le sta acquistando il consorzio Hra, composto da Cassa Depositi e Prestiti (51 per cento) e dai fondi Blackstone e Macquarie. A un prezzo non precisamente stracciato: 21,3 miliardi di euro, contro i 13,8 miliardi che sarebbe costato revocare la concessione. In pratica, un regalo di quasi 8 miliardi a chi ha gestito le autostrade italiane senza fare manutenzioni, causando 43 morti e incassando ricchissimi dividendi.

    A sganciare la bomba è stavolta il senatore Lucio Malan, ex Forza Italia passato con Giorgia Meloni. In un’interrogazione secca, una manciata di righe, racconta i retroscena della cosiddetta data room che Aspi aveva messo a disposizione dei potenziali acquirenti. Prevedeva “2,2 milioni di pagine, con la possibilità di effettuare specifiche ispezioni su ponti e gallerie”. In teoria. In pratica “mancavano gran parte delle informazioni richieste dalle controparti”, a cui risultava dunque complicato, se non del tutto impossibile, “svolgere una valutazione” della società in vendita. Non solo: la data room è stata improvvisamente chiusa, “togliendo ulteriormente spazio alla trasparenza e alla competizione in tale importante operazione”. Per quale motivo? “E con quale criterio sono stati scelti alcuni investitori ed esclusi altri”? Domande non da poco, vista la portata di un acquisto che impegnerà i risparmi postali degli italiani e per 17 anni comporterà, per gli utenti, micidiali aumenti sulle tariffe per garantire redditività agli azionisti.

    Alla famosa data room di Aspi, infatti, hanno avuto accesso almeno una trentina di potenziali acquirenti, tra cui i tre primi concessionari autostradali italiani (Toto, Gavio e Dogliani) e diversi fondi internazionali (Kkr, Ifm, Stone Peack, Sixth Street, Pggm, Australian Super e il fondo sovrano di Singapore Temasek). Davvero non hanno avuto tutte le informazioni? Dietro garanzia di anonimato, TPI ha avuto le prime conferme. Una fonte spiega di non aver avuto accesso alle informazioni richieste. Un’altra che “tutti i dati erano accessibili, a quanto si capisce, solo a Cdp”. Una terza ribadisce che il piano economico finanziario era disponibile solo per estratti: “Ci hanno fatto intravvedere una specie di terra promessa, con una redditività altissima. Ma non ci hanno fatto nemmeno avvicinare”. In che senso? “Ci sono state telefonate di funzionari del Mef che invitavano…
    Continua a leggere l’articolo sul settimanale The Post Internazionale-TPI: clicca qui

    Contenuto riservato agli abbonati

    Piace a 1 persona

  9. Ovviamente gli sventurati continueranno a dire che bisogna far parte del Governo Draghi “per controllarlo dall’interno”, perché solo chi vota per Draghi senza fargli opposizione ‘fa fatti e on chiacchiere’. Ma quando la faranno finita con questi slogan da scemi? Dopotutto, come disse Grillo, Draghi “è un grillino”, no?!

    Piace a 1 persona

  10. Pd: Letta, Renzi e Calenda? Campo largo aperto, possono entrare
    Idee,basi e confini costruiti da cittadini in Agorà democratiche

    (ANSA) – ROMA, 17 NOV – Nel campo largo possono entrare i centristi, Calenda e Renzi? “Assolutamente sì”, è stata la risposta del segretario del Pd, Enrico Letta, che nel corso della presentazione del libro di Bruno Vespa, spiegando che nel processo delle Agorà democratiche “partecipano personalità che stanno dentro: il campo è aperto, si deve sottoscrivere una carta dei valori e versare un euro”.
    Raccontando l’esperienza delle Agorà, Letta ha ricordato due esperienze del passato del centrosinistra.
    “L’Ulivo del ’95-’96 fu un’operazione soprattutto di cittadini, con i comitati per Prodi, una grande operazione sul territorio.
    L’Unione del 2006 fu un’operazione di gruppi dirigenti – ha osservato -. Io lavoro perché il Pd si presenti con una coalizione le cui basi,
    idee e confini, sono costruiti in un dibattito dai cittadini, non dai gruppi dirigenti”. (ANSA).

    Una donna al

    "Mi piace"

    • Quindi l’indignazione per il DL Zan, già evaporata nella testa di Letta?

      Incredibile.

      Con che facce.

      E non parliamo del problemino posto da Renzi che da un lato prende soldi dai sauditi e dall’altro deve decidere poi come senatore cosa fare con i sauditi.

      Buffoni.

      "Mi piace"

  11. fa tenerezza vedere che tutti se la prendono con Di Maio e non con Conte.
    eppure Di Maio, tra i due, è l’unico che porta a casa dei risultati, anche se sono risultati utili solo a lui.
    è il politico migliore nel Movimento, tutti a dargli addosso, ma è un fatto che il Movimento ha portato a casa qualcosa durante la leadership di Di Maio: da quando si è dimesso da capo politico è stato tutto un crollo per il M5S.
    e invece tutti continuano ad essere innamorati di Conte, che si dimostra per l’ennesima volta quello che è: un incapace. perché solo un incapace può non portare a casa manco una nomina in Rai. persino la Meloni (che in Parlamento ha quattro gatti) si porta a casa un risultato, il leader del primo partito in Parlamento invece rimane con un pugno di mosche e deve andare a fare gne gne gne con voi non ci giochiamo più.
    boicottato dai poteri forti, da Draghi, da Di Maio, dal babau? forse, ma un bravo politico riesce a prevedere e a portare a casa qualcosa lo stesso.
    il bamboccio no, ma tutti qui a dire che è bravissimo e che la colpa è di altri.
    e tutti pure a rosicare contro il governo Draghi. e va benissimo, ma allora perché il bamboccio non se ne tira fuori, se è così bravo? chi è che lo lega? le dichiarazioni di Grillo che Draghi è un grillino? la solita storia che occorre difendere le battaglie del Movimento? il senso di responsabilità?
    semplicemente il bamboz è l’uomo del non decidere. ed è un incapace.

    "Mi piace"

    • Ras, la Bonino sarà il prossimo slogan di Renzi “Sono stato io” e credo di non sbagliarmi, metterà d’accordo il PD e tutta
      la destra e avremo la donna “conturbante” al Colle

      "Mi piace"

  12. Copio due post
    Viva l’Italia: Il coro più gettonato sul web è: “Meglio la lottizzazione col manuale cencelli, almeno è più equa e pluralista”.
    Se ci fosse stata una equa lottizzazione con manuale cencelli, in base ai voti del 2018 e all’attuale composizione del parlamento, il tg1, tg2, rai2, rai news e giornale radio sarebbero andati ai cinquestelle; rai 1, coordinamento informazione e rai3 sarebbero andati al pd, il tg3 sarebbe andato a leu-sinistra (unendo leu, verdi e i partiti a sinistra del pd si raggiunge quasi il 10%), tgr e un’altra nomina alla lega, un’altra nomina a fratelli d’italia e un’altra nomina a forza italia.
    Invece fanno ein plein le destre (sia moderate sia sovraniste).
    Sangiuliano al tg2, petrecca a Rai News, Casarin alla tgr, Preziosi…
    E’ una fake news che la Maggioni sia in quota Pd. Peraltro al tg1 (ascolti in aumento con carboni) c’erano tantissime brillanti giornaliste interne, da Natalia Augias a Maria Luisa Busi, da Costanza Crescimbeni a Maria Grazia Mazzola, da Emma d’Aquino ad Elisa Anzaldo. Oppure bravi giornalisti uomini, come ad esempio Roberto Olla.
    La Maggioni non è di sinistra, nè di centrosinistra, come disse subito Giampaolo Pansa:
    https://www.barbadillo.it/46275-rai-giampaolo-pansa…/
    La Maggioni nel 2018 è presidente della Commissione Trilaterale Italiana, cioè di quell’organismo fondato in Usa da Rockfeller e Kissinger (non certo persone di sinistra).
    https://it.wikipedia.org/wiki/Commissione_Trilaterale
    .
    Monica Maggioni: l’unico giornalista RAI che aveva accesso presso il Comando USA di Bagdad ai tempi della Guerra del Golfo.

    Piace a 1 persona

  13. non capisco perche se la prendono con giuseppi, in fin dei conti lui è un pdiota con il compito di disintegrare il mv5*, lavoro che gli sta riuscendo benissimo, grazie anche al comico e al bibitaro,
    e se qualcuno spera che gigino o giuseppi abbandonino il loro appoggio al rettile si possono mettere l’animo in pace, ciò non avverrà.

    "Mi piace"

  14. Questo “Laboratorio” chiamato Italia (chiamarlo paese e’ un eufemismo ormai) è dura da dire ma le metastasi si fanno palesi in ogni dove, il marcio e’ ovunque, bisognerebbe ripartire da 0 stelle.

    Piace a 1 persona

  15. Il movimento 5stelle che ho votato (o almeno quello che ho votato nella mia testa), essendo contrario alla spartizione politica della Rai ma non avendo da solo i numeri per una riforma, dovrebbe per scelta tenersi alla larga da questo meccanismo e rivendicare la sua diversità. Si direbbe una scelta etica, di principio. E invece, si fa escludere dalla spartizione come un broccolo e manifesta solamente goffaggine e tanta tanta incapacità. Chi vota(va) cinque stelle in maggioranza era gente in qualche modo “idealista”, mentre questa versione “realista”, che si vede al massimo della sua espressione nel governo Draghi, è stato il miglior regalo al “sistema” che ha fatto di tutto per disinnescarlo.

    Piace a 2 people

  16. Il caro vecchio pluralismo della disinformazione.
    Spiace per Conte che sperava in un posto a tavola dopo aver tanto fatto il bravo bambino, e invece finisce sempre come il figlio della serva.

    Ora la contromossa di Conte è di non andare più in rai … rimane dentro al governo per sorvegliare le sue riforme che però hanno già smantellato tutte (non se ne è accorto?), ed esce dalla rai perchè lo hanno escluso …

    Bullismo politico, e relativa vittima con sindrome di Stoccolma.

    Piace a 2 people

  17. Letta,Spudoratamente falso e vigliacco conscio del fatto che il PORCO DI RIGNANO DELL’ARNO nel PDelinquenti conserva intatta la capacità di spazzarlo via in qualsiasi momento, continua spudoratamente con lingua biforcuta a fare il gioco delle tre carte nel quale il M5S gode del ruolo per niente onorevole, del pollo da spennare,che tra fuoriusciti, espulsi, “scappati di casa” e abiura delle proprie idee e financo delle loro stesse riforme che avevano fatto dell’Italia, un paese migliore.
    Ciò che fa più male, è la vergognosa metamorfosi di Luigi Di Maio, resta, un ragazzo perbene, tuttavia, e stato capace, in maniera cinica e beffarda di tradire se stesso, il suo retaggio e i milioni di italiani che avevano riposto in lui e nel M5S la speranza di un nuovo futuro giusto e solidale per tutti nessuno escluso. Voglio e devo continuare a sperare che ciò che rimane di buono nel movimento sappia riprendere la strada che avevano aperto per un paese migliore.

    Piace a 2 people

  18. I comportamenti dei 5″stalle” ,ormai,si potrebbero giustificare solo se si venisse a sapere che sono minacciati di morte, loro ed i loro familiari ,se non obbedissero sarebbero grandi guai per loro.Nel n si capisce perché se ti cacciano dalla rai il Conte ms facci di non andare più in rai.Sai che dispetto,è quello che i ,”nemici”,non avversari.VOGLIONO

    "Mi piace"

  19. I comportamenti dei 5″stalle” ,ormai,si potrebbero giustificare solo se si venisse a sapere che sono minacciati di morte, loro ed i loro familiari ,se non obbedissero sarebbero grandi guai per loro.Non si capisce perché se ti cacciano dalla rai il Conte minacci di non andare più in rai.Sai che dispetto,è quello che i ,”nemici”,non avversari.VOGLIONO.hahahahhhaaaha anche lui ci ha preso per bambini di sei anni

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...