Napoli: villa Floridiana premiata dal FAI tra i “Luoghi del Cuore”

Soddisfazione del Comitato Valori collinari che ha sostenuto l’iniziativa

            Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della Circoscrizione Vomero, fondatore sul social network Facebook della pagina “Amici della Floridiana”, che conta oltre 3.000 adesioni, e che, a suo tempo, lanciò l’hastag  #iovotovillaFloridiana, invitando a votare per la villa Floridiana, trai i “Luoghi del Cuore”, nell’ambito della campagna 2020 lanciata su internet dal FAI, Fondo Ambiente Italiano” al sito: https://fondoambiente.it/luoghi/la-floridiana-91100?ldc#descrizione_intervento , esprime la propria soddisfazione per il riconoscimento assegnato in questi giorni all’antico parco borbonico.

            ” Abbiamo fortemente sostenuto l’iniziativa del FAI  – sottolinea Capodanno -. Alla fine sono stati ben 6.117 i voti raccolti per la villa Floridiana, consentendole di classificarsi al 58° posto e di poter raggiungere l’obiettivo di essere uno dei venti luoghi del cuore, premiati dal FAI in tutta Italia, con un contributo di 2mila euro, che consentirà un intervento di valorizzazione, che, come si legge sulla pagina internet: “ Permetterà di sviluppare un percorso didattico alla scoperta della ricchezza e varietà del patrimonio botanico del parco. In particolare verranno realizzati alcuni pannelli e una serie di didascalie dal concept innovativo, che attraverso la ripresa grafica delle foglie delle singole alberature e didascalie poste in forma di domanda, hanno l’obiettivo di informare i visitatori del parco, ingaggiandone la curiosità “.

            ” Purtroppo resta il dato che , da anni, molte aree del parco vomerese sono state transennate e rese inaccessibili  – puntualizza Capodanno –  . In diversi periodi anche le poche aree a disposizione dei tanti visitatori, anche turisti pure a ragione della presenza all’interno del parco, del museo nazionale della ceramica Duca di Martina, che custodisce  una delle maggiori collezioni italiane di arti decorative, sono rimaste chiuse per problemi di sicurezza “. 

            ” Purtroppo – aggiunge Capodanno – nonostante le segnalazioni e l’impegno di tante persone che hanno sottoscritto anche una petizione online, e nonostante un’apposita istanza rivolta pure al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, resta a tutt’oggi uno stato di degrado e d’abbandono, con tantissime aree ancora transennate, in attesa che il Ministero per la cultura, guidato dal ministro Franceschini, impegni i due milioni di euro che furono annunciati già nell’aprile del 2019, quindi oltre due anni e mezzo addietro, per eseguire tutte le opere necessarie per restituire il parco alla piena e totale fruibilità “.

            Ci auguriamo – conclude Capodanno – che il riconoscimento del FAI riporti al centro dell’attenzione delle istituzioni e dei mass media la non più differibile soluzione dei gravi problemi che da lustri affliggono la villa Floridiana, coinvolgendo il Ministero della cultura, la Regione Campania e il Comune di Napoli, in un progetto complessivo finalizzato a restituirle l’antico splendore, anche con l’attivazione di tutte le procedure necessarie per dotarla del personale necessario “.