La Repubblica platonica

Mattarella, all’Università di Pisa, ha detto: “Sorprende e addolora che proprio adesso… che vediamo una ripresa incoraggiante, economicamente, socialmente, culturalmente, e il Paese si sta rilanciando, esplodono fenomeni, iniziative e atti di violenza, di aggressiva contestazione, quasi a volere ostacolare, intercettare la ripresa che il Paese sta vivendo”.

(di Daniela Ranieri – Il Fatto Quotidiano) – Spiace fare i guastafeste.

Noi stiamo con i buoni, intendiamoci: doppia dose (Pfizer, però: non ci siamo stretti a coorte offrendo il deltoide a AZ) e Green pass alla mano, dispostissimi a esibirlo pure per camminare per strada. Però qualche nota stona, in questa perfetta armonia di sfere da Repubblica platonica, in cui chiunque contesti il Green pass – che è una misura del governo, non la Teoria della Relatività – viene fatto passare per ottenebrato, violento, No vax e pure amico di Forza Nuova (ricordate quando i pasticcioni toscani volevano cambiare la Costituzione e accusavano i contrari di essere come CasaPound? È un modo per segare le gambe al dibattito).

Ebbene, l’altro ieri il Presidente Mattarella, all’Università di Pisa, ha detto: “Sorprende e addolora che proprio adesso… che vediamo una ripresa incoraggiante, economicamente, socialmente, culturalmente, e il Paese si sta rilanciando, esplodono fenomeni, iniziative e atti di violenza, di aggressiva contestazione, quasi a volere ostacolare, intercettare la ripresa che il Paese sta vivendo”.

Questo, il giorno che a Trieste i manifestanti No Green pass, per la quasi totalità pacifici benché eterogenei (portuali, studenti, filofascisti, centri sociali, novax etc.) venivano dispersi con gli idranti e i manganelli dalle forze dell’ordine, inopinatamente solerti dopo il sacco della Cgil ad opera dei tatuati con le svastiche. Posto che non vediamo all’orizzonte nessuna ripresa sociale e culturale, ma esattamente il contrario, ora non si può più pretestare (a torto o dalla parte della Ragione, non importa) perché sennò si ostacola la ripresa economica e si rovina la festa all’oligarchia dei Migliori? E se un gruppo di persone ritiene che la democrazia sia a rischio, deve prima pensare al Pil e al Pnrr?

“Siamo ripartiti, la condizione economica del Paese è in una crescita che supera le speranze”: sarà, vedremo chi ne beneficerà, ma possibile che chiunque dica “a” sul Green pass pure per lavorare (quando il vaccino non è obbligatorio) sia un violento che blocca la pioggia di denari? Oppure (e quindi): assaltare la sede di un sindacato non si deve fare perché ostacola la ripresa? Ma davvero?

10 replies

  1. Io non riesco a vedere una ripresa sociale e/o culturale in Italia, anzi mi sembra che stia avvenendo l’ opposto: però sono miope,porto gli occhiali…sicuramente avrà ragione il presidente( P).
    Dovrò andare a cambiare le lenti?

    "Mi piace"

  2. ” E se un gruppo di persone ritiene che la democrazia sia a rischio, deve prima pensare al Pil e al Pnrr? ”
    Per certa gente, SI.
    Prima i Quattrini e, poi,
    ” …chi more, more…” ( G.G. Belli)

    "Mi piace"

  3. Ecco perchè preferisco la regina Elisabetta , che almeno lo dice di bersi ogni sera un Martini dry. Ora non più , ma l’ha fatto per almeno 60 anni. Ha l’aria sveglia, contrariamente al repubblicano, sorridente, ironica nei tailler colorati, e che cazzo.

    "Mi piace"

  4. Era meglio che restava dormiente, da quando ha cominciato a favellare, ormai libero dai lacci che il ruolo gli imponeva, dice solo … cose discutibili, diciamo così che sennò risulta oltraggio

    "Mi piace"

  5. Intanto su Repubblica il “buon” Michele Serra ci parla di ciucci, biberon e linea premaman di un marchio inglese.
    https://www.repubblica.it/rubriche/l-amaca/2021/10/19/news/l_amaca_di_michele_serra_di_mercoledi_20_ottobre_2021-322957260/

    E’ fantastico quest’uomo.
    Un funambolo piu’ che un giornalista:
    piuttosto che parlare della trjste attualita’ italiota (===> e prendere magari una posizione che potrebbe non essere gradita ai piani alti) eccolo disquisire di vestiti premaman, del passero degli Urali a rischio estlinzione, dei tappi di sughero made in Polonia, etc..

    Hanno la faccia come il culo (come da memorabile titolo di Cuore del suo… ormai omonimo)

    "Mi piace"

  6. Io sono ancora fermo a Sandro Pertini, ultimo degno rappresentante, tutti i susseguenti presidenti eletti, per me sono stati e sono “burattini” del neoliberismo piu spinto, detta in soldoni, bravissimi in retorica e passarelle istituzionali.

    Piace a 3 people

  7. abbiamo avuto grandi presidenti; leone, scalfaro, napolitano. ma mattarella è il piu’ grande. in attesa del grandissimo: silvio berlusconi.

    Piace a 1 persona

  8. Ieri è deceduta una meravigliosa cantante, la signora Gruberova.
    Invito a cercare su YouTube una sua performance.
    Non se ne troverà traccia in alcun medium istituzionale.

    "Mi piace"