Green pacco

Estratto dell’editoriale di Marco Travaglio sul Il Fatto Quotidiano del 15/08/2021 dal titolo ”Green pacco” – Da ultramaggiorenne, ultravaccinato e greenpassmunito, m’illudo di poter sollevare qualche legittimo dubbio sul pensiero unico che ci circonda senza venire iscritto d’ufficio al partito dei Negazionisti No Vax-No Pass e trascinato con loro sulla pira dei pirla. 1. Un anno fa (con zero vaccinati) avevamo un terzo di contagi e un ottavo di morti al giorno rispetto a oggi (con 2/3 della popolazione vaccinata). Il 13 agosto 2021 sono morti in 45 e il tasso di positività (rapporto tamponi/contagiati) era al 3,28%, contro i 6 e l’1,02 del 13 agosto 2020. L’altroieri i ricoverati in terapia intensiva erano +17 e nei reparti ordinari +58, contro i +2 e i +7 di un anno fa. I dati erano molto inferiori a oggi anche il 13 settembre, dopo l’estate folle delle discoteche aperte: 7 morti, positività all’1,6%, +5 in terapia intensiva. Bastano la variante Delta e il mancato lockdown nel 2021 a spiegare il terribile paradosso? O i vaccini (che continuiamo a raccomandare perché riducono i rischi di morte e di ricovero) sono molto meno efficaci e molto più perforabili di quanto si pensasse?[…]

59 replies

  1. Green pacco
    (di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Da ultramaggiorenne, ultravaccinato e greenpassmunito, m’illudo di poter sollevare qualche legittimo dubbio sul pensiero unico che ci circonda senza venire iscritto d’ufficio al partito dei Negazionisti No Vax-No Pass e trascinato con loro sulla pira dei pirla.
    1. Un anno fa (con zero vaccinati) avevamo un terzo di contagi e un ottavo di morti al giorno rispetto a oggi (con 2/3 della popolazione vaccinata). Il 13 agosto 2021 sono morti in 45 e il tasso di positività (rapporto tamponi/contagiati) era al 3,28%, contro i 6 e l’1,02 del 13 agosto 2020. L’altroieri i ricoverati in terapia intensiva erano +17 e nei reparti ordinari +58, contro i +2 e i +7 di un anno fa. I dati erano molto inferiori a oggi anche il 13 settembre, dopo l’estate folle delle discoteche aperte: 7 morti, positività all’1,6%, +5 in terapia intensiva. Bastano la variante Delta e il mancato lockdown nel 2021 a spiegare il terribile paradosso? O i vaccini (che continuiamo a raccomandare perché riducono i rischi di morte e di ricovero) sono molto meno efficaci e molto più perforabili di quanto si pensasse?
    2. Ancora il 13 ottobre, quando Conte varò il primo Dpcm contro la seconda ondata, i morti erano meno dell’altroieri (41 contro 45). Eppure i giornaloni accusavano il governo di inerzia e gli esperti veri o presunti invocavano il lockdown: quanti morti servono ora perché qualcuno chieda a Draghi &C. almeno una parola chiara?
    3. Più che della legittimità filosofico-giuridica del Green pass, bisognerebbe discutere della sua utilità pratica. Cosa risponde il governo a Crisanti che lo accusa di mentire spacciandolo per una misura sanitaria mentre non lo è? Se anche i vaccinati possono contagiarsi (stessa carica virale dei non vaccinati: Fauci dixit), contagiare e persino morire (sia pur in misura molto inferiore ai non vaccinati), che senso ha dividere i cittadini di serie A da quelli di serie B, alimentando per giunta l’illusione che i primi non siano contagiosi e che chi li avvicina non debba mantenere le distanze e le mascherine?
    4. Siccome il Green pass non è revocabile, ogni giorno aumenta il rischio di incontrare contagiati-contagiosi muniti di carta verde e dunque travestiti da immuni: non sarebbe meglio mantenerlo come incentivo ai vaccini, ma smetterla di farne un passepartout e puntare a ridurre i contagi con tamponi gratuiti e il binomio distanziamento-mascherine nei luoghi affollati? La risposta è nota: ma così si scoraggiano i vaccini. Se però questi coprono le varianti solo fino a un certo punto, anzi le scatenano, qual è lo scopo della campagna anti-Covid: comprare più vaccini o avere meno contagi?
    5. Chiunque sollevi qualche dubbio passa per un fottuto No Vax: ma siamo sicuri che le bugie e le omissioni, anziché ridurre i No Vax, non li moltiplichino?

    Piace a 6 people

    • Modestamente,quel che dice M.T. corrisponde perfettamente a quello che ho scritto nei miei commenti da mesi e che dico oralmente in famiglia e ai miei amici e conoscenti. In verità è la propaganda governativa costante che rende sospette tutte le dichiarazioni affidate ai media, e il loro trovare nei novax un capro espiatorio facile, crea ancora più incredulità quando al cittadino attento non sfugge la contraddottorietà di certi dati. Mi sono vaccinato sperando nell’effetto positivo ma senza illudermi troppo proprio perchè nei mesi scorsi si mirava ossessivamente a far passare l’inghilterra e Israele come esempi da seguire acriticamente. Oggi,purtroppo,scopriamo che non è tutto oro quello che luce. Morale della favola: vacciniamoci pure,visto che non abbiamo cure alternative, ma smettiamola con la propaganda e con la divulgazione di falsità che illudono la gente aprendo proprio ai novax enormi praterie.

      "Mi piace"

    • Buongiorno,
      immagino che questo commento sarà pubblicato quando altri avranno esposto il proprio pensiero comune al mio.
      Mi scuso ma non è possibile comandare le priorità.
      Non sono d’accordo con il “leit motiv” di quello qui esposto attribuito a M. Travaglio.
      Molto spesso i abiti che richiedono una conoscenza profonda di TUTTE le variabili coinvolte ci si trova di fronte alla impossibilità di trarne una conclusione certa e inoppugnabile.
      E questo NON dipende da pregiudizi iniziali, è conseguenza del fatto che molto spesso, la presunta causa di un evento è SOLTANTO l’ipotesi più verosimile.
      L’ errore viene DOPO, quando si attribuisce a quella ipotesi valore assoluto.
      E di errore in errore si promuovono a verità ad effetto domino altre false affermazioni conseguenti.
      L’autore (presunto), probabilmente perchè un pezzo “col peperoncino” vende di più di una pasta scotta.fa affermazioni ” a valle” non inserendo, come dovrebbe, dati e basi, si limita a “volare alto”.
      Il problema è Il Green Pass per come è stato organizzato ?
      E allora si contesti QUEL FATTO, senza lasciare il dubbio che venga aumentato di valore facendolo diventare “prova provata” di immunità.
      Da nessuna parte è scritto questo, si tratta di un documento che viene prodotto in seguito ad esami o condizioni o eventi che sono la vera (presunta) affermazione o di immunità o di mediazione tra stati non catalogabili in un’unica certa condizione.
      Se è prodotto da esami “falsi” o “errati” non è ESSO il responsabile di questo, bensì gli esami e altro che lo hanno fatto produrre.
      Le statistiche raffrontate tra mesi differenti portano a pensare che i vaccini abbiano cambiato di poco la situazione, anzi addirittura peggiorata ?
      Si contesti QUSTO che col Green Pass NULLA a che vedere.
      Professionalmente sono coinvolto nell’ esame delle strutture telematiche che realizzano il vivere digitale dell’intero “affaire”.
      E lo faccio come “fault checker” che è quello che partendo da una presunta anche solo semplice presunta “cattiva” realizzazione, va a cercare le “pulci nell’uovo”.
      Ce ne sono molte a mio avviso ma secondo me non dovute ad una predisposizione alla truffa, al business piuttosto alla “fretta” di dover comunque gestire una situazione mondiale in condizioni di estesa disomogeneità.
      Per chi ha voglia di approfondire gli spetti legali / politici e verificare in prima persona come in Italia è gestita la infrastruttura digitale rimando a questo link dove sono pubblicate le fonti ufficiali che probabilmente l’autore non ha neanche letto:
      https://www.ilblogdellestelle.it/2021/08/svizzera-chiama-italia-come-funziona-la-democrazia-diretta-in-svizzera-parte-2.html#comment-7481594
      Come si vedrà NON E’ VERO che non ci sia la revoca del Green Pass, è prevista scolpita per comune condivisone degli stati membri.
      Se invece si vuol dire che in Italia siamo consueti a NON saper osservare le regole questo NIENTE significa perchè sarebbe come dire che è inutile creare una legge per limitare l’evasione fiscale, o l’abusi edilizio tanto pochi la rispettano.
      Che il Green Pass venga venduto come un “liberi tutti” forse l’autore lo scopre ora ma le persone competenti e lo stesso DPCM lo hanno “scolpito” ed “esposto” nelle condizioni d’essere che devono permanere e cioè: mantenere le distanze, mascherina dove c’è assembramento , igiene personale e d’ambiente possibilità di “ammalarsi” nonostante il vaccino per cui non consideralo “esaustivo” e quant’altro.
      La notizia che l’applicazione utilizzata dai “verificatori” per “determinare” la validità del Green Pass è “bucata” è una “fake”.
      Quella applicazione “decodifica” il QCODE e si ferma lì. Lo confronta con la banca dati europea che mantiene aggiornati gli identificativi univoci che vengono prodotti ogni volta che un esame o una condizione d’essere cambia. Il “verificatore” DEV collegarsi online o almeno una volta al giorno per scaricare localmente i codici che verranno poi utilizzati al momento della verifica.
      Quando un vaccinato si ammala ed uno dei presidi sanitari lo constata, quel presidio invia un documento che inizia il procedimento di invalidazione dei Green Pass precedenti, viene prodotto un nuovo QCODE ed ogni verificatore a seguito dell’aggiornamento quando verificherà lo STESSO QCODE del Green Pass precedentemente esposto riceverà una RISPOSTA NEGATIVA:
      Al momento della conclusione dello stato di malattia l’interessato riceverà un differente Green Pass tramite il medesimo iter fisico e temporale della prima volta.
      L’onestà intellettuale obbligherebbe a raccontare l’intera storia senza “sposare” una teoria o l’altra, contestare quello che è contestabile e non inventarsi altro.
      Anche se questo è vendere una pasta scotta.

      Senior systems Engineer
      stefano tufillaro

      "Mi piace"

      • Ammapeta! Io sono l’esatto esempio di approssimazione nella valutazione delle notizie, e senza queste informazioni – ora verificate seguendo la “punta” e leggendo la Gazzetta – avrei creduto quanto pubblicato sul Fatto. Per me questa é una “buca” di Travaglio.

        Domanda: test, pentest o verifica formale?

        "Mi piace"

    • Esattamente come penso. Travaglio grazie di esistere, sono tutte domande lecite che faccio anch’io ma a me pure i familiari mi si storciano il naso come se io fosse una no-vax e no-pass.

      "Mi piace"

  2. Caspiterina, Travaglio si svegliò: qualcuno deve avergli pestato un callo… E lui ne ha molti di scoperti… Qualcuno dei sorcini lo munisca di Vibram prima che sia troppo tardi.

    "Mi piace"

    • Vibram? per i calli?
      rammento che una volta nelle calzature tecniche stava sotto
      mai visto una scarpa con il Vibram sopra
      esistono? dove le vendono?

      ah! forse ho capito, intende quelle antinfortunistiche, le più serie, non quelle che sembrano scarpe da ginnastica
      sotto steroidi o quelle ridicole le fivefingers, hanno i rinforzi metallici sulla punta non il Vibram

      "Mi piace"

    • il gatto invece ė nato sveglio, da oggi in poi leggeremo gli editoriali del tuo giornale visto che sei tu il vero portatore di verità

      "Mi piace"

  3. Anche qui, vedo che gli “ultimi commenti saranno i primi” … Ecco perché, hai visto SCN?
    Persino quello di Raffaele P. è finito sotto i successivi…PURTROPPO.
    È cambiato il metodo d’impaginazione.
    Come al solito, Gatone il censore fa una figura di cacca.

    "Mi piace"

    • Come il solito la MESCHINA non capisce un caxxo!… Invece: che cosa avete fatto a Mrs Mahatma perché se ne esca con un editoriale così? Lo sapete che è uno permaloso e che poi se la lega a un dito…

      "Mi piace"

    • Marco Bo, grazie per aver scritto tutto quello che avrei voluto scrivere io.
      Ma cadrà nel vuoto, perché è “solo” scienza e qui ci si vuole a tutti i costi fare sopra filosofia, pur con frasi o sottotitoli qualunquisti del tipo “ogni virologo dice cose diverse”( quindi faccio quel c che mi pare), che la filosofia non l’hanno mai vista.
      L’ho sentito dire all’unisono, dall’incolto al laureato. Non se ne può più.
      La scienza ha voluto essere “democratica”, mostrarsi per farsi capire, ma se chi sente 2+2=4 e 3+3=6 pensa che si tratti di concetti DIVERSI e non, comunque, di matematica, la partita è persa.
      E grazie a Dio c’è chi, non conoscendo la materia, si fida di chi la conosce e, anche se qualcuno la chiama “fede”, è il semplice sano atteggiamento di chi si affida agli esperti (e nella scienza è esperto chi sa di non sapere ancora tutto e procede cercando il meglio, aggiustando il tiro via via che si conosce il “nemico”), così come si fa fare la casa dall’ingegnere e non dai Cacciari sbraitanti che ci ragionano(si fa per dire) sopra, più per mostrare di essere che altro.

      “l’unica strada sono i calcinqulo e vaccinazione
      obbligatoria, la moral suasion non è praticabile con coloro che non voglio ascoltare e cercare di capire.”

      Esattamente. La conclusione è questa.
      Ti spiego e non vuoi capire?
      Anzi, scegli liberamente, come se fossi “libero” di farlo, senza gli strumenti, l’illuminato parere di Montesano a quello del prof Galli?
      Vuoi fare lo sborone a tutti i costi per sentirti più intelligente, senza aver, in tanti anni, neanche ancora capito che ci va la h davanti ad “ha” verbo o forte del brandire una qualsiasi laurea in catzologia?
      Ok. Allora, mentre cerchi su byoblu quello che non ci tikono, esegui.
      Perché se ti togliessi di torno solo tu, sarebbe perfetto, una selezione “naturale”…purtroppo ci passano gli altri…
      E il bello è che in ‘sto casino allevate varianti e le usate per darvi ragione, invece che per capire quello che vi hanno spiegato “i virologi” (nessuna distinzione, mai).
      Travaglio, preso lo xanax?
      Stanotte stavi male, dai, capita anche ai migliori, sono momenti di confusione e sconforto che ti fanno scrivere:
      “non sarebbe meglio mantenerlo come incentivo ai vaccini, ma smetterla di farne un passepartout”, dove è assolutamente vero che, senza anche un tampone, non è certa la validità del Green pass, e bisognerebbe almeno trovare il modo di sospenderlo in caso di positività, ma che incentivo è, se smette di essere passpartout?
      Nella FARMACIA di un paese che non ricordo, si vendevano green pass falsi a 5 euro.
      Farmacia, capito? Gente laureata in farmacia che spaccia immunità false.
      Dove vogliamo andare?

      "Mi piace"

      • Quanto è democratica e logica una scienza che cambia idea sul vaccino Astrazeneca circa 10 colte, Anail?

        Disseminando nel frattempo di morti e malati gravi il suo percorso illuminato? La giovane Camilla non ha insegnato niente?

        Poi prendersela con MT quando ribadisce semplicemente cose ovvie tra cui: 1- si spieghi come mai con 60.000.000 di vaccinazioni quest’anno ci sono più malati e morti dell’anno scorso 2- Crisanti ha detto che il Green pass non serve per fermare i contagi e quindi che si fa? si aumenta la pressione a vaccinarsi mettendo pressione ai ‘riottosi’ 3- intanto il green pass non è revocabile e quindi, se si va avanti si trovano migliaiai di perrsone che ce l’hanno eppure sono malate conclamate.

        Di fronte a questi semplici concetti, di fronte al disastro in UK, Israele, USA (155.000 casi e oltre 700 morti ieri) e persino islanda, malgrado l’enorme numero di vaccinati, non si trova niente di meglio che dare addosso a chi chiede sicurezza e non vuole firmare una ipocrita liberatoria sugli effetti del vaccino che si vuole fare per ‘libera scelta’.

        Ma niente, secondo Anail è MT che ha le traveggole a porre questi problemi.

        "Mi piace"

      • SadoMaso, con rispetto: la Scienza per come la possiamo intendere, a parole, non cambia MAI opinione.

        Stai parlando d’altro. Inoltre, non sei islandese e non vivi in Islanda.

        "Mi piace"

  4. Ma, in sostanza, riassumendo, per farla breve, in poche parole, usando un velato eufemismo: ma che cazzo andate trovando? E, soprattutto, ma da chi lo andate trovando?

    Novax, nomask, nogreenpass, nolockdown, idrossiclorochinici, varichinatiipocloriticiendovenosi, ma fate un po’ come cazzo ve pare, avete rotto la minchia.

    Mo’ uno deve correre appresso ai minorati mentali per farli vaccinare, ma annassero a pijarselo in saccoccia, beccateve il Covid e buon pro’ vi faccia, possibilmente con variante mortale.

    Troppi legaioli in circolazione, e’ la volta buona che gli diamo una bella sfoltita.

    Piace a 2 people

    • “Novax, nomask, nogreenpass, nolockdown, idrossiclorochinici, varichinatiipocloriticiendovenosi, ma fate un po’ come cazzo ve pare, avete rotto la minchia.”.

      Mah, veramente noi vorremmo fare un po’ come cazzo ci pare, solo che il problema lo avete creato voi sìvax, sìmask, sìgreenpass, sìlockdown, tachipirinhavigileattendisti, con l’obbligo fasciovaccinazista: ricorda questo piccolo particoalre vero cogli0nazzo o le era sfuggito? Mo’ uno deve correre appresso ai minorati mentali per farli ricordare, ma annassero a pijarselo in saccoccia, beccateve le reazioni avverse e buon pro’ vi faccia, possibilmente con complicazione mortale.

      Troppi pidioti in circolazione, e’ la volta buona che gli diamo una bella sfoltita.

      "Mi piace"

      • anche io vorrei che faceste come vi pare, infatti
        avevo noleggiato una ruspa per rimuovere i cadaveri dalle strade e metterli nei fossi lato strada
        e adesso invece devo riconsegnarla inusata dato che ci si è vaccinati in troppi e quindi
        i decessi riguardano la minoranza dei non vaccinati e quindi basta una pala.

        ho letto di uno, che vive di canzoni, che affermava che i noV sono tali perché confusi e ansiosi
        e quindi vanno rassicurati, non ho capito se parlasse di minori o di minorati, se parlava di adulti
        con un minimo di capacità ragionante, e rimangono noV, l’unica strada sono i calcinqulo e vaccinazione
        obbligatoria, la moral suasion non è praticabile con coloro che non voglio ascoltare e cercare di capire. ​

        sullo scritto di Travaglio sopra, purtroppo riprende a scrivere stupidaggini,
        come quando ad inizio pandemia scriveva se i morti erano morti con o per Covid.

        i vaccini non sono più permeabili, casomai lo è il sistema immunitario, ma vabbè, i vaccini sono fatti
        per un altro virus, stesso patronimico ma nome proprio diverso, s’assomigliano ma sono differenti, stanno tentando
        di capire anzitempo quali sono le varianti che potrebbero sorgere e, tra queste, quelle che potrebbero aggirare
        ciò che i vaccini mettono in atto, ma le combinazioni possibili sono molte
        e non è ancora ben chiaro quali potrebbero esserlo e quali no.

        e stanno controllando solo le mutazioni che riguardano le peculiarità relative al metodo d’ingresso
        nel tessuto cellulare, non quelle del virus stesso, che avvengono sicuramente ma non sono controllate.

        l’esempio che hanno fatto è militaresco, controlliamo ciò che avviene sul fronte, non quello che avviene
        nelle retrovie, dato che è lì che combattiamo.

        se l’aumentare dei contagi portasse a mutazioni congiunte sia nel metodo d’ingresso, del tipo che rende
        la risposta del sistema immunitario attivata dai i vaccini attuali ancor meno efficace,
        sia nel virus, magari in un modalità che lo rende ancor più aggressivo e letale, o invalidante,
        una volta che riesce ad entrare, saremmo messi veramente male.

        già ci sono i paesi sottosviluppati che, carenti di vaccini, fungono da serbatoi, per il numero di potenziali infetti,
        per le mutazioni, quindi qui da noi bisogna che ci si faccia trovare più protetti per quello che attualmente è possibile
        tenendo conto che stanno sviluppando vaccini che facciano reagire il sistema immunitario meglio.

        piccola nota su una cosa che forse non è così ovvia, le mutazioni avvengono nel corpo umano, non fuori,
        e più tempo uno rimane malato, e se malato d’altro e sotto farmaci è ancor meglio per lui, più tempo ha il virus
        per mutare e diffondere le mutazioni avvenute.

        ovvero, il liberi tutti è un rutto a fronte dei sacrifici fatti sino ad ora ed un gesto dell’ombrello nei confronti
        di quelli che dovremo fare in futuro.

        Piace a 1 persona

      • X Marco Boh: almeno Ennio ha la scusa di farsi di roba olandese, te che scuse hai per scrivere le cretinate che scrivi?

        I vaccini sono stati sconfitti dalla DELTA FORCE, stacce marchetto, invece di fare come dice quel bonobo di Bonomi, che vuole vaccinare tutti gli operai perché ‘il 90% dei ricoverati sono non vaccinati’ quando in realtà nell’ultimo mese circa sono il 75% scarso, ma ovviamente, tutto fa brodo per far parlare di sé e del proprio niente.

        "Mi piace"

    • @Silvio B. hai pienamente ragione…ma pero’ consentimi di dissentire solo sulla…. “bella sfoltita”….: mi auguro che invece sia una bella “pelata” tipo quella, stando ai sondaggi (augurandomi che poi alle “elezioni” il risultato sia “molto”peggio…n.d.r.) del loro alleato IV “capitanato” da quell’ altro Matteo….!!! Sursum corda…!!

      Piace a 1 persona

  5. La notizia su ciò che sta accadendo in Afghanistan viene riportata da tutti i giornali, sia pur con gradazioni diverse.
    Quelli “progressisti” la mettono in bella mostra. La dico tutta: a me non me ne frega un.. accidente. Miliardi spesi, militari caduti, per cosa? I talebani marciano spediti, che esercito ha il paese? In venti anni è stato addestrato? Mi sono già spinto oltre, dato che sono .. fatti loro.
    E sono fatti, anzi, strafatti, milioni di persone vittime di oppio e derivati che l’Afghanistan produce con successo dato che è leader di mercato col 70/80% del totale. Ci sono clip su YouTube dei campi di papavero in Afghanistan, si estendono a perdita d’occhio. Venti anni di occupazione militare, i papaveri sotto al naso e tutti fanno finta di niente?
    Forse sono troppo pignolo.

    "Mi piace"

  6. Il problema è che ormai il mondo è alla rovescia. La “scienza” – in questo caso la biochimica – è diventata una fede.
    Il suo compito è un altro, ed il dubbio, il tentativo, l’ errore, è intrinseco al suo essere. Se non ci fossero stati continui “dubbi” saremmo ancora agli stregoni. La storia della scienza insegna quanti errori sono stati fatti, nel passato e nel presente, e quanto – soprattutto in questi nostri tempi di investimenti record – il denaro ci entri anche in questa attività.

    Non sono bastate le performances dei nostri virologi in TV, a contraddirsi l’ un l’ altro e a cambiare parere da un giorno all’ altro? Non è bastata la continua ricerca riguardo lo “studio” – molti risibili – da pubblicizzare e rilanciare su ogni medium a seconda delle convenienze del momento? Non sono bastati gli esempi di altri Paesi in cui la frenesia vaccinale non è così evidente ed i media si occupano soprattutto di altro? Non sono bastata la “politicizzazione” dei vaccini per la quale gran parte del Mondo – la solita Russia che va sempre punita, ad es. – non può arrivare in Europa ( con immensi danni ad esempio per il turismo) perchè in possesso di una profilassi “non americana”? Non basta l’ evidente tentativo di rendere obbligatoria la vaccinazione – per nascondere il nulla che si è fatto per tutto il resto: evidentemente i soldi devono andare in altre tasche – cercando persino di negare il diritto al lavoro per chi esercita, come la legge ancora prevede la possibilità di non sottoporsi alla profilassi, baypassando persino l’ onnipresente “ce lo chiede l’ Europa”?

    Qui non è che siamo solo ancora ai tempi di Gentile (vade retro, scienza), ma si approfitta di questa sostanziale ignoranza capovolgendo il paradigma: chi scambia la scienza per una fede è “pro scienza”, chi accetta di vivere in un mondo problematico, dove ancora tanto è sconosciuto e un cigno nero è sempre là da qualche parte è un terrapiattista. E questo benefico gigno si manifesta, fortunatamente, e non per dar ragione ai dubbiosi, ma per permettere alla “scienza” di correggersi, e migliorarsi.

    Ovviamente in un mondo dove ( soprattutto in Italia e negli US: in altri paesi non è così evidente) tutto serve per dividere il mondo in buoni/DEM (“sinistra”) e cattivi/Repubblicani (“destra”, ed entrambi tra virgolette) chi fa discorsi come il mio di cui sopra, è uno “sporco leghista”, anzi, “fascista”.
    La mentalità scientifica sta sempre più in un altrove, ormai irraggiungibile. Cerchiamo certezze, cerchiamo fede. Extra ecclesiam nulla salus, senza “scienza” neppure. E come ai tempi di Galileo chi non si adegua, chi dubita della fede e della scienza va “corretto”, in un modo o in un altro. Cambiano i modi ma non la sostanza.
    Vacciniamoci, quindi, ma, per favore, non crediamoci troppo: non saremo “in sicurezza”. Col caos che vedo in giro e la mentalità che ci viene imposta (“col green pass si torna a vivere”) spero solo che anche questa pandemia se ne vada … da sola. In attesa della prossima.

    Piace a 1 persona

  7. I soliti italiani… non sapete liberarvi di un Renzi e pretendete di gestire una pandemia? Sí. no, sí, no… che fate, scrivete una mozione di sfiducia per la variante Delta? Create un partito Delta V-Day?

    Scrivete sui muru dei gabinetti “Delta V-affanculo” e poi andate a fare lo struscio?

    Aspettate, la Tradizione viene in soccorso: dopo la guerra alle mosche la guerra contro “Perché lui sí e io no?”

    Piace a 1 persona

    • Il Ministro dell’Interno in mutandoni, camici bianchi in cacofonia, Governatori di Regione fissi di fronte allo specchio col telefono in mano per sapere come stanno messi i telegiornali, lo Stato che liscia il pelo ai criminali… e poi si parla di Scienza.

      Ovvero, si parla di parole. Parole pralinate di circostanze personali con le quali si dá ragione a sé stessi.

      L’avete visto un morto? Avete visto una persone morire? Vi ricordate di Bergamo? Per me invece é tutta colpa di Beppe Grillo! Fate voi…

      Piace a 1 persona

  8. Secondo me bisogna fare “come si è sempre fatto”,cosa che a noi Italiani (ma non solo) riesce benissimo….
    Basta fare finta di niente e lasciare che le persone muoiano come nelle “nostre” infinite guerre “democratiche” facendo finta che è normale…e giusto.
    Se chi non si vaccina rischia la vita a causa anche delle “varianti” generate da chi si è “immunizzato” basta fare finta di nulla e godersi la propria esistenza felice e “ospedalizzata” (ci sono anche altre malattie) con la convinzione assoluta che almeno il “virus” non sarà quello che vi uccide….,rimane tutto il resto comunque,e tutto a “norma di legge” e in “libera” vendita….
    Per concludere…Che cosa vi cambia se alcune persone si prendono consapevolmente il “rischio” di morire senza peraltro esporvi (vaccinati) alla possibilità di morte,ma al contrario subendo le “mutazioni da voi prodotte?

    "Mi piace"

  9. Abbiamo riaperto tutto, facciamo finta di nulla perché c’è una stagione estiva che porta soldi e fa girare l’economia, giriamo senza mascherina tanto figurati se capita a me che sono vaccinato. Ed intanto i morti e i ricoveri sono maggiori rispetto all’anno scorso. Non abbiamo ancora capito che una pandemia nel mondo globalizzato durerà per sempre e che dobbiamo cambiare i nostri stili di vita.

    Piace a 2 people

  10. Qualsiasi soluzione studiata, sarebbe stata criticata!! Le parti contrapposte, critiche e polemiche, ci sono sempre e comunque.. provocazione: sarebbe stata meglio l’immunità di gregge, una bella sfoltita, fragili, eliminati, meno spese, meno pensieri, fosse comuni, l’INPS felice, pochi se non nessun debito.. l’Italia svecchiata!! Che ci stanno a fare gli scienziati!?! Sarebbe stato così semplice no? È proprio vero che l’essere umano è inqualificabile ed incommentabile, e più tempo passa e più ne ho consapevolezza!!

    "Mi piace"

  11. Basterebbe leggere l’articolo sull’immunità di gregge:

    Perché le percentuali di copertura vaccinale per il Covid sono variate al rialzo nel corso dei mesi?
    A inizio pandemia gli epidemiologi avevano ipotizzato una copertura del 66% della popolazione per liberarsi dalla minaccia del virus e tornare alla normalità. Con la variante Alfa, più contagiosa, la soglia è arrivata all’80%. Con la Delta, che ha una carica virale molto elevata, si stima che una persona possa contagiarne in media 7 (rispetto a 2,5 del ceppo originale). Di conseguenza per spegnere l’andamento epidemico si dovrebbe arrivare a immunizzare quasi il 90% della popolazione (e in certi ambienti al chiuso e poco areati non basterebbe). Ma ciò è impossibile perché a una certa quota di persone che, per vari motivi non si vaccineranno, (all’incirca il 20%) si devono aggiungere gli under 12, popolazione non ancora vaccinabile. L’obiettivo non è realisticamente ottenibile.

    Quali altre variabili entrano in gioco sul fallimento dell’obiettivo?
    È noto che i vaccini non proteggono al 100% per questo infezioni tra i vaccinati saranno sempre possibili. L’emergere della variante Delta ha però ulteriormente sparigliato le carte in tavola. I vaccini, pur mantenendo un’elevata protezione contro la malattia grave da Covid e la morte, si stanno dimostrando meno efficaci nel prevenire l’infezione da Sars-CoV-2, in particolare con il ceppo Delta, quindi anche chi è vaccinato, seppur in misura minore, può contrarre il virus. Il bollettino dell’Istituto Superiore di Sanità diffuso venerdì parla di una protezione dell’82% dalle infezioni sintomatiche con i vaccini in uso in Italia (e sono esclusi tutti gli asintomatici che non vengono testati) Inoltre anche i vaccinati che si infettano, seppur più raramente, possono diffondere il virus colpendo più facilmente la popolazione fragile che risponde poco e male al vaccino (immunodepressi, anziani fragili), oltre che i non vaccinati, che spesso non sono egualmente distribuiti nella popolazione generale, ma si concentrano in alcuni Paesi o comunità dove il virus ha «libera circolazione» . Infine c’è ancora incertezza sulla durata dell’immunità, che potrebbe calare con il passare dei mesi, oltre al fatto che la distribuzione del vaccino anti Covid è ancora poco equa: alcune zone del mondo non hanno ancora visto un vaccino e in un mondo globalizzato l’immunità di massa deve coinvolgere, appunto, tutto il mondo. Con tutte queste variabili il virus non smetterà di circolare e l’immunità di gregge resterà un miraggio.

    E poi raccomandano la vaccinazione che però: 1- non ferma il virus 2- non impedisce di ammalarsi 3- non sono considerati gli effetti avversi che specie per i giovani spesso sono peggiori del virus.

    Ma non ditelo all’intellettuala sarda qua sopra, che si è scoperta nazivaccinista.

    "Mi piace"

    • Io sono sardo solo a metá, ma mi incarico di spendere quel poco di intelletto rimastomi per non nasconderti che la tua glossa finale é stata ripetuta milioni di volte solo in questo luogo. Le vaccinazioni non fermano un piffero, isolano ed estinguono la carica virale in *tutte* le persone coinvolte, ovvero la popoolazione interessata. Inoltre, nulla in questo sistema solare, che io sappia, impedisce di ammalarsi a parte la morte. Di quello che succede alle persone in etá 16/25 é difficile che tu possa sapere qualcosa, e quindi vorrei che tu dimostrassi il mio torto se hai le fonti.

      A parte questo, quello che dici ha una sua logica, lo trovo legittimo se non forse stereotipato. Epperó, non sarebbe stato meglio che in quella famosa estate voi peninsulari foste stati meno cretini e paraculi? “Cene danzanti” ha lo stesso valore di “cene eleganti” e “medicina omeopatica”.

      "Mi piace"

    • “Perché le percentuali di copertura vaccinale per il Covid sono variate al rialzo nel corso dei mesi?” Per una semplicissima ragione che tutti fanno finta di non capire:

      (per chi fosse interessato a leggere, bisogna anche precisare che da uno siensiatoh moderno, come del resto dal filosofo alla De Crescenzo, non si può certo pretendere coerenza, ma questo è quello che passa il convento: prendere o lasciare…)

      https://www.affaritaliani.it/coronavirus/garavelli-nel-picco-epidemico-non-si-vaccina-ora-lo-dice-crisanti-736684.html

      Prego astenersi dal controbattere soggetti, soprattutto se sardi, “dall’ironia sferzante ma al contempo acuta, dallo splendido tratto di superiorità intellettuale misto a indifferenza e consapevolezza dell’inferiorità dei Cosi (cit. ahahah…)” novax-mask-locdàun, tanto ormai abbiamo capito di che impasto nazifascista sono fatti. Grazie.

      O bella ciao, o bella ciao, o bella ciao, ciao, ciaooooo…

      "Mi piace"

  12. Tutto il mio timore sta nell’ uguaglianza vaccino =sicurezza, che viene propagandata ovunque.
    Perchè ovunque vedo i più, anche anziani purtroppo, sputacchiarsi addosso ad 1 cm l’ uno dall’ altro, ridendo e mangiando. Anche all’ aperto a quella distanza “sicurezza” non c’è. Vaccino o non vaccino.
    Poi, a questo punto, chi non vuole intendere non intenda. Non c’è niente da fare.
    Speriamo che il virus decida la propria eutanasia. in fondo è sempre successo così.

    "Mi piace"

  13. Vorrei che qualcuno mi spiegasse – veramente non ho capito – il fatto che i tamponi per il personale della scuola saranno gratuiti, ma solo per “i fragili”.
    Che significa? Chi saranno “i fragili”? Dato che al massimo si tratta di over 60 ( saranno loro i fragili?) e dei novantenni non ce ne sono, chi dovrà certificare tale “fragilità”? Un medico, immagino, ma come? Dato che certamente non si dovrà esibire al Preside, bidelli e personale di segreteria la lista delle proprie patologie – ci manca solo questo! Sai quanto dura in quei posti la privacy? – come si deciderà la gratuità? Se qualcuno lo ha capito gradirei una risposta.

    Possibile che siamo alle solite? Sempre all’ annuncite?
    Per intanto i clienti di bar e ristoranti continuano a dover esibire i green pass (in teoria… nei fatti… fatevi un giretto nei bar del centro…) mentre ai gestori che stanno lì tutto il giorno non è richiesto nulla. Il massimo.

    "Mi piace"

    • Quello che ho capito io, ma dichiaro subito agli scienziati del blog la mia incompetenza e potete pure mettermi nella pira di pirla in cui viene messo chi si fa una domanda, ci sono dei fragili che hanno certificato (o certificheranno) di non poter fare il vaccino per ragioni loro, certificato da medico ovviamente. Quelli faranno tampone aggratis.

      "Mi piace"

      • Diamo un caloroso abbraccio di benvenuto alla neofotita novax-mask-locdàun… Gradassa permettendo: ad maiora!

        "Mi piace"

      • Tu fai il coso come al solito, ma ieri mi si è dato della novax (a me!) perché ho detto che prima di fare la terza dose alla mia stra stra ottantenne d’oro voglio la firma di Draghi col sangue, quella di Speranza sullo studio che lo sperimenta con esito inequivocabile, e il coro di autorizzazione di tutti gli scienziati che cantano all’unisono.

        "Mi piace"

      • “ma ieri mi si è dato della novax (a me!)”: la legge del contrappasso non passa mai di moda, nemmeno per quelli che la menano con il Coso…

        "Mi piace"

  14. Premetto che, scrivere dei commenti per qualsiasi argomento, è mero sfogo, tanto chi dovrebbe leggere credo non lo faccia, serve esclusivamente a noi che veniamo qua per avere un contatto con la realtà più o meno virtuale, ci sono persone, dietro ai nomignoli, credo nella totalità dei casi, ci si confronta e ci si scontra, passo poco di qua, nel blog delle stelle non vado più, come Viviana che con molta più cultura, esperienza e dialettica scriveva molto e molto piaceva.. alla fine la possibilità di esprimersi è sempre un valore aggiunto per noi stessi che possiamo “sfogarci”.. Vengo al dunque, stamattina ho purtroppo avuto una discussione, con un’amica che timorosa del vaccino, ora è infetta, le hanno fatto gli anticorpi monoclonali speriamo reagisca e di immunizzi!! Erano mesi che si parlava di vaccino sì vaccino no, si sa che in questa situazione noi comuni mortali poco niente, sappiamo, non sanno veramente nemmeno gli scienziati, il vaccino è un test per ora, fatto col computer, noi siamo cavie inutile negarlo!! Ma cosa possiamo fare? Ribellarci alla somministrazione e poi? Se ci si ammala, come la mia amica? Vogliamo essere curati ovviamente ci spetta di diritto!! E guai se ti dicono te lo avevo detto io!?! Eh no!!! Le strade sono due, o ti vaccini o ti prendi la tua responsabilità!! E inutile poi piangersi addosso e farsela sotto!! Il vaccino io l’ho fatto, responsabilità civile!! Esclusivamente per quello l’ho fatto!! Abbiamo delle responsabilità, soprattutto nei confronti degli altri, non so cosa potrà “regalarmi” il vaccino, in futuro ma, qualcosa dobbiamo pur fare affinché la pandemia possa terminare!! Se ognuno di noi avesse più a cuore il prossimo staremmo sicuramente molto meglio di ora ma non solo in questo frangente tremendo ma per tutto ma proprio tutto, quello che ci circonda dagli esseri umani, alla natura, l’egoismo, il menefreghismo, l’individualismo, sono peggio della pandemia, perché questa passerà forse un giorno ma loro invece diventeranno sempre più insopportabili!! Le paure si possono e si devono superare e se per il bene comune diventa più facile.. almeno per me.. buon ferragosto più possibile!!

    Piace a 2 people

    • Spiace constatare la paternità del detto, ma Marx aveva ragione da vendere: la via per l’Inferno è lastricata di buone intenzioni!

      La realtà è una sola: ammazzando Dio come si pregia di fare il pippatore olandese, si riduce la vita a una grottesca superstizione para-filantropica, para-scientifica, para-filosofica e falsamente pragmatica.

      Siete in ostaggio di un potentissimo incantesimo che non siete più in grado di spezzare: anche gli auguri formali di un pronto risveglio, non avrebbero più senso alcuno…

      "Mi piace"

  15. «Particelle lipidiche: nuovo veleno dei vaccini tenuto segreto:

    I database delle autorità di approvazione dei farmaci nell’UE, nel Regno Unito e negli Stati Uniti contengono un numero senza precedenti di gravi effetti collaterali e decessi dovuti ai vaccini a mRna che sono tuttavia solo una piccola parte della realtà perché le burocrazie sanitarie sono fortemente coinvolte anche in termini di denaro con Big Pharma e tentano in ogni di fare da tappo alla verità e di nascondere i casi. Ma il fatto è che il numero di proteine tossiche spike prodotte dai vaccini è straordinariamente grande: c’è chi ha voluto farsi qualche conto è ha scoperto che 30 microgrammi di preparazione Pfizer, ovvero una dose, contengono 2 biliardi di nanoparticelle lipidiche, ognuna delle quali contiene 14,4 trilioni di segmenti rna per produrre proteine ​​spike. Se ogni segmento di informazione genetica induce la cellula a produrre 1000 proteine spike allora esse diventano 14,4 quadrilioni. Ora i pericoli della proteina spike prodotte dai vaccini anticovid e le sue interazioni con il sistema immunitario umano, che comportano il rischio di coaguli di sangue e perdite di vasi sanguigni, stanno diventando sempre più noti, anche se non conosciamo bene il livello di rischio reale esse comportino, tuttavia non sono l’unico enigma: anche le nanoparticelle lipidiche del vaccino (LNP), che sono costituite da lipidi mai iniettati prima in un essere umano possono presentare delle incognite.

    Uno studio pubblicato come preprint sull’effetto delle nanoparticelle lipidiche presenta la prova che i LNP utilizzati in molti studi preclinici sono altamente infiammatori nei topi. L’iniezione intradermica di questo LNP ha portato a risposte infiammatorie rapide e robuste caratterizzate da massiccia infiltrazione di neutrofili, attivazione di varie vie infiammatorie e produzione di varie citochine e chemochine infiammatorie. La stessa dose di LNP somministrata per via intranasale ha prodotto risposte infiammatorie simili nei polmoni e ha determinato un alto tasso di mortalità. In una dettagliata analisi del professor Michael Palmer e del professor Sucharit Bhakdi cercano di rispondere sulla base delle attuali conoscenze di farmacocinetica alla domanda sul perché i vaccini causano: coagulazione del sangue subito dopo la vaccinazione, che può portare a infarto, ictus e trombosi venosa; gravi danni alla fertilità femminile; gravi danni ai bambini allattati al seno e tossicità cumulativa dopo iniezioni multiple:

    “Riassumiamo i risultati di uno studio sugli animali che Pfizer ha presentato alle autorità sanitarie giapponesi nel 2020 che ha esaminato la distribuzione di un vaccino modello mRNA. Dimostriamo che questo studio prevedeva chiaramente gravi rischi di coagulazione e altri effetti avversi. L’incapacità di monitorare e valutare questi rischi nei successivi studi clinici e il processo di revisione per negligenza grave associato alle approvazioni di emergenza hanno prevedibilmente portato a un disastro medico senza precedenti.
    Preoccupa in particolare l’eliminazione molto lenta dei lipidi cationici tossici. Nelle persone a cui vengono ripetutamente iniettati vaccini mRna contenenti questi lipidi, indipendentemente dal fatto che siano diretti contro il Covid o un altro patogeno o malattia, ciò comporterebbe tossicità cumulativa. Esiste una reale possibilità che i lipidi cationici possano accumularsi nelle ovaie. Il grave rischio per la fertilità femminile associato a ciò richiede l’urgente attenzione delle autorità pubbliche e sanitarie”.

    Uno studio in questo senso è stato fatto anche dalla biologa cellulare Vanessa Schmidt Krüger che ha trovato le stesse dinamiche per le particelle lipidiche. Ma naturalmente tutto questo è stato soffocato, alcuni video sono stati cancellati e la scienziata è stata personalmente minacciata. Tuttavia non c’è stata alcuna risposta scientifica da Pfizer, nonostante il fatto che i pericoli delle proteine spike e delle nanoparticelle lipidiche siano grandi e ben documentati tanto che è superfluo tirare in ballo altri elementi presumibilmente visibili al microscopio, per spiegare gli effetti collaterali. Anzi questo può persino distrarre dai pericoli reali che sono ormai provati in maniera inequivocabile e nascosti dai produttori.».

    Anche per topolini da laboratorio ci sarà una Nemesi: questa scienzah, comunque la si giri è una FOGNA A CIELO APERTO!

    "Mi piace"

    • Cuore di pannaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa… Tutto bene a casa?

      In primis, lo scientificamente inattendibile (in quanto giá molte volte sgamato) parla di un cosiddetto “preprint”, ovvero una pubblicazione che non é stata valgliata da nessuno. Posso farlo anche io e pagare una delle qualunque organizzazioni dette “predatorie” che non leggono nemmeno quello che pago per dare alle stampe.

      In secondo luogo, tu non hai nemmeno un ‘nticchia di competenze per comprendere i contenuti del sito https://doctors4covidethics.org. Io sto a malapeno accocchiando quel poco che ricordo e non credo tu possa andare oltre le prime dieci righe. A che serve mollare il malloppo a questa maniera?

      Ovviamente, ti ringrazio per nutrire le mie approssimazioni con le tue vacuitá.

      PostScriptum Io parafraso passi della Bibbia e tu nemmeno te ne accorgi. Che rozzezza…

      Piace a 1 persona

  16. Specifico: sia chiaro che anche io ho dubbi, scetticismo, timori, ma non sono uno scienziato, posso solo attenermi alle regole del buon senso e non avere paura ma rispetto della situazione e del prossimo ripeto.. non sono un genio ma nemmeno un imbecille, penso ed agisco di conseguenza.. viviamo in questa società, non siamo eremiti, quindi se viviamo in questo contesto dobbiamo adattarci, il senso critico è giusto ci sia ma deve essere sempre ben ponderato!!

    "Mi piace"

  17. “Bastano la variante Delta e il mancato lockdown nel 2021 a spiegare il terribile paradosso?”
    —————————

    Bastano e avanzano, perchè:

    l’Italia a fine lock down 2020 era, tranne per poche provincie del nord, quasi immacolata sulla diffusione del virus. Non era la stessa situazione di partenza di maggio 2021.

    La variante Delta è più aggressiva e il vaccino non ha con questa la stessa efficacia che ha con la sorella più anziana, ma tutti i numeri IN PROPORZIONE al totale di vaccinati e non vaccinati ADULTI, non sono mica da buttare, anzi!
    Travaglio fa confronti con l’estate dell’anno scorso, ma non si domanda quali numeri ci sarebbero stati senza vaccini + variante Delta in questa estate.

    Sul green pass si è capito che serve principalmente a spingere le persone a vaccinarsi, ma ciò non vuol dire che sia lo zero assoluto come limitazione dei contagi.

    Piace a 1 persona

  18. A proposito di “numeri”: gli over 50 senza vaccino millantati “oltre 4.000.000”.
    Ieri, rete Mediaset – non ricordo quale – sono diventati “circa 2.000.000”.
    2.000.000 (due milioni) di differenza.
    E noi stiamo ad arrabattarci sui “numeri”.

    "Mi piace"

  19. Tra i no vax, che comunque rispetto, almeno quelli in buona fede che si pongono domande legittime sull efficacia sicurezza dei vaccini, tra i no vax dicevo , ce ne sono alcuni falsi come giuda e come una banconota da 30 euro. Sono gli estremisti di dx, quelli col Duce tatuato., che urlano alla dittatura sanitaria e che urlano libertà libertà…. ma lo fanno solo per cavalcare il malcontento.
    Lo sanno benissimo, che un VERO fascista avrebbe il pudore almeno di tacere, sapendo bene che se ci fosse Lui, li avrebbe vaccinati TUTTI nel c….e se avessero messo il becco fuori di casa durante il coprifuoco, erano tutti c….loro.
    Che falsoni!

    "Mi piace"

    • Anche ora ci stanno vaccinando tutti: prendendoci letteralmente per fame. E non è finita…
      Cambiano le forme ma non la sostanza.

      "Mi piace"

  20. ben svegliato travaglio, ma hanno diritto di parlare tutti, anche quelli che non si sono vaccinati e non intendono vaccinare i propri figli. qui dovete iniziare a dare voce alle vostre coscienze ed ammettere gli errori, per non essere complici nella distruzione di vite. se tu ti sei vaccinato penso che fossi consapevole che il farmaco era ed e’ in fase sperimentale e hai deciso di prenderti il rischio considerando rischi e benefici. l’inganno e il ricatto sono cose diverse

    "Mi piace"