Passaporto per l’Assurdistan

CERTIFICATI VERDI DIGITALI COVID-19 CERTIFICATO VERDE DIGITALE PASSAPORTO VACCINALE PASSAPORTI VACCINALI APP APPLICAZIONE SMARTPHONE QR CODE FORMATO DIGITALE ATTESTAZIONE DI NEGATIVITA’ AL TEST, GUARIGIONE O AVVENUTA VACCINAZIONE GREEN PASS CERTIFICATE

(Anna Lombroso per il Simplicissimus) – Come in una matrioska, come in un gioco di scatole cinesi, sono allo studio discriminazione e disuguaglianze dentro e aggiuntive ad altre discriminazioni e disuguaglianze:  il governo prepara il nuovo decreto anti-Covid, quello che prevede l’estensione dell’utilizzo del green pass.  “L’idea”, secondo il  sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, è quella di pensare “a una modulazione e gradualità a seconda del quadro della regione: si possono cioè prevedere intensificazioni dell’utilizzo del green pass a seconda della situazione”, malgrado la “situazione delle terapie intensive e dei reparti ordinari per ora non preoccupino”.

Tutto come previsto, in modo da giustificare l’inadempienza rispetto alle promesse, moneta in corso da un anno e mezzo, di rafforzare le strutture di emergenza e di investire nel sistema ospedaliero pubblico, nel rispetto dei due modelli vincenti, quello Macron e quello Moratti, ambedue convinti che non valga la pena impegnare risorse economiche e umane nella medicina di base, nelle cure domiciliari, nella predisposizione di modelli terapeutici, quando l’unica soluzione  è il vaccino.

Ma per carità, non è complotto, forse si stratta solo dei dogmi di strateghi senza strategia, dilettanti improvvisati, che attingono al gruzzolo che noi siamo tenuti a dar loro sotto forma di tasse e balzelli per onorare i patti stretti con le cupole farmaceutiche, ispirati da una ideologia che ha bisogno di declinarsi con il controllo sociale, la repressione, la paura, la necessità che impone la rinuncia alle libertà in forma volontaria, come accettazione doverosa che vanta un alto contenuto morale, quel richiamo alle responsabilità collettive e personali che tiene dritti gli eroi della puntura immortalati orgogliosamente prima o dopo il sacrificio rituale.

Dal primo momento si è capito che si trattava di un virus classista, che si accaniva con gli improduttivi che pesano come parassiti sul nostro stato sociale languente, particolarmente cruento con i vecchietti delle case di riposo, che prescriveva di discernere tra chi andava protetto in un confortevole isolamento e chi doveva prestarsi con i servizi essenziali alla tenuta dell’economia nazionale, che  distingueva tra venerabili maestri da accogliere in cliniche con trattamento alberghiero e anziani da tutelare in un malinconico stato di abbandono, e tra chi esercitava la sua resilienza a via del Vivaio o ai Paioli e chi invece resisteva in una camera e cucina senza Netflix e Glovo.

E d’altra parte a proposito di trattamenti differenziati tra regioni, vale per tutti la decisione di uniformare le limitazioni di tutto il Paese all’emergenza lombarda, chiudendo una nazione per non “penalizzare” il suo motore economico e morale, il primo in graduatoria per antropizzazione,  consumo di suolo, inquinamento, carenza di infrastrutture ambientali, e anche per contributi offerti a rinvigorire la sanità privata, a fronte di una incidenza di infezioni ospedaliere, di patologie respiratorie dovute a fattori climatici combinati con smog e fumi industriali.

Ultimamente ha confermato questa ipotesi, quella di una malattia che dà una mano alla lotta di classe di chi ha e vuole di più contro chi non ha, anche la ricostruzione di un identikit del disertore, del disobbediente che danneggia gli altri dotati di senso civico, dell’eretico che trae soddisfazione dalla provocazione, dall’oltraggio della religione della scienza, dalla blasfemia che irride i dogmi proferiti dai suoi sacerdoti: e difatti si tratta di ignoranti di basso ceto,   di marginali che si esaltano con lo sberleffo e lo sfregio dei sani principi che regolano le relazioni nel nostro “consorzio civile”, e ai quali è lecito opporre la ragionevolezza pensosa e riflessiva di un Claudio Amendola contro Agamben, di un Burioni contro Montagnier.

E d’altra parte era prevedibile  che i tempi della persuasione morale sarebbero finiti, che grazie alla pressione univoca di autorità e comunità di benpensanti, con l’ausilio delle forze armate, della Chiesa che nella sua più alta carica elogia la poderosa organizzazione assistenziale del paese ospite, la coercizione e l’obbligatorietà delle imposizioni si sarebbero fatte strada.

Qualcuno si era fidato che ci fosse ancora qualche istituzione propensa a concedere spazi di autodeterminazione ai cittadini: quando cominciarono a dare forma all’ipotesi di un green pass europeo, il Consiglio d’Europa approvò una risoluzione “contenente indicazioni relative alla distribuzione e alla somministrazione dei vaccini contro il COVID-19, prendendone in considerazione i risvolti pratici ed etici e fornendo agli Stati linee guida e principi da seguire per una campagna vaccinale efficiente, efficace, equa e su base volontaria”, invitando governi e autorità a una corretta campagna di informazione, soprattutto relativa alla non obbligatorietà del vaccino, alla sua sicurezza e ai possibili effetti indesiderati, in modo da assicurare una scelta consapevole e libera, senza alcuna forma di discriminazione o svantaggio per coloro che decideranno di non sottoporsi al vaccino, sottolineando che eventuali certificazioni vaccinali dovrebbero avere solo lo scopo di monitoraggio.

E’ che come al solito i brandelli di sovranità sono optional delegati a organismi impotenti o rinunciatari, Parlamento, Consiglio, che raccomandano “non vincolando” e la cui inesistente facoltà decisionale e lo scarso potenziale sociale  e culturale vengono esaltati soltanto quando può incidere per la demolizione di quegli edifici di valori e principi contenuti in carte costituzionali malviste perché nate da resistenze nazionali di popoli che pretendevano libertà e autonomia, condannando i totalitarismi del passato per dare impunità a quello del presente.

23 replies

  1. Ho vissuto un’infanzia a prendere fluoro per i denti, che in seguito è stato ritenuto il maggior responsabile dell’indebolimento osseo, e ne ho le prove; a fare vaccinazioni per colera e vaiolo prima di partire per l’estremo oriente, dove arrivando già indebolita, la prima cosa che ti pigli è la dissenteria e spesso la malaria di cui c’erano 43 varianti, e nel tornare, l’unica cosa che i microbiologi dell’epoca sono andati a pensare era che ti eri preso la tenia, o verme solitario. Questo più di 25 anni fa, tempo giusto per un’eventuale incubazione della lebbra, ancora esistente da quelle parti, ma non l’ho presa. Le uniche cure per tali tipi di malattie erano antibiotici a pioggia, sale inglese, un lassativo micidiale, e le vaccinazioni, con l’intento di farti fuori completamente, perchè alla fine, la cura, secondo loro, avrei dovuto seguirla in quei paesi, visto che in Italia certe malattie erano state debellate da decenni, anche grazie ad una decantata bonifica di paludi. Che palle storiche! Da quel momento ho deciso di mandare tutta la sanità ufficiale affanculo, ed eliminando medicine e cibo spazzatura, ho iniziato ad avere meno raffreddori, e altri malanni che mi avevano afflitto da una vita. Ho mantenuto l’abitudine, se qualcosa che stavo mangiando cadeva a terra, di buttarla. Dal 2020 mi sono detta perchè sprecare? La pulivo dalla polvere con un tovagliolo e la mangiavo, per vedere come sarebbe stato il covid, perchè non me ne fotte un cazzo di morire, piuttosto che continuare a vivere in un mondo diventato oramai un raduno di pappagalli alieni: rossi, bianchi, verdi, e gialli, che gracchiano e fanno tutti le stesse cose.

    Piace a 1 persona

  2. L’app immuni di Salvini? Un app nel cellulare in grado di rivelare non si sa come se non dai micro chip nascosti nei corpi alieni dei vicini se erano immunizzati o no? Ecco il livello di idiozia totale delle persone, tra l’altro l’app quando fu appena sfornata non c’erano manco i vaccini e come fa un app a sapere se ho/avevo il covid?

    Non esiste, si sta programmando un mondo dove l’idiozia generale farà da padrona ad ogni buon senso.

    E gli utili idioti saranno lì come sciacalli a sbavare sull’odore di cadavere che emanera’ dagli ultimi esseri umani.

    Possibile che chi governa sia così maledettamente bastardo da creare una società formato scatola dall’enorme costo e spreco energetico, rimbecillendo tutti, grandi e piccini con l’uso tossico di sistemi Android?

    Ma dove lo hanno il cervello ? Nelle tasche di Bill Gates? Si tetti delle industrie della silicon Valley?

    Uno strumento per il cervello è uno strumento non è il cervello.

    E la politica spazzatura è ancora vergine, è ancora lì a tessere le sue trame feroci by passando storia, cultura, diritti, preparazione, studi, oneri inutili sobbarcati da famiglie povere.

    Fate immensamente più schifo della spazzatura che ammucchiate e poi la lebbra? Il colera, il cancro.

    Forse chi chiama un Duce non ha tutti i torti, Ve lo meritate schifosi pidioti a tassare la tassa sui rifiuti, a mettere i cassonetti con i lucchetti come per l’oro che avete nel cervello. A non rendere pubblico niente, a nascondere e insabbiare tutto il marcio e lo schifo che ci portate. E create.
    Avete bisogno di pedine e prendete solo quelle, brave, zitte e mute.
    Che Dio vi maledica!

    "Mi piace"

  3. Il cellulare usato per monitorare gli esemplari umani e sei obbligato ad averlo per lavorare.
    Un mondo di mezzo di schifose spie irreggimentate per il controllo.
    Quando tutto sta crollando, tutto, ingeriamo cibo spazzatura, farmaci spazzatura vestiti tossici, per fare 50 m si prende la macchina . Enormi supermercati per una popolazione quadrupla di quella presente, cibo standard, plastica ovunque, sapori standard, e se rubi una mela arriva l’esercito con manganello teser e bazzuca incorporato negli scarponi.
    La fantascienza ormai reale di una umanità destinata a scomparire, speriamo prima che poi. E tutto questo per i bunga bunga di Berlusconi? Per radio Maria? Per i politici che fanno le sfilate in televisione ?
    Per vendersi anche le mutande?

    Impossibile crederlo per quanto sia reale.

    "Mi piace"

  4. @Aruspici
    non mi è chiaro se lei sta babbiando o se scrive seriamente

    nel secondo caso ha qualche problema di comprensione a livello basico

    Immuni non rileva se lei ha, o non ha, preso il Covid, le dovrebbe dire se è stato per un tempo
    superiore a X minuti nei paraggi (< 1 m) con una persona che poi è risultata infetta e che, tramite Immuni,
    avverte gli altri del fatto, in modo che possano prendere precauzioni (tampone/autoisolamento).

    l'uso tossico di Android è paragonabile all'uso tossico di una comune forchetta
    lei la usa per infilarla nell'occhio del suo vicino (visto il livello di schizofrenia che la pervade)
    io per prendere le olive da un piatto.

    i chip sottocutanei lei li ha visti nei film, ma i film sono finzione, gli unici che potrebbero essere
    di uso diffuso, ma non lo sono, sono i RFID che però sono alquanto passivi, ovvero possono essere letti (o anche scritti)
    ma solo da un lettore/scrittore di prossimità (ha presente le carte di credito -si, lo capisco che per lei
    sono opera del demonio- contactless? ecco qualcosa di simile) non ne esistono, se non forse a livello
    sperimentale da laboratorio (militare o meno non ha importanza) che possano essere letti da lontano
    o che possano spingere qualcuno a fare qualcosa (ci prova Musk a farlo, ma al momento
    dice che fa giocare una scimmia a Ping-Pong e quando impiantati lo si vede che lo sono
    essendo più simili ad una capigliatura rasta che ad un sim telefonica)

    @pimpa
    si in effetti i virus sono sensibili al cibo spazzatura
    mai visti prima che McDonald aprisse

    ma non so se comprenderà.

    per l'autrice del testo sopra

    la soluzione da cercare attualmente non può essere l'aumento delle strutture ospedaliere.

    questa lo può essere in emergenza, che si spera non torni più, quindi al massimo
    si può recriminare la lentezza, se non l'inazione, nell'allestirne dei nuovi nel nostro recente passato
    (Bertolaso a parte, che ha gettato la spugna, per mancanza di massaggiatrici della sciatica anteriore)

    la maledizione attuale è lasciare a tutti libertà di scelta, anche quando questa coinvolge
    terzi e non solo se stessi, i russi ad esempio se ne stanno rendendo conto di quanto male abbia fatto
    adeguarsi ai dettami occidentali, purtroppo pare che, al contrario dei cinesi che in un anno
    contano 180 casi circa, persistano nell'insana moda.

    quella libertà è ottima per l'eutanasia di scrittori logorroici, nel caso sentano il bisogno di auto-terminarsi,
    un poco meno quando gli stessi incitano i miei vicini di casa a non vaccinarsi rendendo possibili
    due cose:
    – il loro contagiarsi, che può tramutarsi in un loro ricovero con possibile decesso -e sin qui poco male
    solo un'esborso delle mie tasse a fronte di una scelta libera, ma imbecille-
    – la seconda è che possono infettare pure me (e potrei non essere in grado, per patologie pregresse, di far fronte
    al vaccino in modo autonomo -è un esempio, non cito la mia situazione sanitaria-) e/o contribuire
    a sviluppare una mutazione Ψ (Psi) che è vaccinoresistente, aggressiva e molto contagiosa
    (rammentarsi che le mutazioni avvengono in una persona una, non in centomila),
    il che ci porterebbe inevitabilmente a nuovi contenimenti forzati ed alla ricerca di nuovi vaccini da inoculare.

    Piace a 1 persona

    • ps
      i casi dei cinesi sono in maggioranza (70/80%) d’importazione
      dai paesi confinanti, infatti vengono rilevati in città prossime alle frontiere terrestri del paese

      "Mi piace"

    • Oggi è un altro giorno.
      Grazie Italia. Non ti ho odiato mai come adesso.
      Io odio questo paese e non è schizofrenia è la mente caciotta, agricola allevata sotto le cupole che pretende il villaggio e la nazione assieme. Altro che …
      Contento voi, come si dice, contenti tutti .

      "Mi piace"

    • @marco_bo

      Forse nella mia schizzofrenica vita ho letto/studiato troppo per finire ad osservare cose che voi umani..
      Alla bella politica si somma il fare civile che è tutto tranne che civiltà. Poi si cerca la civiltà, dove? Nei resti dell’impero romano e nelle metropoli moderne? Nelle relazioni scoppiate, negli amici e conoscenze di comodo?
      Continui lei a cercare civiltà nei paraggi io di stupide pedate ne ho piene le tasche.

      "Mi piace"

      • Salve Anail si, ha ragione la perfezione non è il forte.
        Ma personalmente me ne frego.
        Ormai a 50anni manco i pomodori posso andare a raccattare, al massimo raccoglieranno me in un campo di cavoli.

        "Mi piace"

      • Salve Ennio , come va ?
        Questo è un blog politico e dovrei fare una miscela per risponderti. Il cinquantenne disadattato è un pregio, me lo lasci dire. Chi è dentro al sistema si avvia a sentirsi un ferro vecchio, il disadattato ha le risorse (anche se poche) per reinventarsi e continuare a sognare ed è vero che in fondo questo paese malconcio offre ancora l’opportunità per sentirsi umani, più umani e infinitamente umani, il dove caso mai, è ancora da scoprire.

        "Mi piace"

      • Io SONO dentra al sistema, ma in una maniera epi-parassitaria. Poca vogli di re-inventare, in primis perch’e non cavai un ruco dal bagno prima, che reinvento?

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...