Il Movimento continua a non toccar palla

(Alessandro Di Battista) – Mesi fa Conte, giustamente, lanciava il cashback, una misura da lui descritta come “il primo passo verso la digitalizzazione del Paese nei pagamenti”. Era una buona misura. Sì era, perché il governo dei migliori, quello dove cit. “entriamo per controllare” l’ha appena cancellata. Il cashback aveva tre obiettivi: rilanciare un minimo i consumi, combattere l’evasione e spingere ad effettuare acquisti “fisici” in negozi, mercati, supermercati etc. Il cashback, infatti, non funzionava per gli acquisti online.

Oltretutto, per molti, quel 10% di spesa restituito (come fosse un 10% di sconto sugli acquisti) rappresentava un piccolo ma importante risparmio. Il Movimento continua a non toccar palla (cosa ampiamente prevedibile e prevista da chi non aveva altri interessi). Gongola la Lega, partito che non ha mai fatto della lotta all’evasione la sua ragion di vita e gongolano tutti quelli che mesi fa hanno attaccato questa semplice misura di buon senso a sostegno, soprattutto, della classe media. Il tutto mentre più o meno tutti i dirigenti del Movimento giurano amore eterno a Mario Draghi. Rallegramenti!

P.S. Sulla questione “blocco dei licenziamenti”, una bomba sociale ad orologeria, sto cercando di capire come finirà.

2 replies