M5S, da Rousseau a Odoo: ecco la nuova piattaforma 5 Stelle

(di Antonio Atte – adnkronos.com) – Da Rousseau a Odoo, parte la rivoluzione M5S. Entro la fine di giugno gli iscritti pentastellati, per la prima volta nella storia del Movimento 5 Stelle, voteranno lo Statuto del neo-M5S su una nuova piattaforma. In un secondo momento, i militanti potranno esprimersi sulla leadership di Giuseppe Conte, che aspetta l’investitura ufficiale da parte della base. Dopo il divorzio dall’Associazione Rousseau è in corso la verifica dei dati degli iscritti, consegnati al M5S dalla no profit di Davide Casaleggio. Un lavoro minuzioso, propedeutico all’atto finale della rifondazione avviata dall’ex presidente del Consiglio. Per dare vita al nuovo corso i grillini si sono affidati ai servizi tecnologici di una società viterbese, la Isa Srl. “Noi abbiamo molta esperienza per quanto riguarda la gestione del prodotto, ma come movimento politico il M5S è il nostro primo cliente”, dice all’Adnkronos Sandro Aquilanti, direttore generale della società di servizi It fondata nel 1985.

Di cosa si occuperà, esattamente, la Isa Srl: gestirà i dati degli iscritti? “No, non trattiamo i dati degli iscritti. Noi forniamo la piattaforma tecnologica con cui il Movimento 5 Stelle gestirà quei dati. Isa gestirà, dal punto di vista tecnologico, la piattaforma: stiamo mettendo a disposizione la piattaforma su cui il M5S inserirà le iscrizioni, i dati…”. La nuova piattaforma che sarà adoperata dai pentastellati “è un prodotto internazionale di cui noi siamo partner, si chiama ‘Odoo’ ed è uno dei software più scaricati al mondo: noi stiamo facendo le modifiche, le customizzazioni necessarie al Movimento. Però Isa non entra nel merito dei dati, è una situazione completamente diversa da quella di prima. Noi forniamo il software e facciamo assistenza”.

Insomma, ‘Odoo’ sarà la nuova Rousseau? “Non direi questo, perché, da quanto ho capito, Rousseau forniva anche un servizio di gestione dei dati, tant’è vero che c’è stato il problema di cui abbiamo letto sui giornali. Il nostro lavoro non è paragonabile alla gestione precedente”, risponde Aquilanti. In buona sostanza “Isa è un partner di ‘Odoo’: i 5 Stelle hanno acquistato il servizio di ‘Odoo’ standard, e chiaramente, come tutti i clienti che noi abbiamo, hanno necessità di un adattamento alle loro specifiche esigenze. Quindi i processi di ‘Odoo’ devono essere adattati alle loro specifiche esigenze. Ferma restando la piattaforma tecnologica, noi andiamo a personalizzare alcuni processi. Faccio un esempio, per semplificare: nell’anagrafica magari mancano alcune informazioni che un iscritto può inserire e noi andiamo a gestire i campi su cui possono essere immesse quelle informazioni”.

Quanto durerà la vostra partnership con i grillini? “E’ un work in progress, per ora noi abbiamo stipulato un contratto che copre alcuni aspetti dal punto di vista tecnico. Poi – sottolinea all’Adnkronos il direttore generale di Isa Srl – andando avanti vedremo se ci saranno altri aspetti che dovranno essere ampliati o gestiti in altro modo rispetto allo standard: è il cliente che comanda in questo caso, loro sono completamente autonomi su questo, non è come prima. Decidono loro, noi siamo partner: collaboriamo e offriamo la nostra assistenza e professionalità. Tutto qua”.

Dunque, come spiegato dal reggente Vito Crimi in una intervista al ‘Fatto quotidiano’, “non ci saranno più un soggetto unico a cui verrà delegato tutto e una singola piattaforma, ma alcune società che ci forniranno dei servizi… Avremo un software per la gestione dei dati e consentire agli iscritti di accedere e di iscriversi, un Crm, uno tra i più usati al mondo. Per ora avremo tre società che seguiranno i vari aspetti. Di fatto, compreremo un prodotto-voto”.

Una di queste società è, appunto, la Isa Srl. Ma c’è anche la Corporate Advisor. “Tutta la gestione” dei dati “sarà in capo al M5S. E per accedere ai vari servizi gli iscritti dovranno andare sul sito del Movimento”, ha proseguito Crimi, ipotizzando costi di gestione più contenuti rispetto al passato: “Fatto salvo forse il primo anno, contiamo di avere costi inferiori a quelli di Rousseau, che erano pari a 1,3 milioni all’anno”.

Categorie:Cronaca, Interno, Politica

Tagged as: , ,

4 replies

  1. “Regfente vito crimi”
    reggente di che?
    Al massimo reggente del sacco con la refurtiva,
    Il suo mandato è scaduto dopo 30 giorni dalla sua nomina. egli non rappresenta piu il mv5 *, è solo un impostore.

    "Mi piace"

    • Mamma mia. Che pena.

      Già che c’erano, visto che c’é ancora l’abusivo Crimi, potevano chiamarla D’Oh! che non è tanto diverso da Odooo (ODDIOOOOO)

      "Mi piace"

  2. “Definizione di CRM (Customer Relationship Management): il modo in cui un’azienda gestisce i rapporti con i clienti esistenti e potenziali”.

    Gestione CLIENTI?
    Gli elenchi consegnati da Rousseau erano “contatti”?

    Comunque tutta sta diatriba con Casaleggio fa pensate che l’agognato elenco di iscritti sia un assembramento di pecoroni ben selezionato nel corso degli anni pronto a votare qualsiasi cosa gli si metta sotto mano.
    Un modo per controllare la democrazia dal basso e renderla di fatto verticistica.

    Non mi aspetto nulla di buono da Grillo nonostante le buone intenzioni di Conte.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...