Napoli, piazza Quattro Giornate: solo degrado e abbandono

Restituite decoro e dignità a un importante spazio di socializzazione!

            ” Dopo le segnalazioni pervenutemi da alcuni residenti, mi sono recato in piazza Quattro Giornate, constatando lo stato di degrado e d’abbandono nel quale versa una delle più belle e antiche piazze del Vomero, se non di tutto il capoluogo partenopeo – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della circoscrizione Vomero -. In particolare per quanto riguarda i giardinetti che quando furono realizzati, in un’area che precedentemente era adibita a stazionamento degli autobus di linea, vennero concepiti come uno spazio di aggregazione e di socializzazione per le tante famiglie che risiedono in quella zona, con particolare riguardo ai bambini “.

            ” In realtà oggi di quel progetto oggi resta poco o niente – sottolinea Capodanno -. Si comincia con la tribuna dello stadio Collana che affaccia sulla piazza  che da tempo versa in condizioni precarie, avvolta in reti contenitive che in alcuni punti si sono anche staccate, generando non poche preoccupazioni tra i passanti, senza che peraltro siano mai iniziati gli interventi di restauro. Anni addietro l’area sottostante gli spalti in questione salì alla ribalta delle cronache per la presenza di un’autovettura ferma, adibita ad abitazione di un senzatetto “.

            ” Ma la situazione peggiore si riscontra nelle aree a verde dei giardinetti – prosegue Capodanno – dove sono cresciute numerose erbacce, mancando da tempo un intervento per rasare, tra l’altro, l’erba alta e ripiantumare le zone brulle, pulendo i prati dai tanti rifiuti abbandonati tra i quali bottiglie,  piatti e bicchieri di carta ma anche escrementi di cani “.

            ” A proposito di questi ultimi – continua Capodanno – non è che le cose vadano molto meglio nell’area recintata destinata al loro sgambamento, dove si osserva la presenza di diverse buche. Inoltre, all’interno dell’area, manca un’apposita fonte d’acqua da utilizzare non solo per limitare i cattivi odori ma anche per evitare che al passaggio dei cani si alzi il terreno “.

            ” In tema di acqua poi – puntualizza Capodanno – va rilevata la presenza costante di una grossa chiazza, che tra l’altro rende sdrucciolevole la pavimentazione. Il problema è causato dal fatto che la caditoia, posta dinanzi alla fontana a colonna che si trova al centro dei giardinetti, è intasata da tempo, evidentemente per la mancanza di una costante manutenzione. Dunque l’acqua che fuoriesce dalla fontana, è costretta, per essere assorbita, a defluire fino alle due caditoie che si trovano al centro del piazzale. Una situazione assurda oltre che intollerabile “.

            ” Come ciliegina sulla torta – conclude Capodanno – va aggiunto lo stato indecoroso, per non dire altro, nel quale versa la scultura in acciaio corten: “Volumi concatenati”,  dell’artista Renato Barisani, realizzata nel 2000, in occasione dell’inaugurazione della fermata della linea 1 della metropolitana. Completamente imbrattata con scritte e disegni che la rendono irriconoscibile. Un fatto inaudito, ennesima testimonianza delle pessime condizioni nelle quali versano molte opere pubbliche esposte nelle strade e nelle piazze della Città “.

            Sui numerosi problemi sollevati Capodanno chiede che, effettuati gli opportuni riscontri, gli uffici competenti provvedano, in tempi rapidi, a mettere in campo tutti gli interventi finalizzati a restituire dignità e decoro all’intera area di piazza Quattro Giornate, attraverso gli opportuni lavori sia di manutenzione straordinaria sia con successivi lavori di manutenzione ordinaria, da mantenere con l’opportuna periodicità, al fine di scongiurare che abbia a ripetersi, nel tempo, lo stato di degrado e d’abbandono attualmente esistente.