Ma mi faccia il piacere

(di Marco Travaglio – Il Fatto Quotidiano) – Viva la dittatura. “La strategia del premier. Non saranno i partiti a ridisegnare il fisco” (Repubblica, 21.5). “Cassa depositi e Fs. Draghi azzera i vertici e taglia fuori i partiti” (Stampa, 27.5). “Le nomine pensando al futuro. Responsabilità. I vertici li deciderà sempre il premier, e si certifica il fatto che oggi il sistema politico non è nelle condizioni di negoziare” (Francesco Verderami, Corriere della sera, 28.5). “Il premier smantella il sistema Conte eliminando i suoi uomini a uno a uno. Draghi decide ignorando gli appetiti dei partiti” (Maurizio Belpietro, Verità, 28.5). Abbiamo un dittatore e siamo tutti bagnati.
Paletti. “Riforma della giustizia, i 5s pronti a piegarsi ai paletti della Cartabia” (Giornale, 28.5). Così i paletti entrano meglio.
Sessismo giudiziario. “I giudici italiani maltrattano le donne” (Giornale, 28.5). Non si sono bevuti neppure Ruby nipote di Mubarak.
La Supercazzola. “Serve l’innesco cognitivo per creare il nemico comune utile a compattare il gruppo parlamentare… Siamo nell’era della Platform Society… saranno le piattaforme digitali a definire le strutture sociali e politiche e a promuovere le relazioni e le idee che nasceranno dal basso. Il futuro della politica e della partecipazione civica nei prossimi dieci anni è questo, e noi saremo lì per costruirlo” (Enrica Sabatini, braccio destro di Davide Casaleggio, Corriere della sera, 23.5). Ecco, brava, mandaci una cartolina.
Uggetti smarriti/1. “Uggetti? Non diteci che alla fine vince la giustizia” (avv. Gian Domenico Caiazza, Riformista, 28.5). In effetti assolvere un reo confesso è un filo eccessivo.
Uggetti smarriti/2. “Uggetti assolto: ‘I 5S? Non odio nessuno, ma con loro non mi alleerei’” (Stampa, 27.5). Malgrado le cazzate che fanno, hanno una fortuna sfacciata.
La Fakepubblica/1. “Rifiuti, tutti sconfitti. Tar boccia la Regione: ‘Faremo una diffida. Dopo la decisione Zingaretti rilancia: ‘Comune inadempiente, allerterò il governo’” (Repubblica, 28.5). Quindi, se il Tar dà ragione alla Raggi sono tutti sconfitti e l’inadempiente è lei. Figurarsi se le avesse dato torto.
La Fakepubblica/2. “Roma non trova posto alle ceneri di Proietti” (Repubblica, 26.5). “La notizia data da Repubblica è una fake news. È un attacco alla città, alla sindaca, fatto usando il nome di mio padre” (Carlotta Proietti, Facebook, 27.5). “”Il nostro dovere è raccontare i fatti” (Repubblica, 28.5). Falsi.
Ascolta, si fa Pera. “È la Costituzione la prima riforma da votare. Si può fare in due anni” (Marcello Pera, Repubblica, 27.5). Mo’ me lo segno.
Maresca ‘a Purpetta. “Catello Maresca: ‘Io e Cesaro mai sul palco insieme’” (Domani, 25.5.). Si vedono poi nel retropalco.
Il ballerino di fila. “Centri sociali, Carla Fracci, Croce Rossa, Emma Bonino, Cgil, Roberto Vecchioni, Claudio Bisio, sindaci del Pd e Cooperative rosse. Tutti allegramente in piazza domani a Milano, col portafoglio pieno, per chiedere più diritti e più accoglienza per gli immigrati. A loro gli italiani interessano poco. Se anche a te girano le palle, fai girare. #stopinvasione” (Matteo Salvini, segretario Lega, 19.5.2017). “È mancata stamane nella sua Milano, al cui prestigio internazionale tanto ha dato. Un commosso addio a Carla Fracci, simbolo assoluto della danza, dell’arte e della cultura, che in tanti anni di carriera formidabile ha illustrato il nome dell’Italia nel mondo” (Salvini, 27.5.2021). Ma va’ a ciapà i ratt.
Casellati Airlines. “Alla fine sono arrivate le minacce di morte alla Presidente del Senato Maria Casellati. Era scontato che arrivassero vista la campagna di odio costruita dai media (un gruppo editoriale in primis), che hanno voluto deformare la verità per azzopparla. Spero esca la verità sui voli e sui mandanti” (Guido Crosetto, FdI, Twitter, 28.5). I piloti, gli steward o le hostess?
La mosca cocchiera. “Bene le riaperture varate dal governo Draghi. Un salto di qualità che Italia Viva chiedeva da tempo” (Raffaella Paita, deputata Iv, Twitter, 17.5). Fortuna che ci sono loro, sennò Draghi si scordava di riaprire.
La parola all’esperta. “L’agenzia per la Cybersecurity. Sicurezza, via al dossier su cui inciampò Conte” (Claudia Fusani, Riformista, 27.5). Te l’ha detto Pio Pompa?
Forza Assassini. “A Mottarone le vittime sono tante. Chi è morto, il povero bambino sopravvissuto, e i gestori dell’impianto: costretti alla fame da regole assurde e tanto disperati all’idea di dover ritardare la riapertura da arrivare a voler riaprire ad ogni costo, anche della sicurezza” (Klevis Gjoka, responsabile Commercio e Lavoro di Forza Italia Giovani Milano, Twitter, 27.5). Giusto, facciamo una colletta.
Il titolo della settimana/1. “Il Pd scatta agli ordini di Travaglio: basta vitalizi, basta politica!” (Riformista, 27.5). Uahahahahah.
Il titolo della settimana/2. “‘Ucciso con le natiche’. Così la moglie sovrappeso soffoca il marito” (Giornale, 19.5). Quando si dice un titolo fatto col culo.

39 replies

    • Hai fatto bene a farcelo sapere.
      La tua opinione è decisamente interessante. Un’unica domanda: esticazzi ce lo metti o non ce lo metti?

      Piace a 2 people

    • @Adriana

      “Paletti. “Riforma della giustizia, i 5s pronti a piegarsi ai paletti della Cartabia” (Giornale, 28.5). Così i paletti entrano meglio”

      In questa frase ciò che indigna dovrebbe essere l’accondiscendenza dei 5S al garantismo peloso del neo ministro della giustizia.
      Questa è volgarità.
      Perché la giustizia di classe è una cosa davvero volgare.
      E quella che abbiamo è una giustizia di classe che tende ad assolvere i colletti bianchi.

      Quella di Travaglio era solo sarcasmo, satira.

      Anche Altan disegnò un Cipputi esageratamente preoccupato dalla pagliuzza nel proprio occhio ma al contempo incredibilmente incurante del tronco d’albero nel proprio culo: “Caspita, ho una pagliuzza nell’occhio”.

      Ed è Altan!

      "Mi piace"

      • @Andreaex
        qualcuno dà per scontato che i cinquestelle si pieghino ai diktat della Cartabia (Il Giornale), io no.
        Altan è un professionista della vignetta. Qui Travaglio pare dar ragione a “Il Giornale” e la battuta mi sembra gratuita, oltre che volgare.

        "Mi piace"

      • X Adriana, a me tu sembri solo un lurido troll.

        Sì sono volgare, ma almeno non puoi accusarmi di fare battute.

        Salutami la Gazzellona e il resto delle identità associate.

        "Mi piace"

      • @SM
        quello che “sembro” a te non mi interessa. Di certo non sono lurida, non so chi sia Gazzellona e identità associate. Cerca di rispondere nel merito, se ti riesce.

        "Mi piace"

  1. E che cazz…..
    M. T troppo facile prendere x il culo questi/e prestituti/e.
    In fin dei conti sono solo i servi sciocchi delle 4 famiglie che hanno il potere economico/mafioso itagliano.

    "Mi piace"

  2. Oggi succede questo in TV E SUI GIORNALI – il processo a Travaglio ,Barbaceto , il Fatto quotidiano

    Ugetti :“Sì, ho cancellato i file dal pc. Ho sbagliato e l’ho ammesso” – in prima pagina sul Fatto

    Uggetti: “Le menzogne contro di me di Travaglio e Barbacetto” Non solo non ho mai confessato ma sfido Barbacetto e il suo direttore Travaglio a trovare negli atti processuali (che gli metto volentieri a disposizione) una sola riga che attesti una mia confessione.
    È documentale la testimonianza del responsabile e informatico del comune che consegno alla finanza un hard disk completamente integro.”

    Il procuratore lodigiano: “È un po’ presto per parlare di assoluzione tranchant, visto che non abbiamo ancora la disponibilità della motivazione”

    Invece di sfidare sui giornali , faccia una querela o aspetta prima la motivazione non si sa mai che emerga una probabile
    confessione ma non ritenuta sufficiente per condannarlo.

    "Mi piace"

    • Egregia tracia le consiglio la lettura su YouTube : 884c25 innocente per aver commesso il fatto
      Legga il virgolettato e si faccia idea
      Travaglio e il fatto non c’entrano nulla
      Saluti

      "Mi piace"

      • x Fabio

        Rileggi bene : Ho scritto oggi fanno processo a Travaglio e il Fatto su tutte le tv e giornali

        Senza domandarsi perchè se non è vero quello che scrive il Fatto questo signore sfida ma non querela,
        tu ti chiedi perchè non li querela?

        "Mi piace"

      • x Fabio

        Prima che ti sforzi di capire , mi sforzo di spiegartelo meglio:

        Oggi su twitter, sui giornaloni , in tv fanno processo al Fatto, a Travaglio e a Barbaceto di avere raccontato MENZOGNE che
        Uggenti ha cancellato i file dal pc. e ammesso di aver sbagliato.

        Siccome io non credo che il Fatto sia cosi sprovveduto e conferma anche oggi in prima pagina:

        Uggetti :“Sì, ho cancellato i file dal pc. Ho sbagliato e l’ho ammesso” – dichiarazione da verbale

        E dopo le dichiarazioni odierne di Uggetti : “Le menzogne contro di me di Travaglio e Barbacetto”” e SFIDA i giornalisti del Fatto di dimostrare queste “menzogne”. HA NEGATO DI AVERLE DETTE.

        Non deve sfidare ,deve querelare, ma non lo fa perchè sa di averle dette ,altrimenti l’avrebbe già fatto – la querela.
        Poi il processo e l’assoluzione è un altra cosa quando ci saranno le motivazione probabilmente diranno che erano irrilevanti come prova per condannarlo.

        "Mi piace"

  3. Ma cara @Tracia, accettare semplicemente una SENTENZA no?
    Perché se no, come direbbero a Roma, sembra che non ce voi sta’.

    "Mi piace"

    • @Federico C

      E chi ti dice che la pubblica accusa, una volta lette le motivazioni della sentenza, non decida di impugnarla ricorrendo in cassazione?

      E se in cassazione lo dovessero condannare poi Di Maio cosa potrebbe fare?
      Chiedere scusa per aver chiesto scusa?

      La fretta di Di Maio di apparire ipergarantista, al punto che non aspetta di leggere nemmeno le motivazioni della sentenza per esprimere un suo punto di vista, la dice lunga sul personaggio.
      È noto che determinati atti, per quanto detestabili eticamente parlando, possono essere legali per la legge italiana.
      Le donazioni milionarie ai partiti di imprenditori in affari con lo Stato (Benetton ed Onorato ad esempio, chi versando legalmente al PD, chi versando legalmente al M5S) non sono reato a quanto pare.

      Quindi il fatto che sia stato assolto non vuol dire che si sia comportato con disciplina ed onore.
      Qui di disciplina e onore c’è poco.

      E Di Maio che si scusa a fare?
      La degenerazione del M5S sembra non avere un punto di arresto.

      Secondo me prima o poi reintrodurranno pure la prescrizione.
      Se la transizione ecologica ha visto prima ammazzare il settore delle rinnovabili con un evobonus scritto coi piedi e poi con un ministro che parla di trivellazioni, inceneritori e mini nucleare….

      TUTTO È POSSIBILE!

      "Mi piace"

      • A me però viene da piangere più che da ridere.
        Rido quando la mia nipotina si arrampica sulla sedia per rubare la marmellata che la mamma le ha detto di non mangiare.
        Quando penso a Di Maio mi girano solo i coglioni purtroppo.
        Beato te che riesci pure a farti qualche risata 😉

        "Mi piace"

      • @andreaex
        No carissimo, nessuna risata.
        Che Di Maio s’infilasse con le sue dichiarazioni (al Foglio) in un cortocircuito era inevitabile. Troppo grande il divario tra il prima e il dopo. Le sue parole, comunque, non erano riferite alla ipotetica innocenza o colpevolezza del povero Uggetti. Trovo inutile per questo mettersi a scartabellare carte, riprendere sue dichiarazioni, o parlare di Cassazione, per puntargli il dito contro.
        Di Maio non ha chiesto scusa perché il sindaco di Lodi è stato assolto in appello. Ha voluto chiedere scusa per il modo (“grottesco”) con cui, in generale, le inchieste giudiziarie sono state usate da lui e dal M5S a fini di propaganda elettorale.
        La mia è solo una precisazione, e non un giudizio o una scelta di campo.

        "Mi piace"

      • Ok Federico ma noi siamo il Paese con la classe politica ed imprenditoriale più corrotta d’Europa.
        Le “pratiche” adottate da Uggetti erano come minimo discutibili.
        Se i politici incominciassero a minimizzare certe pratiche (del resto è quello che hanno sempre fatto), a chiedersi reciprocamente scusa (della serie: quando il sorcio in bocca è il tuo il taccio, quando è il mio a tacere sarai tu), la vedo dura per il futuro di questo Paese.
        Di Maio non doveva chiedere scusa.
        Al limite poteva dire: “mi dispiace per i toni utilizzati allora ma le nostre critiche erano del tutto giustificate alla luce dei fatti che emersero.
        La sentenza di assoluzione, che io rispetto anche se mi ha lasciato perplesso, lo riabilita come cittadino ma non come rappresentante delle istituzioni, ruolo che Uggetti non ha ricoperto disciplina e onore. Non si prepara una gara d’appalto con uno dei soggetti che potrebbe aggiudicarsi la gara stessa. Non è etico, disprezziamo questo modo di fare politica anche se la legge italiana non dovesse riscontrarvi reati perseguibili con il carcere”.

        Invece ha fatto una uscita alla Sansonetti.

        Piace a 1 persona

    • Ma caro Federico, come al solito prendi lucciole per lanterne. Dove contesto la sentenza ? Se un giornale e i suoi giornalisti
      raccontano menzogne , nonostante la sentenza e insistano ad affermare che hai confessato ,” Sì, ho cancellato i file dal pc. Ho sbagliato e l’ho ammesso” , tu Uggetti forte della sentenza non devi sfidare , DEVI querelare ,per difendere il tuo diritto alla reputazione e all’ onore. Cosi avrai ,oltre la sentenza di assoluzione ,anche la soddisfazione di un risarcimento per diffamazione .

      Mi sono solo chiesta perchè sfida e non querela. La sentenza non la discuto, decidano i giudici sulla base delle prove offerte nella causa.

      "Mi piace"

    • Federico c che sentenza accetti? Quella di primo grado o quella dell’appello? Oppure fai così in cassazione mr. B È quasi sempre uscito assolto per prescrizione, quindi è una persona pulita!
      Sei un bel fenomeno, anche te, quel film di sergio leone diceva: vieni avanti cretino..
      I fatti sono un altra cosa, uggetti è stato assolto perché ha mangiato dei confetti, ai giudici di primo grado non piacevano, quelli in appello li producono…..

      "Mi piace"

      • @Fabio c
        Gentilissimo Fabio c, il film “Vieni avanti cretino” è di Luciano Salce e non di Sergio Leone.
        Ossequi

        "Mi piace"

    • Egregia tracia,
      Io non mi domando perché non querela! Se sai di cosa parli, è tempo sprecato
      Infatti ti ho consigliato quel post perché parla la consigliera del sindaco e sono trascritte intercettazioni telefoniche del sindaco e dell’avvocato suo complice.
      Il tuo post in cui scrivi che oggi sono tutti contro il fatto è dal mio punto di visto che sono tre giorni che leggo del sindaco leghista aria fritta, quando mai i mass media tutti appoggiano il fatto? E il suo direttore in primis? Poi chiedo scusa ma io non so ne cosa sia Facebook, Instagram, Twitter, non mi interessano proprio, ed è roba per i miei figli, io sono fuori tempo massimo per la tecnologia. Saluti

      "Mi piace"

      • Va bene Fabio, capisco che stai passando giorni convulsi, ma io non ne ho colpa, e perdonami se mi sono permessa di
        commentare qualcosa di diverso che non riguarda il tuo turbamento. Stammi bene

        "Mi piace"

  4. E famolo subbito Presidente ‘sto Sor Uggetti, oppure Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica o mejo ancora Canonizzamolo mo’ senza aspetta’ er trapasso.

    A ridaje, e come ar solito stanno a lametarse sempre li soliti su’ ‘sti editoriali de Sor Travaglio, che, in base a li FATTI, non fa artro che di’ quello vede o quello che pensa.
    MA PERCHÉ LO FA???
    1* Perché fa er cazzo che vole.
    2* Perché se lo può permettere essendo er padrone de se stesso. Mortacci sua come lo invidio.

    L’artri invece, spesso proni servi, dopo due anni passati a sputa’ e a caca’ addosso senza tregua, contandoje pure li peli der culo, a Sor Conte, Sora Raggi e tutti quelli che se dicevano appartene’ ar M5S o pure solo a simpatizza’ co’ le loro idee, persino quanno eravamo tutti chiusi senza lavoro e a raccoje li morti co’ li furgoni, mo’ stanno a fregna’, a piaje’ e a batte’ li pugni sur tavolo ogni quarvorta se osa critica’ ‘sto governo de desunità oligarcale.
    E so’ sempre li stessi, fastidiosi come le piattole, inutili come li sorci de fogna, quelli che stanno sempre a di’ “nun sè fa’ così, nun sè deve di’ quello etc…”
    Poi quanno je se chiede, com’io je chiesi quarche giorno fa, “allora che bisogna fa’? Qui se deve vota’? Quale giornalista o giornale se deve ascolta’?” Risultato??? GNENTE, er vuoto siderale come nelle loro teste.
    Manco mascherati co’ li pseudonimi c’hanno li cojoni de di’ qui je piace o pe’ qui votano loro, ‘sti so’ tutto io.

    Scusate pe’ ‘ste scoregge. Ste storie de venerdì scorso su Sor Proietti m’hanno fatto incazza’. Ma quanno ce vo’ ce vo’.

    P.S. Comunque dopo lo shock de venerdì, ‘sta matina ‘a coalizione d’unitá nazionale l’avemo fatta noi ar bar.
    E a l’unanimitá unilaterale avemo statuito che:
    MANDRAKE NUN SE TOCCA A STRONZI!!!

    Piace a 1 persona

  5. I paletti della giustizia li hanno già infilati in quel posto alle vittime e ai loro parenti…e non da oggi!

    "Mi piace"